Dai partiti storici ai partiti moderni
Download
1 / 15

Dai partiti storici ai partiti moderni - PowerPoint PPT Presentation


  • 132 Views
  • Uploaded on

Dai partiti storici ai partiti moderni. I retaggi storici: partiti come fazione o setta Madison, e Burke [1774]: il partito come organizzazione per il bene pubblico L’inizio della Sociologia dei partiti politici: Michels [1911]. Le definizioni di partito.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'Dai partiti storici ai partiti moderni' - panthea


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
Dai partiti storici ai partiti moderni
Dai partiti storici ai partiti moderni

  • I retaggi storici: partiti come fazione o setta

  • Madison, e Burke [1774]: il partito come organizzazione per il bene pubblico

  • L’inizio della Sociologia dei partiti politici: Michels [1911]

Cotta-della Porta-Morlino, Scienza politica, Il Mulino, 2001


Le definizioni di partito
Le definizioni di partito

  • Weber [1922]: “associazioni fondate su una adesione libera, costituite al fine di attribuire ai propri capi una posizione di potenza all’interno di un gruppo sociale e ai propri militanti attivi le possibilità per il per perseguimento di fini oggettivi o per il perseguimento di vantaggi personali, o per tutti e due gli scopi”.

  • Downs [1957] “una compagine di persone che cercano di ottenere il controllo dell’apparato governativo a seguito di regolari elezioni”

  • Sartori [1976] “gruppo politico identificato da un’etichetta ufficiale che si presenta alle elezioni e attraverso di esse è capace di collocare candidati alle cariche pubbliche”

Cotta-della Porta-Morlino, Scienza politica, Il Mulino, 2001


Le funzioni dei partiti
Le funzioni dei partiti

  • Strutturazione del voto

  • Socializzazione politica

  • Reclutamento dei governanti

  • Controllo sul governo

  • Partecipazione alla formazione delle politiche pubbliche

Cotta-della Porta-Morlino, Scienza politica, Il Mulino, 2001


La sociologia del partito politico
La sociologia del partito politico

Come si rivolgono ai sostenitori

Politiche pubbliche

Gruppi e classi sociali

partiti politici

Elite politica

Idee e valori

Quali funzioni hanno

Come si formano


La tipologia di weber 1922

PARTITO DI NOTABILI

Personale dotato di risorse autonome

Attività saltuaria

Deferenza verso i politici

PARTITO DI MASSA

Politici di professione

Attività permanente

Delega ai politici

La tipologia di Weber [1922]

Fattore: allargamento del suffragio

Cotta-della Porta-Morlino, Scienza politica, Il Mulino, 2001


Le tipologie di Duverger [1951]

Rispetto al tipo di partecipazione:

PARTITO DI QUADRI vs. PARTITO DI MASSA

Rispetto all’unità organizzativa

  • PARTITO DI COMITATI

  • PARTITO DI CELLULE

  • PARTITO DI MILIZIE

  • PARTITO DI SEZIONI

Cotta-della Porta-Morlino, Scienza politica, Il Mulino, 2001


La crisi del partito di massa
La crisi del partito di massa

  • La legge ferrea dell’oligarchia [Michels 1909]

  • Il partito pigliatutto [Kirchheimer 1966]

  • Il partito professionale-elettorale [Panebianco 1982]

  • Il Cartel party [Katz e Mair 1995]

Cotta-della Porta-Morlino, Scienza politica, Il Mulino, 2001


Il catch all party kirchhemeir 1966
Il catch all party [Kirchhemeir 1966]

  • Ridimensionamento del supporto ideologico

  • Rafforzamento della leadership

  • Ridimensionamento dell’attivismo partitico

  • Messaggi rivolti a un pubblico più ampio

  • Apertura a diversi gruppi di interesse

Cotta-della Porta-Morlino, Scienza politica, Il Mulino, 2001


Da partito burocratico di massa a partito professionale elettorale panebianco 1982

Centralità della burocrazia

Partito di membership

Preminenza dei dirigenti interni

Finanziamento tramite tesseramento ed attività

Accento sull’ideologia

Centralità dei professionisti

Partito elettorale

Preminenza dei rappresentanti pubblici

Finanziamento tramite gruppi di interesse e fondi pubblici

Accento su issues e leadership

Da partito burocratico di massaa partito professionale-elettorale [Panebianco 1982]

Partito

burocratico

di massa

Partito

Professionale-

elettorale


Il cartel party katz e mair 1996
Il Cartel party [Katz e Mair 1996]

  • Organizzazione sempre più leggera

  • Concentrazione del lavoro sul profilo elettorale

  • Finanziamento pubblico come risorsa principale

  • Diminuzione ulteriore degli assetti ideologici

  • Predominio del messaggio sul programma

  • Pieno controllo sui mezzi della comunicazione politica

Cotta-della Porta-Morlino, Scienza politica, Il Mulino, 2001



La ricostruzione dei sistemi di partito di rokkan
La ricostruzione dei sistemi di partito di Rokkan

Cotta-della Porta-Morlino, Scienza politica, Il Mulino, 2001


Elementi fondamentalinella tipologia di Sartori [1976]

  • La distanza ideologica

  • Il formato del sistema (ovvero il tipo di frammentazione che emerge da un conteggio intelligente)

Cotta-della Porta-Morlino, Scienza politica, Il Mulino, 2001


Come contare i partitiin modo intelligente ?

  • Certamente il criterio iniziale è basato sulla grandezza elettorale (scegliere una soglia di rilevanza).

  • Esistono tuttavia altri due criteri:

  • il potenziale di ricatto

  • il potenziale di coalizione

Cotta-della Porta-Morlino, Scienza politica, Il Mulino, 2001


La tipologia di Sartori [1976]

alta

Distanza

ideologica

bassa

atomizzazione

pluripart. polarizzati

pluripart. moderati

bipartitismi

2 3 4 5 6 7

formato del sistema (numero di partiti)


ad