Giovanni Boccaccio  (Certaldo 1313 – Certaldo 1375)
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 10

Giovanni Boccaccio (Certaldo 1313 – Certaldo 1375) PowerPoint PPT Presentation


  • 81 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

Giovanni Boccaccio (Certaldo 1313 – Certaldo 1375). Riferimenti storici:. Riferimenti culturali:. Altri riferimenti:. Affermazione delle Signorie nell’Italia centrosettentrionale 1337 Inizia la guerra dei Cent’anni tra Francia e Inghilterra 1348 Epidemia di peste in tutta Europa

Download Presentation

Giovanni Boccaccio (Certaldo 1313 – Certaldo 1375)

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Giovanni boccaccio certaldo 1313 certaldo 1375

Giovanni Boccaccio (Certaldo 1313 – Certaldo 1375)

Riferimenti storici:

Riferimenti culturali:

Altri riferimenti:

Affermazione delle Signorie nell’Italia centrosettentrionale

1337 Inizia la guerra dei Cent’anni tra Francia e Inghilterra

1348 Epidemia di peste in tutta Europa

1360 Calo demografico, crisi economica, rivolte popolari in tutta Europa

1340-1341 Crisi economica e finanziaria: la crisi coinvolge le banche fiorentine

1346 Fallisce la banca dei Bardi

1200-1330: origini della letteratura italiana:

Volgarizzamenti della letteratura classica, letteratura religiosa, nascita del volgare

Vita

  • 1313Nasce a Certaldo, figlio illegittimo di Boccaccino di Chellino

  • Si trasferisce a Napoli, con il padre, agente della Compagnia dei Bardi

  • Vede per la prima volta Fiammetta nella Chiesa di S. Lorenzo

  • 1334 Caccia di Diana

  • Filostrato

  • Filocolo

  • Ritorna a Firenze

  • 1339-1341Teseida

  • 1341-1342Ninfale d’Ameto

  • 1342-1343Amorosa Visione

  • Muore Roberto d’Angiò

  • Elegia di Madonna Fiammetta

  • 1344-1346 Ninfale Fiesolano

  • Epidemia di peste a Firenze

  • Conosce Petrarca

  • Dal 1350 Svolge incarichi diplomatici per il Comune di Firenze

  • 1349-1353 Decameron

  • Dal 1353Fase umanista, scrive testi in latino ed opere su Dante

  • 1354 Corbaccio

  • 1355 Torna per un breve periodo a Napoli

  • 1362 Crisi religiosa

  • Breve soggiorno a Napoli

  • 1373-1374 Pubbliche letture della Commedia

  • 1375 Muore a Certaldo


Giovanni boccaccio certaldo 1313 certaldo 1375

Giovanni Boccaccio (Certaldo 1313 – Certaldo 1375)

Opere

Opere del periodo napoletano (1334-1340)

DatazioneTitoloForma genere modelliContenuti e messaggio

1334 ca.Caccia a DianaPoemetto mitologico in terzineLe ninfe di Diana sacrificano le prede di caccia a Venere, dea dell’amore

Visione positiva dell’amore

1336 ca.Filocolo (La fatica di amare)Narrazione in prosa in sette libriAmore contrastato di Florio e Biancifiore

Tradizione narrativa orientale: intreccio

Ciclo Bretone e cantari medievali

agnizione

quete (in senso laico, ricerca della persona amata)

1335-1338Filostrato (Vinto d’amore)Poema in ottave in nove CantiInfelice amore di Troilo per Criseida

Ciclo bretone (Roman de Troie)

Personaggi omerici

1339-1340Teseida delle nozze di EmiliaPoema in ottave in dodici libriAmicizia tra Arcita e Palemone, innamorati entrambi

Ciclo bretone (Roman de Thebes)di Emilia

Personaggi del mito greco


Giovanni boccaccio certaldo 1313 certaldo 1375

Giovanni Boccaccio (Certaldo 1313 – Certaldo 1375)

Opere

  • Opere del periodo fiorentino (1340-1346)

  • DatazioneTitoloForma genere modelliContenuti e messaggio

  • 1341-1342 Commedia delle ninfe fiorentineNarrazione pastorale in prosa alternata a versiL’amore ingentilisce l’animo rozzo del pastore Ameto.

  • (Prosimetro)L’amore è un sentimento naturale e positivo

  • Personaggi del mito greco

  • Significato allegorico

  • 1342-1343Amorosa VisionePoema allegorico in terzine, in 50 CantiI Trionfi di: sapienza, Gloria, Avarizia, Amore, (modello a Petrarca per i Trionfi)Fortuna

  • Il poeta incontra la Virtù

  • 1343-1344Elegia di Madonna FiammettaNarrazione in prosaSfortunato amore di Fiammetta per Panfilo

  • Ovidio, HeroidesSofferenza dell’amata abbandonata(lettere di lamento d’amore di eroine)Rottura con la tradizione cortese

  • (amore sensuale e punto di vista femminile)

  • Ninfale fiesolanoPoemetto pastorale ed eziologico in ottave Amore infelice tra il pastore Africo e la ninfa di

  • Mito e tema della metamorfosiDiana, Mensola

  • Acuta analisi psicologica dei personaggi e dei loro sentimenti


Giovanni boccaccio certaldo 1313 certaldo 1375

Giovanni Boccaccio (Certaldo 1313 – Certaldo 1375)

Opere

Opere del periodo fiorentino (1354-1375)

DatazioneTitoloForma genere modelliContenuti e messaggio

1355-1365CorbaccioPoesia satirica in volgareIl narratore, beffato da una vedova, pronuncia una dura Invettiva contro le donneRifiuto dell’amore (fonte di abbrutimento dell’animo)

Opere in latino

1355-1373De casibus virorum illustriumOpera eruditaVite di uomini antichi e contemporanei colpiti da (Casi di uomini famosi)sorte avversa

1362 ca.De claris mulieribusOpera eruditaRitratti di donne celebri, sia virtuose sia biasimevoli

1365 ca.Genealogia deorum gentiliumOpera eruditaRepertorio mitologico

(genealogia degli dei pagani)

1351- 1367Bucolicum carmenEgloghe pastoraliAvvenimenti storici e personali

(Poesia pastorale)Virgilio, Bucoliche

Imitato da Petrarca

EpistoleVentisei lettere, quasi tutte in latinoImportanti per gli aspetti biografici e per l’evoluzione del pensiero di Boccaccio

RimePoesia liricaAutobiografia lirica

Opere in volgare

1357-1361Trattatello in laude di DanteTrattatoPrima biografia completa di Dante

Ultimi anni di vita Esposizione sopra la Commedia di DanteCommento ai Canti I – XVII dell’Inferno


Giovanni boccaccio certaldo 1313 certaldo 1375

Giovanni Boccaccio (Certaldo 1313 – Certaldo 1375)

Il Decameron

TitoloDecameron

dal greco deka, dieci ed emerai, giorni, con riferimento alle giornate nelle quali i dieci giovani della lieta brigata narrano ciascuno una novella, per un totale di 100

Datazioneimmediatamente posteriore al 1348

Intento dell’autoreEdonistico e didascalico: consolare le donne dagli affanni d’amore, insegnando contemporaneamente un comportamento ispirato ai principi di una morale razionale

CorniceCostituisce l’architettura che dà unitarietà all’opera, da un punto di vista sia tematico sia stilistico 8l’incontro di dieci giovani nella Chiesa di Santa Maria Novella a Firenze, la decisione di trasferirsi nel contado…)

Permette all’autore di intervenire direttamente, motivando e giustificando le proprie scelte letterarie

Visione del mondoFortuna: cieca casualità che governa le vicende umane

Natura: forza istintuale e innata che determina il carattere degli individui

Ingegno: espressione dell’intelligenza dell’individuo, che permette di contrastare, almeno in parte, la Fortuna

RealismoBoccaccio rappresenta un mondo concreto e a lui noto ma sublimato e rifondato attraverso la letteratura

Lingua e stilePluralità di modi stilistici e dei livelli lessicali: a un periodare articolato e latineggiante, che non rifiuta le regole della retorica medievale, si accompagna una varietà di linguaggio, che spazia dal «medio-basso» (quando parlano i personaggi delle novelle) all’ «alto» (negli interventi dell’autore.


Giovanni boccaccio certaldo 1313 certaldo 1375

Giovanni Boccaccio (Certaldo 1313 – Certaldo 1375)

Il Decameron dieci giornate di novelle

1a Settimana: 5 giorni nel Contado

Firenze

Martedì

Incontro dei giovani nella Chiesa di Santa Maria Novella

Mercoledì

Organizzazione del soggiorno e narrazione di 10 novelle

Giovedì

Narrazione di 10 novelle

Venerdì e Sabato

Penitenza, pratiche religiose, igiene personale e riposo

DDomenica

Narrazione di 10 novelle

2a Settimana: 7 giorni nel Contado

LLunedì

Narrazione di 10 novelle

Martedì

Narrazione di 10 novelle

Mercoledì

Narrazione di 10 novelle

Giovedì

Narrazione di 10 novelle

Venerdì e Sabato

Penitenza, pratiche religiose, igiene personale e riposo

DDomenica

Narrazione di 10 novelle

3a Settimana: 3 giorni nel Contado

LLunedì

Narrazione di 10 novelle

Martedì

Narrazione di 10 novelle

Firenze

Mercoledì

Partenza per Firenze


Giovanni boccaccio certaldo 1313 certaldo 1375

Giovanni Boccaccio (Certaldo 1313 – Certaldo 1375)

Il Decameron Struttura e dichiarazione di poetica

La voce dell’autore parla in prima persona

Proemio

Parte iniziale dell’introduzione alla prima giornata

Introduzione alla quarta giornata

Conclusione dell’opera

Proemio

Prima giornata

Quarta giornata

Conclusione dell’opera

Indica le dedicatarie dell’opera:

le donne che soffrono per amore

Parte iniziale dell’introduzione: l’autore si rivolge ancora alle donne e descrive gli effetti della peste prima di narrare il racconto cornice

Introduzione:

Difesa dello stile dell’opera

Giustificazione della passione per le donne e l’amore

L’opera letteraria non deve essere valutata in base a criteri moralistici

Poetica


Giovanni boccaccio certaldo 1313 certaldo 1375

Giovanni Boccaccio (Certaldo 1313 – Certaldo 1375)

Il Decameron

Cornice (introduzione alla prima giornata)

Narrazione

Introduzione alle giornate

Commenti alla novella raccontata e presentazione di una nuova novella

Conclusioni delle giornate con ballate

100 novelle


Giovanni boccaccio certaldo 1313 certaldo 1375

Giovanni Boccaccio (Certaldo 1313 – Certaldo 1375)

Il Decameron


Giovanni boccaccio certaldo 1313 certaldo 1375

Giovanni Boccaccio (Certaldo 1313 – Certaldo 1375)

Il Decameron

MedioevoUmanesimo

Decameron

Impianto

Cornice

Fonti

Concezione cristiana della vita

Rappresentazione della Natura

Visione antropocentrica della vita

Celebrazione delle qualità umane

(ingegno astuzia cortesia liberalità…)

Amore come sentimento naturale


  • Login