slide1
Download
Skip this Video
Download Presentation
ISPETTORIA HAITIANA « NOSTRA SIGNORA DEL PERPETUO SOCCORSO »

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 10

ISPETTORIA HAITIANA « NOSTRA SIGNORA DEL PERPETUO SOCCORSO » - PowerPoint PPT Presentation


  • 91 Views
  • Uploaded on

ISPETTORIA HAITIANA « NOSTRA SIGNORA DEL PERPETUO SOCCORSO ». CASA ISPETTORIALE.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about ' ISPETTORIA HAITIANA « NOSTRA SIGNORA DEL PERPETUO SOCCORSO »' - raiden


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
slide1

ISPETTORIA HAITIANA

« NOSTRA SIGNORA DEL PERPETUO SOCCORSO »

CASA ISPETTORIALE

La proposta stimolava la nostra curiosità, non solamente per secondare l’iniziativa delle Superiore, ma per scoprire lo spirito che animava le nostre Sorelle in questa fondazione e in che modo hanno potuto realizzare il sogno dell’Ispettoria. Disgraziatamente l’opera aveva cominciato a funzionare prima dell’erezione canonica e senza strutture di sostegno, dunque in situazioni molto difficili. Perciò non esistono proprio tutte le cronache dette dei primi anni di fondazione.

slide2

« Sei (6) anni dopo l’erezione canonica della nostra Visitatoria (19-03-1991) sotto il titolo di ײNostra Signora del Perpetuo Soccorsoײ, le Superiore di quel tempo residevano a Pétion Ville, casa Maria Domenica Mazzarello.

slide3

Nel frattempo, la Congragazione in Haiti avava fatto cammino. Eravamo cresciute in numero e case. La Visitatoria, avendo acquistato una antica e vecchia proprietà il mese di maggio 1995, il 16 dicembre dello stesso anno, la superiora Generale , con il Consenso del suo Consiglio, aveva autorizzato di cominciare i lavori di costruzione che avrebbero dovuto accogliere la sede delle Superiore locali.

slide4

Sr. Nicolle Gaillard, l’economa di allora, venuta il 19 marzo 1996 per sorvegliare i lavori, si era fatta accompagnare da una decina di orfane della ײCité Soleilײ, affettuosamente chiamate le ײBenjaminesײ.

slide5

Un anno dopo, (16-07-97) la nostra Visitatoria, é canonicamente eretta come ײIspettoria”. Dal momento che una piccola parte della casa era disponibile, la Superiora Provinciale e il suo Consiglio giuducarono opportuno di stabilirsivi affinché potessero finalmente formare comunità.

slide6

In tutto questo, la forza che ha guidato e sostenuto le nostre prime suore, fu :

1o. il desiderio de vedere un’Ispettoria organizzata, tesa verso una migliore coordinazione e estensione del Charisma nel Paese.

2o. Il coraggio del ײDa Mihi Animasײ nella scelta delle fanciulle più povere e vulnerabili.

3o. Lo spirito di sacrificio delle nostre Sorelle, il loro senso ecclesiale molto forte con il grande desiderio di mettersi al servizio della Parrocchia attraverso la catechesi, l’evangelizzazione dei giovani del posto, in visa della diffusione del Regno di Dio nei loro cuori.

slide7

4o. Un forte spirito di povertà vissuto, sia personalmente dalle Suore, sia nella scelta del luogo di origine dello orfanelle, sia dalla preoccupazione di averle con noi, in permanenza, come un tesoro tanto desiderato. Infatti, fino ad oggi, sono il gioiello della Comunità.

5o. Il desiderio di strutturare bene la Casa Ispettoriale a tutti i livelli.

6o. Un grande amore per Gesù e per l’ Istituto.

slide8

Rinforzare la nostra identità Charismatica, specialmente lo spirito di famiglia, per garantire la Comunione

. Il contenuto di questa forza che ha guidato le nostre suore ci spinge oggi a :

  • Creare la Famiglia per non disperderci.
  • Continuare a dare la priorità ai più poveri, conservandoci povere di spirito, e centrandoci sull’essenziale : Gesù.
  • Migliorare sempre più l’accoglianza, la disponibilità verso ciascuna delle suore della Comunità Provinciale.
ad