L italia nell alto medioevo
Download
1 / 22

L Italia nell Alto Medioevo - PowerPoint PPT Presentation


  • 224 Views
  • Updated On :

L’Italia nell’Alto Medioevo. Dalla caduta dell’Impero Romano all’Impero di Carlo Magno. a cura del prof. Marco Migliardi. Contents. 1. I regni romano - barbarici. 2. I Bizantini. 3. I Longobardi. 4. Conclusioni. Mappa.

Related searches for L Italia nell Alto Medioevo

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'L Italia nell Alto Medioevo' - mirari


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
L italia nell alto medioevo

L’Italia nell’Alto Medioevo

Dalla caduta dell’Impero Romano

all’Impero di Carlo Magno

a cura del prof. Marco Migliardi


Contents
Contents

1

I regni romano - barbarici

2

I Bizantini

3

I Longobardi

4

Conclusioni


Mappa
Mappa

Abbandonata dai romani fin dal 432, la Britannia venne invasa da popoli germanici (Angli, Sassoni, Iuti ) che costituirono 7 regni autonomi

La Francia era occupata dal regno dei Burgundi (attuale Borgogna) e dal regno dei Franchi che con Clodoveo (486) riunì le varie tribù e divenne una potenza militare

Cacciati dalla Spagna dai Visigoti occupano l’Africa nel 429 con Gianserico e si dedicano alla pirateria navale

Guidati da Eurico, occuparono Spagna e metà Francia che poi persero sconfitti dai Franchi


Da odoacre a teodorico
Da Odoacre a Teodorico

  • 476: Odoacre, re degli Eruli, depone Romolo Augusto e chiede inutilmente la carica a Bisanzio di imperatore d’occidente

  • 489: gli Ostrogoti guidati da Teodorico vengono autorizzati dall’imperatore d’oriente Zenone a scacciare Odoacre

  • 493: dopo 2 anni di assedio i 2 re fanno un patto: governeranno insieme i rispettivi popoli

  • Subito dopo Teodorico uccide a tradimento Odoacre


Il regno di teodorico

Coesistenza

Goti e Romani convissero pacificamente dividendosi le mansioni: militari per i Goti, civili per i Romani. Ogniuno manteneva le proprie leggi

Il Regno di Teodorico

L’Arte

Teodorico abbellì la capitale Ravenna e restaurò altre città italiche. Lunga pace che consentì una ripresa economica dopo secoli bui

Civiltà

Pace, ordine, supremazia del Diritto, Teodorico si affidò ai consigli di patrizi romani. Corretti i rapporti con la Chiesa, non ci furono scontri tra Ariani e cattolici


Ravenna sotto teodorico
Ravenna sotto Teodorico

Il bacio di Giuda, mosaico in S.Apollinare

S.Apolinnare Nuovo

Battistero degli Ariani

Mausoleo di Teodorico

Mosaico del Battistero


La fine di teodorico
La fine di Teodorico

526: muore

I Franchi

Giustino

Teodorico venne attaccato in Gallia dai Franchi, convertiti al cattolicesimo, e perse i territori della Provenza

Il nuovo imperatore d’Oriente, Giustino, avversario della religione ariana, ostacolò il piano di pacificazione tra ariani e cattolici di Teodorico

T.x difendere l’arianesimo si scagliò contro il papa e i cattolici. Alla sua morte era finita la collaborazione fra Romani e Ostrogoti in Italia


Giustiniano

Forse il + grande imperatore d’Oriente (527-565)

Renovatio Imperii

Restaurare l’impero romano-cristiano

Rafforzare l’amministrazione su tutto il territorio

Riconquistare le terre occupate dai regni romano-barbarici

Unificare le leggi e la religione in tutto l’impero. Corpus Iuris civilis

Giustiniano



La riconquista dell ocidente
La riconquista dell’Ocidente

  • Obiettivo di Giustiniano era riconquistare il Mediterraneo

  • Confidava nella debolezza dei regni romano barbarici

  • Aveva anche motivazioni religiose: combattere l’eresia dell’arianesimo

  • Prima fu necessaria la “pace eterna” con il re persiano Cosroe I (532)

  • Poi sconfisse la rivolta interna detta di Nika, e infine potè iniziare la conquista del Mediterraneo


Le guerre

1

2

3

Contro i Vandali. Divisi al loro interno e indeboliti, vennero sconfitti dal generale Belisario nel 534. La rapida vittoria indusse Giustiniano ad attaccare I Goti in Italia

Anche tra i Goti c’erano state lotte epr la successione di Teodorico, culminate con l’uccisione di sua moglie Amalasunta. Questo indusse Belisario a sbarcare in Italia e a conquistare il Sud (536)

540: viene presa anche Ravenna, ma il nuovo re gotoTotila, riconquistò l’Italia del sud. Fu Narsete a sconfiggerlo a Gualdo Tadino (552) dopo 10 anni di lotte

Le guerre

4

554: l’ultima campagna è contro i Visigoti nella Spagna del Sud. L’idea di conquistare tutta la Spagna fallisce per il pericolo persiano a est


La prammatica sanzione
La Prammatica Sanzione

  • Per sancire il ritorno dell'Italia sotto il dominio dell'impero d’Oriente venne sancita la Prammatica Sanzione

  • Con essa si estendevano le leggi di Bisanzio a tutta Italia

  • L’Italia veniva governata da un esarca, delegato dell’imperatore, che stava a Ravenna

  • Venne emanato "su richiesta di Vigilio" il papa, ma era solo una scusa, per sfruttarne l’autorità



Confronto
Confronto

A sinistra: L’Impero Romano d’Oriente (Bizantino) all’inizio del 500

A destra: L’impero dopo le conquiste di Giustiniano

554

500


La crisi dell impero

Persiani

Economia

Peste

La crisi dell’Impero

La pace eterna scricchiola, per tenere al sicuro I confiniorientali G. è costretto a spostare là I suoi uomini e a pagare tributi alle popolazioni orientali

Crisi agrariaa causa dell’incremento demografico mancano risorse agrarie per sfamare la popolazione. Povertà e mortalità in aumento

Terribili epidemie di peste causate anche da una popolazione indebolita e affamata. Mancheranno risorse per difendersi da Slavi, Arabi e Longobardi


Origini dei longobardi
Origini dei Longobardi

  • Nel I sec. Vengono segnalati alle foci dell’Elba

  • Poi scendono in Pannonia (IV sec)

  • Da lì entrano in Italia, guidati dal re Alboino, forse sospinti dagli Avari o alla ricerca di pascoli migliori

  • E’ il 569



Le guerre1
Le guerre

  • Come si vede dalla cartina i ducati longobardi erano divisi

  • Obiettivo di re Liutprando era unire tutta l’Italia

  • Sconfisse i bizantini, occupò Ravenna, tentò di prendere il Lazio, ma vi rinunciò


Nascita dello stato della chiesa

2 origini

La Donazione di Sutri (728)con la quale Liutprando dona al re la cittadina da poco occupata in segno di pace. Il suo successore Astolfo però riprende la guerra contro il papa che chiama i Franchi in sua difesa

La Donazione di Costantino (756)sconfitto Astolfo, il re franco Pipino il Breve consegna al papa Stefano II gli ex territori bizantini occupati dai Longobardi. Per sancire il tutto viene redatto il falso documento

Nascita dello Stato della Chiesa


La fine dei longobardi
La fine dei Longobardi

  • Patto con i Franchi

  • Ermengarda e Carlo

  • 771: Carlo diviene re, ripudia la moglie e attacca il re Desiderio

  • Vittoria alle Chiuse di San Michele (To) 774

  • Annessione dei territori longobardi

  • Da questo momento in poi le vicende italiche saranno legate alla Chiesa e al futuro Impero franco

Carlo Magno


Riassumendo
Riassumendo…

Teodorico (493)

Giustiniano (552)

Goti

Bizan-

tini

Odoacre (476)

I dominatori in Italia

Eruli

Alboino (569)

Longo-bardi

Franchi

Carlo Magno (774)


Www polovalboite it didattica htm

Grazie dell'attenzione

www.polovalboite.it/didattica.htm


ad