operatore sanitario e responsabilita
Download
Skip this Video
Download Presentation
OPERATORE SANITARIO e RESPONSABILITA’

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 24

OPERATORE SANITARIO e RESPONSABILITA’ - PowerPoint PPT Presentation


  • 164 Views
  • Uploaded on

OPERATORE SANITARIO e RESPONSABILITA’. OPERATORE SANITARIO E RESPONSABILITA ’ ((Orientamento al tirocinio – I anno). RESPONSABILITA’. TERMINE MOLTO UTILIZZATO GOOGLE: 27.300.000 link YAHOO: 96.800.000 link ALTAVISTA: 93.800.000 link. SIGNIFICATO. PROFESSIONALE AMMINISTRATIVA CIVILE

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about ' OPERATORE SANITARIO e RESPONSABILITA’' - quincy-greer


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
operatore sanitario e responsabilita

OPERATORE SANITARIO e RESPONSABILITA’

OPERATORE SANITARIO E RESPONSABILITA’

((Orientamento al tirocinio – I anno)

responsabilita
RESPONSABILITA’
  • TERMINE MOLTO UTILIZZATO
    • GOOGLE: 27.300.000 link
    • YAHOO: 96.800.000 link
    • ALTAVISTA: 93.800.000 link
significato
SIGNIFICATO
  • PROFESSIONALE
  • AMMINISTRATIVA
  • CIVILE
  • PENALE
  • DISCIPLINARE
  • ETICA
responsabilita e infermiere
RESPONSABILITA’ e INFERMIERE
  • INFERMIERE E’ RESPONSABILE DELL’ASSISTENZA INFERMIERISTICA
    • RISPONDE DI PROPRIE AZIONI
    • RISARCISCE DANNO
    • RISPONDE DEI PROPRI COMPORTAMENTI
      • DATORE DI LAVORO
      • COLLEGIO-ORDINE DI APPARTENENZA
norme giuridiche e operatore sanitario
Norme giuridiche e operatore sanitario
  • Aspetti legati a:
    • SEGRETO PROFESSIONALE
    • SEGRETO D’UFFICIO
    • TUTELA DELLA PRIVATEZZA
  • Rappresentano alcuni dei doveri dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni (di cui fanno parte gli operatori sanitari del S.S.N.)
  • Codice di comportamento dei dipendenti P.A. (D.P.R. 16 aprile 2013, n. 62 + L. 190/2012)
segreto professionale
SEGRETO PROFESSIONALE
  • PROBLEMA CONSIDERATO FIN DALL’ANTICHITA’
    • “…tutto quello che durante la cura e anche al di fuori di essa avrò visto e avrò ascoltato sulla vita comune delle persone e che non dovrà essere divulgato, tacerò come cosa sacra..”

(Giuramento di Ippocrate, 400 a.c. ca)

segreto professionale1
SEGRETO PROFESSIONALE
  • La sua rivelazione è sanzionata dal codice penale (art.622)
  • “chiunque, avendo notizia, per ragione del proprio stato o ufficio, o della propria professione o arte, di un segreto, lo rivela senza giusta causa, ovvero lo impiega a proprio o altrui profitto, è punito, se dal fatto può derivare nocumento, con la reclusione…o con la multa. Il danno è punibile a querela della persona offesa.”
segreto professionale2
SEGRETO PROFESSIONALE
  • SEGRETO

“TUTTI QUEI FATTI E QUELLE CIRCOSTANZE CHE L’ASSISTITO HA INTERESSE A NON FAR CONOSCERE, PERCHE’ LA LORO CONOSCENZA RAPPRESENTA O POTREBBE RAPPRESENTARE UN DANNO”

segreto professionale3
SEGRETO PROFESSIONALE
  • QUALI SEGRETI SONO TUTELATI?
  • QUELLI CHE VENGONO RIVELATI SENZA UNA GIUSTA CAUSA!!!
giusta causa
GIUSTA CAUSA
  • OBBLIGO DI DENUNCIA (fatti illeciti, referto, malattie infettive,…)
  • “CASO FORTUITO” (smarrimento dei documenti)
  • “FORZA MAGGIORE” o “VIOLENZA ALLA RIVELAZIONE”
  • Presenza di uno “STATO DI NECESSITA’”
  • Quando viene fatta una TRASMISSIONE di un segreto (consegna)
segreto professionale4
SEGRETO PROFESSIONALE
  • Altre situazioni in cui la rivelazione del segreto non viene punita
    • Se viene divulgato un fatto noto
    • Se la persona assistita autorizza la comunicazione
      • Di quali dati?
      • A chi?
segreto d ufficio
SEGRETO D’UFFICIO
  • Anche la rivelazione del segreto d’ufficio è sanzionata dal codice penale (ar.326)
    • “il pubblico ufficiale o la persona incaricata di pubblico servizio, che, violando i doveri inerenti alle funzioni o al servizio, o comunque abusando delle sue qualità, rivela notizie di ufficio, che devono rimanere segrete, o ne agevola in qualche modo la conoscenza, è punito con la reclusione…”
segreto d ufficio1
SEGRETO D’UFFICIO
  • La sua violazione non è un reato contro “la persona” ma contro la “pubblica amministrazione” (più grave della violazione del segreto professionale)
  • Il reato viene commesso anche in assenza di danno dimostrato
  • Se la rivelazione viene fatta per procurare (a sé o ad altri) indebito profitto la pena viene aumentata
segreto d ufficio2
SEGRETO D’UFFICIO
  • Sentenza Corte di Cassazione 30 luglio 1991, n. 2266
    • Sospensione dal servizio di operatore che comunicava decessi pazienti a impresa di pompe funebri
slide15

TUTELA PRIVATEZZA

DECRETO LEGISLATIVO

30 giugno 2003, n. 196

Codice in materia di protezione dei dati personali.

slide16

PRINCIPI FONDAMENTALI

Art. 1

(Diritto alla protezione dei dati personali)

Chiunque ha diritto alla protezione dei dati personali che lo riguardano.

Art. 2

(Finalità)

Il “codice in materia di protezione dei dati”, garantisce che il trattamento

dei dati personali si svolga nel rispetto dei diritti e delle libertà fondamentali, nonché della dignità dell’interessato, con particolare riferimento alla riservatezza, all\'identità personale e al diritto alla protezione dei dati personali.

trattamento dei dati sensibili e dei dati personali

TRATTAMENTO DEI DATI SENSIBILI E DEI DATI PERSONALI

I dati personali e sensibili oggetto di trattamento devono essere:

a) trattati in modo lecito e secondo correttezza;

b) raccolti, registrati, aggiornati e verificati unicamente per gli scopiconnessi con le attività di prevenzione, diagnosi, cura e riabilitazione, svolte dal medico/odontoiatra/titolare struttura sanitaria;

c) raccolti, registrati, aggiornati e verificati unicamente per le attività istituzionali svolte dall’Ente.

slide18

PRINCIPI APPLICABILI AL TRATTAMENTO DI DATI SENSIBILI

  • Art. 22
  • I soggetti pubblici possono trattare solo i dati sensibili indispensabili per svolgere attività istituzionali che non possono essere adempiute, caso per caso, mediante il trattamento di dati anonimi o di dati personali di natura diversa.
  • I soggetti pubblici verificano periodicamente l’esattezza e l’aggiornamento dei dati sensibili nonché la loro pertinenza e completezza.
  • I dati idonei a rivelare lo stato di salute non possono essere diffusi.
slide19

CARTELLE CLINICHE

Art. 92

Nei casi in cui organismi sanitari pubblici e privati redigono e conservano una cartella clinica, sono adottati opportuni accorgimenti per assicurare la comprensibilità dei dati e per distinguere i dati relativi al paziente da quelli eventualmente riguardanti altri interessati;

Eventuali richieste di presa visione o di rilascio di copia della cartella e dell’acclusa scheda di dimissione ospedaliera da parte di soggetti diversi dall’interessato possono essere accolte, in tutto o in parte, solo se la richiesta è giustificata dalla documentata necessità:

  • di far valere o difendere un diritto in sede giudiziaria;
  • di tutelare una situazione giuridicamente rilevante di rango pari a quella dell’interessato.
slide20

DIVULGAZIONE DELLA CARTELLA CLINICA

  • L’illegittima divulgazione del contenuto della cartella clinica può condurre a conseguenze di ordine penale per la violazione del segreto professionale o di quello d’ufficio e, a censure a carico del proprio ordine o collegio professionale per violazione del segreto professionale.
codice comportamento dipendenti p a
Codice comportamento dipendenti P.A.
  • DPR 62/2013
  • Pubblicato G.U. 4 giugno 2013, n. 129
  • Legge anticorruzione (190/2012)
  • Raccomandazioni OCSE
  • Indica doveri di comportamento
  • La violazione può essere fonte di responsabilità disciplinare
principali norme dpr 62 2013
Principali norme DPR 62/2013
  • Divieto di richiedere regali, compensi, altre utilità
  • No conflitti di interesse (anche non patrimoniali)
  • Attenzione nell’utilizzo di materiali e attrezzature assegnati, anche con riferimento alle linee telematiche e telefoniche
  • Evitare diffusione di notizie su organizzazione, attività, altri dipendenti
etica norma persona
Etica – norma - persona
  • …..i tuoi bandi io non credei che tanta forza avessero da far sí che le leggi dei Celesti, non scritte, ed incrollabili, potesse soverchiare un mortal: ché non adesso furon sancite, o ieri: eterne vivono esse; e niuno conosce il dí che nacquero. E vïolarle e renderne ragione ai Numi, non potevo io, per timore d\'alcun superbo. Ch\'io morir dovessi, ben lo sapevo, e come no?, pur senza l\'annuncio tuo. Ma se prima del tempo morrò, guadagno questo io lo considero…..

(Antigone, Sofocle)

ad