Signore dolce volto di pena e di dolor
Download
1 / 86

SIGNORE DOLCE VOLTO DI PENA E DI DOLOR - PowerPoint PPT Presentation


  • 88 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

SIGNORE DOLCE VOLTO DI PENA E DI DOLOR. O VOLTO PIEN DI LUCE COLPITO PER AMOR. AVVOLTO NELLA MORTE PERDUTO SEI PER NOI. ACCOGLI IL NOSTRO PIANTO O NOSTRO SALVATOR. NELL’OMBRA DELLA MORTE LO SGUARDO TRASCOLORA DEL VERBO NOSTRO DIO CHE IN CROCE PER NOI MUOR. NELL’ ORA DELLA CROCE

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha

Download Presentation

SIGNORE DOLCE VOLTO DI PENA E DI DOLOR

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


SIGNORE DOLCE VOLTO DI PENA E DI DOLOR


O VOLTO PIEN DI LUCE

COLPITO PER AMOR


AVVOLTO NELLA MORTE

PERDUTO SEI PER NOI.


ACCOGLI IL NOSTRO PIANTO

O NOSTRO SALVATOR.


NELL’OMBRA DELLA MORTE

LO SGUARDO TRASCOLORA

DEL VERBO NOSTRO DIO

CHE IN CROCE PER NOIMUOR


NELL’ ORA DELLA CROCE

RICORDATI DI NOI.

ACCOGLI IL NOSTRO PIANTO


O CAPO INSANGUINATO

DEL DOLCE MIO SIGNOR


DI SPINE INCORONATO,

TRAFITTO DAL DOLOR


PERCHE SON SÌ SPIETATI

GLI UOMINI CON TE?

AH SON I MIEI PECCATI

GESU,PIETA DI ME


PER CRISTO CON CRISTO E IN CRISTO


AMEN


A TE DIO PADRE ONNIPOTENTE NELL’UNITA’ DELLO SPIRITO SANTO


AMEN


Ogni onore e Gloria

Per tutti i secoli dei secoli


AMEN


L’ULIMA SERA TRASCORSA COI SUOI PRIMA DI ANDARE A MORIRE PER NOI


EGLI GIURO’ CHE NEPPURE LA MORTE ORA CI AVREBBE DIVISI DA LUI


POI LO VEDEMMO IN GINOCCHIO TRA NOI CHE CI PREGAVA DI AMARE COSI

CON L’UMILTA’ DI CHI VUOLE SERVIRE NELLA MEMORIA DEL GESTO DI LUI


E NOI A CHIEDERCI TRISTE PERCHE’ CI RIPETEVA SERENO CHE ORMAI


EGLI DOVEVA LASCIARSI TRADIRE PER POI ANDARE A MORIRE DA SOLO


Ora ti chiedo

umilmente mio Dio

Di perdonare il mio cuore insicuro


Dammi la forza di accogliere ancora

La tua parola il tuo gesto d’amore.


Dopo aver detto nell’ultimo addio,

Di non avere paura per Lui


Fu trascinato davanti al Giudizio

Fino alla morte nel nome di Dio


E lo vedemmo lontani da Lui

Dire per l’ultima volta MIO DIO


Poi nel silenzio ci siamo lasciati ed avevamo paura per Noi.


E noi a chiederci tristi perché

s’era lasciato morire così


Senza colpire la mano dell’uomo che aveva avuto paura di Dio.


Ora ti chiedo

umilmente mio Dio

Di perdonare il mio cuore insicuro


Dammi la forza di accogliere ancora

La tua parola il tuo gesto d’amore.


Io vorrei tanto parlare con te di quel figlio che AMAVI


IO VORREI tanto ascoltare da te quello che pensavi


Quando hai udito che tu non saresti più stata tua e questo figlio che non aspettavi non era per te


AVE MARIA 4 V


Io vorrei tanto sapere da te se quand’era bambino


Tu gli hai spiegato che cosa sarebbe successo di LUI


E quante volte a che tu di nascosto piangevi MADRE


Quando sentivi che presto l’avrebbero ucciso per NOI


AVE MARIA 4 V


Dio è amore

La Croce ne è il segno

Elaborato da Mario De Angelis


Ti saluto, Croce Santa


TI SALUTO, O CROCE SANTA, CHE PORTASTI IL REDENTOR; GLORIA, LODE, ONOR TI CANTA OGNI LINGUA E OGNI CUOR


Sei vessillo glorioso di Cristo, sei salvezza del popol fedel. Grondi sangue innocente sul tristo che ti volle martirio crudel.


TI SALUTO, O CROCE SANTA, CHE PORTASTI IL REDENTOR; GLORIA, LODE, ONOR TI CANTA OGNI LINGUA E OGNI CUOR


O Agnello divino, immolato sull’altar della croce, pietà! Tu, che togli dal mondo il peccato, salva l’uomo che pace non ha.


TI SALUTO, O CROCE SANTA, CHE PORTASTI IL REDENTOR; GLORIA, LODE, ONOR TI CANTA OGNI LINGUA E OGNI CUOR


Adorazione della croce

Inno alla

Croce gloriosa


LA CROCE GLORIOSA DEL SIGNORE RISORTO E’ L’ALBERO DELLA MIA SALVEZZA; DI ESSO MI NUTRO, DI ESSO DI MI DILETTO, NELLE SUE RADICI CRESCO, NEI SUOI RAMI MI DISTENDO.


La sua rugiada mi rallegra, la sua brezza mi feconda, alla sua ombra ho posto la mia tenda. Nella fame l’alimento, nella sete la fontana, nella nudità il vestimento.


Angusto sentiero, mia strada stretta, scala di Giacobbe, letto di amore dove ci ha sposato il Signore.


LA CROCE GLORIOSA DEL SIGNORE RISORTO E’ L’ALBERO DELLA MIA SALVEZZA; DI ESSO MI NUTRO, DI ESSO DI MI DILETTO, NELLE SUE RADICI CRESCO, NEI SUOI RAMI MI DISTENDO.


Nel timore la difesa, nell’inciampo il sostegno, nella vittoria la corona, nella lotta tu sei il premio.


Albero di vita eterna, pilastro dell’universo, ossatura della terra, la tua cima tocca il cielo e nelle tue braccia aperte brilla l’amore di Dio


LA CROCE GLORIOSA DEL SIGNORE RISORTO E’ L’ALBERO DELLA MIA SALVEZZA; DI ESSO MI NUTRO, DI ESSO DI MI DILETTO, NELLE SUE RADICI CRESCO, NEI SUOI RAMI MI DISTENDO.


Canto di comunione

Se il chicco


SE IL CHICCO DI FRUMENTONON CADE NELLA TERRA E NON MUORE RIMANE DA SOLOSE MUORE CRESCERA’


Troverà la sua vita chi la perde per me: viene la primavera, l’inverno se ne va.


SE IL CHICCO DI FRUMENTONON CADE NELLA TERRA E NON MUORE RIMANE DA SOLOSE MUORE CRESCERA’


Come il tralcio che piange, anche tu fiorirai: viene la primavera, l’inverno se ne va.


SE IL CHICCO DI FRUMENTONON CADE NELLA TERRA E NON MUORE RIMANE DA SOLOSE MUORE CRESCERA’


Ubi caritas


UBI CARITAS ET AMORUBI CARITAS DEUS IBI EST


Canto di comunione

Se il chicco


SE IL CHICCO DI FRUMENTONON CADE NELLA TERRA E NON MUORE RIMANE DA SOLOSE MUORE CRESCERA’


Troverà la sua vita chi la perde per me: viene la primavera, l’inverno se ne va.


SE IL CHICCO DI FRUMENTONON CADE NELLA TERRA E NON MUORE RIMANE DA SOLOSE MUORE CRESCERA’


Come il tralcio che piange, anche tu fiorirai: viene la primavera, l’inverno se ne va.


SE IL CHICCO DI FRUMENTONON CADE NELLA TERRA E NON MUORE RIMANE DA SOLOSE MUORE CRESCERA’


ad
  • Login