Screening I elementare anno scol. 2009 -2010

DownloadScreening I elementare anno scol. 2009 -2010

Advertisement
Download Presentation
Comments
marvela
From:
|  
(121) |   (0) |   (0)
Views: 30 | Added: 09-03-2012
Rate Presentation: 0 0
Description:
2. . . . . . Il progetto:
Screening I elementare anno scol. 2009 -2010

An Image/Link below is provided (as is) to

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use only and may not be sold or licensed nor shared on other sites. SlideServe reserves the right to change this policy at anytime. While downloading, If for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.











- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -




1. 1 Sassuolo 2009

2. 2 Sassuolo 2009

3. 3 Sassuolo 2009

4. 4 Sassuolo 2009

5. 5 Sassuolo 2009

6. 6 Sassuolo 2009

7. 7 Sassuolo 2009

8. 8 Sassuolo 2009

9. 9 Sassuolo 2009

10. 10 Sassuolo 2009

11. 11 Sassuolo 2009

12. 12 Sassuolo 2009

13. 13 Sassuolo 2009

14. 14 Sassuolo 2009

15. 15 Sassuolo 2009

16. 16 Sassuolo 2009

17. 17 Sassuolo 2009

18. 18 Sassuolo 2009

19. 19 Sassuolo 2009 Nella fase alfabetica la scrittura in genere previene la lettura il pattern in genere si modifica. Il passaggio alla fase ortografica ? testimoniato da: Diminuisce il numero di fissazioni oculari rispetto al numero di parole Aumenta in proporzione il numero di parole coperte con un?unica fissazione Diminuisce il tempo tra le fissazioni Diminuisce il numero delle regressioni. Nella fase alfabetica la scrittura in genere previene la lettura il pattern in genere si modifica. Il passaggio alla fase ortografica ? testimoniato da: Diminuisce il numero di fissazioni oculari rispetto al numero di parole Aumenta in proporzione il numero di parole coperte con un?unica fissazione Diminuisce il tempo tra le fissazioni Diminuisce il numero delle regressioni.

20. 20 Sassuolo 2009

21. 21 Sassuolo 2009

22. 22 Sassuolo 2009

23. 23 Sassuolo 2009

24. 24 Sassuolo 2009

25. 25 Sassuolo 2009

26. 26 Sassuolo 2009

27. 27 Sassuolo 2009

28. 28 Sassuolo 2009

29. 29 Sassuolo 2009

30. 30 Sassuolo 2009

31. 31 Sassuolo 2009

32. 32 Sassuolo 2009

33. 33 Sassuolo 2009

34. 34 Sassuolo 2009

35. 35 Sassuolo 2009

36. 36 Sassuolo 2009

37. 37 Sassuolo 2009

38. 38 Sassuolo 2009

39. 39 Sassuolo 2009

40. 40 Sassuolo 2009

41. 41 Sassuolo 2009

42. 42 Sassuolo 2009

43. 43 Sassuolo 2009

44. 44 Sassuolo 2009

45. 45 Sassuolo 2009

46. 46 Sassuolo 2009

47. 47 Sassuolo 2009

48. 48 Sassuolo 2009

49. 49 Sassuolo 2009

50. 50 Sassuolo 2009

51. 51 Sassuolo 2009

52. 52 Sassuolo 2009

53. 53 Sassuolo 2009

54. 54 Sassuolo 2009

55. 55 Sassuolo 2009

56. 56 Sassuolo 2009

57. 57 Sassuolo 2009

58. 58 Sassuolo 2009

59. 59 Sassuolo 2009

60. 60 Sassuolo 2009

61. 61 Sassuolo 2009

62. 62 Sassuolo 2009

63. 63 Sassuolo 2009

64. 64 Sassuolo 2009

65. 65 Sassuolo 2009

66. 66 Sassuolo 2009

67. 67 Sassuolo 2009

68. 68 Sassuolo 2009

69. 69 Sassuolo 2009

70. 70 Sassuolo 2009

71. 71 Sassuolo 2009

72. 72 Sassuolo 2009

73. 73 Sassuolo 2009

74. 74 Sassuolo 2009

75. 75 Sassuolo 2009

76. 76 Sassuolo 2009

77. 77 Sassuolo 2009 Non solo ad un certo punto il bambino non solo si deve rappresentare una struttura fonologica che diventa via via pi? complessa, parole pi? lunghe e con gruppi, ma deve rappresentarsi delle corrispondenze tra fonemi e grafemi che non sono pi? biunivoche. Infatti nella parola lupo ad ogni fonema corrisponde un grafema, cos? non avviene nella parola chiesa dove il fonema K viene reso con l?artificio dell?uso dell?h. o nella parola ciglia dove addirittura un singolo suono (gl) viene reso con tre grafemi. Si parla in questo senso di trasparenza di una lingua e l?italiano sappiamo ? trasparente ma non troppo. Abbiamo i digrammi e i trigrammi, alcuni suoni vedi K rappresentati in modi diversi es. c q o suoni diversi rappresentati nello stesso modo es. S z ts dz. Non solo ad un certo punto il bambino non solo si deve rappresentare una struttura fonologica che diventa via via pi? complessa, parole pi? lunghe e con gruppi, ma deve rappresentarsi delle corrispondenze tra fonemi e grafemi che non sono pi? biunivoche. Infatti nella parola lupo ad ogni fonema corrisponde un grafema, cos? non avviene nella parola chiesa dove il fonema K viene reso con l?artificio dell?uso dell?h. o nella parola ciglia dove addirittura un singolo suono (gl) viene reso con tre grafemi. Si parla in questo senso di trasparenza di una lingua e l?italiano sappiamo ? trasparente ma non troppo. Abbiamo i digrammi e i trigrammi, alcuni suoni vedi K rappresentati in modi diversi es. c q o suoni diversi rappresentati nello stesso modo es. S z ts dz.

78. 78 Sassuolo 2009

79. 79 Sassuolo 2009 Questo invece ? il modello teorico studiato da Uta Frith dell?apprendimento della lingua scritta nei bambini. Anche questo c?? molto utile per aiutarci nella pratica con i bambini. Fase logografica vuol dire scrivere o leggere parole come un disegno . Esempi. Fase alfabetica ? la fase di un bambino che inizia ad apprendere le corrispondenze fonemi grafemi biunivoche. Fase ortografica ? la fase in cui il bambino legge o scrive parole assemblando tra loro parti di essa sillabe, di/trigrammi morfemi ecc. parti di parola.. ? questa la fase in cui i bambini iniziano a scrivere i di/trigrammi. Fase lessicale . Le parole sono ora lette o scritte senza segmentazioni parziali. Questo invece ? il modello teorico studiato da Uta Frith dell?apprendimento della lingua scritta nei bambini. Anche questo c?? molto utile per aiutarci nella pratica con i bambini. Fase logografica vuol dire scrivere o leggere parole come un disegno . Esempi. Fase alfabetica ? la fase di un bambino che inizia ad apprendere le corrispondenze fonemi grafemi biunivoche. Fase ortografica ? la fase in cui il bambino legge o scrive parole assemblando tra loro parti di essa sillabe, di/trigrammi morfemi ecc. parti di parola.. ? questa la fase in cui i bambini iniziano a scrivere i di/trigrammi. Fase lessicale . Le parole sono ora lette o scritte senza segmentazioni parziali.

80. 80 Sassuolo 2009

81. 81 Sassuolo 2009

82. 82 Sassuolo 2009

83. 83 Sassuolo 2009

84. 84 Sassuolo 2009

85. 85 Sassuolo 2009

86. 86 Sassuolo 2009

87. 87 Sassuolo 2009

88. 88 Sassuolo 2009

89. 89 Sassuolo 2009

90. 90 Sassuolo 2009

91. 91 Sassuolo 2009

92. 92 Sassuolo 2009

93. 93 Sassuolo 2009

94. 94 Sassuolo 2009

95. 95 Sassuolo 2009

96. 96 Sassuolo 2009

97. 97 Sassuolo 2009

98. 98 Sassuolo 2009

99. 99 Sassuolo 2009

100. 100 Sassuolo 2009 In questo caso non si tratta di errori fonologici ma fonetici in quanto le differenze tra suoni raddoppiati e non ? la differenza di tenuta della consonante o della vocale che precede la doppia. Anche in questo caso possono esistere difficolt? a vari livelli che abbiamo riassunto in quattro fasi Una fase in cui si fa capire al bambino che la differenza di pronuncia determina un cambio nel significato Una fase in cui si lavora sull?ascolto la categorizzazione e l?identificazione delle doppie partendo da parole bisillabiche e via via complicando le proposte Una fase in cui si inserisce la rappresentazione grafica con esercizi di scrittura e di decisione ortografica ecc. Una fase di automatizzazione del processo .In questo caso non si tratta di errori fonologici ma fonetici in quanto le differenze tra suoni raddoppiati e non ? la differenza di tenuta della consonante o della vocale che precede la doppia. Anche in questo caso possono esistere difficolt? a vari livelli che abbiamo riassunto in quattro fasi Una fase in cui si fa capire al bambino che la differenza di pronuncia determina un cambio nel significato Una fase in cui si lavora sull?ascolto la categorizzazione e l?identificazione delle doppie partendo da parole bisillabiche e via via complicando le proposte Una fase in cui si inserisce la rappresentazione grafica con esercizi di scrittura e di decisione ortografica ecc. Una fase di automatizzazione del processo .

101. 101 Sassuolo 2009

102. 102 Sassuolo 2009

103. 103 Sassuolo 2009

104. 104 Sassuolo 2009

105. 105 Sassuolo 2009 In questo stadio l?aspetto grafico non ? ancora evidenziato. Si lavora sull?identificazione della presenza/assenza della doppia. Lo stadio pi? facile ? sempre l?identificazione del bambino con pronuncia da parte dell?insegnante poi ? il bambino che deve pronunciare e classificare.In questo stadio l?aspetto grafico non ? ancora evidenziato. Si lavora sull?identificazione della presenza/assenza della doppia. Lo stadio pi? facile ? sempre l?identificazione del bambino con pronuncia da parte dell?insegnante poi ? il bambino che deve pronunciare e classificare.

106. 106 Sassuolo 2009

107. 107 Sassuolo 2009 In questo stadio si lavora sulla rappresentazione ortografica. La prima proposta presuppone l?uso di lettere mobili e la consegna dopo decisione della doppia in modo da facilitare la memorizzazione della rappresentazione grafica (es. di Matteo). La seconda proposta parla di decisione ortografica dalla pi? facile alla pi? difficile.Importante sempre associare la lettura e la pronuncia corretta. In questo stadio si lavora sulla rappresentazione ortografica. La prima proposta presuppone l?uso di lettere mobili e la consegna dopo decisione della doppia in modo da facilitare la memorizzazione della rappresentazione grafica (es. di Matteo). La seconda proposta parla di decisione ortografica dalla pi? facile alla pi? difficile.Importante sempre associare la lettura e la pronuncia corretta.

108. 108 Sassuolo 2009

109. 109 Sassuolo 2009

110. 110 Sassuolo 2009

111. 111 Sassuolo 2009

112. 112 Sassuolo 2009

113. 113 Sassuolo 2009

114. 114 Sassuolo 2009

115. 115 Sassuolo 2009

116. 116 Sassuolo 2009

117. 117 Sassuolo 2009

118. 118 Sassuolo 2009

119. 119 Sassuolo 2009

120. 120 Sassuolo 2009

121. 121 Sassuolo 2009

122. 122 Sassuolo 2009

123. 123 Sassuolo 2009

124. 124 Sassuolo 2009

125. 125 Sassuolo 2009

126. 126 Sassuolo 2009

127. 127 Sassuolo 2009


Other Related Presentations

Copyright © 2014 SlideServe. All rights reserved | Powered By DigitalOfficePro