Download

Flussi migratori in Italia e in Calabria Giuseppe De Bartolo






Advertisement
/ 54 []
Download Presentation
Comments
keitaro
From:
|  
(105) |   (0) |   (0)
Views: 51 | Added:
Rate Presentation: 0 0
Description:
Flussi migratori in Italia e in Calabria Giuseppe De Bartolo. Chi sono gli immigrati?. Migrante : una persona che si è spostata in un paese diverso da quello di residenza abituale e che vive in quel paese da più di un anno
Flussi migratori in Italia e in Calabria Giuseppe De Bartolo

An Image/Link below is provided (as is) to

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use only and may not be sold or licensed nor shared on other sites. SlideServe reserves the right to change this policy at anytime. While downloading, If for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.











- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -




Slide 1

Flussi migratori

in Italia e in Calabria

Giuseppe De Bartolo

Slide 2

Chi sono gli immigrati?

  • Migrante: una persona che si è spostata in un paese diverso da quello di residenza abituale e che vive in quel paese da più di un anno

  • Difficoltà di individuare con precisione chi siano gli stranieri: caso delle seconde generazioni

  • Stime: circa 175 milioni di migranti nel mondo (3% della popolazione mondiale); di essi, quasi 20 milioni sono rifugiati (concetto anch’esso problematico). In Italia, secondo l’ISTAT sono 3 milioni e ½, secondo la Caritas 3,8-4 milioni con una incidenza del 6,7%.

Slide 3

L’Italia:da paese di emigrazione …

Slide 4

Immigrazione negli USA (1820-1978) dai principali paesi di provenienza

Fonte: CESTIM – MLAL, 2002

Slide 5

1876-1900Totale espatriati = 5.257.830

Slide 6

1901-1915Totale espatriati = 8. 768.680

Slide 7

1916-1942Totale espatriati = 4. 335.240

Slide 8

1946-1961Totale espatriati = 4.436.416

Slide 9

Condizione sociale italianadel tempo

Slide 10

Mortalità

Slide 11

Emigranti italiani famosi in “negativo”

Slide 12

Emigranti italiani famosi in “positivo”

Dominick Di Matteo and his son built up the Dominick’s Grocery

chain in Chicago

Slide 13

Le “transoceaniche” …

Slide 14

… a paese di immigrazione

Slide 16

La crescitadell’immigrazione in Italia

Serie storica dei permessi di soggiorno (1992-2007)

Fonte: nostre elaborazioni dati Istat, 2007

Slide 17

Gli immigrati in Calabria

Slide 18

Presenza

Stranieri presenti in Calabria al 2007 = 35.216 (di cui il 54,6% femmine)

Slide 19

Immigrazione dai Paesi a forte pressione migratoria (Pfpm)

Rappresentano il74,3% del totale

Slide 20

Comunitari ed extracomunitari

Slide 21

Motivi della presenza

Slide 22

Minori presenti

Slide 23

Segnali di “integrazione”:i matrimoni

Slide 24

Le nazionalità presenti in Calabria (2006)

Nostre elaborazioni su dati Istat, 2007

Slide 25

Le nazionalità presentinella provincia di Cosenza (2006)

Nostre elaborazioni su dati Istat, 2007

Slide 26

Il problema dei clandestini

Slide 28

L’opinione della Lega sui clandestini

Slide 29

Vita dura …

Slide 30

Una proposta concreta per la modifica della Bossi-Fini

Propongo di accogliere tutti i clandestini che arrivano in windsurf

Created by M. Stranges

Slide 31

Le rotte via mare

Da Malta gli approdi in Italia:

Sicilia e Calabria

Slide 32

Il Sahara è un passaggio obbligato

  • È più pericoloso del mare. Il grande deserto separa l'Africa occidentale e il Corno d'Africa dai Paesi del Mediterraneo (Libia, Tunisia, Algeria e Marocco) da dove è facile imbarcarsi clandestinamente per l'Italia e la Spagna. Il Sahara si attraversa sui camion e sui fuoristrada che battono le piste tra Sudan, Chad, Niger e Mali da un lato e Libia e Algeria dall'altro. Qui dal 1996 sono morte almeno 1.587 persone.

  • Ma stando alle testimonianze dei sopravvissuti, quasi ogni viaggio conta i suoi morti. Le vittime censite sulla stampa potrebbero quindi essere soltanto una sottostima.Tra i morti si contano anche le vittime delle deportazioni collettive praticate dai governi di Tripoli, Algeri e Rabat, abituati da anni ad abbandonare a se stessi gruppi di centinaia di persone in zone frontaliere in pieno deserto

Slide 33

Alcune cause:

  • L’Italia attira l’immigrazione illegale per la difficoltà di controllare le frontiere

  • Ma anche per la diffusione di imprese di piccole dimensioni in cui il lavoro nero è più facile da nascondere

Slide 34

Andamento altalenante

  • Nel 1990 prima dell’introduzione della legge Martelli la presenza straniera illegale era circa 1/2 milione

  • Nel corso degli ultimi 20 anni questo numero ha avuto forti oscillazione a causa delle regolarizzazioni

Slide 35

Andamento degli irregolari

Slide 36

Qualche dato

Slide 37

Sbarchi di clandestini (2006)

  • Sicilia = 21.400

  • Calabria = 282 (di cui 278 dall’Egitto)

  • Puglia = 243

  • Sardegna = 91

  • Totale = 22.016

Slide 38

Principali nazionalità

  • Marocco = 8.146

  • Egitto = 4.200

  • Eritrea = 2.859

  • Tunisia = 2.288

  • Ghana = 530

  • Nigeria = 491

  • Etiopia = 459

Slide 39

Rotte alternative al mare

Slide 40

L’accoglienzadei clandestini in Calabria

Slide 42

Centri di Permanenza Temporanei

  • Istituiti nel 1998 dalla Turco Napolitano, i CPT sono strutture detentive dove vengono reclusi i cittadini stranieri sprovvisti di regolare titolo di soggiorno.

  • Il trattenimento nel CPT viene disposto dal Questore per un tempo di 30 giorni prorogabili per altri 30.

  • I CPT inaugurano in Italia lo stato di detenzione amministrativa.

  • Il funzionamento dei CPT è di competenza del Prefetto

Slide 43

I CPT in Calabria

  • CPT di Lamezia

  • CPT di Sant’Anna (KR)

Slide 44

Provvedimenti di allontanamento

Slide 45

Difficoltà di “gestione”

Cpt, rivolte a Crotone e Lamezia Terme.

da carta.org del 26 giugno 2006

“Dopo la rivolta dei giorni scorsi nel centro di detenzione per migranti di Sant’Anna a Crotone, e la fuga di 30 migranti, anche a Lamezia Terme, nel Cpt gestito dalla cooperativa Malgrado Tutto, ieri si sono registrati episodi di protesta”

Slide 46

L’immigrazione nei programmi elettorali 2008

Slide 47

L’immigrazione nei programmi elettorali 2008

  • PD

  • Il Partito Democratico vede l’immigrazione come fenomeno da regolare in base al fabbisogno di lavoratori per le imprese e le famiglie italiane e le capacità di accoglienza del nostro Paese.

Slide 48

Continua…….

  • Sostiene il metodo dello sponsor introdotto dalla legge Turco-Napolitano. Prevede la semplificazione delle procedure per l’ottenimento del permesso di soggiorno e dei rinnovi in una ottica di integrazione e inserimento graduale degli stranieri.

Slide 49

Continua….

  • Viene prevista l’espulsione dal territorio italiano in casi di presenza irregolare

Slide 50

Continua……

  • Acquisizione cittadinanza:

  • Riprende le tracce del disegno di legge del ministro Amato che puntava all’introduzione del ius soli (chi è nato in Italia può facilmente diventare cittadino italiano) accompagnato da un controllo delle conoscenze linguistiche.

Slide 51

L’immigrazione nei programmi elettorali 2008

  • PDL punta sui rapporti bilaterali con i Paesi d’origine per incoraggiare pratiche di controllo e di agevolazione all’ingresso per stranieri richiesti dal mercato del lavoro italiano

Slide 52

Continua……

  • Si pone contro le sanatorie degli stranieri irregolari, e propugna l’aumento dei CPT e un maggior controllo sui centri di culto collegati alla predicazione fondamentalista

Slide 53

Continua…..

  • Non propone modifiche all’attuale legge sulla cittadinanza, che si basa sullo ius sanguinis (normalmente, la cittadinanza si acquisisce per nascita o per matrimonio. In alternativa, la si può chiedere dopo una residenza continuativa e regolare di 10 anni)

Slide 54

Grazie per l’attenzione!

37^ Cattedra “A. Guarasci”

Università della Calabria

9—12 febbraio 2009


Copyright © 2014 SlideServe. All rights reserved | Powered By DigitalOfficePro