Vademecum organizzazione feste democratiche
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 13

VADEMECUM ORGANIZZAZIONE FESTE DEMOCRATICHE PowerPoint PPT Presentation


  • 105 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

VADEMECUM ORGANIZZAZIONE FESTE DEMOCRATICHE. A CURA DELL’ING. ANTONIO ARGENTINA Circolo di Grottaglie (TA). PROCEDURA per il rilascio delle licenze.

Download Presentation

VADEMECUM ORGANIZZAZIONE FESTE DEMOCRATICHE

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Vademecum organizzazione feste democratiche

VADEMECUM ORGANIZZAZIONE FESTE DEMOCRATICHE

A CURA DELL’ING. ANTONIO ARGENTINA

Circolo di Grottaglie (TA)

Ing. Antonio Argentina


Procedura per il rilascio delle licenze

PROCEDURA per il rilascio delle licenze

Coloro i quali intendano richiedere la licenza prevista dagli artt. 68 e 69 del TULPS (manifestazione di pubblico spettacolo e trattenimenti) devono presentare al Sindaco apposita istanza in marca da bollo da € 14,62 contenente i dati anagrafici del richiedente o quelli della società che eventualmente rappresenta, o quelli del nominativo incaricato dal comitato o associazione per nome della quale si presenta l’istanza (corredata di fotocopia di un documento di riconoscimento).

Nell’istanza deve essere specificato il tipo di spettacolo (descrizione dettagliata ovvero programma della festa), il luogo, la data e l’orario di svolgimento.

N.B. l’istanza è bene presentarla almeno 30giorni prima della festa.

Normalmente è richiesto un versamento variabile da Comune a Comune che mediamente risulta di circa €150,00 per i diritti delle Commissioni di Vigilanza sui Locali di Pubblico Spettacolo.

Si delineano 2 fasi: l’esame del progetto ed il sopralluogo della CVLPS

Contestualmente (cioè nella stessa istanza per il rilascio della licenza) deve essere richiesto a seconda dei casi:

Ing. Antonio Argentina


Vademecum organizzazione feste democratiche

1° CASO Se la capienza è superiore ai 1300 spettatori per i locali cinematografici o teatrali e per gli spettacoli viaggianti o di 5000 spettatori per gli altri locali:

il nulla osta previsto dall’art. 80 del T.U.L.P.S., viene rilasciato dalla Commissione Provinciale di Vigilanza sui Locali di Pubblico Spettacolo; a tal fine devono essere indicati il giorno e l’ora in cui saranno allestiti i locali e/o installate le attrezzature per l’ispezione.

Alla suddetta istanza deve essere allegata, a firma di tecnico abilitato, la seguente documentazione:

1) planimetria in scala dei locali ovvero luoghi allestiti per lo spettacolo

2) progetto delle strutture e degli impianti tecnologici (descrizione dell’impianto, schemi topografici dell’impianto, impianti antincendio)

3) progetto dell’impianto elettrico (descrizione dell’impianto, schemi topografici di distribuzione, schema topografico dell’impianto di terra, schema topografico dell’impianto di sicurezza, schemi dei quadri)

4) certificato di agibilità (ove occorrente)

Ing. Antonio Argentina


Vademecum organizzazione feste democratiche

5) collaudo statico delle strutture (palco, americana e strutture metalliche)

6) dichiarazione dei rivestimenti e materiali utilizzati (soffitto, contro soffitto, pareti, pavimento etc) nonché degli arredi, tendaggi, sipari, poltrone, sedie, tavoli etc.) con l’indicazione della classe di reazione al fuoco, attestato dal Ministero dell’Interno con apposizione del “marchio di conformità al prototipo omologato”

7) dichiarazione di conformità dell’impianto elettrico, con particolare riguardo alla messa a terra (DM 37/2008)

8) dichiarazione di perfetto montaggio delle strutture (questa dichiarazione può essere presentata anche il giorno del sopralluogo)

9) collaudo annuale delle attrezzature (solo per le attività di spettacolo viaggiante es. luna park e giochi gonfiabili)

10) documentazione di previsione di impatto acustico come previsto dall’art. 8 comma 5 della legge n. 447/95 e L.R. 3/2002 redatta da tecnico competente (per attività temporanee ed all’aperto le emissioni sonore sono consentite sino alle 24.00 e nel rispetto dei limiti di legge salvo deroga autorizzata dal Sindaco sentita la AUSL competente).

Ing. Antonio Argentina


Vademecum organizzazione feste democratiche

2° CASO Se la capienza è pari o inferiore ai 1300 spettatori per i locali cinematografici o teatrali e per gli spettacoli viaggianti o pari o inferiore ai 5000 per gli altri locali:

- il nulla osta di agibilità di cui all’art. 80 del TULPS, viene rilasciato dalla Commissione Comunale di Vigilanza sui Locali di Pubblico Spettacolo (se istituita); a tal fine devono essere indicati il tipo di spettacolo (descrizione dettagliata), il giorno e l’ora in cui saranno allestiti i locali e/o installate le attrezzature per l’ispezione.

Alla suddetta dovrà essere allegata, a firma di tecnico abilitato, la documentazione elencata ai punti precedenti dal N. 1 al N. 10

Ing. Antonio Argentina


3 caso per i locali e gli impianti con capienza complessiva pari o inferiore a 200 persone

3°CASO Per i locali e gli impianti con capienza complessiva pari o inferiore a 200 persone:

Fermo restando che va comunque effettuato l’esame preventivo del progetto da parte della competente Commissione appositamente costituita, e pertanto all’istanza deve essere allegato collaudo annuale delle attrezzature (solo per le attività di spettacolo viaggiante, luna parck etc.) e la documentazione elencata ai punti dal N. 1 al N. 10 previsti nel 1° caso).

Le verifiche e gli accertamenti eseguiti nel sopralluogo dalla Commissione di Vigilanza sono sostituiti, ferme restando le disposizioni sanitarie vigenti, da una relazione tecnica di un professionista iscritto nell’albo degli ingegneri o nell’albo degli architetti o nell’albo dei periti industriali o nell’albo dei geometri che attesta la rispondenza del locale o dell’impianto alle regole tecniche stabilite con decreto del Ministero dell’Interno.

N.B.: Si rammenta che l’utilizzo della licenza è subordinato al rispetto dei decibel e orari stabiliti per la zona nella quale si svolge la manifestazione dalla normativa vigente in materia. In particolare bisogna chiedere nell’istanza l’eventuale deroga ai limiti della zonizzazione acustica o della legge regionale.

Ing. Antonio Argentina


Riepilogando

RIEPILOGANDO:

Spettacoli ed intrattenimenti:

1) parere sul progetto espresso dalla Commissione in tutti i casi;

2) verifica, da parte della competente Commissione, per manifestazioni in luoghi con capienza superiore alle 200 persone;

3) verifica, da parte di un tecnico abilitato, per manifestazioni in luoghi con capienza fino a 200 persone;

4) rispetto limiti stabiliti dalla zonizzazione acustica, salvo eventuali deroghe.

In tutti i casi sarà cura dell’ufficio preposto alla ricezione dell’istanza (normalmente il Comando di Polizia Municipale) convocare la competente Commissione Comunale, sia per il parere, sia per il sopralluogo di verifica (ad esclusione del 3° caso) con un minimo di 10 giorni di preavviso ed in presenza della dovuta ed indispensabile documentazione.

Ing. Antonio Argentina


Prevenzione incendi

PREVENZIONE INCENDI

Anche per i locali di trattenimento, ovvero locali destinati a trattenimenti ed attrazioni varie, aree ubicate in esercizi pubblici ed attrezzate per accogliere spettacoli con capienza non superiore a 100 persone, utilizzati anche occasionalmente per spettacoli, trattenimenti e riunioni, devono comunque essere rispettate le disposizioni del D.M. 19/08/1996, relative all’esodo del pubblico, alla statica delle strutture e all’esecuzione a regola d’arte degli impianti installati, la cui idoneità, da esibire ad ogni controllo, dovrà essere accertata e dichiarata da tecnici abilitati.

Per i suddetti locali con capienza superiore alle 100 persone e per gli altri locali come i cinema, teatri, auditori e sale convegno, sale da ballo e discoteche, teatri tenda, circhi, luoghi destinati a spettacoli viaggianti e parchi di divertimento, luoghi all’aperto, ovvero luoghi ubicati in delimitati spazi all’aperto con impianti appositamente destinati a spettacoli o intrattenimenti con strutture apposite per lo stazionamento del pubblico, si deve richiedere l’esame progetto ed ottenere (solo per i locali) il certificato (rilasciato dal Comando provinciale dei VVFF) di prevenzioni incendi.

Ing. Antonio Argentina


Pubblici spettacoli pubblici trattenimenti balli nelle piazze e nelle vie pubbliche

PUBBLICI SPETTACOLI ---- PUBBLICI TRATTENIMENTI ----BALLI Nelle Piazze e nelle Vie pubbliche

Per l’organizzazione di pubblici spettacoli o pubblici trattenimenti o balli nelle piazze e nelle pubbliche vie che:

- non siano svolti per mestiere

- le aree interessate non vengano delimitate da nessuna recinzione (come fioriere, transenne, etc.) che possano precludere il libero transito agli astanti

- non vengano installate apparecchiature o strutture quali (per esempio) un palco con altezza superiore a m. 0,80, scenografie che normalmente vengono utilizzate nei teatri, tralicci per gli impianti luce

NON E’ NECESSARIA LICENZA

Il responsabile della manifestazione deve attenersi alle disposizioni contenute nel D.M. 19/08/96 (Prevenzione incendi).

Fermo restando, per il responsabile della manifestazione, il rispetto del citato D.M. 19/08/96:

- qualora le manifestazioni nelle piazze e nelle pubbliche vie non sono svolte per mestiere ma non si è in possesso degli altri requisiti sopra indicati, deve essere richiesto il nulla osta di agibilità previsto dall’art. 80 del TULPS seguendo la casistica precedentemente indicata nella procedura per il rilascio delle licenze e riferita al tipo di manifestazione ed alla capienza del sito.

Ing. Antonio Argentina


Requisiti igienico sanitari nelle piazze e nelle vie pubbliche

REQUISITI IGIENICO-SANITARI - Nelle Piazze e nelle Vie pubbliche

Per l’organizzazione di pubblici spettacoli o pubblici trattenimenti o balli nelle piazze e nelle pubbliche vie soggette a controllo dalle Commissioni di Vigilanza di Pubblico Spettacolo, occorre che:

la piazza, ovvero la via pubblica debba essere dotata di servizi igienici in ragione di uno per sesso per le prime 200 persone e uno per ogni 100persone oltre le 200.

Si possono avere due alternative normalmente accettate dalle Commissioni di Vigilanza di Pubblico Spettacolo:

è possibile presentare il nulla osta degli esercizi pubblici vicini all’area della manifestazione indicando il numero di servizi igienici a firma dei rispettivi titolari;

In alternativa si devono prevedere gli opportuni bagni chimici

Per i requisiti acustici ed il rispetto dei limiti di emissione sonora si rimanda a quanto già detto al punto 10) della documentazione da allegare all’istanza.

Ing. Antonio Argentina


Requisiti igienico sanitari nelle piazze e nelle vie pubbliche1

REQUISITI IGIENICO-SANITARI - Nelle Piazze e nelle Vie pubbliche

In caso di preparazione e somministrazione di alimenti (panini, bibite e piatti locali) attenersi a quanto indicato dal regolamento di igiene comunale, ovvero a quanto indicato nell’Ordinanza 03.04.2002 (GU n.114 del 17.05.2002 serie generale).

Pertanto in caso di annessa somministrazione di alimenti occorre presentare una istanza al Sindaco per il rilascio dell’autorizzazione sanitaria temporanea.

L’istanza deve indicare la tipologia merceologica ovvero cosa si deve preparare e somministrare, le generalità del richiedente (organizzatore della manifestazione) e la specifica delega a svolgere l’attività da parte di persona o esercizio gastronomico che accetta e dichiara di essere in regola con la valutazione HACCP esibendo il relativo manuale di controllo ai sensi del D.lvo n.155/97 e smi.

In allegato si deve presentare contestualmente il lay-out grafico e una relazione a firma di tecnico abilitato sulle caratteristiche dei banchi temporanei o stand, della presenza di acqua potabile, scarichi reflui e presenza di servizi igienici per gli operatori.

Ing. Antonio Argentina


Riepilogo generale

RIEPILOGO GENERALE

Presentare istanza per lo svolgimento della manifestazione almeno 30giorni prima della data scelta.

Allegare la documentazione tecnica richiesta per l’esame progetto da parte della Commissione di Vigilanza di Pubblico Spettacolo in triplice copia (Comune, AUSL e Comando VVF provinciale.

In caso di somministrazione di bevande e alimenti presentare contestualmente l’istanza di autorizzazione sanitaria temporanea, alla quale allegare la relazione e gli elaborati a firma di tecnico abilitato.

In fase di sopralluogo predisporre la documentazione inerente le strutture allestite:

Collaudo impianti elettrici e di terra con dichiarazioni di conformità, schemi e certificazioni quadri elettrici, gruppi elettrogeni, etc;

Collaudo palco e strutture metalliche

Certificazioni di omologazione VVF delle sedie e coperture di gazebo e stand

Certificazioni degli estintori

Nomina degli addetti al servizio di vigilanza antincendio da parte del responsabile organizzatore con esibizione di copia dell’attestato di addetto antincendio rilasciato a seguito di esame presso il comando dei VVF provinciale

Ing. Antonio Argentina


Vademecum organizzazione feste democratiche

NB. Nei contratti da stipulare con i Service che curano l’allestimento degli spettacoli, richiamare l’obbligo ad esibire le certificazioni richieste dalle Commisioni di Vigilanza durante il sopralluogo, ovvero dal Tecnico (se <200persone)

GRAZIE PER LA PAZIENZA

E

BUON LAVORO

Ing. Antonio Argentina


  • Login