Fondi strutturali 2007-2013 per il
Download
1 / 36

Centro Regionale di Programmazione - PowerPoint PPT Presentation


  • 158 Views
  • Uploaded on

Fondi strutturali 2007-2013 per il sostegno dell’innovazione. Centro Regionale di Programmazione. 18 settembre 2008. La Programmazione 2007-2013. PSR 2007-2013. POR FESR 2007-2013. APQ (FAS). Documento Unico di Programmazione. POR FSE 2007-2013. - ENPI - PO Italia-Francia Marittimo.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about ' Centro Regionale di Programmazione' - milla


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

Fondi strutturali 2007-2013 per il

sostegno dell’innovazione.

Centro Regionale di Programmazione

18 settembre 2008


La Programmazione 2007-2013

PSR

2007-2013

POR FESR

2007-2013

APQ (FAS)

Documento Unico

di Programmazione

POR FSE

2007-2013

- ENPI

- PO Italia-Francia Marittimo

PROGRAMMA

PESCA 2007-2013


La Programmazione 2007-2013

I PROGRAMMI NELLA REGIONE SARDEGNA

Programmi Operativi Regionali (POR)

  • POR Sardegna FESR 2007–2013 (circa 1.700 MEuro)

  • POR Sardegna FSE 2007–2013 (circa 730 MEuro)

    Programma di Sviluppo Rurale Sardegna (PSR) FEASR 2007-2013 (circa 1.250 MEuro)

    Programmi Cooperazione Territoriale Europea FESR 2007-2013

  • PO Italia-Francia Marittimo (circa 121 MEuro per 4 regioni)

  • PO ENPI CBC Bacino Mediterraneo (circa 189 MEuro per 89 reg.)

    Programmazione delle risorse del Fondo per le Aree sottoutilizzate (FAS) 2007-2013 (circa 2.300 MEuro che verranno programmati dalla Regione, più i Programmi Nazionali per il Mezzogiorno)


La Programmazione 2007-2013

I DUE POR (FESR E FSE) RIENTRANO NELL’OBIETTIVO COMPETITIVITÀ REGIONALE E OCCUPAZIONE:

“Al di fuori delle regioni meno avanzate, rafforzare la competitività e il potere di attrazione delle regioni e l’occupazione anticipando i cambiamenti economici e sociali, inclusi quelli connessi all’apertura degli scambi, mediante l’incremento e il miglioramento della qualità degli investimenti nel capitale umano, l’innovazione e la promozione della società dei saperi, l’imprenditorialità, la tutela e il miglioramento dell’ambiente e il miglioramento dell’accessibilità, l’adattabilità dei lavoratori e delle imprese e lo sviluppo dei mercati del lavoro.”


La Programmazione 2007-2013

IL PO MARITTIMO E IL PO ENPI (FESR) RIENTRANO NELL’OBIETTIVO COOPERAZIONE TERRITORIALE EUROPEA:

“Rafforzare la cooperazione transfrontaliera mediante iniziative locali e regionali congiunte, la cooperazionetransnazionale mediante azioni volte allo sviluppo territoriale integrato connesse alle priorità comunitarie e la cooperazione interregionale e lo scambio di esperienze al livello territoriale adeguato.”


La Programmazione 2007-2013

IL PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE NON RIENTRA NEI FONDI STRUTTURALI, ANCHE SE L’ESIGENZA DI INTEGRAZIONE RIMANE ALTISSIMA.

IL PSR NON PREVEDE ATTIVITÀ DI RICERCA, MA DI AMMODERNAMENTO E INNOVAZIONE NELLE FILIERE.


La Programmazione 2007-2013

LA PROGRAMMAZIONE DELLE RISORSE DEL FONDO PER LE AREE SOTTOUTILIZZATE (FAS) AVVERRÀ ALL’INTERNO DELL’INTESA ISTITUZIONALE DI PROGRAMMA ATTRAVERSO ACCORDI DI PROGRAMMA QUADRO‏.

DEI 2.300 MEURO FAS A PROGRAMMAZIONE REGIONALE, PRESUMIBILMENTE IL 7,3% (168 MEURO) SARANNO DESTINATI ALLA “PROMOZIONE, VALORIZZAZIONE E DIFFUSIONE DELLA RICERCA E DELL’INNOVAZIONE PER LA COMPETITIVITÀ”.


La Programmazione 2007-2013

IL QUADRO GLOBALE DELLA PROGRAMMAZIONE 2007-2013 VERRÀ ELABORATO NEL DOCUMENTO UNICO DI PROGRAMMAZIONE (DUP)‏.


POR FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE (FESR) 2007-2013

Stato dell’arte

  • Il 26 ottobre 2007 si è concluso il negoziato sul POFESR Sardegna.

  • Il PO FESR è stato adottato dalla Commissione europea con Decisione C (2007) 5728 del 20.11.2007.

  • Con Deliberazione N. 25/14 del 29.4.2008 la G.R. ha definito competenze e strumenti operativi del PO.


POR FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE (FESR) 2007-2013

Strategia

L’obiettivo generale è accrescere la competitività del sistema produttivo e l’attrattività regionale attraverso la diffusione dell’innovazione, la valorizzazionedell’identità e delle vocazionidelterritorio, la tutela delle risorse naturali


POR FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE (FESR) 2007-2013

Le risorse, destinate a settori chiave, favoriranno:

  • Lagovernance,migliorando la qualità e l’accessibilità dei servizi della pubblica amministrazione, attraverso l’uso delle tecnologie più avanzate, la ricerca e l’innovazione delle imprese;

  • Lacompetitivitàdel sistema produttivo regionale, promuovendo la ricerca e l’innovazione tecnologica;

  • Lasostenibilitàambientale, incentivando l’utilizzo di energie da fonti rinnovabili e il risparmio energetico;

  • L’inclusionesociale, mediante interventi di miglioramento della qualità e dell’accessibilità dei servizi;

  • Un’offertaturisticasostenibilee di qualità, attraverso la valorizzazione dei beni naturali e culturali.


POR FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE (FESR) 2007-2013

Elenco delle Priorità di intervento

  • Societàdell’Informazione

  • Inclusione,servizi sociali, istruzione e legalità

  • Energia

  • Ambiente, attrattività naturale, culturale e turismo

  • Sviluppo urbano

  • Competitività

Priorità di

intervento


POR FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE (FESR) 2007-2013

Struttura delle Priorità di intervento

OBIETTIVO GLOBALE

OBIETTIVI SPECIFICI

OBIETTIVI OPERATIVI

LINEE DI ATTIVITÀ


POR FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE (FESR) 2007-2013

Priorità di intervento

6. Competitività

Promuovere la competitività del sistemaproduttivoregionalesostenendolaricerca, il trasferimento tecnologico e la collaborazione tra i centri di ricerca, le Università e le imprese e diffondere l’innovazione tra le imprese ed agire attraverso progetti territoriali di filiera o distretto.

Strategia

Deroghe

Nonsonoammessenuoveinfrastrutture


6. Competitività

Priorità di intervento

Segue…


6. Competitività

Priorità di intervento



POR FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE (FESR) 2007-2013

Risorse dell’Asse prioritario 6 Competitività

  • Risorse totali circa 459 MEuro.

  • Risorse Obiettivo Specifico “Promuovere e valorizzare la ricerca e l’innovazione secondo una logica di rete e attraverso la creazione di strumenti di interfaccia che favoriscano forme stabili di collaborazione tra il sistema della ricerca e quello delle imprese, finalizzate al trasferimento tecnologico e al sostegno dei processi di innovazione” presumibilmente circa 136 MEuro.


PROGRAMMA DI COOPERAZIONE TRANSFRONTALIERA ITALIA - FRANCIA “MARITTIMO” (FESR) 2007-2013

Stato dell’arte

Il 25 settembre 2007 si è concluso il negoziato sul PO“Marittimo”.

Il PO “Marittimo” è stato adottato dalla Commissione europea con Decisione C (2007) 5489 del 16.11.2007.

Riguarda quattro regioni italiane (Sardegna, Toscana e Liguria) e una regione francese (Corsica).


PROGRAMMA DI COOPERAZIONE TRANSFRONTALIERA ITALIA - FRANCIA “MARITTIMO” (FESR) 2007-2013

Strategia

L’obiettivo generale è ”migliorare e qualificare la cooperazione fra le aree transfrontaliere in termini di accessibilità, di innovazione, di valorizzazione delle risorse naturali e culturali e di integrazione delle risorse e dei servizi al fine di accrescere la competitività, a livello mediterraneo, sud europeo e globale e assicurare la coesione dei territori e favorire nel tempo occupazione e sviluppo sostenibile.”


PROGRAMMA DI COOPERAZIONE TRANSFRONTALIERA ITALIA - FRANCIA “MARITTIMO” (FESR) 2007-2013

I temi chiave che caratterizzano questo nuovo spazio di cooperazione allargato sono i seguenti:

  • Lo spazio transfrontaliero marittimo: che il mare sia considerato come opportunità di sviluppo e risorsa da valorizzare, piuttosto che come ostacolo alla continuità territoriale e allo sviluppo congiunto;

  • Le reti materiali e immateriali, essenziali per rendere più competitiva e attrattiva l’area di cooperazione nel contesto mediterraneo;

  • La competitività integrata nel contesto mediterraneo e globale, ovvero, la esigenza di investire sull’integrazione, la modernizzazione e innovazione del sistema produttivo;

  • Il patrimonio culturale e naturale: Il patrimonio comune dei territori della zona di cooperazione ha la particolarità di presentare una notevole ricchezza.


PROGRAMMA DI COOPERAZIONE TRANSFRONTALIERA ITALIA - FRANCIA “MARITTIMO” (FESR) 2007-2013

Elenco delle Priorità di intervento

  • Accessibilità e reti di comunicazione

  • Innovazione e competitività

  • Risorse Naturali e Culturali

  • Integrazione delle risorse e dei servizi

Priorità di

intervento


2. Innovazione e competitività

Priorità di intervento


PROGRAMMA DI COOPERAZIONE TRANSFRONTALIERA ITALIA - FRANCIA “MARITTIMO” (FESR) 2007-2013

Piano finanziario

2


PROGRAMMA DI COOPERAZIONE TRANSFRONTALIERA ITALIA - FRANCIA “MARITTIMO” (FESR) 2007-2013

Risorse dell’Asse prioritario 2 Innovazione e Competitività

  • Risorse totali circa 32 MEuro.

  • Le risorse dei singoli Obiettivo Specifici non sono ancora definite.

  • Non esiste una predeterminazione delle risorse che andranno ad ognuna delle quattro regioni.

  • I beneficiari e gli interventi andranno individuati attraverso bandi per manifestazioni di interesse.

  • È indispensabile che gli interventi includano almeno un partner della Corsica.


POR FONDO SOCIALE EUROPEO (FSE) 2007-2013

Stato dell’arte

Il PO FSE è stato adottato dalla Commissione europea con Decisione C (2007) 6081 del 30.11.2007.


POR FONDO SOCIALE EUROPEO (FSE) 2007-2013

Strategia

L’obiettivo generale è “aumentare e migliorare le competenze per aumentare e migliorare i posti di lavoro in un’economia che deve cogliere nuove opportunità di sviluppo.”


POR FONDO SOCIALE EUROPEO (FSE) 2007-2013

La strategia di intervento si concentra sulle seguenti macro-aree di intervento:

  • Azioni sulle competenze possedute dalla forza lavoro, integrate da interventi di anticipazione a sostegno della capacità di adattamento dei lavoratori e delle imprese, che considerino anche il miglioramento della qualità del lavoro;

  • Azioni sulle competenze delle persone, in accompagnamento all’implementazione di strumenti attivi in termini di occupabilità;

  • L’implementazione di strumenti attivi che favoriscano ricadute in termini di inclusività, complementari alle azioni volte a favorire la dinamicità del mercato del lavoro;

  • Azioni sul funzionamento dei sistemi per favorire lo sviluppo delle capacità e la dinamicità del mercato del lavoro, rivolgendo particolare attenzione all’integrazione dei sistemi dell’istruzione, della formazione e del lavoro.


POR FONDO SOCIALE EUROPEO (FSE) 2007-2013

Elenco degli Assi di intervento

  • Adattabilità

  • Occupabilità

  • Inclusione sociale

  • Capitale umano

  • Transnazionalità e interregionalità

Assi di

intervento


4. Capitale umano

Asse di intervento

Segue…


4. Capitale umano

Asse di intervento

Segue…


4. Capitale umano

Asse di intervento



POR FONDO SOCIALE EUROPEO (FSE) 2007-2013

Risorse dell’Asse di Intervento 4 Capitale umano

  • Risorse totali circa 306 MEuro.

  • Risorse Obiettivo Specifico “Creazione di reti tra università, centri tecnologici di ricerca, mondo produttivo e istituzionale con particolare attenzione alla promozione della ricerca e dell’innovazione” circa 63 MEuro.


Dove trovare il Programma Operativo e le informazioni utilihttp://www.regione.sardegna.it/argomenti/europa/programmazione_europea/2007-2013.html

2


ad