il ruolo dell ingegneria clinica
Download
Skip this Video
Download Presentation
IL RUOLO DELL’INGEGNERIA CLINICA

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 62

IL RUOLO DELL INGEGNERIA CLINICA - PowerPoint PPT Presentation


  • 297 Views
  • Uploaded on

IL RUOLO DELL’INGEGNERIA CLINICA. La missione e i compiti dell’Ingegnere Clinico: assicurare l’utilizzo appropriato, economico e sicuro delle attrezzature sanitarie. Costi di gestione (manutenzione, materiale di consumo, personale, consumi, strutture, etc.).

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'IL RUOLO DELL INGEGNERIA CLINICA' - pascha


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
il ruolo dell ingegneria clinica

IL RUOLO DELL’INGEGNERIA CLINICA

La missione e i compiti dell’Ingegnere Clinico: assicurare l’utilizzo appropriato, economico e sicuro delle attrezzature sanitarie

slide2

Costi di gestione (manutenzione, materiale di consumo, personale, consumi, strutture, etc.)

Formazione (personale tecnico ed utilizzatore)

Sicurezza

Acquisto

Programmazione

(HTA)

tempo (anni)

Collaudo e

messa in servizio

Fuori uso

Manutenzione

(MP, PD, CQ)

partendo dal presupposto che
PARTENDO DAL PRESUPPOSTO CHE :
  • LE RISORSE A DISPOSIZIONE NON SONO INFINITE
  • LA MORTE NON E’ EVITABILE (EVENTUALMENTE SOLO RIMANDABILE..)
ci chiediamo
CI CHIEDIAMO :

COME E’ MEGLIO (da un punto di vista medico ed economico, cioè etico !) SPENDERE I SOLDI CHE ABBIAMO A DISPOSIZIONE PER OTTENERE IL MASSIMO RISULTATO IN TERMINI DI SALUTE ????

cio l obiettivo
Cioè l’OBIETTIVO è

Massimizzare i miglioramenti sanitari con le risorse disponibili

Cosa significa “miglioramenti sanitari” ? Sanità, salute, benessere….???

metodo
METODO
  • Valutare efficaciae costi di percorsi (diagnostici e/o terapeutici) alternativi derivanti dall’impiego di diverse “tecnologie” (ma anche farmaci, interventi, test, esami, dispositivi medici, soluzioni organizzative, etc.)
esempi 1
ESEMPI (1)
  • Compriamo un angiografo o mandiamo i pazienti a fare gli esami emodinamici nelle altre Aziende Sanitarie ?
  • Quante PET compriamo in Toscana ? e dove le installiamo ? Compriamo PET o PET-CT ?
esempi 2
ESEMPI (2)
  • Quante TAC è opportuno avere nella nostra AUSL? Compriamo una TAC dedicata per il Pronto Soccorso ?
  • E’ opportuno avere un Reparto di Medicina Nucleare ? quante gamma camere deve avere ? che tipo di gamma camera? Per fare esami ad alta energia ? o una gamma camera-CT integrata ?
  • è opportuno attivare una Sezione di Terapia Subintensiva postoperatoria ?
esempi 3
ESEMPI (3)
  • è opportuno acquistare un litotritore ortopedico ?
  • è opportuno implementare la brachiterapia della prostata ?
  • Che tipi di esami cardiologici possiamo fare con TAC e RM ? Quanto sono tra loro sovrapponibili ? E con le coronarografie ? In definitiva in che direzione (tecnologia) sviluppiamo la diagnostica cardiologica ? Che tipo di TAC compriamo ? “tradizionale” o multislice ? quante slices ?
processo di hta traduzione in pratica
PROCESSO di HTA(traduzione in pratica)
  • Definizione dei bisogni clinici
  • Valutazioni epidemiologiche e/o “storiche” stima della casistica per la realtà considerata
  • Valutazione dell’efficacia terapeutica e/o diagnostica della procedura studiata rispetto alle procedure di riferimento (esistenti, utilizzate  già di provata efficacia)
  • Valutazione dei costi della procedura studiata (diretti ed indiretti)
  • Supporto / suggerimento sulla scelta da operare
1 definizione dei bisogni clinici
1. Definizione dei bisogni clinici
  • Descrizione generale procedura (necessità di strutture, attrezzature, personale, etc.)
  • Indicazioni cliniche per la scelta dei pazienti da sottoporre alla procedura
2 ricerca epidemiologica
2. Ricerca epidemiologica
  • Prevalenza
  • Incidenza
  • Mortalità
  • Morbidità
  • (Letalità)

Insieme al punto 1. Stima numero di casi annui per la procedura studiata

slide14

3.Valutazione dell’efficacia :RICERCA BIBLIOGRAFICA CLINICA SU STUDI ESISTENTI CHE RIPORTANO DATI DI EFFICACIA (O ACCURATEZZA) SULLA PROCEDURA ALLO STUDIO

4 valutazione economica
4. Valutazione economica
  • Costi diretti (tecnologie, manutenzione, personale, materiale, strutture)
  • Costi indiretti (trattamento degli eventuali effetti collaterali, mancati guadagni del paziente)
decisione finale
DECISIONE FINALE
  • Analisi costi-efficacia (a parità di efficacia  minimizzazione dei costi)
  • Analisi costi-utilità
  • Analisi costi-benefici
  • Analisi costi-opportunità
slide17
POSIZIONAMENTO DELL’ALTERNATIVA STUDIATA NEL PIANO COSTI-EFFICACIA O COSTI- BENEFICIvs. BENCHMARK (O SITUAZIONE ESISTENTE)
esempio
ESEMPIO
  • HEALTH TECHNOLOGY ASSESSMENT DELLA BRACHITERAPIA DELLA PROSTATA (BP)

PROCEDURA ALTERNATIVA RISPETTO ALLA PROSTATECTOMIA RADICALE (PR) E ALLA RADIOTERAPIA (RT) PER LA CURA DEL TUMORE ALLA PROSTATA

processo di hta traduzione in pratica1
PROCESSO di HTA(traduzione in pratica)
  • Definizione dei bisogni clinici
  • Valutazioni epidemiologiche e/o “storiche” stima della casistica per la realtà considerata
  • Valutazione dell’efficacia terapeutica e/o diagnostica della procedura studiata rispetto alle procedure di riferimento esistenti ed utilizzate  già di provata efficacia (PR)
  • Valutazione dei costi della procedura studiata (diretti ed indiretti) rispetto alle procedure di riferimento esistenti ed utilizzate (PR)
slide20

DIAGNOSI DEL Ca PROSTATICO

  • CLASSIFICAZIONE TNM
  • L’estensione del tumore primario (fattore T);
  • Il coinvolgimento linfonodale (fattore N);
  • Le metastasi a distanza (fattore M).
  • Esplorazione rettale (DRE)
  • PSA
  • Biopsia prostatica
  • Tecniche di Imaging
  • Ecografia transrettale
  • TAC e RMN
  • Scintigrafia ossea
  • PET
  • SCORE DI GLEASON: GRADING
  • GX: Il grado di differenziazione non può essere accertato
  • G1: Ben differenziato (lieve anaplasia) (Gleason 2-4)
  • G2: Moderatamente differenziato (moderata anaplasia) (Gleason 5-6)
  • G3-G4: Scarsamente differenziato / indifferenziato (Gleason 7-10)
slide21

LA PROSTATECTOMIA RADICALE (PR)

  • PROSTATECTOMIA RADICALE (PR): “ INTERVENTO CHIRURGICO CHE PREVEDE L’ASPORTAZIONE IN BLOCCO DELLA PROSTATA E DELLE VESCICOLE SEMINALI”
  • METODICHE DI INTERVENTO:
  • METODO RETROPUBICO
  • METODO PERINEALE
  • METODO LAPAROSCOPICO
  • NERVE SPARING MONOLATERALE O BILATERALE: SI RISPARMIANO UNO O ENTRAMBI I FASCI NEUROVASCOLARI ALLO SCOPO DI PRESERVARE LA POTENZA SESSUALE.
  • INVASIVA O MININVASIVA
  • UNICA SEDUTA IN S.O.
  • TEMPO DI ESECUZIONE DI CIRCA 120 min.
  • DIMISSIONE IN 4-8 gg
slide22

LA BRACHITERAPIA PROSTATICA PERMANENTE (BP)

BRACHITERAPIA (BP): È UNA FORMA DI RADIOTERAPIA CONFORMAZIONALE 3-D IN CUI DELLE PICCOLE CAPSULE ("SEMI") DI TITANIO CONTENENTI SORGENTI RADIOATTIVE (PALLADIO 103/PD-103 O IODIO 125/I-125) VENGONO IMPIANTATE NELLA PROSTATA ATTRAVERSO DEGLI AGHI MEDIANTE GUIDA ECOGRAFICA.

 Necessità di Reparto di Radioterapia

  • METODICHE DI INTERVENTO:
  • PERMANENTE
  • TEMPORANEA
  • MINIMAMENTE INVASIVA (NO APERTURE CHIR.)
  • UNICA SEDUTA IN DAY SURGERY
  • TEMPO DI ESECUZIONE DI CIRCA 90-120 MINUTI.
  • DIMISSIONE IN 24 ORE
  • ELEVATE DOSI FORNITE ALLA PROSTATA (125 GY)
  • BASSE DOSI FORNITE AI TESSUTI ADIACENTI
slide23

BRACHITERAPIA: PRE-PLANNING

  • FASE DI SIMULAZIONE
  • SCOPO: VERIFICA DELLA POSSIBILITA’ DI ESECUZIONE DELL’IMPIANTO:
      • DIMENSIONI PROSTATA,
      • INTERFERENZA CON L’ARCO PUBICO
      • PREVISIONE NUMERO DI SEMI
  • E’ ESEGUITA CONTESTUALMENTE O 2-3 SETTIMANE PRIMA DELL’ INTERVENTO
  • IL PAZIENTE E’ IN POSIZIONE GINECOLOGICA E IN ANESTESIA GENERALE O EPIDURALE
  • LA SONDA TRANSRETTALE E’ POSTA SU UN APPOSITO CARRELLO (MICK APPLICATOR) ED E’ INTRODOTTA IN PROFONDITA’ NEL RETTO FINO A VISUALIZZARE LA BASE DELLA PROSTATA. DI SEGUITO E’ TRASLATA CON STEP DI 5MM PER AVERE “FETTE” UTILI ALLA RICOSTRUZIONE 3-D DELLA GHIANDOLA
slide24

Brachiterapia

CONFRONTO BT-RP: PAZIENTI CANDIDABILI

Prostatectomia radicale

Stadio Clinico

T1 a-b

Gleason Bioptico

PSA

T1 c

5-6

<10

T2

>10

T3 a

7

8-10

slide25

CONFRONTO BP-PR: PAZIENTI CANDIDABILI

PREFERENZE ALLA BP

NO CHIRURGIA

  • Età avanzata
  • Rischio di patologia trombo-embolica
  • Turbe della coagulazione
  • Alto rischio anestesiologico e/o operatorio

PAZIENTI GIOVANI

  • Giovani con malattia poco aggressiva
  • Richiesta rapido ritorno alla vita socio-lavorativa
  • Forte motivazione al mantenimento della potenza sessuale, della continenza e qualità di vita
  • Volontà a non essere sottoposti a trasfusioni di sangue
slide26

CONFRONTO BT-RP: PAZIENTI CANDIDABILI

PREFERENZE ALLA PR

  • PAZIENTI MOLTO GIOVANI
  • PAZIENTI GRAVEMENTE OSTRUITI
  • PAZIENTI STADIATI > T2C
3 valutazione efficacia
3. Valutazione efficacia
  • Mortalità (sopravvivenza) a 10 anni senza ripresa della malattia
  • Effetti collaterali (morbidità della malattia e/o dell’intervento):
  • incontinenza urinaria
  • impotenza
  • ritenzione urinaria e prostatite
slide31

CONFRONTO BT-RP: PAZIENTI CANDIDABILI

Peter D. Grimm, D.O., John C. Blasko, M.D., John E. Sylvester, M.D.: “10-year biochemical (prostate-specific antigen) control of prostate cancer with I-125 brachytherapy”, International journal of Radiation Oncology biology.phisics, Vol. 51, number 5, september 1998.

PREFERENZE ALLA RP

  • PAZIENTI MOLTO GIOVANI
  • PAZIENTI GRAVEMENTE OSTRUITI
  • PAZIENTI STADIATI > T2C

CONCLUSIONI

RISULTATI A 8 ANNI SONO SIGNIFICATIVI!!!!

slide32

CONFRONTO BT-RP: PAZIENTI CANDIDABILI

PREFERENZE ALLA RP

  • PAZIENTI MOLTO GIOVANI
  • PAZIENTI GRAVEMENTE OSTRUITI
  • PAZIENTI STADIATI > T2C

CONCLUSIONI

IL 44% DEI PAZIENTI PRESENTA OSTRUZIONI DI MEDIA O GRAVE ENTITA’

slide33

CONFRONTO BT-RP: PAZIENTI CANDIDABILI

Grossfeld GD, J Urology 2001; Rubin MA, J Urology 2001

PREFERENZE ALLA RP

  • PAZIENTI MOLTO GIOVANI
  • PAZIENTI GRAVEMENTE OSTRUITI
  • PAZIENTI STADIATI > T2C

CONCLUSIONI

PAZIENTI SOTTOSTADIATI NEL 45% DEI CASI

slide34

BRACHITERAPIA:SOPRAVVIVENZA E LA “LEARNING CURVE”

Peter D. Grimm, D.O., John C. Blasko, M.D., John E. Sylvester, M.D.: “10-year biochemical (prostate-specific antigen) control of prostate cancer with I-125 brachytherapy”, International journal of Radiation Oncology biology.phisics, Vol. 51, number 5, september 1998.

  • CONCLUSIONI:
  • IN LETTERATURA, LA FFBF A SETTE ANNI PER LA BP E PR E’ ASSUNTA EQUIVALENTE
  • LA BP DIPENDE DALLA CAPACITA’ PROFESSIONALE DELL’EQUIPE MEDICA
  • SONO ATTESI RISULTATI MIGLIORI NEL FUTURO PER MAGGIORE ESPERIENZA E MIGLIORE TECNICHE DI IMAGING E PLANNING
pausa di riflessione
Pausa di riflessione
  • Che outcome si sceglie per valutare l’efficacia ?
  • Come si misura questo outcome scelto ?
  • Efficacy vs. effectiveness (esperienza dei radioterapisti per definizione piano di trattamento, esperienza degli urologi per infissione semi, esatta valutazione del Ca per esatta scelta terapeutica tra BP e PR)
  • Studi clinici esistenti a lungo termine (10 anni  valutare naturale evoluzione del tumore) solo in centri americani specializzati
slide37

CONFRONTO BT-RP: INDICI QALY

Hummel, S. Paisley, A. Morgan: “Clinical and cost-effectiveness of new and emerging technologies for early localised prostate cancer: a systematic review”, Healt Technology Assessment 2003; Vol.7: No.33.

QALY: Quality adjusted life years

Anni di sopravvivenza rapportati alla qualità della vita

3 in definitiva valutazione efficacia
3. In definitiva : valutazione efficacia
  • Stessa mortalità (sopravvivenza) a 10 anni
  • Effetti collaterali .
  • incontinenza urinaria nel 1% dei casi per BP rispetto a 6-17% dei casi per PR
  • impotenza nel 10-50 % dei casi per BP rispetto a 25-90% dei casi per PR)  qualità della vita  (QALY ??)
  • Ritenzione urinaria e prostatite in % maggiori per la BP rispetto alla PR
4 valutazione costi
4. Valutazione costi
  • Costi diretti (ecografo dedicato, materiale radioattivo monouso, costo del personale di Fisica Sanitaria e Radioterapia maggiori rispetto a PR, costi della degenza minori rispetto a PR)
  • Costi indiretti (trattamento di incontinenza urinaria, mancati guadagni per maggiore degenza)
slide40

COSTI BT-RP: ATTREZZATURE E MANUTENZIONE. IN S.O.

Cattr.=

=50 €.

Cattr= incidenza attrezzature di SO per intervento

i= 1,…n numero apparecchiature in sala operatoria

xi=costo di acquisto della generica apparecchiatura

yi=anni di ammortamento dell’apparecchiatura (8)

xi / yi = valore annuo ammortamento

CME = costo di manutenzione annuo in economia (10000€)

CMC = canone di manutenzione annuo per contratti (10000€)

Ni = rapporto tra numero ore totali in cui la SO è impegnata e le ore di durata di un intervento (2000/2)

slide41

COSTI BT-RP: ATTREZZATURA DEDICATA E MONOUSO

ATTREZZATURA DEDICATA

(Iva esclusa)

AINT = VALORE AMMORTAMENTO DELL’ECOGRAFO PER INTERVENTO

CA = VALORE ECOGRAFO = IMPORTO PAGATO PER L’ACQUISIZIONE DEFINITIVA DELL’ECOGRAFO (160.000 €)

NA = NUMERO ANNI DI AMMORTAMENTO (8 PER UN ECOGRAFO)

27 = NUMERO DI BRACHITERAPIE FATTE IN UN ANNO

Costo monouso: semi radioattivi 5600 €/intervento

slide42

COSTI BT-RP: SACCHE DI SANGUE E FARMACI

RP (con sacche sangue) 94 €

BT (solo farmaci) 19 €

CF=costo finale

Cu=costo unitario del farmaco inteso come costo della singola confezione o della singola unità di misura

Q= quantità data dal numero di confezioni o dal dosaggio in specifiche unità di misura somministrate.

slide43

COSTI BT-RP: ESAMI DIAGNOSTICI POST-OPERATORI

=121 €

CTAC= COSTO DI OGNI PRESTAZIONE

CA= COSTO APPARECCHIATURA (516456€)

NA= NUMERO ANNI DI AMMORTAMENTO (8)

NP= NUMERO PRESTAZIONI ANNUE (10000)

CA/NANP= VALORE AMMORTAMENTO PER SINGOLA PRESTAZIONE

CMA= COSTO MANUTENTIVO ANNUO (41316,55€)

CMA/NP= COSTO DELLE SINGOLA PRESTAZIONE PER MANUTENZIONE

CHM= COSTO ORARIO DEL MEDICO (DATO DA COSTO ANNUO/ORE LAVORATIVE IN UNANNO)(135000/42*38)=85 €

TM= TEMPO DI IMPIEGO DEL MEDICO DURANTE UNA PRESTAZIONE =0,5H

CHT= COSTO ORARIO DEL TECNICO (DATO DA COSTO ANNUO/ORE LAVORATIVE IN UNANNO) (57000/42*38)=38 €

TT= TEMPO DI IMPIEGO DEL TECNICO DURANTE UNA PRESTAZIONE= 0,5H

CSS= COSTO DEL SUPPORTO DI STAMPA=15,7 €

COSTI COMUNI= FATTORE MOLTIPLICATIVO=1,4

slide44

COSTI BT-RP: PERSONALE E DEGENZA

Personale

Ci= costo della specifica professionalità per intervento

Sa= costo annuo del professionista

Nha= numero ore annue di lavoro

Nh= numero ore impegnate dal generico professionista in una operazione

Degenze

CD= costo degenza

ND= numero giorni di degenza post-operatoria

Cgd= costo giornaliero di degenza

CD= ND*Cgd

slide46

COSTI BT-RP: COSTI CHE INCIDONO SUL PAZIENTE

  • BREVITÀ DELLA DEGENZA DELLA BT
  • BREVE PERIODO IMMOBILITA’:
  • RISPARMIO ECONOMICO E DI STRESS EMOTIVO PER PAZIENTE E FAMIGLIA.
  • BREVE PERIODO DI INATTIVITA’ PROFESSIONALE:
    • RIDUZIONE DEL MANCATO GUADAGNO
  • LA BASSA PRESENZA DI CENTRI DOVE SI APPLICA LA BT PUO’
  • COSTRINGERE IL MALATO AD UNA EMIGRAZIONE SANITARIA
  • CONTRIBUIRE ALLA FORMAZIONE DI LUNGHE LISTE DI ATTESA.
slide47

CONCLUSIONI

ASPETTI CLINICI:

SOSTANZIALE EQUIVALENZA, DEI RATEI DI SOPRAVVIVENZA A DIECI ANNI (85-95%). Esistono pochi centri a livello mondiale dove c’è un’esperienza di BP superiore a 10 anni

2) MINORE INCIDENZA DI IMPOTENZA SESSUALE E DI INCONTINENZA URINARIA MA PEGGIORI EFFETTI DI TIPO OSTRUTTIVO ED IRRITATIVO PER LA BT

3) VALORI DI QALY SUPERIORI PER LA BT.

piano acquisti attrezzature la procedura attuale1
Piano acquisti attrezzature (la procedura attuale)

a) raccolta delle richieste

b) sintesi delle richieste

c) valutazione tecnica delle richieste

d) proposta piano di sostituzione

metodo per individuazione fabbisogno
Metodo per individuazione fabbisogno
  • Incontri / colloqui con i Responsabili di Dipartimento e/o di MS

in alternativa

  • Invio lettera ai Responsabili di UO e/o Dipartimento
slide52

A tutti i Primari PP.OO. Lucca e Valle del SerchioA tutti i Responsabili Distretti Lucca e Valle del Serchioe p.c. Al Direttore GeneraleAl Direttore AmministrativoAl Direttore SanitarioAl Dirigente Medico P.O.Campo di MarteAl Dirigente Medico PP.OO. Barga e CastelnuovoCome già avvenuto in passato, anche per quest’anno la Direzione Aziendale ha formalmente assegnato a questa U.O. (individuandolo come obiettivo specifico) il compito di predisporre la proposta del piano di acquisto delle attrezzature sanitarie per il prossimo anno.La procedura seguita è stata concordata direttamente con la Direzione Sanitaria, che riceve la presente per conoscenza.A tale proposito si richiede fin d’ora la collaborazione di tutti i Responsabili delle UU.OO. e Servizi interessati, al fine di procedere ad una ricognizione delle esigenze reali e ad una conseguente valutazione congiunta delle attrezzature necessarie.Per rendere più organica la raccolta delle richieste, si richiede di compilare il modulo allegato per ogni tipologia di apparecchiatura, specificando tutte le informazioniivirichieste.Si ricorda che le richieste si devono riferire solamente alle attrezzature sanitarie; sono pertanto escluse dalla presente “indagine” altri tipi di beni (informatici, economali, etc.) che devono essere richiesti direttamente alle altre UU.OO. competenti.Si invita ad inviare a questa U.O. i moduli compilati in ogni loro parte, entro il 30 Settembre p.v.Successivamente, in relazione alla quantità di richieste pervenute rispetto alle disponibilità economiche che la Direzione Aziendale vorrà destinare in proposito, si provvederà ad un incontro personale con i Responsabili, per discutere di eventuali variazioni da apportare e da proporre.Infine la sintesi delle richieste pervenute verrà presentata e discussa con la Direzione Aziendale, per la stesura del piano definitivo di rinnovo attrezzature.Ringraziando per la disponibilità, porgiamo distinti salutiIl Direttore U.O.Tecnologie Sanitarie(ing. M.Magnani)

modulo di richiesta attrezzature
MODULO DI RICHIESTA ATTREZZATURE
  • U.O.o Distretto/Servizio richiedente ____________________
  •  Tipo di apparecchiatura richiesta _______________________________
  •  Quantità _____
  •  Costo unitario (IVA inclusa) Euro. ________________
  • Priorità : massima  media  normale
  • Tipo di richiesta :  nuova apparecchiatura
  •  sostituzione di vecchia apparecchiatura per motivi di :
  • sicurezza  funzionalità  obsolescenza  altro (specificare)

L’attrezzatura era già stata richiesta in precedenza ?   sì (specificare in quale occasione)  no

L’attrezzatura serve per il raggiungimento di obiettivi già approvati dalla Direzione Aziendale ?  sì  no

Nel caso si tratti di nuova apparecchiatura, è necessario allegare una breve relazione, per ogni tipo di nuova apparecchiatura richiesta, che descriva i motivi, le necessità, etc.(avvio nuovo Servizio, miglioramento/aumento prestazioni erogate, eccessivo carico di lavoro per le apparecchiature analoghe esistenti, etc.) dell’acquisto della nuova attrezzatura.

  • N.B. NON VERRANNO PRESE IN CONSIDERAZIONE RICHIESTE DI NUOVE ATTREZZATURE NON ACCOMPAGANTE DALLA RELAZIONE SUDDETTA.
piano acquisti attrezzature la procedura attuale2
Piano acquisti attrezzature (la procedura attuale)

a) raccolta delle richieste

b) sintesi delle richieste

c) valutazione tecnica delle richieste

d) proposta piano di rinnovo/sostituzione

piano acquisti attrezzature la procedura attuale3
Piano acquisti attrezzature (la procedura attuale)

a) raccolta delle richieste

b) sintesi delle richieste

c) valutazione tecnica delle richieste

d) proposta piano di rinnovo/sostituzione

c valutazione tecnica delle richieste
c) valutazione tecnica delle richieste
  • Valutazione rinnovo / sviluppo di importo rilevante  HTA
  • Valutazione rinnovo / sviluppo di importo rilevante  good feeling
  • Valutazione sostituzioni  IPS
parametri
Parametri
  • X1 = età apparecchiatura
  • X2 = costo manutenzione “storico”
  • X3 = tempo fuori uso “storico”
  • X4 = disponibilità parti ricambio
  • X5 = tipologia apparecchiatura
  • X6 = benefici sostituzione
  • X7 = parametro soggettivo
slide60

IPS = 0.4 (X1 + X2 + X3 + X4) + 0.2 (X5 + X6 + X7)

Se IPS > … sostituzione immediata

Se …< IPS < …. Sostituzione entro l’anno

Se IPS < ….. Sostituzione non necessaria

piano acquisti attrezzature la procedura attuale4
Piano acquisti attrezzature (la procedura attuale)

a) raccolta delle richieste

b) sintesi delle richieste

c) valutazione tecnica delle richieste

d) proposta piano di rinnovo/sostituzione

ad