Motori ad alta efficienza ed azionamenti a velocità variabile nell’industria e nel terziario
Download
1 / 22

Antonio Capozza CESI RICERCA - PowerPoint PPT Presentation


  • 99 Views
  • Uploaded on

Motori ad alta efficienza ed azionamenti a velocità variabile nell’industria e nel terziario Analisi di casi reali. Antonio Capozza CESI RICERCA. 1 USO DI MOTORI ELETTRICI AD ALTA EFFICIENZA (MAE). Uso di MAE - Caso di studio. Industria siderurgica (acciaieria)

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about ' Antonio Capozza CESI RICERCA' - mieko


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

Motori ad alta efficienza ed azionamenti a velocità variabile nell’industria e nel terziarioAnalisi di casi reali

Antonio Capozza

CESI RICERCA


1 variabile nell’industria e nel terziario USO DI MOTORI ELETTRICI AD ALTA EFFICIENZA (MAE)


Uso di mae caso di studio
Uso di MAE - Caso di studio variabile nell’industria e nel terziario

Industria siderurgica (acciaieria)

  • Caratterizzazione sperimentale di 45 motori elettrici:

    • asincroni trifase BT

    • efficienza EFF3,

    • taglia da 1,5 a 90 kW

    • differenti numero di poli e fattore di carico

  • Grandezze valutate (valori stazionari o medi):

    • potenza attiva (kW)

    • tensione (V)

    • corrente (A)

    • fattore di potenza


Uso di MAE - Caso di studio variabile nell’industria e nel terziario

Industria siderurgica (acciaieria)

  • Ipotesi di sostituzione di tali motori a fine vita con EFF1; caratterizzazione del motore sostituente:

    • efficienza come da accordo CEMEP

    • identità del tempo annuo di utilizzo

    • stessa potenza meccanica Pm all’albero

    • potenza di targa immediatamente superiore a Pm

  • Confronto con un’alternativa alla sostituzione, basata sul riavvolgimento

  • Valutazione del risparmio energetico annuo e del P.B.P., basata sulle attuali tariffe elettriche e sugli attuali costi di riavvolgimento/acquisto


Uso di mae caso di studio osservazioni su pbp
Uso di MAE - Caso di studio - Osservazioni su PBP variabile nell’industria e nel terziario

Potenza elettrica totale considerata = 1.341 kW

Media annuale ore funzionamento = 4.173 ore

Ipotesi per il calcolo del PBT:

  • costo dell’intervento = sostituzione tutti i motori rispetto al riavvolgimento di tutti i motori

  • tariffa elettrica = 0,10 €/kWh


Uso di variabile nell’industria e nel terziarioMAE - Caso di studio - Osservazioni su PBP


2 variabile nell’industria e nel terziario USO DI AZIONAMENTI VARIABILI (VSD) IN IMPIANTI DI POMPAGGIO


Uso di vsd caso di studio
Uso di VSD - CASO DI STUDIO variabile nell’industria e nel terziario

Stazione di pompaggio di acquedotto


Uso di vsd caso di studio1
Uso di VSD - CASO DI STUDIO variabile nell’industria e nel terziario

Caratteristiche nominali del motore elettrico:

  • Frequenza = 50 Hz

  • Tensione = 500 V

  • Corrente = 355 A

  • Potenza attiva = 250 kW

  • Velocità = 1475 rpm

  • Fattore di potenza = 0.87


Uso di vsd caso di studio2
Uso di VSD - CASO DI STUDIO variabile nell’industria e nel terziario

Caratteristiche nominali della pompa:

  • Prevalenza = 50 m

  • Portata = 1269 m3/h

  • Velocità = 1490 rpm


Uso di vsd caso di studio3
Uso di VSD - CASO DI STUDIO variabile nell’industria e nel terziario

  • Test con valvola di regolazione (RV) e test con azionamento variabile (VSD)

  • sequenza di manovre manuali sulla valvola

  • fino al raggiungimento di un prefissato regime stazionario di portata (in % del nominale)

  • partendo dal valore di pieno carico (105%)


Uso di vsd caso di studio4
Uso di VSD - CASO DI STUDIO variabile nell’industria e nel terziario

Test con azionamento variabile (VSD)

  • sequenza di manovre manuali sul segnale in tensione dell’inverter

  • fino al raggiungimento di un prefissato regime stazionario di portata (in % del nominale)

  • partendo dal valore di pieno carico (105%)


Efficienza del VSD variabile nell’industria e nel terziario

Risparmio di potenza

attiva in funzione

del carico idraulico

Potenza - VSD

Potenza - RV

Risparmio di potenza

% di portata

Uso di VSD - CASO DI STUDIO - confronti


Fattore di potenza variabile nell’industria e nel terziario

VSD

RV

% di portata

Uso di VSD - CASO DI STUDIO - confronti


Decremento di potenza elettrica con VSD variabile nell’industria e nel terziario

Ore/anno

Risparmio

di potenza

Ore/anno

% di portata

Uso di VSD - CASO DI STUDIO - confronti


Domanda annua di energia elettrica variabile nell’industria e nel terziario

Uso di RV -

energia annua

Uso di VSD -

Risparmio annuo

Uso di VSD -

energia annua

% di portata

Uso di VSD - CASO DI STUDIO - confronti


Uso di vsd osservazioni
Uso di VSD - Osservazioni variabile nell’industria e nel terziario

Tempo di ritorno stimato = 0,7  0,9 anni

(P.B.P.)

N.B. Si ipotizzano dati per la tariffa elettrica (0,10 €/kWh) e dati di costo per i componenti sulla base di valori rilevati attualmente (~ 30 k€)


Uso di vsd osservazioni1
Uso di VSD - Osservazioni variabile nell’industria e nel terziario

Vantaggi dell’uso di VDS invece che RV

  • Sensibili risparmi energetici (dell’ordine del 25%)

  • Stress meccanici ridotti

  • Facile manutenzione (assenza di meccanismi in moto ) = maggiore durata

  • Marcata idoneità per il controllo remoto e centralizzato nell’approvvigionamento idrico a livello distrettuale

  • Fattore di potenza prossimo a 1 indipendentemente dal carico idraulico = costi evitati di rifasamento


Uso di vsd osservazioni2
Uso di VSD - Osservazioni variabile nell’industria e nel terziario

Svantaggi dell’uso di VDS invece che RV

  • Generazione di disturbi ad alta frequenza verso altre utenze

  • Eccessiva sensitività a disturbi esterni (per VSD ad alta potenza): ciò è causa di fuori uso del VSD, spesso e senza motivo

  • A questi svantaggi si pone rimedio adottando dispositivi ausiliari (filtri, ecc); il PBP per maggiore investimento cresce in modo insensibile (1 mese)


Riferimenti bibliografici
Riferimenti bibliografici variabile nell’industria e nel terziario

A. Capozza, V. Colombo, A.Furnari:

Linee guida per la valutazione di interventi di risparmio energetico: installazione di sistemi elettronici di regolazione di frequenza in motori elettrici operanti su sistemi di pompaggio

CESI - A3/003935

su http://www.ricercadisistema.it/


Riferimenti bibliografici1
Riferimenti bibliografici variabile nell’industria e nel terziario

A. Capozza, S. Frigeri:

Dimostrazione di tecnologie per il miglioramento dell'efficienza di motori elettrici

CESI - A3/014642

su http://www.ricercadisistema.it/


Grazie
GRAZIE variabile nell’industria e nel terziario

Antonio Capozza

CESI RICERCA

Economia dei Sistemi Elettrici

Via Rubattino, 54

20134 Milano

ph. +39 02 3992 5016

fax +39 02 3992 5597

e-mail [email protected]

web http://www.cesiricerca.it


ad