Dislessia anno zero
Sponsored Links
This presentation is the property of its rightful owner.
1 / 24

dislessia anno zero PowerPoint PPT Presentation


  • 79 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

dislessia anno zero. un percorso di ricostruzione. a cura di Giuliana Ravaschietto. FINALITA’ DEL PERCORSO. Promuovere la conoscenza del “mondo D.S.A” all’ interno della scuola Aumentare il successo scolastico degli studenti con DSA. PROMUOVERE CONOSCENZA. ALLIEVI DOCENTI. ALLIEVI.

Download Presentation

dislessia anno zero

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


dislessia anno zero

un percorso di ricostruzione

a cura di Giuliana Ravaschietto


FINALITA’ DEL PERCORSO

  • Promuovere la conoscenza del “mondo D.S.A” all’ interno della scuola

  • Aumentare il successo scolastico degli studenti con DSA


PROMUOVERE CONOSCENZA

ALLIEVIDOCENTI


ALLIEVI

Visione di un filmato

per tutte le classi prime

A cui seguono

singoli momenti

di discussione in classe


  • Nel filmato ragazzi dislessici di varia età parlano della

  • loro esperienza in una serie di interviste.

  • I vari racconti mettono in luce:

  • La frustrazione nello scoprirsi “incapaci”

  • La fatica della ricerca di un “perché”

  • Il sollievo di poter “superare l’incapacità “


Per i nostri allievi dislessici è molto importante riconoscersi nei protagonisti del filmato, che hanno ormai superato i momenti piu’ difficili e osano parlare apertamente del loro “disturbo”

Per gli altri ragazzi si tratta di un’occasione per ricevere informazioni corrette su un argomento che può facilmente riguardare un loro amico, un fratello, magari loro stessi

Per i docenti è un pretesto utile per introdurre l’argomento in classe


DOCENTI

La referente per la “dislessia”

Organizza iniziative di aggiornamento

Seleziona articoli e materiale informativo e lo distribuisce ai colleghi


AUMENTAREIL SUCCESSO SCOLASTICO

PROGRAMMARE PERCORSI INDIVIDUALI DI RECUPERO E SOSTEGNO METACOGNITIVO

PRASSI CORRETTA


PRASSI CORRETTA I


PRASSI CORRETTA II


PERCORSI INDIVIDUALI DI RECUPERO E SOSTEGNO METACOGNITIVO


“IO, ALLA SCUOLA,

NON CI VOGLIO PROPRIO PENSARE…”


FASE DI AGGANCIO

CREAZIONE DI UN RAPPORTO PRIVILEGIATO

Uno o due docenti di classe programmano

incontri individuali con l’allievo durante

i quali lavorano sulle loro singole materie


Il CAMBIAMENTO DI CONTESTO

produce sul RAPPORTO DOCENTE – ALLIEVO

alcuni EFFETTI IMMEDIATI


L’ALLIEVO

  • SI SENTE ACCOLTO NELLA SUA SPECIFICITA’

  • NON SUBISCE IL CONFRONTO CON I COMPAGNI

  • PUO’ CONDIVIDERE LE SUE DIFFICOLTA’ CON LA PERSONA CHE POI LO VALUTERA’

  • HA TUTTO IL TEMPO A SUA DISPOSIZIONE


IL DOCENTE

  • PUO’ OSSERVARE L’ALLIEVO

  • NELLA SUA SPECIFICITA’

  • PUO’ CALIBRARE LA SPIEGAZIONE

  • SUI SUOI TEMPI

  • PUO’ MEDIARE LE SUE DIFFICOLTA’

  • IN MODO EFFICACE


La modificazione

del rapporto

crea un

cambiamento

STILE DI

APPRENDIMENTO

STILE DI

INSEGNAMENTO

Spesso il docente si accorge che l’allievo possiede un bagaglio di conoscenze che in classe non riesce ad esprimere!


  • QUESTA SCOPERTA

  • RESTITUISCE ALLO STUDENTE UN’IMMAGINE POSITIVA DI SE’

  • LO RICOLLOCA NEL GIUSTO RUOLO ALL’INTERNO DELLA RELAZIONE

INSEGNAMENTO

APPRENDIMENTO


“IO, ALLA SCUOLA,

FORSE CI POSSO PENSARE”


FASE DI RICOSTRUZIONE

  • SENSO DI AUTOEFFICACIA

  • STILE DI ATTRIBUZIONE

  • RICERCA DEL PROPRIO STILE COGNITIVO


RUOLO DEL DOCENTE

  • FUNZIONE DI MEDIATORE DI CONOSCENZA

  • SUO OBIETTIVO FINALE E’ INSEGNARE AD APPRENDERE AUTONOMAMENTE


ATTENZIONE A…

  • Esplicitazione dei percorsi cognitivi

  • Costruzione di strumenti compensativi personalizzati

  • Tecniche di memorizzazione

  • Generalizzazione degli apprendimenti


STRUMENTI ERICKSON


Dolce e pacata, la voce parlò ancora e domandò: “Gabbiano Fletcher Lynd, ora rispondi, tu desideri volare?”

“SI’, DESIDERO VOLARE!”

“Allora, Fletch,” gli disse quella splendida creatura, in un tono di voce molto affabile, “cominceremo con il volo orizzontale…”

R. Bach “Il gabbiano Jonathan Livingston”


  • Login