“Chi ha paura dell
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 25

“Chi ha paura dell'uomo nero!” PowerPoint PPT Presentation


  • 62 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

“Chi ha paura dell'uomo nero!” aiutare i figli a gestire ed elaborare le più comuni paure evolutive Dott.ssa Claudia Mazzoni.

Download Presentation

“Chi ha paura dell'uomo nero!”

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Chi ha paura dell uomo nero

“Chi ha paura dell'uomo nero!”

aiutare i figli a gestire ed elaborare le più comuni paure evolutive

Dott.ssa Claudia Mazzoni


Definiamo la paura

E' un'esperienza naturale dell'uomo , possiede una funzione di salvaguardia e serve a garantire la sopravvivenza. E' una preparazione psicologica ed intellettuale necessaria per affrontare una situazione pericolosa.

Definiamo la paura...


Secondo d winnicott il bambino piccolo deve essere in grado di provare paura

Secondo D. Winnicott il bambino piccolo deve essere in grado di provare paura.

La paura è utile !


E importante sapere che

Con il formarsi di paure, fisiologiche, nel corso della crescita, i bambini attuano e perfezionano anche strategie di superamento. Tentano di addomesticare la paura! ( racconti “paurosi”, giocare a farsi paura ecc. )

E' importante sapere che ....


Chi ha paura dell uomo nero

All'inizio del terzo anno , con una maggiore padronanza del linguaggio e l'accesso alla sua funzione simbolica, il bambino arriva man mano a distanziare le sue emozioni: il parlarne gli permette di liberarsene; ci gioca in diversi modi, ascoltando racconti,guardando un cartone animato, assistendo ad uno spettacolo di marionette....


Chi ha paura dell uomo nero

Nei primi cinque anni di vita il bambino sperimenta le cinque forme della paura condizionate dalla crescita

Paure basilari


Vediamo quali sono

Vediamo quali sono:

  • Perdita del contatto fisico

  • Angoscia dell'ottavo mese

  • Paura della separazione ( tra il dodicesimo ed il diciottesimo mese )

  • Paura dell'annientamento (nel corso del terzo anno).E' legata al senso del potere. Può essere esternata con la paura dei temporali, terra acqua, fuoco, mostri, fantasmi, animali in via di estinzione ecc.

  • Paura della morte ( tra i quattro e i cinque anni)


Vediamone alcune

Paure dei mostri:

tra il secondo ed il terzo anno il bambino sviluppa un senso di potere, di onnipotenza e al contempo sente la dipendenza dai genitori. Questa ambivalenza, questo binomio positivo/negativo gioca un ruolo ansiogeno che il bambino esterna simbolizzando queste paure

Vediamone alcune


Chi ha paura dell uomo nero

Paura del lupo:

rappresenta l'angoscia divoratrice; la paura di essere divorato.

Anche in questo caso sono implicate emozioni forti da cui il bambino piccolo è spesso attaccato e di fronte alle quali si sente impotente, “divorato”.


Chi ha paura dell uomo nero

Paura del mare:

il mare rappresenta un mondo sconosciuto e a volte ostile e inquietante, difficile da dominare.Può generare visioni di inghiottimento o divoramento da parte di animali tanto più pericolosi tanto più misteriosi ed invisibili


Chi ha paura dell uomo nero

Paura del buio e della notte:

trattasi di una paura atavica , che perdura attraverso i secoli. E' associata al nero, all'oscurità che ha una simbologia inquietante.

Anche i bambini hanno paura del buio, dell'oscurità, ma non da subito:durante i primi mesi non distinguono il giorno dalla notte!


Chi ha paura dell uomo nero

Verso i due anni la notte in quanto tale diventa fonte di angoscia.

L'ambivalenza del bambino verso le figure adulte, il senso di onnipotenza, la trasgressione ed il senso di colpa susseguente, lo portano a pensare di essere legittimamente punito.

Le sue notti diventano piene di minacce e rappresaglie che lo svegliano di soprassalto e popolano i suoi incubi.


Chi ha paura dell uomo nero

Il buio toglie ogni RIFERIMENTO spazio temporale. La privazione del campo visivo rende minaccioso un elemento di cui NON ha il controllo.


Chi ha paura dell uomo nero

Paura della morte:

esperienza di separazione estrema. Nel corso del suo sviluppo il bambino incamera l'idea della morte e il suo corteo di paure.

Fin verso i cinque anni NON ha idea dell'irreversibilità.


E quando sono i genitori a trasmettere le paure

E quando sono i genitori a trasmettere le paure ?

  • “......non toccare, è pericoloso!”

  • “...non avvicinarti al cane che ti morde!”

  • “....non ti arrampicare sulla sedia, puoi cadere!”


Quali conseguenze

Queste frasi pronunciate sistematicamente e ritenute in grado di prevenire grandi pericoli finiscono per GENERARE PAURE nel bambino, che le recepisce come reali minacce da cui non può premunirsi perchè DICENDOGLI QUELLE COSE NON GLIELE SI INSEGNA!

Quali conseguenze?


Chi ha paura dell uomo nero

E' importante che i genitori, prima di aiutare il bambino a superare le proprie paure si confrontino con le proprie

Cosa possono fare i genitori ?


Chi ha paura dell uomo nero

Una forma di iperprotettività sta nel cercare a tutti i costi di proteggere il bambino da emozioni ritenute troppo forti perchè possano essere superate.

Lo stesso vale per le eccessive semplificazioni! ( es. non è niente....)


Quindi come aiutare il bambino

In primo luogo è importante accogliere la fragilità.

Compito dei genitori è favorire la crescita e la maturazione di un figlio, NON spaventarlo e usare orchi, straghe e mostri o.....Babbo Natale per sottometterlo quando fa i capricci.

quindi...come aiutare il bambino?


Chi ha paura dell uomo nero

Gli esseri mostruosi di cui ha paura in realtà sono proiezioni all'esterno di ciò che teme possano fargli i suoi genitori ( abbandoni, vendette, disintegrazioni,disconoscimenti , annullamenti ecc.)

Depositare queste sensazioni su esseri immaginari è un modo per esternarle e poterle gestire da una posizione che ne garantisce un controllo maggiore!


Quali strategie

Quali strategie?

  • La rassicurazione è la migliore strategia......il genitore temuto coabiterà con il genitore confortante!

  • La comunicazione delle proprie paure senza vergogna e senza censura ai genitori, è il miglior modo per iniziare a dialogare con le stesse paure

  • La funzione di ascolto dei genitori risulta fondamentale per abituare un bambino a non nascondere sentimenti angoscianti.


Quali sono gli strumenti del bambino

Quali sono gli strumenti del bambino?

  • Il gioco ( bambole, pupazzi )

  • Disegno

  • Racconto


E per concludere

Le paure accompagnano la crescita dei nostri figli ed i genitori devono esser sempre pronti ad accoglierle.

I genitori NON possono estinguere le paure , ma trasformarle in qualcosa di tollerabile!

E per concludere...........


Chi ha paura dell uomo nero

LA PAURA NON SI ESAURISCE , MA LA CAPACITA' DI AFFRONTARLA, PENSARLA, RIELABORARLA FA DIMINUIRE NEL TEMPO LA SUA ESPLOSIVITA'!


Chi ha paura dell uomo nero

“...ogni bambino ha paura di esser solo perchè sa che, da solo, non è più capace di crescere e di diventare grande come i suoi genitori”.

Pensiero di Emma..........


  • Login