slide1
Download
Skip this Video
Download Presentation
Gorizia 17 aprile ‘09

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 43

Gorizia 17 aprile ‘09 - PowerPoint PPT Presentation


  • 100 Views
  • Uploaded on

Emergenze Cardiache. Gorizia 17 aprile ‘09. Circa 60.000 persone muoiono ogni anno in Italia di morte improvvisa (MI). Responsabile della morte improvvisa è, nella maggioranza dei casi, un’aritmia ventricolare maligna.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about ' Gorizia 17 aprile ‘09' - sahara


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
slide1

Emergenze Cardiache

Gorizia 17 aprile ‘09

slide2

Circa 60.000 persone muoiono ogni anno in Italia di morte improvvisa (MI).

Responsabile della morte improvvisa è, nella maggioranza dei casi, un’aritmia ventricolare maligna.

La defibrillazione precoce rappresenta l’unica terapia risolutiva: per ogni minuto che passa dall’esordio dell’aritmia le probabilità di sopravvivere si riducono del 10%

slide4

Caratteristiche del paziente

età: 60-65 anni

sesso: maschile

Sede dell\'evento

70-80% abitazione

10-15% posto di lavoro

5% altre sedi

presenza di testimoni

si nel 65%

scambi respiratori
SCAMBI RESPIRATORI
  • I bronchi si dividono in bronchioli repiratori
  • Questi si continuano con i dotti alveolari
  • Che portano ai sacchi alveolari
alveolo polmonare e scambi gassosi
Alveolo polmonare e scambi gassosi
  • Aria esterna

O2 Ventilazione CO2

Diffusione

Flusso ematico

Trasporto periferico

  • Tessuti
slide12

SISTOLE

DIASTOLE

slide15

SEMILUNARI AORTICHE

SISTOLE

DIASTOLE

slide28

Occlusione completa della DA

Rivascolarizzazione

cause di dolore toracico
Cause di dolore toracico
  • ANGINA PECTORIS, INFARTO MIOCARDICO
  • PERICARDITE
  • EMBOLIA POLMONARE, PLEURITE
  • DISSEZIONE AORTICA
  • MALATTIA DA REFLUSSO GASTRO-ESOFAGEO
  • PATOLOGIE NEURO MUSCOLO SCHELETRICHE
  • DISTURBI PISCHICI
orientamento diagnostico
ORIENTAMENTODIAGNOSTICO
  • CARATTERI
  • LOCALIZZAZIONE
  • DURATA
  • FATTORI SCATENANTI ED AGGRAVANTI
  • ALLEVIAMENTO DEL DOLORE
  • SINTOMI D’ACCOMPAGNAMENTO
la catena della sopravvivenza
La “Catena della sopravvivenza”
  • 1. Accesso precoce al sistema dei servizi di emergenza medica (118)
  • 2. Rianimazione cardiopolmonare precoce (BLS)
  • 3. Defibrillazione precoce
  • 4. Supporto cardiopolmonare avanzato (ACLS)
slide36

Iperestensione della testa

Respirazione bocca a bocca e massaggio cardiaco

5 cm

slide39

Defibrillatore semi-automatico

Heartstream (Agilent-Hewlett Packard)

slide40

Catena della sopravvivenza

  • 1. Accesso precoce al sistema dei servizi di emergenza medica (118)
  • 2. Rianimazione cardiopolmonare precoce (BLS)
  • 3. Defibrillazione precoce (D)
  • 4. Supporto cardiopolmonare avanzato (ACLS)
slide41

Parlamento Italiano

Legge 3 aprile 2001, n.120

“Utilizzo dei defibrillatori semiautomatici in ambiente extraospedaliero”

pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 88 del 14 aprile 2001

ART 1

  • E’ consentito l’uso del defibrillatore semiautomatico in sede extraospedaliera anche al personale sanitario non medico, nonché al personale non sanitario che abbia ricevuto una formazione specifica nelle attività di rianimazione cardiopolmonare.
  • Le regioni e le province autonome disciplinano il rilascio da parte delle aziende sanitarie locali e delle aziende ospedaliere dell’autorizzazione all’utilizzo extraospedaliero dei defibrillatori da parte del personale di cui al comma 1, nell’ambito del sistema dell’emergenza 118 competente per territorio o, laddove non ancora attivato, sotto la responsabilità dell’unità sanitaria locale o dell’azienda ospedaliera di competenza, sulla base delle linee guida adottate dal Ministro della Sanità, con proprio decreto, entro 90 giorni dalla data d’entrata in vigore della presente legge.
ad