IL SISTEMA IFP DI
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 19

IL SISTEMA IFP DI REGIONE LOMBARDIA ACCONCIATORI PowerPoint PPT Presentation


  • 125 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

IL SISTEMA IFP DI REGIONE LOMBARDIA ACCONCIATORI. IL SISTEMA REGIONALE. Legge regionale n.22/2006 Legge regionale n.19/2007. OFFERTA FORMATIVA. Natura e articolazione dell’offerta. La prospettiva regionale.

Download Presentation

IL SISTEMA IFP DI REGIONE LOMBARDIA ACCONCIATORI

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Il sistema ifp di regione lombardia acconciatori

IL SISTEMA IFP DI

REGIONE LOMBARDIA

ACCONCIATORI


Il sistema regionale

IL SISTEMA REGIONALE

Legge regionale n.22/2006

Legge regionale n.19/2007


Offerta formativa

OFFERTA FORMATIVA

Natura e articolazionedell’offerta


La prospettiva regionale

La prospettiva regionale

  • Il sistema regionale di erogazione dei servizi di istruzione e formazione professionale è assicurato da soggetti pubblici e privati iscritti all’albo dei soggetti accreditati.

  • Alle istituzioni formative accreditate, come previsto dall’art 24 della legge 19/2007, è assicurata piena libertà di orientamento culturale ed indirizzo pedagogico-didattico nonché autonomia statutaria, organizzativa, amministrativa e finanziaria.


Sistema di certificazione delle competenze e di riconoscimento dei crediti formativi

SISTEMA DI CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE E DI RICONOSCIMENTO DEI CREDITI FORMATIVI

  • Facilita incontro tra domanda e offerta, la mobilità dei lavoratori, l’aggiornamento professionale

  • Certifica le reali competenze di chi è già inserito nel mondo del lavoro e vuole riqualificarsi

  • Misura e certifica le reali competenze acquisite in ambito formale, non formale, informale.

  • Si supera così la logica solo formale del valore legale dei titoli

  • Diritto della persona di ricostruire il proprio patrimonio di competenze acquisite nelle diverse fasi della vita


Sistema di certificazione delle competenze e di riconoscimento dei crediti formativi1

SISTEMA DI CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE E DI RICONOSCIMENTO DEI CREDITI FORMATIVI

  • E’ assicurato a ciascuno di capitalizzare ogni forma di apprendimento in termini di competenze conoscenze abilità

  • La certificazione è riferita a standard nazionali e comunitari il che garantisce un’effettiva spendibilità delle competenze oltre l’ambito regionale e a livello europeo

  • Permette di rendere trasparente quello che l’allievo sa e quello che l’allievo sa fare

  • Certifica tutte quelle competenze apprese anche al di fuori di un percorso formativo


Il contesto normativo regionale e nazionale

Il contesto normativo regionale e nazionale

  • L.R. n. 19/07 – “Norme sul sistema educativo di istruzione e formazione della Regione Lombardia”

  • Legge n. 174 del 17/8/2005 “Disciplina dell’attività di acconciatore”

  • Accordo Stato Regioni del 29/3/2007 tra il Ministro del Lavoro e della Previdenza Sociale, il Ministro delle Attività Produttive e le Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano per la definizione dello standard professionale nazionale dell’acconciatore

  • Decreto n. 8506 del 30 luglio 2008 “Adozione percorso formativo per l’abilitazione all’esercizio della professione di acconciatore”


Obiettivi dell accordo

Obiettivi dell’Accordo

  • Individuare l’ambito di esercizio di competenza delle Regioni e PA

  • Definire uno standard professionale minimo comune nell’organizzazione dei corsi

    (Area della produzione del servizio – Area gestione d’impresa)

  • Assicurare il riconoscimento delle competenze acquisite dall’acconciatore abilitato sia a livello nazionale che europeo


Obiettivi del decreto regionale

Obiettivi del decreto regionale

  • Regolamentare i percorsi di formazione che garantiscano più elevati standard formativi di base

  • Definire gli obiettivi di apprendimento in competenze e relative abilità e conoscenze adeguandoli ai risultati metodologici raggiunti in sede interregionale e nazionale

  • Favorire la crescita formativa di chi frequenta i percorsi accrescendo le possibilità occupazionali

  • Mantenere un alto standard per l’accesso alla professione


Abilitazione professionale art 3 l 174

Abilitazione professionale(art 3 L.174)

  • Per esercitare l’attività di acconciatore è necessario conseguire un’apposita abilitazione professionale previo superamento di un esame tecnico-pratico preceduto da un percorso formativo (comma 1)

  • Non costituiscono titolo all’esercizio dell’attività professionale gli attestati rilasciati su corsi non riconosciuti dagli organi pubblici competenti (comma 4)

  • Per ogni sede dell’impresa di acconciatura deve essere designato almeno un responsabile tecnico in possesso dell’abilitazione professionale (comma 5)


I percorsi formativi

I PERCORSI FORMATIVI

AMBITO DDIF

3 ANNI PER 2970 ORE COMPLESSIVE (990 ANNUE)

+ 1 ANNO DI SPECIALIZZAZIONE DI 900 ORE

CON 600 ORE STAGE

AMBITO EXTRA OBBLIGO

3 ANNI (2 BASE 1050 ANNUE + SPECIALIZZAZIONE 900)

PER 3000 ORE COMPLESSIVE DI CUI

  • 1800 ORE TEORICO PRATICHE

  • 1200 ORE DI STAGE


Specializzazione

SPECIALIZZAZIONE

Rappresenta un approfondimento ed un perfezionamento dei contenuti formativi sviluppati nel biennio (o triennio DDIF)

È mirato a fornire competenze tecniche ed organizzative necessarie per la conduzione d’impresa

Può essere sostituito da un periodo di inserimento della durata di un anno in una impresa di acconciatura fermo restando che per conseguire l’abilitazione è necessario superare l’esame tecnico pratico


I percorsi formativi1

I PERCORSI FORMATIVI

CORSO DI FORMAZIONE TEORICA

(art 3 comma 1)

400 ORE  PER ALLIEVI CHE HANNO GIA’ ESPERIENZA LAVORATIVA QUALIFICATA IN IMPRESE ABILITATE DEL SETTORE (3 anni o 1 se preceduto da un periodo di apprendistato)

CORSO DI RIQUALIFICAZIONE PROFESSIONALE

(art 6 comma 6 e comma 5 lett. b)

100 ORE TEORICO PRATICHE  PER I SOGGETTI IN POSSESSO DELLA QUALIFICA DI BARBIERE E PER I LORO DIPENDENTI, FAMILIARI COADIUVANTI E SOCI PARTECIPANTI


Riconoscimento crediti formativi

Riconoscimento crediti formativi

  • La legge 174/05 prevede la frequenza a un percorso formativo anche in costanza di un rapporto di lavoro

  • Possono essere riconosciuti come crediti formativi le ore di stage e di esercitazioni pratiche svolte presso le rispettive sedi lavorative e opportunamente documentate e certificate

  • I crediti riconosciuti si traducono in una riduzione di ore rispetto ai percorsi standard ferma restando il vincolo minimo del 50% di ore da frequentare


Un po di numeri

Un po’ di numeri

DDIF a.f. 2009/10 triennali avviati

Totale percorsi 648 – n. allievi 12.300 (10.052 doti)

Acconciatori  percorsi 88 – n. allievi 1829 (1225)

Estetisti  percorsi 68 – n. allievi 1312 (837)

DDIF a.f. 2009/10 Quarti anni avviati

Totale percorsi 211- n. allievi 2939

Acconciatori  percorsi 29 - n. allievi 373

Estetisti  percorsi 30 - n. allievi 407


Un po di numeri1

Un po’ di numeri

Extraobbligo formativo a.f. 2009/10

Acconciatori  percorsi 27 – n. allievi 312

Estetisti  percorsi 95 – n. allievi 1419


Dati complessivi triennali

Dati complessivitriennali


Analisi del successo occupazionale per settore

Analisi del successo occupazionale per settore

Triennali


Analisi del successo occupazionale per settore 2

Analisi del successo occupazionale per settore (2)

IV Anno


  • Login