Il latte e lo yogurt
Sponsored Links
This presentation is the property of its rightful owner.
1 / 79

Il latte e lo yogurt PowerPoint PPT Presentation


  • 128 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

Il latte e lo yogurt. Lavoro realizzato dalle classi 3°A e 4°B della scuola elementare “G.Rigola” di Venaria Anno scolastico 2005/06. Cosa sei solito mangiare a colazione?. 11 bambini su 25 consumano latte a colazione. Ecco il grafico e la percentuale. latte. altro.

Download Presentation

Il latte e lo yogurt

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Il latte e lo yogurt

Lavoro realizzato dalle classi

3°A e 4°B

della scuola elementare “G.Rigola” di Venaria

Anno scolastico 2005/06


Cosa sei solito mangiare a colazione?


11 bambini su 25 consumano latte a colazione. Ecco il grafico e la percentuale.

latte

altro


Nel pomeriggio mangi merenda?

Se sì, cosa mangi?


Chi produce il latte che gli uomini consumano? Per scoprirlo clicca sugli animali


Chi beve il latte?

Tutti i cuccioli di mammiferi per i quali alla nascita il latte costituisce il primo e l’unico nutrimento. Ad essi questo alimento fornisce tutte le sostanze necessarie per la crescita. Il latte inoltre, assunto sotto forme diverse, per tutta la vita, continua a costituire una fonte importante di principi nutritivi.


Quali principi nutritivi contiene il latte?

Sono il lattosio, uno zucchero che ti fornisce energia

Sono un grasso del latte e ti fornisco energia

Sono una proteina, ti aiuto a crescere, riparo i tuoi tessuti, formo ormoni, enzimi, anticorpi…

Sono la vitaminaB12 e produco i globuli rossi

Io sono il calcio, costruisco il tuo scheletro e lo mantengo sano per tutta la vita

Sono la vitamina A. Aiuto la tua vista a funzionare bene e proteggo il tuo sistema immunitario


calcio

acqua

lattosio

proteine

B12- B2- A

grassi

grassi


A cosa serve il calcio?

Il calcio è un minerale indispensabile per la costruzione delle ossa. La sua assunzione è importante a tutte le età ma lo è maggiormente nell’infanzia e nell’adolescenza. Infatti, l’organismo ha la capacità di accumulare il calcio solo entro i 30 anni, età in cui si ha la massima calcificazione. Il latte, lo yogurt e i formaggi forniscono alte quantità di calcio: 250 grammi di latte forniscono 300 mg di calcio.


Latte fresco pastorizzato

Latte microfiltrato

Quanti tipi di latte esistono?

Latte pastorizzato a temperatura elevata

Latte fresco di alta qualità

Latte a lunga conservazione sterilizzato

Latte a lunga conservazione UTH

Latte delattosato


Alta qualità

Fresco pastorizzato

Valore energetico per 100ml: 65 Kcal Proteine: 3,20 gCarboidrati: 4,90 gGrassi: 3,60 gCalcio: 120 mg

Valore energetico per 100 ml: 63,5 Kcal Proteine: 3,10 gCarboidrati: 4,90 gGrassi: 3,50 gCalcio: 120 mg


Parzialmente scremato

Latte a lunga conservazione UTH

Valore energetico per 100 ml: 46,5 Kcal Proteine: 3,10 gCarboidrati: 4,95 gGrassi: 1,60 gCalcio: 120 mg

Valore energetico per 100 ml: 63,5 Kcal Proteine: 3,10 gCarboidrati: 4,90 gGrassi: 3,50 gCalcio: 120 mg


Latte delattosato

Latte microfiltrato

Valore energetico per 100 ml: 46 KcalProteine: 3,10 gCarboidrati: 4,8 g Lattosio: 1,2 gGrassi: 1,6 gCalcio: 120 mg


Quali caratteristiche hanno?

Il latte fresco pastorizzato viene sottoposto, entro 48 ore dalla mungitura ad un processo che determina la distruzione di tutti i microrganismi patogeni eventualmente presenti nel latte crudo, senza però eliminare i lattobacilli. Viene denominato latte fresco di alta qualità un latte dotato di un contenuto nutritivo più elevato. Il latte fresco pastorizzato ha una breve conservazione (5 giorni dalla data di produzione) e deve essere trasportato e conservato in ambienti refrigerati tra 0 e 4 gradi.


Il latte pastorizzato atemperatura elevata può essere pastorizzato più volte o subire un solo trattamento termico più intenso anche 48 ore dopo la mungitura.

Il latte microfiltrato, prima del trattamento termico, viene filtrato attraverso membrane munite di fori piccolissimi che trattengono la maggior parte dei batteri e delle impurità.


Il latte a lunga conservazione viene trattato con applicazioni di colore più energiche della pastorizzazione. Non richiede la conservazione a temperature basse per cui può essere trasportato anche in zone lontane.

Il latte speciale è arricchito con proteine o vitamine o fermenti lattici o sali minerali. Può anche essere delattosato cioè il lattosio viene scisso nei suoi costituenti e quindi è adatto per i soggetti con intolleranza al latte.

Alla categoria del latte a lunga conservazione appartengono: -il latte UTH, che si conserva per tre mesi -il latte sterilizzato che si conserva per più di sei mesi


Il latte, inoltre, può essere modificato in alcuni suoi componenti per soddisfare alcune necessità dietetiche. Al latte scremato viene sottratto quasi completamente il grasso. Nel latte parzialmente scremato il contenuto di grassi è compreso tra 1,6 e 1,8 grammi per ogni 100 grammi di latte.


Ingredienti :1 litro di latte 4 cucchiai di cacao amaro 8 cucchiai di zucchero 5 cucchiai di farina

Ricetta :In un tegame metti a scaldare il latte. In una ciotola mescola lo zucchero, il cacao e quindi la farina. Quando il latte sta per bollire, versa il miscuglio e mescola con cura finché addenserà. Versa la crema bollente in uno stampo precedentemente bagnato e lascialo raffreddare, quindi sistemalo in frigorifero per qualche ora.


Ingredienti :Un litro di latte6 tuorli d'uovo

100 gr di zuccheroun baccello di vaniglia

Ricetta :Fai bollire il latte con lo zucchero e un baccello di vaniglia. Rompi le uova e metti solo i tuorli in una terrina. Battili con un cucchiaio e aggiungi poi gradatamente il latte caldo. Fai rapprendere la crema ponendola sul fuoco, meglio se a bagnomaria, girando continuamente. La crema si addensa poco alla volta.


Ingredienti per 4-6 persone

Un rotolo di pasta sfoglia

mezzo litro di latte

2 cucchiai di zucchero 3 cucchiai di farina

1 bastoncino di cannella

2 uova

RicettaFrulla i tuorli d'uovo con lo zucchero. A parte unisci la farina con il latte sufficiente per ottenere un impasto omogeneo. Fai bollire il latte avanzato con la cannella, versalo a filo nel miscuglio di latte e farina mescolando vigorosamente. Metti sul fuoco la crema finché si sarà addensata. Lascia raffreddare, togli la cannella, aggiungi le uova battute con lo zucchero e gli albumi montati a neve. Fodera uno stampo con carta oleata, rivestilo con la pasta sfoglia entro cui verserai la crema preparata. Sistema in forno a medio calore per un'ora circa.


Ed ora che hai imparato tante cose, rispondi nuovamente alle domande iniziali.


17 bambini su 25 consumano latte a colazione. Ecco il grafico e la percentuale.

latte

altro


11 bambini su 25

44%

17 bambini su 25

68%


C

A

L

C

I

O

M

U

C

C

A

V

I

T

A

M

I

N

E

L

A

T

T

I

C

I

N

I

S

C

R

E

M

A

T

O


Sondaggio

iniziale

Lo yogurt

Verifica

Le nostre

preferenze


Cosa sei solito mangiare

a colazione


Cosa sei solito mangiare

a colazione


In quale luogo mangi

colazione?


In quale luogo mangi

colazione?


Nel pomeriggio fai

merenda?


Nel pomeriggio fai

merenda?


Cosa mangi a merenda?


Cosa mangi a

merenda?


e le nostre preferenze!


Mangi lo yogurt?


Che tipo di yogurt mangi?


Quali gusti mangi ?


Cos'è?

Un po' di storia

Caratteristiche

Come si produce

Utilità per l'organismo


Cos'è lo yogurt?

Fermenti lattici

YOGURT

Latte

Leggero, vellutato e rinfrescante, lo yogurt è un prodotto davvero semplice. Non è altro che latte al quale vengono aggiunti i famosi “fermenti lattici vivi”: lo Streptococcus thermophilus e il Lactobacillus delbrueckii, varietà bulgaricus. Questi organismi monocellulari fermentano il latte moltiplicandosi a dismisura, fino a diventare centinaia di milioni per grammo di prodotto.


Le caratteristiche

Lo yogurt mantiene intatte tutte le caratteristiche nutritive del latte, stimola la digestione, e grazie alla presenza di fermenti lattici vivi riequilibra la flora batterica intestinale svolgendo un’azione disintossicante e regolatrice dell’intestino nonché di difesa immunitaria.

Lo yogurt è un alimento “probiotico” in quanto contiene particolari fermenti che “favoriscono” la vita (dal greco pro-bios: a favore della vita).I fermenti lattici vivi, inoltre, rendono lo yogurt particolarmente facile da digerire. È quindi molto indicato anche per quelle persone che sono intolleranti al lattosio contenuto nel latte.


ZUCCHERI E GRASSI

Alta

Digeribilità

FERMENTI

LATTICI VIVI

In breve...

Alimento

Protobiotico

PROTEINE


Come si produce

Lo yogurt si ottiene da latte intero, parzialmente o totalmente scremato, fatto fermentare con l’inoculazione di speciali microrganismi acidificanti.Questo latte, che deve possedere caratteristiche qualitative elevate, viene “concentrato” per eliminare il 10% circa dell’acqua presente, e quindi omogeneizzato. L’omogeneizzazione riduce la dimensione dei globuli di grasso presenti assicurando una maggiore digeribilità dello yogurt.


La pastorizzazione

Il latte viene poi pastorizzato, processo che lo rende igienicamente sicuro creando al contempo l’ambiente più idoneo per la crescita dei batteri lattici.


RAFFREDDATO

Dopo la pastorizzazione il latte viene raffreddato e inoculato con i fermenti lattici Streptococcus thermophilus e Lactobacillus delbrueckii, variante bulgaricus.Il tempo di fermentazione dura dalle 4 alle 9 ore. In questa fase i batteri crescono e si moltiplicano, utilizzando come fonte energetica il lattosio.

INOCULATO

Fermenti

FERMENTAZIONE

4 9 ore


La fermentazione del latte può avvenire sia direttamente nelle confezioni di vendita che in appositi serbatoi fermentatori da cui viene poi prelevato per il confezionamento. In entrambi i casi l’eventuale aggiunta di frutta, in pezzi o marmellata, avviene subito prima del confezionamento. Completata la fermentazione, lo yogurt viene raffreddato a 4 °C e conservato a questa temperatura fino al momento del consumo. Solo così i batteri lattici si mantengono vivi e vitali.


Pare che lo yogurt sia stato scoperto per puro caso. Le sue notizie risalgono in tempi lontanissimi, addirittura 4000 anni fa.

Un po' di storia

Gli antichi popoli orientali, pastori nomadi, conservavano il latte di vacca, pecora, capra, cavalla e cammella in otri ricavati dalla pelle o dagli stomachi degli stessi animali.

La leggenda tramanda che lo yogurt sia stato scoperto perché un pastore, dimenticando per qualche tempo del latte in uno di questi otri, lo ritrovò trasformato: più denso e più saporito.

Grazie ai mercanti, che navigavano in tutto il mondo portando le specialità delle loro terre, lo yogurt arrivò anche in Europa, e ancora oggi è per tutti un alimentofresco, sano e ricco di tante qualità.


La culla dello yogurt è comunemente localizzata geograficamente nell’Europa orientale, da dove le popolazioni nomadi e i commercianti l’hanno poi introdotto in quella occidentale.

L’origine caucasica dello yogurt si ritrova anche nella sua etimologia: in turco, infatti, il termine joggurt significa "latte denso".Grazie agli intensi scambi commerciali e militari del bacino del Mediterraneo, il "latte denso" si diffuse ben presto anche tra Fenici, Egizi, Sumeri, Greci e Romani.Anche il suo impiego in cucina non è nuovo: viene citato nella novelle “Le Mille e una Notte”, in antichi libri arabi di ricette e anche nell’Antico Testamento.


Verso la fine dell’ottocento, il biologo Ilyich Metchnikov, ricercatore dell’Istituto Pasteur di Parigi, riesce ad isolare il Lactobacillus Bulgaricus, responsabile del processo di fermentazione che permette la trasformazione del latte in yogurt.

Metchnikov aveva intuito che un consumo costante di questo alimento poteva fungere da disintossicante contro i batteri nocivi che si concentrano nell’intestino.

Secondo lo scienziato allievo del grande Pasteur, il consumo di yogurt avrebbe consentito di vivere fino a 150 anni.

Il Professor Metchnikov fu insignito nel 1908 del Premio Nobel per la medicina per il suo lavoro sull'immunologia e le sue scoperte sono ancora alla base della conoscenza dello yogurt.


Utilità per l'organismo

Lo yogurt conserva le caratteristiche nutrizionali del latte originario.

In più: proteine, calcio e fosforo sono presenti in una forma ancor meglio utilizzabile dall'organismo.

Lo yogurt infatti, agisce sulla flora fermentativa che si trova nella parte superiore dell'intestino migliorando l'assorbimento di proteine e sostanze minerali.

PROTEINE

CALCIO

FOSFORO


Azione regolatrice

Svolge anche un'azione regolatrice dell'acidità dello stomaco, aumentandola se troppo bassa o diminuendola se troppo alta.La sua caratteristica di acidità facilita lo sviluppo di una flora batterica intestinale in grado di ristabilire l’equilibrio dell'intestino.

Si rivela quindi particolarmente utile dopo terapie a base di antibiotici, o a seguito di un’alimentazione errata ed altro.


E' indicato per i casi

di intolleranza al latte

Nello yogurt il lattosio, il particolare zucchero del latte, è già stato “predigerito” dai fermenti lattici presenti. Questo lo rende particolarmente indicato nei casi di intolleranza al latte che si riscontra in alcune persone.


Lattosio

Perchè lo yogurt

è digeribile?

Glucosio

Galattosio

Il lattosio viene, nella fase di fermentazione, scisso nelle due molecole che lo costituiscono: il glucosio e il galattosio.

È questo il motivo che rende lo yogurt particolarmente digeribile ed utilizzabile anche dalle persone intolleranti al lattosio.


Contenuto

nutrizionale

Valori per 100 grammi:

Proteine: 3,7 gr.

Grassi: 3,2 gr.

Carboidrati: 4,6 gr.

Minerali (soprattutto calcio); vitamine del complesso B; acido pantotenico; vitamina PP

Lo yogurt è una valida alternativa al latte, del quale mantiene anche gli apporti energetici e nutritivi.

E questo è particolarmente importante per il calcio. La mancata assunzione del latte e dei suoi derivati può determinare infatti gravi rischi per la struttura ossea dell’organismo, facendo in particolare aumentare l’incidenza dell’osteoporosi.


Si verifica!!!


Cosa sei solito mangiare

a colazione


Cosa sei solito mangiare

a colazione


In quale luogo mangi

colazione?


In quale luogo mangi

colazione?


Nel pomeriggio fai

merenda?


Nel pomeriggio fai

merenda?


Cosa mangi a merenda?


Cosa mangi a

merenda?


Lo yogurt

A CONFRONTO


Colazione

=

Colazione verifica


Merenda

+ 57%

Merenda verifica


  • Login