slide1
Download
Skip this Video
Download Presentation
BLS

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 44

BLS - PowerPoint PPT Presentation


  • 216 Views
  • Uploaded on

BLS. Basic Life Support. Supporto di Base delle Funzioni Vitali. Morte Cardiaca Improvvisa A.C.C. Cessazione brusca ed inattesa delle attività circolatoria e respiratoria in pazienti con o senza malattia cardiaca nota, con o senza segni premonitori.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about ' BLS' - keith


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
slide1

BLS

Basic Life Support

Supporto di Base delle Funzioni Vitali

118 GROSSETO SOCCORSO

morte cardiaca improvvisa a c c
Morte Cardiaca ImprovvisaA.C.C.
  • Cessazione brusca ed inattesa delle attività circolatoria e respiratoria in pazienti con o senza malattia cardiaca nota, con o senza segni premonitori.

La morte cardiaca, connessa a malattia coronarica,

rappresenta la più importante emergenza

medica (AHA)

118 GROSSETO SOCCORSO

dati statistici
DATI STATISTICI

STATISTICHE U.S.A:

330.000 MORTI/ANNO PER SINDROMI CORONARICHE ACUTE;

DI QUESTI 250.000 EXTRAOSPEDALIERI E 80.000 NEI DIPARTIMENTI D’ EMERGENZA.

SI DEDUCE UN INCIDENZA DI 0.55 MORTI OGNI 1000 ABITANTI

118 GROSSETO SOCCORSO

slide4

CONCETTI GENERALI

  • ARRESTO CARDIACO:

Interruzione dell’attività cardiaca.

  • ARRESTO RESPIRATORIO:

Arresto attività respiratoria spontanea

  • ARRESTO CARDIORESPIRATORIO:

E’ l’insieme dei precedenti

118 GROSSETO SOCCORSO

differenze in c p r
DIFFERENZE IN C.P.R.
  • SOCCORRITORE LAICO O SANITARIO 30/2 SEMPRE
  • SOCCORRITORE LAICO:
  • PAZIENTE INCOSCIENTE NO VALUTAZIONE DEL POLSO NE VALUTAZIONE SEGNI DI CIRCOLO SI PROCEDE CON C.P.R.
  • CON VALUTAZIONE NEGATIVA DEL GAS
  • SOCCORRITORE SANITARIO:
  • PAZIENTE INCOSCIENTE VALUTAZIONE DEL POLSO E C.P.R.

118 GROSSETO SOCCORSO

danno anossico cerebrale
Danno Anossico Cerebrale

- Inizia dopo circa 5’ di assenza di circolo

- Dopo circa 10’ si hanno lesioni cerebrali irreversibili

118 GROSSETO SOCCORSO

tempi di intervento
TEMPI DI INTERVENTO
  • TEMPI DI INTERVENTO EXTRAOSPEDALIERO
  • TEMPI DI INTERVENTO INTRAOSPEDALIERO:

REPARTI NON INTENSIVI

REPARTI INTENSIVI

  • SITUAZIONI PARTICOLARI:

PAZIENTI MONITORIZZATI IN AMBULANZA

118 GROSSETO SOCCORSO

sindromi coronariche acute
SINDROMI CORONARICHEACUTE
  • QUADRI CLINICI DIVERSI DA CASO A CASO CHE HANNO IN COMUNE UNA CAUSA CORONARICA ACUTA .
  • SI TRATTA DI UNA OSTRUZIONE DI UN VASO CORONARICO CHE PUO’ ESSERE TOTALE O PARZIALE.
  • ALL’OSTRUZIONE SEGUE UN QUADRO CLINICO MOLTO VARIABILE, CHE PUO’ ESSERE TIPICO, MA SPESSO SI PRESENTA SFUMATO E DI DIFFICILE VALUTAZIONE.

118 GROSSETO SOCCORSO

sindromi coronariche acute1
SINDROMI CORONARICHE ACUTE

SINTOMATOLOGIA:

  • DOLORE TORACICO TIPICO
  • DOLORE EPIGASTRICO
  • SUDORAZIONE
  • SENSO DI SVENIMENTO
  • DIFFICOLTA’ RESPIRATORIA
  • NAUSEA
  • VOMITO

118 GROSSETO SOCCORSO

ictus
DEFINIZIONE

DEFICIT NEUROLOGICO DI NUOVA INSORGENZA CHE HA COME CAUSA UN EVENTO VASCOLARE CEREBRALE CHE PUO’ ESSERE:

ICTUS ISCHEMICO:

Di tipo ostruttivo

ICTUS EMORRAGICO:

Di tipo emorragico

ICTUS

118 GROSSETO SOCCORSO

scopo del b l s
SCOPO DEL B.L.S.
  • Lo scopo del BLS è quello di garantire il pronto riconoscimento del grado di compromissione delle funzioni vitali (fase della valutazione) e di supportare ventilazione e circolo (fase dell’azione) fino al momento in cui possono essere impiegati mezzi per correggere la causa.

118 GROSSETO SOCCORSO

obiettivo
OBIETTIVO
  • L’obiettivo principale del BLS consiste nel prevenire danni anossici cerebrali attraverso procedure di RCP ogni qualvolta si verifichi un’improvvisa cessazione dell’attività respiratoria e/o della pompa cardiaca

118 GROSSETO SOCCORSO

catena della sopravvivenza
Catena Della Sopravvivenza

118 GROSSETO SOCCORSO

fasi del b l s abc della rcp
Fasi del B.L.S.“ABC” della RCP

AIRWAYS (Pervietà delle vie

aeree)

BREATHING(Respirazione)

CIRCULATION(Circolazione)

118 GROSSETO SOCCORSO

ogni azione deve essere preceduta da una valutazione
OGNI AZIONE DEVE ESSERE PRECEDUTA DA UNA VALUTAZIONE
  • VALUTAZIONE COSCIENZAA
  • VALUTAZIONE RESPIROB
  • VALUTAZIONE CIRCOLOC

118 GROSSETO SOCCORSO

valutazione azione

A

FASI DEL BLS

ValutazioneAzione
  • Stato di CoscienzaChiama e scuoti
  • Se la Vittima Non è 1) Attiva il 118

Cosciente2) Posiziona la vittima

e scopri il torace

3) Pervietà vie aeree

118 GROSSETO SOCCORSO

sicurezza ambiente
SICUREZZA AMBIENTE

118 GROSSETO SOCCORSO

fasi del bls

A

Fasi del BLS
  • Valutazione Stato Attivazione del

di Coscienza 118

A

118 GROSSETO SOCCORSO

fasi del bls a apertura delle vie aeree

A

Fasi del BLSA: apertura delle vie aeree
  • Iperestensione del capo e sollevamento del mento
  • Svuotamento del cavo orale

118 GROSSETO SOCCORSO

fasi del bls a apertura delle vie aeree1

A

Fasi del BLSA: Apertura delle vie Aeree
  • NON INSERIRE SE I RIFLESSI FARINGEI

SONO PRESENTI

Cannula

Orofaringea

In posizione

corretta

118 GROSSETO SOCCORSO

a b c della rianimazione cardiopolmonare

B

A.B.C. della Rianimazione Cardiopolmonare

AZIONE

Attività Respiratoria GAS

Guardo ascolto sento

Se Respiro Assente 2 ventilazioni disicurezza ( se possibile, se disponibile )

Se Respiro Presente Posizione laterale di

sicurezza

VALUTAZIONE

118 GROSSETO SOCCORSO

b valutazione respiro
B: Valutazione Respiro

B

G.A.S.

-Guardo

-Ascolto

-Sento

Per10” al massimo

118 GROSSETO SOCCORSO

posizione laterale di sicurezza
Posizione laterale di Sicurezza

118 GROSSETO SOCCORSO

ventilazione artificiale
Ventilazione Artificiale

B

  • Senza Mezzi Aggiuntivi:
  • Bocca-Bocca
  • Bocca-Naso
  • Bocca-Stoma
  • Con Mezzi Aggiuntivi:
  • Bocca-Barriere
  • Sistema Pallone-Maschera (AMBU)

118 GROSSETO SOCCORSO

ventilazione artificiale1
Ventilazione Artificiale

B

2 Insufflazioni della durata di circa 1”

VOLUME DI

INSUFFLAZIONE

500-600 ML

6 o 7ml/Kg

Deve produrre un visibile

sollevamento del torace

118 GROSSETO SOCCORSO

slide26

Percentuali di O2 erogate

90%

40%

21%

16%

0 10 20 30 40 50 60 70 80 90 100

Bocca-maschera

Pallone + O2

Pallone

Pallone + O2 + reservoire

118 GROSSETO SOCCORSO

cause pi frequenti di ventilazione inefficace o complicanze
Cause più frequenti di Ventilazione inefficace o Complicanze

B

Incompleta aderenza della maschera

Insufficiente iperestensione del capo

Insufflazione troppo rapida o brusca

ipoventilazione

distensione

gastrica

118 GROSSETO SOCCORSO

ricerca del polso carotideo

C

Ricerca del Polso Carotideo

Ricerca il polso carotideo

per circa 10”

Contemporaneamente

osserva se sono presenti:

-colpi di tosse

-movimenti

-tentativi di respirazione

Presenza di circolo

SOLO PER SANITARI

118 GROSSETO SOCCORSO

per soccorritori
PER SOCCORRITORI
  • LA VALUTAZIONE DEL POLSO NON VIENE FATTA, IN QUANTO SI PRESUPPONE CHE UN PAZIENTE INCOSCIENTE E CHE NON RESPIRA

NON ABBIA NEMMENO POLSO

118 GROSSETO SOCCORSO

polso assente
POLSO ASSENTE

C

INIZIARE C.P.R. RATIO

30/2

118 GROSSETO SOCCORSO

repere massaggio cardiaco
REPERE MASSAGGIO CARDIACO

C

POSIZIONARE IL PALMO DELLA MANO NELLA LINEA

INTERMAMMILLARE

118 GROSSETO SOCCORSO

c circolazione
C: Circolazione

C

  • Compressioni Toraciche Posizione del Soccorritore

118 GROSSETO SOCCORSO

tecnica compressione rilasciamento
Tecnica: Compressione Rilasciamento

C

La compressione

del cuore avviene

tra lo sterno e la

colonna vertebrale

118 GROSSETO SOCCORSO

compressioni toraciche tecnica di compressione

C

Compressioni ToracicheTecnica di compressione
  • Comprimere sullo sterno verso la colonna (4-5 cm)
  • Rilasciare totalmente la compressione
  • Rapporto compressione rilasciamento = 1:1
  • Mantenere il repere durante il rilasciamento
  • Frequenza di compressione 100 al minuto
  • Compressioni/Ventilazioni ( ratio sempre 30:2)

118 GROSSETO SOCCORSO

compressioni toraciche c errori pi frequenti
Compressioni ToracicheCErrori più frequenti:
  • Punto di Compressione

scorretto (mani troppo

alte o basse sulle coste).

  • Compressioni troppo

intense o brusche.

  • Compressioni troppo

superficiale.

-FRATTURE STERNALI O COSTALI

-LESIONI ORGANI INTERNI (POLMONI-FEGATO- MILZA)

CIRCOLO INSUFF.

118 GROSSETO SOCCORSO

slide36

Paziente non cosciente

Chiamare aiuto ( se 2 socc 118)

Posizionare il paziente

Valutazione

Vie aeree

GAS respira?

2 ventilazioni di sicurezza

(Se possibile se disponibile)

Respira adeguatamente ?

Non respira adeguatamente ?

PLS

Controllo circolo c’è polso certo?

Chiamare 118

si

no

Ventilare a 10 atti/m

Controllo polso ogni 2 m

CPR

Sino all’arrivo ALS

118 GROSSETO SOCCORSO

ostruzione delle vie aeree da corpo estraneo
Ostruzione delle vie aeree da corpo estraneo

Cause pi frequenti:

- Pezzi di cibo

- Protesi dentarie

Fattori favorenti:

-Assunzione di alcool

- Alterazione della deglutizione

118 GROSSETO SOCCORSO

ostruzione completa in pz cosciente
Ostruzione Completa in pz. cosciente

- Impossibilità a parlare, tossire, respirare

- Segnale universale di soffocamento (Mani alla gola)

  • Rapida cianosi

MANOVRA

DI

HEIMLICH

La Manovre di disostruzione sono:

5 colpi dorsali alternati a

5 compressioni addominali

Ripetute sino ad espulsione del corpo estraneo o perdita di coscienza.

118 GROSSETO SOCCORSO

trattamento del paziente che ha perso coscienza
Trattamento del paziente che ha perso coscienza:

INIZIA

C.P.R.

118 GROSSETO SOCCORSO

slide41

Paziente COSCIENTE

118 GROSSETO SOCCORSO

slide42

Paziente

NON COSCIENTE

NON-SANITARI

Chiamare aiuto:se 1 solo soccorritore

Chiamare 118 se 2 o + Soccorritori

Posizionare e scoprire il paziente

VIE AEREE:

(1) Sublussazione mandibola; Iperestensione testa e sollevamento mento;

corpo estraneo

G.A.S.

RESPIRA ? (1)ADEGUATAMENTE?

RESPIRA

(1) Adeguatamente

NON RESPIRA

(1)Adeguatamente

2 Insufflazioni di sicurezza

(se possibile se disponibile)

Posizione laterale di sicurezza

ed allertare il 118

se non già fatto

(1)Controllo Polso e circolo: c’è POLSO CERTO?

Chiamare il 118 o numero dedicato se non già fatto

(1) NON C’E’

POLSO CERTO

(1) C’E’

POLSO CERTO

(1)Ventilare con frequenza di 10 al min. ( 1 ogni 5-6 sec ) controllo polso ogni 2 minuti

CPR

Sino all’arrivo del

DAE, ACLS team

118 GROSSETO SOCCORSO

slide43

Paziente

NON COSCIENTE

SANITARI

Chiamare aiuto:se 1 solo soccorritore

Chiamare 118 se 2 o + Soccorritori

Posizionare e scoprire il paziente

VIE AEREE:

(1) Sublussazione mandibola; Iperestensione testa e sollevamento mento;

corpo estraneo

G.A.S.

RESPIRA ? (1)ADEGUATAMENTE?

RESPIRA

(1) Adeguatamente

NON RESPIRA

(1)Adeguatamente

2 Insufflazioni di sicurezza

(se possibile se disponibile)

Posizione laterale di sicurezza

ed allertare il 118

se non già fatto

(1)Controllo Polso e circolo: c’è POLSO CERTO?

Chiamare il 118 o numero dedicato se non già fatto

(1) NON C’E’

POLSO CERTO

(1) C’E’

POLSO CERTO

(1)Ventilare con frequenza di 10 al min. ( 1 ogni 5-6 sec ) controllo polso ogni 2 minuti

CPR

Sino all’arrivo del

DAE, ACLS team

118 GROSSETO SOCCORSO

slide44

ALGORITMO OSTRUZIONE DA CORPO ESTRANEO

INIZIA CPR

118 GROSSETO SOCCORSO

ad