Sistemi gis un nuovo scenario per la statistica ufficiale
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 17

Sistemi GIS: un nuovo scenario per la statistica ufficiale PowerPoint PPT Presentation


  • 79 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

Sistemi GIS: un nuovo scenario per la statistica ufficiale. Sandro Cruciani | Istituto Nazionale di Statistica. Il contesto. I GIS sono ormai uno strumento indispensabile e di larga diffusione/utilizzo

Download Presentation

Sistemi GIS: un nuovo scenario per la statistica ufficiale

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Sistemi gis un nuovo scenario per la statistica ufficiale

Sistemi GIS: un nuovo scenario per la statistica ufficiale

Sandro Cruciani | Istituto Nazionale di Statistica


Il contesto

Il contesto

I GIS sono ormai uno strumento indispensabile e di larga diffusione/utilizzo

I possibili campi di applicazione non riguardano solo l’archiviazione di dati geografici, ma soprattutto la loro analisi ed elaborazione

Ma:

Mancano ancora esperienze consolidate di integrazione tra dati geografici e altri dati, ad esempio statistici

L’offerta di dati geografici pubblici (e non) è vasta, ma ancora frammentatanella copertura, nelle classificazioni, negli strumenti tecnici utilizzati


Un po di storia

Un po’ di storia

L’utilizzo degli strumenti GIS ha ormai una lunga tradizione in Istat:

Innovazione. In occasione del Censimento 1991 sono state per la prima volta digitalizzate le Basi Territoriali (piani topografici comunali) sulla base delle tavolette IGM 1:25000

Miglioramento. Per il Censimento del 2001 la qualità del disegno è stata incrementata (1:5000 in ambito urbano, 1:10000 in ambito extra-urbano)

Consolidamento. Nel 2010 sono state per la prima volta diffuse le BT in versione pre-censuaria


Un nuova consapevolezza

Un nuova consapevolezza

Gli strumenti GIS possono offrire nuove opportunità e punti di vista:

Nella lettura dei fenomeni socio-economici sul territorio

Nella produzione della statistica ufficiale

Nella produzione di archivi statistici georeferenziati e/o geocodificati

Nei sistemi di geovisualizzazione


Le tre visioni dell istat

Le tre «visioni» dell’Istat

La strategia dell’Istat per il prossimo futuro si può riassumere in tre punti:

Il consolidamento dei sistemi di geovisualizzazione integrata di dati geografici e statistici (GISTAT)

Diffusione dei dati geografici (BT definitive, limiti amministrativi) attraverso file scaricabili e/o servizi per l’interoperabilità (GeoWebServices)

Diffusione di nuova informazione statistica come prodotto di analisi su dati geografici


Sistemi di geovisualizzazione gistat

Sistemi di geovisualizzazione (GISTAT)

GISTAT (http://gistat.istat.it) è una piattaforma tecnologica che consente:

Di divulgare dati statistici geo-riferiti, in particolare quelli censuari

Di distribuire dati geografici attraverso GeoWebServices in formati standard

Di interoperare con altri Enti attraverso la condivisione di servizi standard, secondo le regole dell’Open GeoSpatialConsortium

Di adoperare funzionalità specializzate di editing cartografico, correzione e controllo geometrico (aggiornamento delle BT)


Diffusione di dati geografici

Diffusione di dati geografici

Alcuni esempi:

Basi territoriali per i censimenti 1991, 2001 e 2011 in versione precensuaria (http://www.istat.it/it/archivio/44523)

Limiti amministrativi di regioni, province e comuni aggiornati annualmente

La superficie territoriale di regioni, province e comuni (http://www.istat.it/it/archivio/82599)

In prospettiva a breve termine:

Matrici di contiguità comunali e provinciali

Distanze tra i comuni capoluogo

Delimitazione delle aree sub-comunali per i grandi comuni

I centroidi delle sezioni di censimento in cui ricadono i municipi

GeoWebServices


Nuova informazione statistica 1

Nuova informazione statistica (1)

Una stima dell’urbansprawl:

Estensione delle località abitate al 2011 e confronto con il 2001

Rispetto al 2001, l’incremento complessivo di suolo urbanizzato è stato di 1.600 km2: +8,8%, equivalente ad una superficie pari alla provincia di Milano completamente edificata

Nel decennio considerato, quindi, solo per centri e nuclei abitati è stato consumato suolo a un ritmo medio di circa 45 ettari giornalieri


Nuova informazione statistica 2

Nuova informazione statistica (2)

Istat, Rapporto Annuale 2012,

Par. 4.3.5.2


Nuova informazione statistica 3

Nuova informazione statistica (3)

Indici di accessibilità a infrastrutture e/o servizi:


Nuova informazione statistica 4

Nuova informazione statistica (4)

Indicatori geomorfologici

Indice di rugosità del terreno (TRI-TerrainRoughnessIndex). L’indice è stato calcolato su un DEM (Digitalelevationmodel) a 75 metri di risoluzione. La classificazione è basata sul differenziale di elevazione in metri.

Località abitate di Roma e provincia. In questa figura è rappresentata la densità di popolazione al 2001 delle località abitate, integrate con la cartografia raster dell’indice di rugosità. Questa integrazione permette di evidenziare l’influenza che la morfologia del territorio ha sulla concentrazione abitativa della popolazione.


Nuova informazione statistica 5

Nuova informazione statistica (5)

Carta statistica di copertura/uso del suolo


Nuova informazione statistica 6

Nuova informazione statistica (6)

Carta statistica di copertura/uso del suolo


Nuova informazione statistica 7

Nuova informazione statistica (7)

La geo-codifica di archivi statistici:

Sono state completate alcune sperimentazioni con esiti soddisfacenti

Il salto di qualità si potrà fare quando si disporrà dell’archivio nazionale degli stradari e dei numeri civici, in corso di realizzazione

Una corretta geo-codifica e/o geo-referenziazione dei dati è alla base del calcolo degli indici di accessibilità

Sono state prodotte le coordinate spaziali relative a porti, aeroporti e stazioni ferroviarie principali (http://www.istat.it/it/archivio/41899)


Un nuovo progetto 1

Un nuovo progetto (1)

ITALI “Integration of Territorial And Land cover/use Information”

Obiettivi prioritari sono:

L’integrazione delle fonti e delle informazioni disponibili su LC/LU, finalizzate alla produzione di statistiche coerenti e consistenti per l’intero territorio italiano

Confronto tra i dati LUCAS e dati provenienti da rilevazioni nazionali, in particolare per i dati rilevati in-situ

Proporre una strategia per l’integrazione a regime tra LUCAS e le fonti nazionali


Un nuovo progetto 2

Un nuovo progetto (2)

Il progetto ITALI è coordinato dall’Istat e vi partecipano Ispra, Inea, MiPAAF e SIN

Le fonti cartografiche nazionali utilizzate:

BT - Basi territoriali per i censimenti (ISTAT)

Popolus - PermanentObservationPOintsforLandUseStatistics (MiPAAF)

AGRIT (MiPAAF)

IUTI - Inventario dell’Uso delle Terre d’Italia (Ministero Ambiente)

Land take & soilsealingmonitoring network (ISPRA)

INFC - Inventario Nazionale delle foreste e dei serbatoi forestali di carbonio (MiPAAF-CFS)

Altre fonti (GMES High-ResolutionLayers, GMES UrbanAtlas, CorineLand Cover, ecc.)


Grazie per l attenzione

Grazie per l’attenzione


  • Login