Programmazione per Obiettivi
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 15

Programmazione per Obiettivi PowerPoint PPT Presentation


  • 87 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

Programmazione per Obiettivi. Mario Malizia. Con gli schemi che seguono si intende dimostrare come la Programmazione per obiettivi si integri perfettamente con la Didattica Modulare e con il Mastery Learning , proprio come affermato nel corpo del testo che precede questa illustrazione.

Download Presentation

Programmazione per Obiettivi

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Programmazione per obiettivi

Programmazione per Obiettivi

Mario Malizia

Con gli schemi che seguono si intende dimostrare come la Programmazione per obiettivi si integri perfettamente con la Didattica Modulare e con il Mastery Learning, proprio come affermato nel corpo del testo che precede questa illustrazione.

Questi schemi vanno tenuti presenti durante la lettura del paragrafo intitolato ”I fondamenti della programmazione per obiettivi”


Premessa

Modulo o Unità di apprendimento

Obiettivo Formativo

PREMESSA

COMPETENZA


Premessa1

Modulo o Unità di apprendimento

CONOSCENZA

CONOSCENZA

Obiettivo Formativo

PREMESSA

COMPETENZA


Premessa2

Modulo o Unità di apprendimento

CONOSCENZA

Unità didattica

CONOSCENZA

Obiettivi Apprendimento

Unità didattica

Obiettivi di Apprendimento

Obiettivo Formativo

PREMESSA

COMPETENZA


Premessa3

Modulo o Unità di apprendimento

Obiettivi

Apprendimento

Obiettivi

Apprendimento

Obiettivo Formativo

PREMESSA

COMPETENZA


Programmazione per obiettivi

Programmazione per Obiettivi

  • Tale modello prefigura

  • la razionalizzazione dell’azione didattica in termini di

  • analisi delle situazioni iniziali

  • traguardi formativida raggiungere

  • percorsiche possono condurre a tali traguardi

  • verifichein itinere e finalecirca l’effettivo

  • raggiungimento di questi ultimi.


Programmazione per obiettivi

  • Il modello

  • si rifà ad una ipotesi gerarchica dell’apprendimento

  • (le tassonomie)

    cerca di organizzare l’insegnamento

  • sequenzalineare

  • processoregolare e circolare

    (dal più semplice al più complesso) attraverso la descrizione degli obiettivi che si intendono raggiungere


Programmazione per obiettivi

ogni obiettivo può essere scomposto

in sotto-obiettivi

Ciò che conta è che gli obiettivi siano specifici,razionali,valutabili emisurabili intersoggettivamente

per mezzo di

prove oggettive di verifica

Una possibile modalità di intervento funzionale è rappresentata dal Mastery Learning


Programmazione per obiettivi

APPRENDIMENTO PER LA PADRONANZA

MASTERY LEARNING

LA QUASI TOTALITA’ DEGLI ALUNNI PUO’ IMPARARE BENE LA MAGGIOR PARTE DI CIO’ CHE VIENE LORO INSEGNATO

SOLO

SE

E’ POSTA IN SITUAZIONI

SIGNIFICATIVE E STIMOLANTI


Programmazione per obiettivi

MASTERY LEARNING

IL PUNTO DI PARTENZA E’

COMUNE A TUTTI GLI ALUNNI

MODELLO DIBLOCK E ANDERSON

CONSISTE

LEZIONE

PRESENTAZIONE DI

MATERIALE DI APPRENDIMENTO

INDIVIDUALIZZAZIONE

ADATTAMENTO DELLE

CONDIZIONI CHE PERMETTONO DI FISSARE LE

COGNIZIONI DA APPRENDERE

CONSISTE


Programmazione per obiettivi

MASTERY LEARNING

Suddivisione della mappa in

Unità Didattiche

fasi metodologiche

Previsione dei tempi necessari per ottenere una diffusa padronanza delle abilità previste in tali unità

Determinazione degli obiettivi cognitivi che si intendono perseguire, attraverso l’uso di una scala tassonomica

Predisposizione accurata dei materiali didattici

Preparazione degli strumenti per

la valutazione formativa

Predisposizione di itinerari e di situazioni di apprendimento alternativi


Programmazione per obiettivi

La programmazione per obiettivi

è caratterizzata da

continua revisionabilità

La «pedagogia per obiettivi»

(R. Tyler)

pone specifica attenzione alla

programmazione dei curricoli ed alla

definizione delle prestazioni attese

(si prefigura un risultato finale, lo si tassonomizza, lo si operazionalizza, si deducono le strategie, si stabiliscono i criteri di valutazione: prove strutturate, semistrutturate, altra tipologia di prove.


Programmazione per obiettivi

Procedure

  • raccogliere, armonizzare e comporre

  • in una complessa e articolata sintesi operativa una nutrita serie di elementi di carattere:

  • teorico(indicazioni provenienti da: antropologia,

  • psicologia, sociologia, epistemologia);

  • procedurale e didattico(tassonomie, classificazioni,

  • disposizioni sequenziali)

  • professionale(comunicazione, interventi, conduzione e

  • valutazione di esperienze formative)


Programmazione per obiettivi

ELABORAZIONE DEL CURRICOLO

Metodi e materiali

obiettivi

accertamento

Effetto retroattivo (feed – back)

Per elaborazione di un curricolo si intende la programmazione di occasioni di apprendimento volte a produrre certi cambiamenti negli alunni e l’accertamento delle competenze maturate


Programmazione per obiettivi

Le conclusioni

  • l’intervento programmato viene articolato nelle seguenti fasi:

  • analisi della situazione di partenza (conoscenza

    del contesto esterno, di quello interno e dei livelli

    di soglia degli allievi);

  • formulazione degli obiettivi intermedi e finali sulla

    base di una tassonomia prescelta;

  • selezione dei contenuti, dei mezzi e dei metodi o

    delle strategie;

  • verifica dei risultati in itinere e finali;

  • osservazione sistematica del processo non solo al

    fine di trarre informazioni utili alle eventuali

    correzioni in itinere (valutazione formativa) ma

    anche a verificare costantemente l’azione didattica

    messa in atto (ancora valutazione formativa non

    degli apprendimenti che stanno conseguendo gli

    alunni ma, questa volta, della strategia didattica).


  • Login