Io e il computer
Download
1 / 25

Io e il computer - PowerPoint PPT Presentation


  • 75 Views
  • Uploaded on

Io e il computer. Un rapporto contrastato. A ndiamo con ordine. Non sono nata certo in un’epoca digitale e questo probabilmente ha condizionato il mio rapporto con il computer. . A casa.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about ' Io e il computer' - olisa


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
Io e il computer

Io e il computer

Un rapporto

contrastato


A ndiamo con ordine
Andiamo con ordine

Non sono nata certo in un’epoca digitale e questo probabilmente ha condizionato il mio rapporto con il computer.


A casa
A casa

In casa mia c’era il mitico Spectrum e io giocavo sempre a Jet Pac. Erano gli anni della scuola elementare e io utilizzavo solo quel tipo di computer.


A scuola
A scuola

  • A scuola l’informatica non esisteva come materia.

  • Per me il computer significava il gioco divertente che mi piaceva tanto fare con lo Spectrum a casa!!!


Ho visto
Ho visto

  • Vedevo mio zio lavorare al pc, stampare, usare tabelle e io e mio fratello lo ammiravamo molto e lo consideravamo un guru del computer.


Alle scuole medie
Alle scuole medie

Sono approdata alle scuole medie e lì ho iniziato ad usare un computer serio. Ricordo benissimo il giorno in cui il professore di italiano che ci ha portato in aula-computer e ci ha fatto trascrivere la relazione di storia.


Io battevo molto delicatamente sui tasti perché avevo paura di far loro del male.Quella è stata una delle mie prime esperienze con un pc in una situazione di “lavoro”.


Alle scuole superiori
Alle scuole superiori di far loro del male.

Arrivata alle superiori mio fratello era un genio con il computer e io mi affidavo a lui per fare qualsiasi cosa. Sapevo fare ben poco, solo usare word e scrivere. Per me era diventato lui un guru. Io avevo la mente allo studio, alle prese con latino, matematica e italiano e non avevo molto interesse per il computer. Non lo capivo!!!


All universit
All’università di far loro del male.

Quando sono andata all’università per iscrivermi agli esami dovevo usare il pc, così come per consultare il catalogo della biblioteca. Così ho iniziato ad usarlo anche se molti programmi erano sconosciuti e molte sue potenzialità.


La stesura della tesi
La stesura della tesi di far loro del male.

Al momento della stesura della tesi è stato per me utilissimo…mi sono impratichita moltissimo e ho iniziato a scoprire i segreti di word, di excel, di powerpoint. E sono diventata velocissima a scrivere al computer.


Da quel momento
Da quel momento di far loro del male.

Ho iniziato ad usare il pc per archiviare materiale come documenti, fotografie e ad usare anche uno strumento che ritenevo molto utile per portare con me i file: la chiavetta USB. Una grandissima invenzione.


Durante il tirocinio
Durante il tirocinio di far loro del male.

Durante il tirocinio ho usato un programma specifico di registrazione di dati di test e ho avuto anche la possibilità di navigare in internet per cercare informazioni utili a ciò che stavo facendo. Quello è stato il periodo in cui ho iniziato ad usare le mail…le trovavo molto pratiche.


Nel frattempo
Nel di far loro del male.frattempo…

Nel frattempo mio fratello scaricava musica, faceva acquisti ma per me tutto ciò era ancora arabo.

I tempi non erano maturi e chissà se lo sarebbero mai stati?


La mia vita quotidiana
La mia vita quotidiana di far loro del male.

Ormai l’appuntamento con il computer è fisso. Lo accendo la mattina e lo spengo la sera, ormai. Frequento internet giornalmente. Controllo sempre le mail e frequento i forum…i miei preferiti sono quelli di cucina e di punto croce.


Se si presentano dei dubbi
Se si di far loro del male.presentano dei dubbi?

Quando ho qualche difficoltà chiedo a mio fratello o a mio marito, che nel frattempo è entrato nella mia vita.


Veniamo ad oggi
Veniamo ad oggi di far loro del male.

Ho iniziato a scoprire il mondo dei forum e mi sono anche iscritta a qualcuno di questi ma non sempre il tempo mi permette di frequentarli. Per preparare l’esame di matematiche elementari mi sono cimentata con la creazione di un blog. Mai avrei pensato che sarei arrivata a tanto!!!


Ora che c un bambino
Ora che c’è un bambino di far loro del male.

Ora che nella mia vita c’è anche Tommaso, mio figlio, frequento quotidianamente Youtubeper fargli vedere i video delle canzoncine che lui ama tanto.


Ho usato anche la webcam e ho comunicato con mio fratello attraverso Skipe quando si trovava ad Hong Kong.


E i social network
E i social network? attraverso

Non amo i social network e non sono iscritta a nessuno di questi anche se molti conoscenti continuamente mi chiedono di farlo.


Quindi
Quindi… attraverso

Il pc mi è indispensabile…lo uso tantissimo per cercare materiale utile allo studio e per lo svago, per archiviare file, per tenermi in contatto con il mondo e per conoscere la realtà che mi circonda…


L informatica a scuola
L’informatica a scuola attraverso

Può essere utilizzata come supporto facilitante per qualsiasi disciplina e può essere uno strumento indispensabile per la didattica speciale.


I bambini
I bambini attraverso

Se non sai usare il pc sei tagliato fuori dal mondo reale… Ma ammetto che i bambini sono bravissimi in questo poiché sono abituati già da piccolini a giocare con il computer di mamma e papà.


Ma… attraverso

Importante è che si sappia far comprendere ai bambini le potenzialità dello strumento ed il suo utilizzo nelle modalità più idonee alla loro età...


Ammetto che
Ammetto attraverso che…

Ci sono delle cose che non faccio, per paura di combinare qualche casino o perché non sono interessata, come fare acquisti su internet o scaricare musica, per esempio. Ma sono altresì consapevole delle potenzialità di questo strumento, che sono davvero tante…


Ho attraverso ancora tanto da imparare, ma i muri piano piano stanno cadendo e il mio percorso di consapevolezza informatica ha acquisito un senso.


ad