Istituto comprensivo statale laura lanza baronessa di carini anno scolastico 2005 2006 fame da lupo
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 42

PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE REALIZZATO DAGLI ALUNNI DELLA CLASSE IIC PowerPoint PPT Presentation


  • 121 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE “LAURA LANZA - BARONESSA DI CARINI” ANNO SCOLASTICO 2005/2006 FAME DA LUPO. PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE REALIZZATO DAGLI ALUNNI DELLA CLASSE IIC Coordinatrici ins. Puccio Lidia e Surdi Concetta. Indice. Introduzione Chi siamo I principi nutritivi

Download Presentation

PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE REALIZZATO DAGLI ALUNNI DELLA CLASSE IIC

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Istituto comprensivo statale laura lanza baronessa di carini anno scolastico 2005 2006 fame da lupo

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE “LAURA LANZA - BARONESSA DI CARINI”ANNO SCOLASTICO 2005/2006FAME DA LUPO

PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

REALIZZATO DAGLI ALUNNI DELLA CLASSE IIC

Coordinatrici ins. Puccio Lidia e Surdi Concetta


Indice

Indice

  • Introduzione

  • Chi siamo

  • I principi nutritivi

  • I sette gruppi alimentari

  • Il fabbisogno energetico

  • Una dieta equilibrata

  • I disturbi dell’alimentazione

  • E adesso…… buon appetito con le ricette delle nostre nonne!

  • Per concludere…


Progetto di educazione alimentare realizzato dagli alunni della classe iic

Introduzione

Compito primario d’importanti organismi internazionali è la difesa della salute. In questo ambito un posto di rilievo spetta all’a educazione alimentare. La promozione di stili di vita sani, lo sviluppo di un orientamento critico, responsabile e consapevole nei riguardi dei comportamenti alimentari, la promozione di informazioni adeguate alla diffusione di un ampia conoscenza sulla corretta alimentazione, il favorire la conoscenza degli usi e delle tradizioni gastronomiche del territorio carinese e della regione Sicila sono stati i principi ispiratori del seguente progetto, che ha visto la partecipazione attiva di tutti gli alunni della classe II C, i quali hanno migliorato anche le loro capacita informatiche contribuendo alla realizzazione del lavoro, ognuno secondo le proprie capacità e competenze. Una lode particolare va all’alunno Trubia Giuseppe, che grazie alle sue eccezionali competenze informatiche, ha coordinato il lavoro dei compagni.

LE INSEGNANTI

LIDIA PUCCIO E CONCETTA SURDI


Chi siamo

Chi siamo

  • I ragazzi della II C


Progetto di educazione alimentare realizzato dagli alunni della classe iic

I principi nutritivi Il corpo umano ha un bisogno continuo di energia che ricava dagli alimenti. Le sostanze che si trovano negli alimenti e che costituiscono il nostro organismo sono i principi nutritivi.

  • Le proteine

  • I carboidrati

  • I grassi

  • I sali minerali

  • Le vitamine

  • L’acqua


Progetto di educazione alimentare realizzato dagli alunni della classe iic

Le proteine

  • Le Proteine sono costituite da quattro elementi: carbonio, idrogeno, ossigeno ed azoto. Sono i costituenti fondamentali degli organismi viventi.

  • Hanno una funzione plastica o costruttrice: forniscono all’organismo il materiale da costruzione per l’accrescimento dei tessuti e per la riparazione delle parti danneggiate.

  • Le proteine si trovano soprattutto nei cibi come carne, uova, latte e legumi. Le proteine di origine animale vengono considerate di qualità migliore rispetto a quelle di origine vegetale, perché contengono gli aminoacidi che servono al corpo per costruire le proprie proteine.


I carboidrati

I carboidrati

  • I carboidrati o glucidi si dividono in zuccheri e amidi.

  • Hanno funzione energetica: cioè forniscono al corpo l’energia necessaria attraverso le reazioni di ossidazione che avvengono nelle cellule. Essi hanno la caratteristica di essere utilizzati rapidamente dall’organismo.

  • Gli zuccheri sono solubili in acqua e si trovano nella frutta e nelle verdure; gli amidi non sono solubili e li possiamo trovare nei cereali, nelle verdure, nei tuberi ecc.


I grassi

I GRASSI

  • I grassi o lipidi sono costituenti fondamentali dell’organismo.

  • Hanno funzione energetica di riserva quando gli zuccheri scarseggiano. Il loro utilizzo è più lento, ma forniscono più del doppio dell’energia prodotta dagli zuccheri: ogni grammo di grasso fornisce 9,3 chilo calorie.

  • Sono alimenti grassi il burro, il lardo, gli oli, le margarine.


Progetto di educazione alimentare realizzato dagli alunni della classe iic

I sali minerali

  • Sono presenti un po’ in tutti i cibi in quantità piccole e regolano le diverse funzioni del nostro organismo. Il calcio e il fosforo fanno crescere robuste le ossa e sani i denti; il ferro è un elemento importante per il sangue; il sodio è fondamentale per l’attività dei muscoli e dei nervi. I sali minerali proteggono dalle malattie.


Le vitamine

LE VITAMINE

  • Le vitamine svolgono la funzione regolatrice, infatti guidano lo sviluppo dell’organismo, lo proteggono dalle malattie e favoriscono l’utilizzazione degli altri principi nutritivi.

  • Si distinguono due grandi gruppi: vitamine liposolubili e vitamine idrosolubili.

  • Le prime, vitamine A, D, E e K possono essere accumulate nell’organismo, le altre vitamine B1, B2, B6, B12, PP, acido folico, ecc. devono necessariamente essere introdotte quotidianamente.

  • Sono presenti oltre che nella frutta e nella verdura anche negli alimenti di origine animale,quali carne, pesce, uova, latte, formaggi, ecc…


L acqua

L’ACQUA

L’acqua è il costituente essenziale dei viventi, scioglie molte sostanze utili, le trasporta a ogni cellula dell’organismo ed elimina le sostanze di rifiuto. Poiché l’acqua è anche la componente essenziale del sudore, la sua continua evaporazione contribuisce a mantenere costante la temperatura corporea. Ogni giorno il corpo umano perde circa 2,5 litri di acqua, attraverso l’urina, la sudorazione, le feci, la respirazione; perciò è importante reintegrare sempre queste perdite.

L’acqua entra nell’ organismo con le bevande e con tutti gli alimenti freschi, se si sospende la sua introduzione nel giro di pochi giorni sopraggiunge la morte poiché le cellule si impoveriscono di acqua, si disidratano e non possono più svolgere le funzioni vitali.


I sette gruppi di alimenti

I SETTE GRUPPI DI ALIMENTI


Progetto di educazione alimentare realizzato dagli alunni della classe iic

Il fabbisogno calorico

  • L’uomo consuma giornalmente una certa quantità di energia, misurata in calorie.

  • La razione giornaliera di calorie che devono essere assunte attraverso i cibi dipende dall’età, dal sesso, dal lavoro e dall’attività fisica, dalla costituzione corporea, dallo stato di salute, dal clima e dalla stagione.

  • Questo fabbisogno calorico, come l‘energia, viene misurato in calorie (cal) o chilocalorie (1 kcal = 1000 cal).


Fabbisogno calorico medio riferito alla popolazione italiana

FABBISOGNO CALORICO MEDIO RIFERITO ALLA POPOLAZIONE ITALIANA


Una dieta equilibrata

UNA DIETA EQUILIBRATA

Una dieta sana ed equilibrata deve essere varia, ma appetitosa e facilmente digeribile. Normalmente i pasti devono essere tre o quattro: colazione, pranzo, merenda e cena. Una buona colazione al mattino è il miglior inizio di una giornata proficua; il pranzo non deve essere consumato in fretta; la merenda deve essere nutriente ma non troppo ricca di grassi ed infine la cena deve essere leggera, perché l’organismo ha bisogno di riposo.


Progetto di educazione alimentare realizzato dagli alunni della classe iic

Distribuzione del fabbisogno

alimentare giornaliero


I disturbi alimentari

I DISTURBI ALIMENTARI

  • ANORESSIA

  • BULIMIA

  • OBESITA’


L anoressia

L’anoressia

  • L’anoressia mentale è un grave disturbo psicopatologico incentrato sul rifiuto più o meno esteso di alimentarsi, che porta in breve tempo a una cospicua perdita di peso. L’anoressia insorge comunemente in giovani donne nel periodo dell’adolescenza.

  • Il sintomo principale è il dimagrimento ricercato con ostinazione. Spesso al digiuno si alternano crisi di alimentazione eccessiva (bulimia), che vengono vissute dalla paziente con grande angoscia e senso di colpa e non di rado, seguite dal vomito provocato. Le possibilità di guarigione sono affidate a lunghi processi psicoterapeutici iniziati tempestivamente.


La bulimia

La Bulimia

  • La bulimia o fame insaziabile è un disordine alimentare frequente di solito tra donne giovani, associato alla preoccupazione del cibo e del controllo del peso.

  • Il bulimico attraversa, periodicamente, periodi di fame insaziabile durante i quali mangia qualsiasi cosa, e in un giorno può mangiare dieci volte di più la quantità di cibo che mangia normalmente, ricorrendo successivamente ad auto-stimolazione del vomito, uso di pillole dimagranti, abuso di lassativi e di diuretici, allo scopo di non aumentare di peso.

  • La persona che soffre di bulimia ha bisogno di una psicoterapia, che può aiutarla a porre fine a questi disturbi del comportamento alimentare


Obesit

Obesità

  • L’obeso è un individuo in sovrappeso, con un’eccessiva quantità di grasso corporeo, a causa di un’alimentazione sovrabbondante.

  • Le cause dell’obesità sono complesse. Alcuni soggetti obesi fanno pochissimo esercizio fisico e quindi non consumano l’energia immagazzinata, altri non disperdono sufficienti quantità di energia sotto forma di perdita di calore attraverso la pelle.

  • L’obesità si può curare con una dieta ipocalorica e con l’esercizio fisico. Le diete troppo drastiche, però, sono poco efficaci e dannose alla salute, è quindi consigliabile rivolgersi all’aiuto del medico.


Le ricette delle nostre nonne

Le ricette delle nostre nonne

  • Antipasti

  • Primi

  • Secondi

  • Dolci


Brocculi affucati

BROCCULI AFFUCATI

OCCORONO: 1kg di broccoli, 1 bicchiere di vino rosso, sale, pepe, 4 spicchi di aglio, olio extra vergine di oliva.

In un tegame fate soffriggere l’aglio, aggiungete i broccoli, il vino, il sale e mescolate. Cuocere a fuoco lento.


Cacocciuli fritti

CACOCCIULI FRITTI

  • OCCORONO: 6 CUORI DI CARCIOFI, 1 ALBUME, FARINA, LATTE, 2 CUCCHIAI DI OLIO E.V. DI OLIVA, OLIO DI SEMI, SALE.

  • TAGLIATE I CUORI A SPICCHI E METTETELI IN ACQUA CON LIMONE, INTANTO PREPARATE LA PASTELLA CON LA FARINA, IL LATTE, 2 CUCCHIAI DI OLIO E SALE. LASCIATE RIPOSARE PER 10 MINUTI E UNITE L’ALBUME MONTATO A NEVE SODA. DOPO AVER SCOLATO E ASCIUGATO I CARCIOFI, PASSATELI NELLA PASTELLA E GETTATELI IN ABBONDANTE OLIO BOLLENTE, ASPETTATE FINCHE’ NON SIANO DORATI.


Crispeddi i finocchiu

CRISPEDDI ‘I FINOCCHIU

  • OCCORRONO:

    4 FINOCCHI, 3 UOVA, FARINA, SALE, OLIO D’OLIVA

  • LAVATE, TAGLIATE E LESSATE I FINOCCHI. PASSATELI NELLA FARINA E POI NELL’UOVO SBATTUTO E FRIGGETELI IN ABBONDANTE OLIO D’OLIVA CALDO.


Pipirunata

PIPIRUNATA

  • OCCORRONO: 6 PEPERONI, 1 CIPOLLA, 8 POMODORI MATURI, SALE, PEPE, BASILICO, OLIO EXTRA VERGINE D’OLIVA.

  • METTETE IN UN TEGAME L’OLIO, LA CIPOLLA AFFETTATA, I PEPERONI TAGLIATI A LISTARELLE E FATE SOFFRIGGERE.

    UNITE I POMODORI SPEZZETTATI, SALATE, PEPATE E FATE CUOCERE A FUOCO LENTO PER CIRCA 30 MINUTI.

    A COTTURA QUASI ULTIMATA, UNITE LE FOGLIE DI BASILICO E FATE INSAPORIRE.


Pomodori secchi

POMODORI SECCHI

  • Tagliate i pomodori a metà in orizzontale e lasciateli seccare al sole per diversi giorni ricoperti di sale. Conservateli sott’olio insieme al peperoncino a pezzi, l’aglio tritato ed origano. Si possono anche riempire con la mollica condita di pepe, sale, aglio, prezzemolo tritati e formaggio grattugiato e successivamente friggerli nell’olio caldo.


La farinata

La Farinata

  • La farinata è un’antica ricetta ”povera” originaria delle Madonie. Gli ingredienti sono acqua, farina, foglie di cavolo e salsa di pomodoro.

  • Si fa bollire l’acqua con le foglie di cavolo tenero, quando è tutto cotto si spegne la pentola e si aspetta che tutto raffreddi, dopo di che si prende la farina di grano integrale e si versa lentamente a pioggia sul tegame, facendo attenzione a non formare grumi. Quando la farinata si presenta cremosa e densa, si mette un po’ di salsa di pomodoro. Buon appetito!


Maccu verde

Maccu verde

  • Ingredienti :

    2 kg di fave grosse

    1 mazzetto di finocchietto selvatico

    1 cipolla

    300 g di taglierine

    Olio, sale, pepe

  • Preparazione:

    Soffriggete in tegame la cipolla grattugiata con olio, appena dorata aggiungete le fave sgusciate e il finocchietto tagliuzzato. Allungate con acqua e lasciate cuocere a fuoco basso. A fine cottura versate in tegame la pasta sminuzzata e condite con olio, sale, pepe.


Pasta chi saiddi pasta con le sarde

Vugghiri i finuocchi, tagghiari i cipuddi, e l’agghia e falli ngranciari nà pignata ca passulina e pinuola.

Puliziari i saiddi e falli ngranciari na l’uogghiu e miettili chi finucchieddi ri muntagnia.

Cuociri i maccarruna o spaghietti e miettili cu la sassa ri saiddi

Lessare i finocchi di montagna, tagliare le cipolle e l’aglio e farli soffriggere nella pentola con l’uva passa ed i pinoli.

Pulire le sarde e farle soffriggere nell’olio caldo insieme con i finocchietti di montagna.

Cuocere i maccheroni o gli spaghetti e condirli con la salsa delle sarde.

Pasta chi saiddiPasta con le sarde


Pani cuotto pane cotto

Si ngrancia l’agghia, poi si mietti un pumaruoru a pizzuddicchia e si fa cuociri. Poi si ci mietti l’acqua, e si fa vugghiri. Puoi si pigghia u pani ruru tagghiatu a pizzuddicchia si mietti nò bruoru cu pumaruoro e si fannu cuociri. A fini si ci mietti u furmaggiu grattatu ri supra, e re pruontu pì manciari.

Si soffrigge l’aglio e si mette il pomodoro a cubetti e si fa cuocere. Contemporaneamente si fa bollire l’acqua. Poi si prende il pane raffermo tagliato anch’esso a cubetti, e si getta nel brodo insieme al pomodoro facendoli cuocere insieme. Alla fine si condisce con un po’ di formaggio grattugiato ed è pronto per essere servito a tavola.

PANI CUOTTO PANE COTTO


Progetto di educazione alimentare realizzato dagli alunni della classe iic

OCCORRONO: 400GR. DI SPAGHETTI500 GR. DI PESCE PER BRODO2 SPICCHI D’AGLIO, 1 CUCCHIAIO RASO DI FARINA,PREZZEMOLO, SALE, PEPE, OLIO E.V. DI OLIVA

SPAGHETTI D'U NONNU

  • In una casseruola fate rosolare l’aglio, aggiungete la farina e acqua quanto basta, prezzemolo sale pepe e il pesce .

  • Lasciate cuocere lentamente ,condite con questo sughetto gli spaghetti

  • Cotti al dente.


Zuppa di cotenna e fave

Zuppa di cotenna e fave

  • Ingredienti:

    500 g di fave secche

    300 g di cotenna

    Sale e pepe

  • Preparazione :

    Tagliate le cotenne di maiale a fette sottili e mettetele in tegame con le fave, che avrete lasciato ad ammollare in acqua e sale la sera prima, spizzicate nella parte superiore. Coprite d’acqua e lasciatele a fuoco basso. Correggete di sale e pepe.


Castratu nfurnatu

CASTRATU ‘NFURNATU

  • Ingredienti:1 pezzo di castrato di circa 1,5 kg, sale, pepe, rosmarino, salvia, carta di alluminio.

  • Prendete un foglio di carta d’alluminio abbastanza grande, ponetevi la carne, salate e pepate abbondantemente, unite qualche rametto di rosmarino e foglie di salvia e avvolgete bene il tutto.Mettete in una teglia e infornate in forno caldo per circa 3 ore.


Calamari chini

Calamarichini

  • Ingredienti: 1 kg di calamari, 300 g di pangrattato condito con formaggio grattugiato, pezzettini di pomodoro, sale, pepe, 1 cipolla, 1 costa di sedano, 1 manciata di capperi, olive verdi sgocciolate e olio di oliva.

  • Pulite i calamari e soffriggete le branchie tagliate a pezzetti che unirete al composto di pangrattato; con questo riempite i calamari che chiuderete con uno stuzzicadenti. In una teglia fate rosolare i calamari, quindi toglieteli e, nello stesso olio, dorate la cipolla affettata, quindi il sedano, i capperi e le olive. Fate insaporire, aggiungete il pomidoro e fate cuocere per circa 10 minuti. Unite i calamari e continuate la cottura ancora per 20 minuti. Se adoperate dei calamaretti, potrete arrostirli sulla brace.


Sarde a beccafico

SARDE A BECCAFICO

  • Ingredienti: 1,2 kg di sarde, 200 g di pangrattato, 4 acciughe sott’olio, 100 g di passolina e pinoli, alloro, 1 limone, un cucchiaino di zucchero, olio d’oliva, sale e pepe.

  • Abbrustolire il pangrattato, senza olio a fiamma bassissima, rimescolando sempre in modo che non si attacchi al fondo. Appena sarà dorato condite con olio e aggiungete le acciughe sciolte a vapore, le passoline, i pinoli ed un pizzico di sale. Pulite le sarde, togliete cioè la testa e le lische, ma non le code. Apritele a libro e riempitele con un cucchiaio della mollica condita. Arrotolate ogni sarda su se stessa in modo che la coda resti in alto così da ricordare la coda del “Beccafico” ed impostate in una teglia unta di olio, con foglie di alloro. Condite con sale e pepe, una spolverata di zucchero, un filino d’olio e versate sulle sarde del succo di limone o, se piace, del succo d’arancia. Passate a forno caldo per circa dieci minuti. Servire fredde.


Progetto di educazione alimentare realizzato dagli alunni della classe iic

CRISPEDDI 'I BACCALA'

OCCORRONO: 500 GR. DI BACCALA’100 GR. DI PEPERONCINO GRATTUGIATO, 2 UOVA, AGLIO, PREZZEMOLO, FARINASALE, OLIO DI SEMI

PREPARAZIONE

SPINATE IL BACCALA’, LESSATELO E FATELO SCOLARE . PREPARATE UNA PASTELLA CON LE UOVA, 2 CUCCHIAIATE DI FARINA , AGLIO E PREZZEMOLO TRITATI, IL PECORINO E 1 PIZZICO DI SALE ; AGGIUNGETE IL BACCALA’ SPEZZETTATO, MESCOLATE E FATE RIPOSARE PER QUALCHE MINUTO . FRIGGETE IL COMPOSTO A CUCCHIAIATE E SERVITE CALDO.


Caramelli a carrubba

CARAMELLI A CARRUBBA

  • In un tegamino fate sciogliere lo zucchero, a fiamma moderata,fino a quando sarà diventato di colore bruno-dorato, sempre mescolando . Aggiungete 3 o 4 gocce di caramello. Versate, poi, su un marmo unto di olio il composto,fate raffreddare,tagliate a pezzetti e servite.


Progetto di educazione alimentare realizzato dagli alunni della classe iic

Crema al caffè

  • Ingredienti

    3 tuorli d’ uovo

    100 g di latte

    50 g di zucchero

    150 g di panna montata

    una tazzina di caffè

    un cucchiaino di farina

  • Preparazione

    Sbattete i tuorli con lo zucchero, fino ad ottenere una crema soffice, aggiungete il caffè e il latte, infine la farina. Mettete sul fuoco basso e, mescolando, fate cuocere senza far bollire. Lasciate raffreddare, incorporate quindi la panna montata e mettete in frigorifero.


Gelatu i crema i nuciddi

Gelatu ‘i crema ‘i nuciddi

  • Occorrono: 3 tuorli, 4 cucchiaini di pasta di nocciole, 2 cucchiaini di zucchero, 700gr. di panna montata.

  • Sbattete bene i tuorli d’uovo con lo zucchero, aggiungete la pasta di nocciole e la farina. Mescolate il tutto accuratamente e versate in uno stampo rivestito di carta di alluminio. Riponete in freezer e lasciate per almeno 2 ore.


Torta al cioccolato e mandorle

TORTA AL CIOCCOLATO E MANDORLE

  • Occorrono : 250 g di cioccolato fondente, 250 g di zucchero, 125 g di burro, 150 g mandorle tritate, 75 g di farina, 4 uova, 25 pistacchi tritati.

  • In un tegame a fiamma bassa, fate sciogliere il cioccolato con mezzo bicchiere d’acqua;togliete dal fuoco e aggiungete i tuorli lavorati con lo zucchero, la farina e le mandorle tritate. A parte montate a neve gli albumi e incorporate all’impasto. Amalgamate bene il tutto e versate in una teglia imburrata, spolverata con un po’ di farina. Cuocere in forno caldo.


Torta ca ricotta

Torta ca’ ricotta

  • Occorrono:300g di ricotta, 300g di zucchero, 300g di farina, 2 tuorli, un cucchiaio di brandy, una bustina di lievito per dolci, latte q.b.

  • Lavorate la ricotta con lo zucchero, aggiungete le uova, il liquore, la farina-poco alla volta-e amalgamate il tutto fino ad ottenere un composto piuttosto morbido (se occorre aggiungete un po’ di latte); alla fine, unite il lievito e a piacere i canditi.Versate in una teglia e infornate in forno caldo per circa 30 minuti.


Per concludere

Per concludere……

Se in buona salute vuoi rimanere,

un’alimentazione corretta dovrai mantenere.

Un consiglio di amici ti diamo:

di tutto mangia un po’,

e se non esagererai,

la linea manterrai.

Mangia di meno,

muoviti di più e in forma starai tu.


  • Login