slide1
Download
Skip this Video
Download Presentation
Raffaello, San Paolo ad Athene

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 7

Raffaello, San Paolo ad Athene - PowerPoint PPT Presentation


  • 165 Views
  • Uploaded on

Paolo comunicatore per vocazione. Raffaello, San Paolo ad Athene. Raffaello organizza l’arazzo ricostruendo uno spazio architettonico che offra una rappresentazione dell’Areopago ateniese.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about ' Raffaello, San Paolo ad Athene' - makaio


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
slide1

Paolo comunicatore per vocazione

Raffaello, San Paolo ad Athene

Raffaello organizza l’arazzo ricostruendo uno spazio architettonico che offra una rappresentazione dell’Areopago ateniese.

slide2

L’artista inserisce al centro un tempio circolare dello stesso tipo che aveva ispirato Bramante nel progettare il tempietto in memoria del luogo del martirio di san Pietro sul Gianicolo a Roma, a San Pietro in Montorio. Raffaello crea così non solo un legame tra l’antico modello e lo spazio dipinto, ma anche tra lo stesso san Paolo e l’apostolo Pietro.

slide3

Sulla sinistra, sono rappresentati altri due edifici che creano l’idea che ci si trovi in una piazza. Raffaello riprende l’architettura dell’affresco della Scuola d’Atene,realizzato in Vaticano, costruendo un luogo rialzato, appunto la gradinata, su cui colloca san Paolo mentre parla al popolo ateniese.

slide4

L’idea principale è quella di tradurre alla lettera la descrizione della narrazione degli Atti degli Apostoli: «Tutti gli Ateniesi e gli stranieri colà residenti non avevano passatempo più gradito che parlare e sentir parlare» (At 17,21).

slide5

Raffaello è talmente preciso nella sua ricostruzione del brano degli Atti degli Apostoli, che inserisce anche due figure in basso a destra che possiamo riconoscere come coloro che vengono citati per nome, ovvero Dionigi e Dàmaris, che proprio quel giorno si convertirono nell’ascoltare il discorso di Paolo: «Ma alcuni aderirono a lui e divennero credenti, fra questi anche Dionigi membro dell’Areòpago, una donna di nome Dàmaris e altri con loro» (At 17,34).

slide6

Raffaello ha inserito una statua in bronzo alle spalle del gruppo degli epicurei, di fronte al tempio che chiude lo spazio dell’Areòpago. Si tratta proprio di uno degli idoli che facevano fremere Paolo all’arrivo ad Atene: «Mentre Paolo li attendeva (cioè Sila e Timoteo) ad Atene, fremeva nel suo spirito al vedere la città piena di idoli»(At 17,16).

slide7

La statua che Raffaello inserisce rappresenta il dio della guerra Marte, e sembra porsi in antitesi spaziale con la figura di Paolo. I due poli della composizione sono: Paolo, con le braccia alzate e Marte, di spalle con scudo e lancia. Rappresentano le due visioni del mondo. Da una parte il mito della guerra come fondazione della civiltà pagana, e dall’altra la predicazione dell’amore di Dio che vince il male attraverso la risurrezione del Figlio che fa nuove tutte le cose.

ad