Il cambiamento del mondo passa in primo luogo per un cambiamento del nostro sguardo sul mondo
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 25

Pierluigi Musarò, Dipartimento di Sociologia, Bologna [email protected] PowerPoint PPT Presentation


  • 144 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

Il cambiamento del mondo passa in primo luogo per un cambiamento del nostro sguardo sul mondo. Consumatori vs cittadini. La fruizione dei beni collettivi in una logica di cittadinanza. Pierluigi Musarò, Dipartimento di Sociologia, Bologna [email protected] Consumo, dunque sono.

Download Presentation

Pierluigi Musarò, Dipartimento di Sociologia, Bologna [email protected]

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Pierluigi musar dipartimento di sociologia bologna pierluigi musaro unibo it

Il cambiamento del mondo passa in primo luogo per un cambiamento del nostro sguardo sul mondo

Consumatori vs cittadini.

La fruizione dei beni collettivi in una logica di cittadinanza

Pierluigi Musarò, Dipartimento di Sociologia, Bologna

[email protected]


Pierluigi musar dipartimento di sociologia bologna pierluigi musaro unibo it

Consumo, dunque sono

“La società dei consumi rimane florida fintanto che riesce a rendere permanente la non soddisfazione (e così, per sua stessa definizione, l'infelicità). Un modo di ottenere un simile effetto consiste nel denigrare e nello svalutare i prodotti di consumo subito dopo che sono stati lanciati nell'universo dei desideri dei consumatori"

(Z. Bauman)

“Smettiamo di pensare che gli oggetti servono per soddisfare i bisogni. Piuttosto, servono per pensare.

Il consumo è un’attività di produzione congiunta, con gli altri consumatori, di un universo di valori. Il cibo, ad esempio, deve essere in primis buono da pensare”

(M. Douglas)

?

«Il cibo è cultura quando lo si produce perché l’uomo ambisce a creare il proprio cibo, il cibo è cultura quando si prepara perché l’uomo trasforma gli alimenti base mediante la sua tecnologia e il cibo è cultura quando si consuma perché l’uomo sceglie sia attraverso criteri legati alla dimensione nutrizionale, sia a valori simbolici»

(M. Montanari 2005)


Pierluigi musar dipartimento di sociologia bologna pierluigi musaro unibo it

Mercato, supermercato, ipermercato.

Un mercato?

Che termine piatto e mercantile per designare il territorio magico dove si svolge la più fastosa delle cerimonie in gloria dei colori e dei profumi!

“L’espandersi del mercato provoca una crescente sostituzione della cultura pubblica da parte della cultura commerciale”, con la conseguenza che “il linguaggio delle merci sostituisce il linguaggio della democrazia e il consumismo sembra essere il solo tipo di cittadinanza offerto” (V. Codeluppi)


Pierluigi musar dipartimento di sociologia bologna pierluigi musaro unibo it

LA CITTÀ CHE NASCE COME SPAZIO PUBBLICO, CHE DÀ SENSO E SCANSIONE AL PRIVATO, VIENE AD ESSERE SOSTITUITA DA UN’ALTRA CITTÀ …

… E’ LA NASCITA DELLA CITTA’ FATTA PER IL CONSUMO


Pierluigi musar dipartimento di sociologia bologna pierluigi musaro unibo it

IL REGNO DELL’ACQUISTOSFERA …

che sembra invadere ogni angolo della città contemporanea

SUPERMERCI

SPETTACOLARIZZAZIONE

Particolari architetture collettive principalmente adibite ad attività legate all’acquisto che contengono migliaia di merci e da queste hanno assorbito la loro stessa natura autopromozionale

L’acquistosfera è, allo stesso tempo, un insieme di luoghi fisici e virtuali e uno stato d’animo

“L’agire consumisticodisegna il territorio in un modo nuovo e del tutto inedito” (M. Ilardi)

  • “Tirannia delle possibilità“ (H. Arendt)

  • “Sindrome consumista: seduzione, desiderio, capriccio, vuoto normativo” (Z. Bauman)


Pierluigi musar dipartimento di sociologia bologna pierluigi musaro unibo it

Mercato, supermercato, ipermercato.

Cosa c’è dietro al prodotto?

… e dietro all’azienda?

… dietro alla marca?

… dietro le quinte del supermercato?

… e dietro il nostro stile di consumo?


Pierluigi musar dipartimento di sociologia bologna pierluigi musaro unibo it

Analisi del ciclo di vita (Life Cycle Assessment), una metodologia di analisi che valuta l’insieme di interazioni che un prodotto o un servizio ha con l’ambiente, considerando il suo intero ciclo di vita: preproduzione (estrazione e produzione dei materiali), produzione, distribuzione, uso (e riuso), il riciclaggio e la dismissione finale.

Oltre gli impatti ambientali, posso essere presi in considerazione anche quelli a carattere economico e sociale.


Pierluigi musar dipartimento di sociologia bologna pierluigi musaro unibo it

  • Gli animali erbivori usano l' energia contenuta nell' erba e nei cereali per crescere, sviluppare muscoli e grasso e per il  metabolismo. Se un animale carnivoro mangia l'erbivoro, non riesce ad ottenere tutta l'energia contenuta in quei vegetali, ma solo una piccola parte (quella che l'erbivoro ha immagazzinato nei suoi tessuti). Questa parte di solito non supera il 10%.

  • Essere carnivori significa quindi usare le risorse naturali in modo molto inefficiente; non per niente negli ecosistemi il rapporto tra carnivori ed erbivori è di solito inferiore ad 1 a 10. Se ci fossero più carnivori non ci sarebbe semplicemente da mangiare per tutti.

  • E se il carnivoro è l'uomo? E' esattamente la stessa cosa: per ogni kg di carne bovina vengono consumati dai 9 agli 11 kg di foraggio, una buona parte del quale è composto da mais, soia e orzo e sarebbe quindi adatto all'alimentazione umana. Questi  dati possono variare considerando altri produttori,  ma non dovrebbero discostarsi troppo dal rapporto 1 a 10.

  • Tenendo conto della resa dei vari cereali, del loro contenuto energetico e proteico, è possibile ottenere i dati:

  • per ottenere 1000 kcal (un pasto medio) dai cereali occorre una superficie coltivata minore di 1 m². Il record spetta al mais con 0,26 m². Per ottenere la stessa energia dalla carne bovina occorrono quasi 8 m² di terra (solo per il foraggio).


Pierluigi musar dipartimento di sociologia bologna pierluigi musaro unibo it

Negli ultimi 4 anni il terreno destinato ad uso agricolo intensivo in Amazzonia è aumentato di 3,6 milioni di ettari (pari 36 mila km²). Parte di questa superficie proviene da pascoli (ottenuti da precedenti deforestazioni) e parte da nuovi interventi di deforestazione.

La produzione brasiliana di soia è triplicata negli ultimi 15 anni raggiungendo la rispettabile estensione di 26 milioni di ettari. La Cina oggi importa l’80% della soia dal Mato Grosso!


Pierluigi musar dipartimento di sociologia bologna pierluigi musaro unibo it

IL VIAGGIO DI UNA LATTINA

DI COCA COLA…

AUSTRALIA

  • Estrazione della bauxite

  • Trasportata a uno stabilimento chimico,una tonnellata di bauxite viene trasformata in mezza tonnellata di ossido di alluminio


Pierluigi musar dipartimento di sociologia bologna pierluigi musaro unibo it

IL VIAGGIO DI UNA LATTINA

DI COCA COLA…

SVEZIA

  • Dopo un viaggio di circa due mesi tra i due oceani l’ossido di alluminio arriva in Svezia.

  • Una tonnellata di ossido di alluminio viene trasformata in un quarto di tonnellata di alluminio


Pierluigi musar dipartimento di sociologia bologna pierluigi musaro unibo it

IL VIAGGIO DI UNA LATTINA

DI COCA COLA…

GERMANIA

  • Ogni blocco viene riscaldato a quasi

  • 500 gradi centigradi e compresso fino a raggiungere uno spessore di tre millimetri.

  • Le lamine vengono inviate ad un ulteriore stabilimento di laminazione a freddo, dove vengono compresse fino a uno spessore dieci volte inferiore


Pierluigi musar dipartimento di sociologia bologna pierluigi musaro unibo it

IL VIAGGIO DI UNA LATTINA

DI COCA COLA…

INGHILTERRA

  • le lamine vengono tagliate e modellate in forma di lattine, che a loro volta vengono lavate, asciugate, trattate con una colorazione di fondo alla quale si sovrappone poi la serigrafia.

  • I passaggi successivi sono la laccatura, la bordata, il trattamento dell'interno con un rivestimento protettivo che impedisca al liquido di corrodere il metallo.


Pierluigi musar dipartimento di sociologia bologna pierluigi musaro unibo it

IL VIAGGIO DI UNA LATTINA

DI COCA COLA…

FRANCIA

(zucchero)

ITALIA

SUPERMERCATO

INGHILTERRA

(imbottigliamento)

SIBERIA

(legno per carta)

CONSUMATORE

USA-IDAHO

(fosforo)

SPAZZATURA


Pierluigi musar dipartimento di sociologia bologna pierluigi musaro unibo it

UN MONDO…DI ALLUMINIO


Pierluigi musar dipartimento di sociologia bologna pierluigi musaro unibo it

UN MONDO…DI ALLUMINIO

SUL MARE-Pedalò- Barche di salvataggio

-Canoe- Container - Kayak- Motopescherecci- Navi da pesca e frigorifero- Pagaie- Remi- Timoni e chiglie- Traghetti

NEL CIELO- Aerei leggeri- Alianti- Eliche aeree- Elicotteri- Motori aerei, reattori e loro parti- Motori spaziali- Parti frenanti- Razzi e satelliti civili- Ruote e mozzi

  • SU STRADA

  • -Auto e furgoni blindati- Carrozzerie- Finestrini

  • Furgoni - Marmitte - Paraurti

  • Portabagagli- Portasci- Scatole per ingranaggi- Sedili per autobus

  • ...

E IN MOLTI ALTRI LUOGHI…

(WWW.CIAL.IT)


Pierluigi musar dipartimento di sociologia bologna pierluigi musaro unibo it

RICICLAGGIO

  • • L’alluminio, diversamente da molti altri materiali, può essere riciclato all’infinito senza perdere le sue qualità originali.

  • • Il recupero dell’alluminio permette un risparmio del 95% dell’energia richiesta per produrlo dalla materia prima.

  • Oggi il 30% della produzione mondiale d’alluminio proviene da metallo recuperato (in Italia si arriva al 48%)


Pierluigi musar dipartimento di sociologia bologna pierluigi musaro unibo it

RICICLAGGIO

  • COSA POTETE RICICLARE QUOTIDIANAMENTE:

  • lattine

  • scatolette

  • bombolette

  • tubetti

  • fogli per imballaggi

  • caffettiere

  • pentole

Per riconoscere l’alluminio puoi utilizzare una calamita


Pierluigi musar dipartimento di sociologia bologna pierluigi musaro unibo it

RICICLAGGIO

37 LATTINE


Pierluigi musar dipartimento di sociologia bologna pierluigi musaro unibo it

RICICLAGGIO

800 LATTINE


Pierluigi musar dipartimento di sociologia bologna pierluigi musaro unibo it

Mercato, supermercato, ipermercato.

  • Spazio privato con funzioni pubbliche

  • Valenza politica dell’atto d’acquisto: un acquisto, un voto!

  • Consumo come nuova frontiera della cittadinanza

piacere

felicità

Il consumo è un GIOCO A SOMMA ZERO!

giustizia

La libertà non è star sopra un albero,

Non è neanche avere un’opinione,

La libertà non è uno spazio libero,

Libertà è partecipazione

(G. Gaber)


  • Login