Materiali gessosi per modelli
Download
1 / 19

Materiali gessosi per modelli - PowerPoint PPT Presentation


  • 185 Views
  • Uploaded on

Scienza dei materiali dentali. Materiali gessosi per modelli. Proprietà richieste ai materiali per modelli. durezza e resistenza (meccanica) tempo di presa relativamente breve massima precisione nella riproduzione di tutti i particolari dell’impronta in cui vengono colati superfici lisce

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about ' Materiali gessosi per modelli' - rania


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
Materiali gessosi per modelli

Scienza dei materiali dentali

Materiali gessosi per modelli


Propriet richieste ai materiali per modelli
Proprietà richieste ai materiali per modelli

  • durezza e resistenza (meccanica)

  • tempo di presa relativamente breve

  • massima precisione nella riproduzione di tutti i particolari dell’impronta in cui vengono colati

  • superfici lisce

  • inalterabilità chimica

  • assenza di variazioni dimensionali a seguito della presa


Il gesso naturale
il gesso naturale

  • Il materiale per modelli che risponde a tali caratteristiche è

inoltre presenta:

basso costo

facilità di impiego

grande adattabilità a numerose lavorazioni


Il gesso naturale1
Il gesso naturale

  • CaSO4 . 2H2O - solfato di calcio biidrato

  • solido ionico (sistema monoclino)

  • peso specifico: 2,3 g/cm3

  • grado 2 nella scala di Mohs

  • si forma per deposito in seguito ad evaporazione dell’acqua marina

SCALA DI MOHS

TENERI

(si scalfiscono con l'unghia)

1. Talco

2. Gesso

SEMI DURI (si rigano con punta d'acciaio)

3. Calcite

4. Fluorite

5. Apatite

DURI

(non si rigano con punta d’acciaio)

6. Ortoclasio

7. Quarzo

8. Topazio

9. Corindone

10. Diamante (Carborundum)

Scheda gesso


Le variet di gesso naturale
Le varietà di gesso naturale

Fibrosa con lucentezza sericea

SERICOLITE

ALABASTRO

Piccoli cristalli, compatto e bianco

SELENITE

Grandi cristalli con lucentezza madreperlacea


Lavorazione del gesso

Frantumazione

Cottura o calcinazione

Macinazione

Setacciatura

Lavorazione del gesso


1 frantumazione

Riduzione in pezzi più piccoli dei blocchi della cava

Purificazione da sostanze estranee

1. Frantumazione


2 cottura

E’ un riscaldamento per eliminare l’acqua di cristallizzazione: DISIDRATAZIONE

2. Cottura

1 H2O

120-130°C

Q

GESSO NATURALE

Solfato di calcio bi-idrato

GESSO DA PRESA

Solfato di calcio semi-idrato

130-200°C

Q

GESSO ANIDRO

Solfato di calcio anidro esagonale

3 H2O

GESSO IDRAULICO

Solfato di calcio anidro ortorombico

200-1000°C

Q


Reazione di presa

È l’opposto della cottura cristallizzazione: DISIDRATAZIONE

Sviluppa calore (esotermica)

Reazione di presa

+Q

+ H2O

GESSO NATURALE

Solfato di calcio bi-idrato

GESSO DA PRESA

Solfato di calcio semi-idrato


2 cottura1

Può essere effettuata: cristallizzazione: DISIDRATAZIONE

A SECCO nei FORNI

A UMIDO nelle AUTOCLAVI

2. Cottura


2 cottura a secco in forno

P = 1 atm, T = 128°C, t = 15-20 min cristallizzazione: DISIDRATAZIONE

Si ottiene:

CALCIO SEMI-IDRATO ß o GESSO TENERO

È caratterizzato da

CRISTALLI GRANDI E IRREGOLARI

che lasciano RILEVANTI SPAZI INTERCRISTALLINI

serve MOLTA ACQUA per l’IMPASTO

2.Cottura a secco(in forno)


2 cottura a umido in autoclave ermetica

P = elevata, in presenza di vapor acqueo cristallizzazione: DISIDRATAZIONE

Si ottiene:

CALCIO SEMI-IDRATO  o GESSO DURO

Rispetto al gesso tenero è caratterizzato da

CRISTALLI PIU’ PICCOLI

che lasciano MINORI SPAZI INTERCRISTALLINI

serve MENO ACQUA per l’IMPASTO

2. Cottura a umido(in autoclave ermetica)


2 cottura a umido in autoclave con calcio cloruro

P = elevata, in presenza di una soluzione al 30% di calcio cloruro anidro (disidratante)

Si ottiene:

CALCIO SEMI-IDRATO  MODIFICATO o GESSO EXTRADURO

Rispetto al gesso duro è caratterizzato da

CRISTALLI PRISMATICI, ANCOR PIU’ PICCOLI E REGOLARI

che lasciano PICCOLISSIMI SPAZI INTERCRISTALLINI

serve POCHISSIMA ACQUA per l’IMPASTO

2. Cottura a umido(in autoclave con calcio cloruro)


3 macinazione

Essiccazione cloruro anidro (disidratante) del semi-idrato

Riduzione in polvere nel frantoio

3. Macinazione

4. Setacciatura

  • Le polveri vengono setacciate e rimacinate

  • Aggiunta di ADDITIVI (sostanze modificatrici)


Impieghi del gesso

Gesso tenero per impronte cloruro anidro (disidratante)

Gesso tenero per modelli

Gesso duro per modelli

Gesso extraduro per modelli e monconi

Impieghi del gesso


Gesso tenero per impronte

Costituiti da: cloruro anidro (disidratante)

SEMI-IDRATO ß

SOSTANZE MODIFICATRICI (regolatori del tempo di presa e dell’espansione)

COLORANTI (altrimenti il gesso è bianco)

Gesso tenero per impronte


Gesso tenero per modelli

Costituito da: cloruro anidro (disidratante)

SEMI-IDRATO ß

SOSTANZE MODIFICATRICI

Caratterizzato da:

MAGGIORE RESISTENZA A COMPRESSIONE (richiede meno acqua per l’impasto)

Impiegato in:

Procedimenti in muffola

Fissaggio dei modelli in articolatore

Confezione dei modelli di studio

Alcuni rivestimenti come legante

Gesso tenero per modelli


Gesso duro per modelli

Costituito da: cloruro anidro (disidratante)

SEMI-IDRATO ALFA

SOSTANZE MODIFICATRICI

COLORANTI (talvolta)

Caratterizzato da:

MAGGIORE RESISTENZA A COMPRESSIONE (richiede meno acqua per l’impasto)

Impiegato in:

Procedimenti in muffola

Confezione dei modelli con particolare resistenza a compressione e scalfitura (spatoline)

Alcuni rivestimenti come legante

Gesso duro per modelli


Gesso extraduro per modelli e monconi

Costituito da: cloruro anidro (disidratante)

SEMI-IDRATO ALFA MODIFICATO

SOSTANZE MODIFICATRICI

COLORANTI (talvolta)

Caratterizzato da, dopo la presa:

MAGGIORE RESISTENZA A COMPRESSIONE E ALL’ABRASIONE (migliore di tutti i gessi perché richiede meno acqua per l’impasto)

Impiegato in:

Confezione di monconi in protesi fissa (intarsi, corone e ponti)

Confezione dei modelli con particolare resistenza a compressione e scalfitura (spatoline)

Alcuni rivestimenti come legante

Gesso extraduro per modelli e monconi


ad