BANDO REGIONALE AI SENSI DELLA DGR 28.07.2011, N. 2055 PER LA PROMOZIONE
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 17

Milano, 14 settembre 2011 PowerPoint PPT Presentation


  • 66 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

BANDO REGIONALE AI SENSI DELLA DGR 28.07.2011, N. 2055 PER LA PROMOZIONE DI PROGETTI PER SOSTENERE, INCENTIVARE E SVILUPPARE POLITICHE REGIONALI VOLTE A FAVORIRE LA FAMIGLIA E LA CONCILIAZIONE. Milano, 14 settembre 2011. AGENDA. Cenni di presentazione sul bando Ambiti di intervento

Download Presentation

Milano, 14 settembre 2011

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Milano 14 settembre 2011

BANDO REGIONALE AI SENSI DELLA DGR 28.07.2011, N. 2055 PER LA PROMOZIONE DI PROGETTI PER SOSTENERE, INCENTIVARE E SVILUPPARE POLITICHE REGIONALI VOLTE A FAVORIRE LA FAMIGLIA E LA CONCILIAZIONE

Milano, 14 settembre 2011


Milano 14 settembre 2011

AGENDA

  • Cenni di presentazione sul bando

    • Ambiti di intervento

    • Soggetti che possono partecipare al bando

    • Condizioni per la partecipazione

    • Stanziamento regionale ed entità del contributo

    • Partnership e reti collaborative

    • Compiti delle ASL

    • Criteri e procedure di valutazione

    • Modalità e tempi di realizzazione del progetto

    • Piano di realizzazione del bando

  • Modalità di compilazione della domanda

    • Modalità di presentazione delle domande

    • Modalità di compilazione delle domanda on line


Milano 14 settembre 2011

Cenni di presentazione sul bando


Ambiti di intervento

AMBITI DI INTERVENTO

  • Ambito 1 - Art. 4, comma 2 lettera g)l.r. 23/99

    Realizzazione di piani personalizzati di sostegno alla famiglia nell’assolvimento dei compiti educativi e di cura dei minori

    Azioni: 1 - aiuto educativo per minori e famiglie

    2 - sostegno e accompagnamento delle famiglie affidatarie e adottive

    Gli enti possono partecipare al bando solo per una di queste due azioni

  • Ambito 2 - Art. 36, comma 1 Lettera a) l.r. 1/08

    Attivazione di reti di mutuo aiuto volte a sostenere la famiglia in situazione di difficoltà legata all’accudimento e cura di propri membri fragili o alla presenza di situazioni di conflittualità familiare o ancora alla necessità di conciliare gli impegni professionali e lavorativi con quelli familiari

  • Ambito 3 - Art. 36, comma 1 Lettera a) l.r. 1/08

    Realizzazione di piani di intervento personalizzati rivolti alle donne in difficoltà economica e sociale, dalla gravidanza fino al compimento del primo anno di vita del bambino


Soggetti che possono partecipare al bando

SOGGETTI CHE POSSONO PARTECIPARE AL BANDO

  • AMBITO 1 - AMBITO 2

  • associazioni di solidarietà familiare iscritte nel registro regionale ex l.r. n. 1/08

  • organizzazioni di volontariato iscritte nelle sezioni regionali o provinciali del registro ex l.r. n. 1/08

  • associazioni senza scopo di lucro e associazioni di promozione sociale iscritte nei registri regionali e provinciali dell’associazionismo ex l.r. 1/08

  • cooperative sociali iscritte nella sezione A dell’albo regionale ex l.r. n.1/08

  • enti privati con personalità giuridica riconosciuta iscritti al registro regionale delle Persone Giuridiche Private ex Regolamento Regionale n. 2/2001

  • enti ecclesiastici con personalità giuridica ex Lege n.222/85

  • associazioni femminili iscritte all’albo regionale delle associazioni, movimenti e organizzazioni delle donne ex l.r. n.16/92

  • AMBITO 3

  • centri di aiuto alla vita (Cav) iscritti nell’elenco regionale di cui alla DGR 84/2010

  • altri soggetti pubblici o privati che gestiscono i consultori familiari accreditati


Condizioni per la partecipazione

CONDIZIONI PER LA PARTECIPAZIONE

Requisiti soggettivi

  • esperienza di almeno tre anni a supporto delle famiglie

  • iscrizione agli appositi registri

  • richiesta del contributo per un un solo progetto su tutto il territorio regionale, per uno tra i tre ambiti di intervento. In particolare:

  • Ambiti 1 e 2: possono presentare domanda tutti i soggetti previsti dal bando tranne i CAV e i consultori familiari accreditati

  • Ambito 3: possono presentare domanda solo i CAV e i soggetti che gestiscono consultori familiari accreditati

  • presentazione nel territorio dell’ASL dove l’Ente ha la sede operativa

  • obbligo del parere del Comune / Comuni / Ambito territoriale per gli Ambiti 1 e 3

  • incompatibilità di finanziamenti di altre norme regionali, nazionali, comunitarie, di settore

  • durata: 12 mesi dalla data di sottoscrizione della convenzione

  • incompatibilità con attività commerciale

Requisiti del progetto


Stanziamento regionale ed entit del contributo

STANZIAMENTO REGIONALE ED ENTITÀ DEL CONTRIBUTO

  • stanziamento regionale pari a 6 milioni di € ripartite tra le ASL sulla base delle famiglie residenti

  • quota complessiva assegnata ad ogni ASL verrà ripartita per i 3 Ambiti con le seguenti modalità:

  • 50% delle risorse destinate all’Ambito 1

  • 25% delle risorse destinate all’Ambito 2

  • 25% delle risorse destinate all’Ambito 3

  • limite massimo del contributo per progetto pari a 50.000 €

  • erogazione contributo: 50% entro 10 giorni dalla Dichiarazione di inizio attività, saldo entro 60 giorni dalla conclusione del progetto e a seguito della rendicontazione finale

  • contributo concesso pari ad un massimo del 70% del costo complessivo


Partnership e reti collaborative

PARTNERSHIP E RETI COLLABORATIVE

A. Partnerschip

B. Reti di collaborazione

A supporto del progetto, possono essere create:

  • realizzata con soggetti pubblici e/o privati non profit, che si assumono ruoli, compiti ed impegni precisi di realizzazione del progetto stesso, compartecipando ai costi di realizzazione attraverso messa a disposizione di personale / attrezzature e / o di risorse economiche

  • presenza di scrittura privata o di specifiche intese: protocolli operativi di collaborazione, convenzioni, etc.

  • identificazione del capofila della partnership nel soggetto che presenta il progetto

  • possibilità, in caso di partnership sull’azione relativa all’affido, che il Comune / Comuni / Ambito territoriale coinvolti nella realizzazione del progetto, ai fini della compartecipazione ai costi attingano anche alle risorse del fondo regionale per il mantenimento e lo sviluppo dei servizi

  • opportunità, per il soggetto che non presenta progetti come capofila, di aderire come partner a più progetti

  • creata con soggetti pubblici e/o privati non profit, che nonpartecipano ai costi di realizzazione del progetto

  • presenza di scrittura privata o di specifici protocolli / lettere di intese, etc. di formalizzazione della rete

Caratteristiche

  • impossibilità per il soggetto proponente che assume il ruolo di capofila ad aderire ad altri progetti come partner

  • formalizzazione obbligatoria della partnership con altri soggetti pubblici e privati attraverso scrittura privata o specifico atto formale (es. intesa / accordo)

  • formalizzazione obbligatoria della rete di collaborazione con altri soggetti pubblici e privati attraverso scrittura privata o specifico atto formale (es. protocolli / lettere di intesa)

Vincoli


Compiti delle asl

COMPITI DELLE ASL

  • promuovere, sul territorio, il coinvolgimento degli Enti che possono partecipare al bando, avvalendosi della collaborazione degli Uffici di Piano degli ambiti territoriali sociali ed informare i soggetti che possono costituire partnership o collaborazioni con gli enti proponenti

  • assistere gli Enti in tutte le fasi propedeutiche alla predisposizione della domanda al contributo

  • ripartire le risorse assegnate sui tre ambiti di intervento secondo quanto indicato nel bando

  • svolgere l’istruttoria delle domande e dei progetti attraverso l’esame dei dati, informazioni e documenti inseriti nella domanda presentata on line con lo scopo di verificarne la corrispondenza ai criteri del bando, escludendo le domande prive delle caratteristiche di ammissibilità del presente bando e formulare le motivazioni di esclusione

  • redigere i verbali degli esiti dell’istruttoria con le motivazioni di esclusione

  • istituire formalmente il nucleo tecnico per la valutazione dei progetti ritenuti ammissibili

  • consegnare al nucleo di valutazione l’elenco dei progetti ammessi alla valutazione

  • predisporre il riparto dei contributi per ogni graduatoria partendo dal punteggio più alto fino ad esaurimento delle risorse stesse. In caso di parità di punteggio e di risorse disponibili solo per il finanziamento di un progetto, fa fede la data di protocollazione della domanda

  • provvedere a rendere pubbliche le graduatorie e i progetti, a seguito dell’approvazione da parte di Regione Lombardia


Criteri e procedure di valutazione

CRITERI E PROCEDURE DI VALUTAZIONE

Ai fini della formulazione della graduatoria, verrà utilizzato un criterio di valutazione univoco per tutte le ASL.

Di seguito viene riportata la griglia sintetica di valutazione*:

* Nelle prossime settimane, verrà organizzato, a cura della DG Famiglia, Conciliazione, Integrazione e Solidarietà Sociale, un ulteriore incontro con le ASL in cui verranno esplicitati e dettagliati i singoli requisiti di valutazione


Modalit e tempi di attuazione dei progetti

MODALITÀ E TEMPI DI ATTUAZIONE DEI PROGETTI

Beneficiari del contributo

Regione Lombardia

Tempistiche

Entro 15 giorni dalla pubblicazione della graduatoria

Accettazione contributo

A seguito dell’accettazione del contributo

Sottoscrizione

convenzione*

Sottoscrizione

convenzione*

Prima o contestualmente alla sottoscrizione della convenzione

Eventuale invio alle ASL della documentazione relativi alla partnership e / o rete di collaborazione

Entro 10 giorni dalla firma della convenzione

Comunicazione, in GEFO, della Dichiarazione di Inizio Attività

Inserimento, in GEFO, della modulistica per la fase attuativa del progetto

Fine

* La convenzione viene sottoscritta anche dall’ASL


Milano 14 settembre 2011

PIANO DI REALIZZAZIONE DEL BANDO


Milano 14 settembre 2011

Modalità di compilazione della domanda


Milano 14 settembre 2011

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

  • La domanda dovrà:

  • essere presentata esclusivamente per mezzo del sistema informativo regionale (https://gefo.servizirl.it/)

  • essere presentate dalle ore 10:00 del 15 settembre 2011 fino alle ore 12:00 del 19 ottobre 2011

  • insieme a tutti gli allegati, essere validati dal Legale rappresentante del soggetto giuridico proponente, mediante l’apposizione della firma con CRS o con apposita smart card rilasciata da uno degli organismi certificatori riconosciuti a livello nazionale;

  • essere corredata degli allegati richiesti, quali:

    • scheda tecnica di progetto

    • scheda di budget

    • piano operativo del progetto

    • modulo parere comune/comuni/ambito territoriale (obbligatorio per Ambito 1 e 3)

    • scheda di partnership (solo se prevista partnership)

    • documenti relativi alla partnership (solo se prevista partnership)

    • modulo altri soggetti coinvolti nella realizzazione del progetto (se prevista rete di collaborazione)

    • documenti relativi alla rete di collaborazione (solo se prevista/attivata la collaborazione)

    • essere presentata mediante due modalità di compilazione:

    • 1. On linedirettamente a sistema mediante la compilazione delle diverse sezioni

    • 2. Off line mediante la compilazione elettronica di alcuni allegati scaricabili da sistema e previsti dal bando (per il dettaglio vedi slide successive)

    • L’attività propedeutica alla presentazione della domanda prevede la profilazione e la registazione sul sistema informativo regionale Gefo dell’ente proponente


Milano 14 settembre 2011

MODALITÀ DI COMPILAZIONE DELLA DOMANDA ON LINE (1/3)

Domanda di partecipazione

È un documento che viene generato automaticamente dal sistema in seguito all’inserimento di tutti i dati ed allegati nella apposite sezioni previste sul sistema GEFO.

Il documento deve essere scaricato e firmato secondo le modalità previste dal bando.

E’ un file .pdf generato dal sistema con i dati inseriti nelle apposite sezioni GEFO.

Deve essere scaricato e firmato secondo le modalità previste dal bando.

ATTENZIONE! Al momento del caricamento dell'allegato nella sezione (Q) Documenti da caricare, i dati compilati nelle precedenti sezioni on line diventeranno IMMODIFICABILI

Scheda tecnica di progetto

Sono documenti in formato .doc da scaricare dal sistema informativo. Dovranno essere compilati elettronicamente in tutti i campi previsti. Il documento dovrà essere salvato. La scheda dovrà essere firmata con CRS/Smart Card ed allegata nell’apposita sezione GEFO (Q) Documenti da caricare

Scheda di budget Piano operativo del progetto

E’ un documento in formato .doc da scaricare dal sistema informativo. Dopo aver

compilato elettronicamente tutti i campi previsti, il documento dovrà essere salvato.

Il documento dovrà essere stampato e su questo dovrà essere apposto il timbro del

Comune o di un suo delegato. Il documento col timbro del Comune dovrà essere

scannerizzato, firmato con CRS/Smart Card ed allegato nell’apposita sezione GEFO

(Q) Documenti da caricare

Modulo parere Comune/Comuni/ Ambito territoriale


Milano 14 settembre 2011

MODALITÀ DI COMPILAZIONE DELLA DOMANDA ON LINE (2/3)

Scaricare l’apposito modulo .doc dal sistema informativo e compilarlo elettronicamente. Nel caso in cui siano previsti più partner aggiungere con copia e incolla le tabelle della sezione 1 e 2 e compilarle per ogni diverso partner.

Dopo aver salvato il documento .doc, firmare con CRS/Smart Card e allegare il file nell’apposita sezione GEFO (Q) Documenti da caricare

Scheda di partnership

Se la partnership non è stata formalizzata: dovrà essere allegato un documento di scrittura privata firmata dai soggetti che intendono costituire la partnership. Il documento deve essere scannerizzato, firmato con CRS/Smart Card dal firmatario del progetto e allegato nell’apposita sezione GEFO (Q) Documenti da caricare.

Se la partnership è già stata formalizzata: allegare nell’apposita sezione GEFO i protocolli operativi di collaborazione o le convenzioni di formalizzazione della partnership firmati con CRS/Smart Card dal firmatario del progetto

Documenti relativi alla partnership

Scaricare l’apposito modulo in formato .doc dal sistema informativo, compilarlo

elettronicamente nei campi richiesti e salvare il file.

Firmare con CRS/Smart Card e allegare il file nell’apposita sezione GEFO

Modulo altri soggetti coinvolti nella rete

Se la rete di collaborazione non è stata formalizzata: dovrà essere allegato un documento di scrittura privata firmata dai soggetti che intendono costituire la rete.

Il documento deve essere scannerizzato, firmato con CRS/Smart Card dal firmatario del progetto e allegato nell’apposita sezione GEFO (Q) Documenti da caricare.

Se la rete di collaborazione è stata formalizzata: allegare nell’apposita sezione GEFO i protocolli d’intesa, lettere d’intesa, ecc., che formalizzino la rete, firmati con CRS/Smart Card dal firmatario del progetto

Documenti relativi alla rete di collaborazione


Milano 14 settembre 2011

MODALITÀ DI COMPILAZIONE DELLA DOMANDA ON LINE (3/3)


  • Login