Campagna di eliminazione di morbillo e rosolia congenita nella asl n 3 centro molise
Download
1 / 28

CAMPAGNA DI ELIMINAZIONE DI MORBILLO E ROSOLIA CONGENITA NELLA ASL N. 3 CENTRO-MOLISE - PowerPoint PPT Presentation


  • 241 Views
  • Uploaded on

CAMPAGNA DI ELIMINAZIONE DI MORBILLO E ROSOLIA CONGENITA NELLA ASL N. 3 CENTRO-MOLISE. UNIVERSITA’ DEGLI STUDI “G. d’ANNUNZIO” CHIETI-PESCARA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN IGIENE E MEDICINA PREVENTIVA Direttore: Prof. Ferdinando Romano. Specializzando Dott. Armando Fiorucci . Relatore

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'CAMPAGNA DI ELIMINAZIONE DI MORBILLO E ROSOLIA CONGENITA NELLA ASL N. 3 CENTRO-MOLISE' - lore


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
Campagna di eliminazione di morbillo e rosolia congenita nella asl n 3 centro molise
CAMPAGNA DI ELIMINAZIONE DI MORBILLO E ROSOLIA CONGENITA NELLA ASL N. 3 CENTRO-MOLISE

UNIVERSITA’ DEGLI STUDI “G. d’ANNUNZIO” CHIETI-PESCARA

SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE IN IGIENE E MEDICINA PREVENTIVA

Direttore: Prof. Ferdinando Romano

Specializzando

Dott. Armando Fiorucci

Relatore

Prof.Tommaso STANISCIA

Anno Accademico 2005-2006


Il morbillo presenta i requisiti necessari per l eliminazione
Il morbillo presenta i requisiti necessari per l’eliminazione:

  • colpisce solo l’uomo

  • non ha serbatoi ambientali o animali

  • non esistono portatori cronici

  • abbiamo a disposizione vaccini efficaci e sicuri


La vaccinazione antimorbillo in italia
La vaccinazione antimorbillo l’eliminazione:in Italia:

  • Insieme alla Germania, l’Italia è una delle nazioni a maggior rischio dato che ha avuto finora una copertura insufficiente ad interrompere la trasmissione dell’infezione

  • Il profilo italiano di sieroprevalenza corrisponde ad una nazione ad elevata suscettibilità


Tappe fondamentali per l eliminazione del morbillo dalla regione europea
Tappe fondamentali per l’eliminazione del morbillo dalla Regione Europea:

  • 2003: tutti gli Stati membri devono avere avviato strategie supplementari e appropriate attività di sorveglianza

  • 2007:il morbillo dovrà essere eliminato in tutti gli stati membri

  • 2010: l’eliminazione del morbillo dovrà essere certificata nella Regione Europea


Programma nazionale di eliminazione del morbillo Regione Europea

  • Il 13 novembre 2003 la Conferenza Stato Regioni ha approvato il Piano di eliminazione del Morbillo e della Rosolia Congenita, in accordo con quanto previsto dalla Regione Europea dell’O.M.S. e dal Piano Sanitario Nazionale

  • Il Programma di eliminazione del morbillo costituisce un “programma guida” per attuare una politica di miglioramento della qualità del sistema vaccinale


Obiettivi del piano di eliminazione
OBIETTIVI DEL PIANO DI ELIMINAZIONE Regione Europea

  • Raggiungere e mantenere l’eliminazione del morbillo a livello nazionale, interrompendone la trasmissione indigena

  • Ridurre e mantenere l’incidenza della rosolia congenita a valori inferiori a 1 caso ogni 100.000 nati vivi

  • La conduzione del programma, che utilizza il vaccino triplo MPR, permetterà di raggiungere l’obiettivo di ridurre al minimo anche le complicanze gravi della parotite epidemica


La vaccinazione antimorbillo in italia1
La vaccinazione antimorbillo in Italia Regione Europea

  • Nel 1979, raccomandata dal Ministero della Sanità a 15 mesi di età

  • Disponibile dai primi anni ’90 come MPR

  • Dal 1997 MPR obbligatoria per le reclute

  • Nel 1999 MPR inclusa nel Calendario Nazionale di vaccinazione per l’età evolutiva


Morbillo normativa recente
MORBILLO: NORMATIVA RECENTE Regione Europea

  • Accordo Stato Regioni del 13 novembre 2003 (Piano di eliminazione morbillo e rosolia congenita)

  • Delibera della Giunta Regionale n. 936 del 12 luglio 2004 (Pubblicato nuovo calendario vaccinale regionale)

  • Piano Nazionale Vaccini 2005-2007 (Nuovo calendario vaccinale)

  • Piano Nazionale della Prevenzione 2005-2007 (G.U. n. 105 del 7 maggio 2005)

  • Linee Guida per l’applicazione del calendario regionale



Copertura vaccinale per MPR/Morbillo Regione EuropeaICONA 1998 e 2003

2003

< 50%

50-75%

>75%


Coperture vaccinali per M-MPR1 nei bambini di età inferiore a 24 mesi (anno 2005)

84,7

88,8

92,1

92,2

91,8

92,9

87,2

89,3

87,5

Media nazionale: 88,3

93,2

88,8

87,7

86,1

90,2

87,6

78,4

Dati forniti da Regioni e P.A. al 26 giugno 2006

83,8

Ministero della Salute – Direzione Generale della Previdenza Sanitaria – Ufficio V Malattie Infettive


Andamento del morbillo in Italia, 1960-2004 a 24 mesi (anno 2005)

Fonte dei dati. Casi:notifiche obbligatorie; Copertura vaccinale: sistema di rilevazione routinario


Ultime epidemie di morbillo in europa
Ultime epidemie di morbillo in Europa a 24 mesi (anno 2005)

  • 2000 Irlanda 1.376 casi, 2 morti

  • 2002 Italia ~40.000 casi, 7 morti

    UK 50 casi, 0 morti

    Tajikistan 715 casi, 7 morti

    Lituania 102 casi, 0 morti

  • 2003 Italia 1217 casi gennaio - maggio

    Spagna 88 casi, 1 morto

    Svizzera 387 casi, 0 morti


Casi e incidenza di morbillo al 31.12.2001 nell’ASL di Campobasso durante l’ultima epidemia (gennaio-luglio 2002) e copertura vaccinale nei bambini con 2 anni di età:

U.O. Igiene e Sanità Pubblica, ASL di CB


Azioni del piano di eliminazione
AZIONI DEL PIANO DI ELIMINAZIONE Campobasso durante l’ultima epidemia (gennaio-luglio 2002) e copertura vaccinale nei bambini con 2 anni di età:

  • Miglioramento della sorveglianza delle malattie

  • Miglioramento delle sorveglianza delle reazioni

    avverse al vaccino

  • Conduzione di azioni che hanno dimostrato evidenza

    di efficacia nell’aumentare le coperture vaccinali

  • Anagrafi vaccinali

  • Programmi di formazione per gli operatori

  • Campagne di informazione e comunicazione


L anagrafe vaccinale molisana
L’ anagrafe vaccinale molisana Campobasso durante l’ultima epidemia (gennaio-luglio 2002) e copertura vaccinale nei bambini con 2 anni di età:

  • Uno degli obiettivi prioritari della Regione Molise è di dotare i centri vaccinali di hardware e connessioni in rete

  • Per questo obiettivo è stata interpellata la società di informatica Molise Dati SpA che ha già collaborato con la Regione per l’implementazione informatica degli enti locali

  • Essendo organizzata la Regione in un’unica ASL sembra fattibile l’estensione regionale pur se all’inizio è prevista una fase sperimentale di non meno di 6 mesi adattata ad una singola zona


Recupero dei suscettibili campagne straordinarie
Recupero dei suscettibili: Campobasso durante l’ultima epidemia (gennaio-luglio 2002) e copertura vaccinale nei bambini con 2 anni di età:campagne straordinarie

  • Le campagne di vaccinazione di massa sono uno strumento molto efficace per ridurre in modo rapido i suscettibili presenti nella popolazione

  • Chiamata alla vaccinazione di tutti i bambini che frequentano la scuola elementare e media sia che abbiano già eseguito una dose di MPR sia che non siano stati vaccinati in precedenza

  • Offerta della vaccinazione MPR nel corso deglialtri appuntamenti vaccinali previsti dal calendario nazionale per l’età evolutiva: quarta dose antipolio nel terzo anno di vita; quarta dose DTPa a 5-6 anni; richiamo Td-Tdpa a 13-15 anni


Campagna straordinaria di eliminazione del morbillo nella ASL di Campobasso

Strategie Adottate (I)

  • La ASL di Campobasso comprende 51 comuni suddivisi in 5 Distretti Sanitari

  • La popolazione residente è di circa 130 mila abitanti (fonte ISTAT) con una % di individui tra 0 e 14 anni del 14,6%

  • Individuati gli obiettivi nel corso di formazione portato a termine a Campobasso nel mese di ottobre del 2004

  • Recuperati nel 2004 i bambini suscettibili al morbillo nati nel 1991 e chiamata alla vaccinazione organizzata attraverso le scuole degli alunni frequentanti le III classi della scuola media nel corso dell’anno scolastico 2004-2005


Campagna straordinaria di eliminazione del morbillo nella ASL di Campobasso

StrategieAdottate(II)

  • Offerta gratuita in occasione dell’effettuazione del richiamo dT, a 13-15 anni

  • Esclusione dalla vaccinazione solo di chi ha sicuramente contratto tutte e tre le malattie, abbia effettuato 2 dosi o abbia una controindicazione di carattere permanente

  • Assenza di sistema informatico per raccolta dati

  • Difficoltoso aggiornamento delle schede vaccinali dei trasferiti e degli immigrati residenti nei comuni della ASL


Coperture vaccinali aggiornate al 31.12.2004 sia per la prima che per la seconda dose nelle coorti di nascita dal 1989 al 2004 prima e dopo la campagna straordinaria nella ASL n. 3 Centro Molise di Campobasso:


107 vaccinati prima che per la seconda dose nelle coorti di nascita dal 1989 al 2004 prima e dopo la campagna straordinaria nella ASL n. 3 Centro Molise di Campobasso:

con due dosi

(52%)

30 vaccinati

con due dosi

(43%)

40 vaccinati

con una dose

(57%)

Precedente stato vaccinale

DOSI SOMINISTRATE DURANTE LA CAMPAGNA STRAORDINARIA RISPETTO AL PRECEDENTE STATO VACCINALE NEL DISTRETTO DI CAMPOBASSO EST – ASL n. 3 CENTRO MOLISE:

70 vaccinati

(42%)

Dati provvisori al 20 ottobre 2005

Durante la campagna

Dati provvisori al 20 ottobre 2005


40 prima che per la seconda dose nelle coorti di nascita dal 1989 al 2004 prima e dopo la campagna straordinaria nella ASL n. 3 Centro Molise di Campobasso:

40

35

30

25

Prima

20

Dopo

15

4

10

5

0

2 DOSI

Copertura vaccinale al 20 ottobre 2005 per due dosi prima e dopo la campagna straordinaria nel distretto di Campobasso Est:

  • Dati provvisori al 20 ottobre 2005

%



Considerazioni i
CONSIDERAZIONI (I) DI CAMPOBASSO AL 31.12.2004:

  • Il tasso di copertura per la seconda dose nei comuni della ASL di Campobasso mostra valori di copertura ancora molto lontani dal 90%

  • Il grado di controllo dell’infezione da Morbillo nella regione si attesta attorno alo stadio I di controllo della malattia (OMS) rispecchiando la situazione a livello nazionale

  • Gli sforzi compiuti nell’ambito del piano da parte di tutti gli operatori e il miglioramento dei flussi informativi con l’informatizzazione dell’anagrafe vaccinale fanno pensare che il raggiungimento della fase II di controllo non sia molto lontana


Considerazioni ii
CONSIDERAZIONI (II) DI CAMPOBASSO AL 31.12.2004:

  • I casi notificati sono più del 50% riscontrati nella fascia di età > 15 anni in cui si riscontrano coperture inferiori al 50%

  • Resta quindi non vaccinato questo zoccolo duro della popolazione che non mette al riparo da una nuova epidemia di Morbillo e vanifica la possibilità di un immediata eliminazione della Rosolia congenita

  • La copertura contro il Morbillo è estremamente disomogenea: accanto a zone con copertura anche del 100% si contrappongono distretti con coperture molto inferiori alla media nazionale


Considerazioni iii
CONSIDERAZIONI (III) DI CAMPOBASSO AL 31.12.2004:

  • Si può formulare l’ipotesi che all’origine dell’insufficiente e disomogenea copertura vaccinale potrebbero esserci motivi di scarsa informazione e carenza di informazione dei genitori o problematiche legate al centro vaccinale (orario scomodo, ritardi nella convocazione, vaccino non disponibile al momento, etc.)

  • La revisione ed il diretto confronto degli operatori coinvolti ha portato ad individuare nella dispersione della popolazione sul territorio, nei problemi di convocazione e registrazione, approvvigionamento, stoccaggio dei vaccini e assenza di contatto con i pediatri, i punti critici presenti nelle specifiche realtà


Conclusioni i
CONCLUSIONI (I) DI CAMPOBASSO AL 31.12.2004:

  • Alte coperture vaccinali determinano una scomparsa, a livello locale, del morbillo

  • La strategia di vaccinazione dovrebbe orientarsi maggiormente verso i gruppi di età più avanzati con programmi mirati di recupero

  • Il monitoraggio delle attività della campagna è una componente indispensabile del Piano


Conclusioni ii
CONCLUSIONI (II) DI CAMPOBASSO AL 31.12.2004:

  • Il piano oltre a perseguire obiettivi condivisibili per la salute infantile rappresenta un’opportunità preziosa per risalire dalla situazione gravemente problematica in cui versa la prevenzione vaccinale

  • Solo la definizione di una strategia nazionale condivisa da tutti gli attori coinvolti potrà garantirne il successo

  • Per eliminare il morbillo è necessario vaccinare sia il 95% dei bambini nel secondo anno di vita che i bambini più grandi non vaccinati


ad