Un adolescente con dolore e tumefazione ad un arto
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 18

Un adolescente con dolore e tumefazione ad un arto PowerPoint PPT Presentation


  • 73 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

Un adolescente con dolore e tumefazione ad un arto . CASI CLINICI DEL MERCOLEDI DIPARTIMENTO DI PEDIATRIA Napoli, 12 Dicembre 2012. Tutor Dott.ssa M. Mayer. AIF Francesca Tucci. Gianandrea , 11 anni. Giunge ad Ottobre 2011 presso l’ambulatorio del Pediatra di famiglia per:

Download Presentation

Un adolescente con dolore e tumefazione ad un arto

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Un adolescente con dolore e tumefazione ad un arto

Un adolescente con dolore e tumefazione ad un arto

CASI CLINICI DEL MERCOLEDI

DIPARTIMENTO DI PEDIATRIA

Napoli, 12 Dicembre 2012

Tutor

Dott.ssa M. Mayer

AIF

Francesca Tucci


Gianandrea 11 anni

Gianandrea, 11 anni

Giunge ad Ottobre 2011 presso l’ambulatorio del Pediatra di famiglia per:

  • tumefazione dolorosa alla gamba sinistra da qualche giorno


Gianandrea 11 anni1

Gianandrea, 11 anni

ANAMNESI FAMILIARE:

Non contributoria

ANAMNESI PERSONALE REMOTA:

Mononucleosi infettiva nel 2010

Storia di DAR da circa due anni (escluse cause organiche)

Crescita sempre soddisfacente

ANAMNESI PERSONALE PROSSIMA:

No traumi, pratica attività sportiva (nuoto)

No infezioni recenti

Da 2-3 mesi lamenta dolenzia all’arto inferiore sinistro dopo attività sportiva, che migliora con il riposo


Gianandrea 11 anni2

Gianandrea, 11 anni

EO: nella norma per i principali organi e apparati

P:30 kg (10°-25° pct)

A: 140 cm (25°-50° pct)

Cosa vediamo alla gamba sinistra?

  • Tumefazione dei tessuti molli

  • Dolore

  • Limitazione funzionale


Come comportarsi in caso di dolore tumefazione ad un arto

Come comportarsi in caso di dolore / tumefazione ad un arto?

La richiesta di esami semplici di laboratorio e strumentali permette una prima definizione diagnostica o per lo meno di escludere patologie gravi che richiedono l’ospedalizzazione del bambino


Iter diagnostico

Iter diagnostico

  • Anamnesi accurata

  • Esame clinico generale

  • Esame articolare

Esordio: improvviso, lento, subdolo

Durata: ore, giorni, settimane, mesi

Sede: arti inferiori, superiori, grande o piccola articolazione

Età e sesso del paziente: 1° anno di vita, età prescolare, scolare, adolescenza

Pregressa infezione

Attività sportiva (fratture occulte)

Facilità alle emorragie anche per traumi lievi: difetti della coagulazione; emofilia se maschio

Presenza e caratteristiche del dolore: intenso, lieve, spontaneo, provocato o accentuato nel movimento, continuo, intermittente

Momento d’insorgenza del dolore: al risveglio, pomeridiano, notturno

Cute che ricopre l’articolazione: abrasione, arrossamento, aumento del termotatto, segno di puntura, petecchie, ecchimosi.

Segni cutaneiin altra sede: rash al volto, al tronco, agli arti, diffuso

Sintomi associati:febbre, disappetenza, perdita di peso, pallore, astenia, linfoadenopatia, epatosplenomegalia


Cause di monoartrite

Cause di monoartrite


Esami di laboratorio e strumentali

Esami di laboratorio e strumentali

MONOARTRITE

PCR, emocromo,

ALT, LDH, uricemia

Rx

convenzionale

ANA, IgA,

EMA, tTG

Ecografia con

Power Doppler

C4, ANCA, ASCA

CALPROTECTINA

Artrocentesi

Infiltrazione


Come procediamo per gianandrea

Come procediamo per Gianandrea?

Rx degli arti: Presenza a livello della testa e del terzo superiore diafisario del perone di sinistra di multiple aree di rarefazione ossea con alcuni aspetti anche osteolitici a cui si associa una grossolana reazione periostale tipo “raggio di sole” con interessamento dei tessuti molli limitrofi nel contesto dei quali si delimita tessuto osseo femorale


Ottobre 2011

Ottobre 2011

  • Biopsia ossea: Sarcoma ostegenico di alto grado a prevalente istotipoosteoblastico

  • TC e PET total body: negative per gli altri distretti

DIAGNOSI:

OSTEOSARCOMA DI ALTO GRADO

NON METASTATIZZATO


Un adolescente con dolore e tumefazione ad un arto

Osteosarcoma

60% dei tumori ossei nel bambino

Si sviluppa nel canale midollare dell’osso e si localizza nella metafisi, vicino al ginocchio e nel 3° superiore dell’omero

Può esordire con la tumefazione di un’articolazione

Metastatizza precocemente per via ematogena ed esordisce con dolore

La diagnosi è radiologica, confermata dall’istologia

Common (red) and less common (orange) locations are shown The age of onset in decades is shown in blue


Un adolescente con dolore e tumefazione ad un arto

Recommended diagnostic work-up for osteosarcoma patients


Ricovero c o osp pausilipon

Ricovero c/o Osp. Pausilipon

  • Chemioterapia neoadiuvante con HDMTX, CDP, ADM: 4 cicli (Novembre 2011)

  • Chirurgia (Ospedale Pascale): Resezione del processo espansivo a carico del perone sinistro (Gennaio 2012)

  • Chemioterapia adiuvante (ultimo ciclo a Giugno 2012)

PROTOCOLLO ISG/OS-2:


Follow up ottobre 2012

Follow-up (Ottobre 2012):

  • Rx arto sn:

    • Lesioni in epifisi prossimale della tibia di non univoca interpretazione

  • TC total body:

    • Metastasi a livello del tumore primitivo

    • Metastasi polmonare del lobo superiore sinistro


Come sta oggi gianandrea

Come sta oggi Gianandrea?

  • Terapia in atto:

  • Trattamento di II linea con IFOSFAMIDE ad alte dosi

  • Programma futuro:

  • Metastasectomia polmonare e dell’arto


Conclusioni

Conclusioni

  • La tumefazione articolare è condivisa da molte patologie, non soltanto reumatiche

  • Mancano esami di laboratorio specifici

  • Errori diagnostici spinti anche dall'ansia o dalla tendenza a sottovalutare dei genitori (non riconoscimento di una patologia onco-ematologica)

  • Quale ruolo del PdF?

    Ottenere attraverso accurato esame obiettivo e indagini di primo livello gli elementi che orientano verso una determinata diagnosi, per decidere se e a quale specialista inviare il bambino


  • Login