universit degli studi di udine
Download
Skip this Video
Download Presentation
Università degli Studi di Udine

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 50

Università degli Studi di Udine - PowerPoint PPT Presentation


  • 116 Views
  • Uploaded on

Università degli Studi di Udine. Il codice per la protezione dei dati personali Formazione di base. Roberto Mariconda. Udine, Dicembre 2006. Concetto di Privacy. Privacy: il diritto di essere lasciato solo. Un concetto attuale ?.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about ' Università degli Studi di Udine' - lyris


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
universit degli studi di udine
Università degli Studi di Udine

Il codice per la protezione dei dati personali

Formazione di base

Roberto Mariconda

Udine, Dicembre 2006

slide2

Concetto di Privacy

Privacy: il diritto di essere lasciato solo

Un concetto attuale ?

slide3

Dalla privacy alla tutela della riservatezza dei dati personali

  • Uso universale di strumenti avanzati di raccolta dei dati
  • Ampia disponibilità di mezzi per elaborare i dati al fine di generare informazioni
  • Conseguenza: concreta e maggiore possibilità di intrusione nella sfera privata
  • Informazioni personali: oggetto di business!
slide4

Privacy – evoluzione della percezione

“Assediati da controllori elettronici, spiati da occhi nascosti, videosorvegliati da telecamere invisibili. Rischiano di somigliare a uomini di vetro i cittadini dell’information society: una società che l’informatica e la telematica stanno rendendo completamente trasparente”

Stefano Rodotà

norme di interesse
Norme di interesse
  • Costituzione, art. 15: la libertà e la segretezza della corrispondenza e di ogni altra forma di comunicazione sono inviolabili
norme di interesse1
Norme di interesse
  • Art. 5 L. 547, art. 5: “… per «corrispondenza» si intende quella epistolare, ……. telefonica, informatica o telematica …...
norme di interesse2
Norme di interesse

Legge 300/1970 (“Statuto dei Lavoratori”)

E’ vietato l’uso di impianti audiovisivi e di altre apparecchiature per finalità di controllo a distanza dei lavoratori

slide8

Internet ed email in azienda

Necessità di bilanciare opposti interessi:

  • Del datore di lavoro di controllare la corretta esecuzione delle prestazione lavorativa
  • Del lavoratore alla tutela, anche sul luogo di lavoro, dei propri diritti alla riservatezza e alla dignità e libertà personale
slide9

Cosa intende prevenire il datore di lavoro con i sistemi di controllo degli strumenti informatici?

Le condotte del lavoratore aventi rilevanza penale

es.: visita a siti e/o scaricamento di contenuti illegali

  • Gli inadempimenti all\'obbligazione contrattuale del lavoratore

es.: scarso rendimento del lavoratore in conseguenza del tempo speso nella navigazione internet per scopi non professionali

  • L’uso improprio delle attrezzature
slide10

Informatica e Internet

Nuova categoria di illeciti:

I reati informatici

Difficoltà ad applicare all’informatica e ad Internet i vecchi concetti giuridici

legislazione in italia
Legislazione in Italia
  • D.lgs. 196 del 30 giugno 2003 (Codice della privacy)
  • L. 547 del 23 Dicembre 1993 (Criminalità informatica, adeguamento del Codice penale)
l 537 93 integrazioni al codice penale
L. 537/93 – Integrazioni al Codice penale

Art. 615.3: accesso abusivo di un sistema informatico o telematico

Art. 615.4: detenzione abusiva di codici d’accesso a sistemi informatici e telematici

Art. 615.5: diffusione di programmi diretti a danneggiare o interrompere un sistema informatico

Art. 635: danneggiamento di sistemi informatici o telematici

Segue…

il codice della privacy

Il Codice della privacy

Suddiviso in quattro parti:

Parte I: Disposizioni Generali

Regole che si applicano a tutti i trattamenti

Parte II: Disposizioni relative a specifici settori

Parte III: Tutela dell’interessato e sanzioni

Parte IV:Allegati 

codici deontologici art 12
Codici deontologici (art.12)

Il Garante:

  • Promuove la sottoscrizione di codici di deontologia e di buona condotta per determinati settori
  • Ne cura la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale
  • Con decreto del Ministro della Giustizia i codici sono riportati nell’allegato “a” del codice privacy.
slide15

Il Codice della privacy

Disciplina …

Una attività, il trattamento

avente per oggetto dati personali

compiuta da alcuni soggetti

trattamento art 4
Trattamento (art.4)

Qualunque operazione effettuata anche senza strumenti elettronici concernente la raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, consultazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione e distruzione di dati anche non registrati in una banca dati.

lo scambio di informazioni
Lo scambio di informazioni

- Comunicazione

Il dare conoscenza dei dati personali a uno o più soggetti determinati diversi dall\'interessato, dal titolare. dal responsabile e dagli incaricati, in qualunque forma

  • Diffusione

Il dare conoscenza dei dati personali a soggetti indeterminati, in qualunque forma, anche mediante la loro messa a disposizione o consultazione

responsabilit civile art 15 cod privacy art 2050 c c
Responsabilità civileArt. 15 Cod. Privacy, art. 2050 C.C.

Chiunque cagiona ad altri un danno per effetto del trattamento di dati personali è tenuto al risarcimento se non prova di avere adottato tutte le misure idonee ad evitare il danno.

principio di necessit art 3
Principio di necessità(art. 3)

L’utilizzo dei dati personali deve essere limitato al minimo indispensabile, e ne deve essere escluso l’utilizzo se lo scopo del trattamento è raggiungibile attraverso dati anonimi o modalità di riconoscimento del soggetto solo in caso di necessità.

enti pubblici consenso al trattamento art 18
Enti pubblici - consenso al trattamento(art.18)
  • Trattamenti consentiti solo per lo svolgimento di funzioni istituzionali
  • Non è necessario acquisire il consenso dell’interessato
slide21

I dati personali

Dati Comuni

Dati Particolari

Dati Sensibili

Dati Giudiziari

slide22

Dati personali ed anonimi

Dato personale qualunque informazione relativa a persona fisica, persona giuridica, ente od associazione, identificati o identificabili, anche indirettamente, mediante riferimento a qualsiasi altra informazione

Dato anonimoil dato che in origine, o a seguito ditrattamento, non può essere associato ad un interessato identificato o identificabile.

slide23

Immagini: dato personale

Costituiscono “dato personale” anche le sole immagini.

La distinzione tra dato personale ed anonimo si basa spesso sul buon senso. Qualsiasi dato anonimo è - almeno astrattamente - identificabile.

Garante: riferimento agli

“sforzi ragionevolmente prevedibili”

per identificare l’interessato.

enti pubblici e dati personali
Enti pubblici e dati personali

(Principi applicabili al trattamento di dati non sensibili e giudiziari)

  • Trattamento: consentito anche in mancanza di una legge che lo preveda
  • Comunicazione ad altri soggetti pubblici: consentita se funzionale al procedimento o in presenza di una norma che la consenta
dati particolari
Dati diversi dai dati personali, sensibili e giudiziari, che presentano per la loro natura o a causa del trattamento rischi specifici per i diritti e le libertà dell’interessato:

Patrimoniali e reddituali

Sulla solvibilità

Sulle abitudini di vita o sugli interessi

Sul traffico telefonico

Dati particolari
dati sensibili
Dati sensibili
  • Origine razziale ed etnica
  • Convinzioni religiose, filosofiche o di altro genere
  • Opinioni politiche
  • Adesione a partiti, sindacati, associazioni, organizzazioni a carattere religioso, filosofico, politico o sindacale
  • Stato di salute e la vita sessuale
enti pubblici e dati sensibili
Enti pubblici e dati sensibili

(Principi applicabili al trattamento di dati sensibili)

Trattamento consentito solo se autorizzato da espressa disposizione di legge nella quale sono specificati i tipi di dati che possono essere trattati, le operazioni eseguibili e le finalità di rilevante interesse pubblico perseguite.

dati giudiziari
Dati Giudiziari
  • Informazioni in materia di casellario giudiziale, di anagrafe delle sanzioni amministrative dipendenti da reato e dei relativi carichi pendenti;
  • La qualità di imputato o di indagato.
enti pubblici e dati giudiziari
Enti pubblici e dati giudiziari

Trattamento consentito solo se autorizzato da espressa disposizione di legge o provvedimento del Garante che specifichino le finalità di rilevante interesse pubblico del trattamento, i tipi di dati trattati e di operazioni eseguibili.

informativa art 13
Informativa (Art. 13)

Informazione verbale o per iscritto circa:

  • Finalità e modalità del trattamento
  • Natura obbligatoria o facoltativa del conferimento dei dati;
  • Conseguenze di un eventuale rifiuto
  • Soggetti o categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati
  • Estremi identificativi del titolare e del responsabile.
  • I diritti di cui all\'articolo 7
informativa
Informativa

Se necessario comprovare di aver dato informativa e/o acquisito il consenso:

Nell’eventuale contratto inserire una clausola che attesti il ricevimento e la comprensione dell’informativa ed il conferimento del consenso al trattamento (se dovuto).

diritti dell interessato art 7
Diritti dell’interessato (art.7)
  • Ottenere l’informativa
  • Aggiornare / integrare i propri dati
  • Cancellazione ed altre operazioni sui propri dati, inclusa la trasformazione in forma anonima
  • Opporsi alla raccolta dei propri dati
  • Opporsi al trattamento per l’invio di pubblicità, vendita, ricerche di mercato
soggetti
Soggetti

Artt. 28 - 30

  • Titolare del trattamento
  • Responsabile
  • Incaricato
soggetti1
Soggetti
  • Titolare: decide, vigila, controlla
  • Responsabile: segue le indicazioni del Titolare e decide nel limite dei suoi poteri
  • Incaricato: segue le istruzioni del Responsabile
slide35

Soggetti - atti di nomina

Titolare

Atto di nomina per iscritto

Responsabile

esterno

Clausole Contrattuali

Responsabile

interno

Incaricati

Atto di nomina per iscritto

titolare del trattamento art 28
Titolare del trattamento(art. 28)
  • Persona fisica
  • Se persona giuridica, ente associazione: entità nel suo complesso.
slide37

Responsabile(art. 29)

Nomina:

  • Facoltativa
  • E’ garanzia di tutela per il titolare, ma non costituisce esonero di responsabilità, solo una sua attenuazione (permane il dovere si controllo!)
  • Presuppone dettagliate istruzioni del Titolare
slide38

Incaricato(Art. 30)

  • Persona fisica
  • Designazione per iscritto con istruzioni dettagliate
  • Responsabilità limitata alla corretta esecuzione delle disposizioni ricevute
slide39

Incaricato - nomina(Art. 30)

Designazione consentita anche documentando la preposizione della persona ad una unità per la quale è individuato, per iscritto, l’ambito del trattamento consentito agli addetti all’unità medesima

slide40

Esempio: ambito di trattamento e lista degli incaricati – tipologia dei dati trattati

A) dati comuni del personale

B) dati sensibili e giudiziari del personale

C) dati comuni di clienti

D) dati sensibili di clienti

E) dati comuni di potenziali clienti

F) dati sensibili di potenziali clienti

esempio tipologie di trattamento e lista incaricati
Esempio: tipologie di trattamento e lista incaricati

D a t i t r a t t a t i(v. slide precedente)

slide42

Le misure di sicurezza

(Artt. 34, 35)

Trattamenti con strumenti elettronici e non elettronici consentiti solo se vengono rispettate le misure minime di sicurezza dettagliate nell’allegato “B”

allegato b
Allegato “B”

Riporta le modalità tecniche di adozione delle misure minime di sicurezza (disciplinare tecnico)

Disciplinare tecnico: aggiornamento periodico

le misure di sicurezza
Idonee

Custodia e controllo dei dati per minimizzare i rischi di distruzione o perdita dei dati, di accesso non autorizzato o di trattamento non consentito o non conforme alle finalità della raccolta

Minime

Un apposito documento (Disciplinare Tecnico) stabilisce le misure minime che il Titolare deve adottare in relazione ai proprii trattamenti

Le Misure di Sicurezza

Sanzioni civili

Sanzioni penali

slide45

Documento Programmatico sulla Sicurezza (DPS)

Art. 34.g

Revisione annuale – approvazione CDA entro il 31 Marzo

Contenuto:

  • Elenco dei trattamenti dei dati personali
  • Distribuzione di compiti e responsabilità nella struttura del titolare
  • Analisi dei rischi sui dati
  • Piano investimenti e formazione
dps adempimenti
DPS - adempimenti
  • Integrazione/revisione dei trattamenti
  • Integrazione/revisione dispositivi di sicurezza e delle sedi
  • Revisione degli ambiti di responsabilità (responsabili, incaricati)
  • Piano della formazione
  • Piano degli investimenti
privacy adempimenti
Privacy - adempimenti

Eventi - personale:

  • Assunzione
  • Trasferimento/termine del rapporto di lavoro
  • Assenza temporanea responsabile e/o incaricato
  • Cambiamento di mansioni
privacy adempimenti1
Privacy - adempimenti

Eventi , attrezzature informatiche

  • Trasferimento per riparazione
  • Dismissione
  • Cessione a terzi
  • Assegnazione a struttura o soggetto diversi dal precedente
privacy adempimenti2
Privacy - adempimenti
  • Eventi - altro
  • Trasferimenti di uffici, nuove sedi;
  • Nuove attrezzature e dispositivi di sicurezza dei locali;
  • Installazione – variazione video sorveglianza;
  • Trasferimento dati personali in archivi di deposito.
riferimenti
Riferimenti

Pagina Web sito Università:

www.uniud.it/ateneo/organizzazione/servizi_personale/dati_personali

(Testi di legge, articoli, moduli, ecc…)

ad