gestione dei beni culturali
Download
Skip this Video
Download Presentation
GESTIONE DEI BENI CULTURALI

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 33

GESTIONE DEI BENI CULTURALI - PowerPoint PPT Presentation


  • 343 Views
  • Uploaded on

GESTIONE DEI BENI CULTURALI. ---. Costituzione. Art. 9 . La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura, la ricerca scientifica. La tutela del paesaggio e il patrimonio artistico-culturale Norma programmatica

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'GESTIONE DEI BENI CULTURALI' - jonathan


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
costituzione
Costituzione
  • Art. 9 . La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura, la ricerca scientifica. La tutela del paesaggio e il patrimonio artistico-culturale
  • Norma programmatica
  • Tutela della persona, della formazione e dell’innalzamento culturale dell’individuo
costituzione3
Costituzione
  • Art. 33 : l’arte e la scienza sono libere e libero è l’insegnamento
  • Ruolo attivo dei pubblici poteri
  • Valore della libertà della cultura
ambito internazionale
Ambito internazionale
  • Convenzione internazionale Aia 1954 : protezione beni culturali
  • Bene culturale : beni mobili e immobili di grande importanza per il patrimonio culturale dei popoli; località archeologiche; costruzioni d’interesse artistico; opere d’arte; manoscritti; libri ecc…..
ambito internazionale5
Ambito internazionale
  • Conv. Culturale europea 19 dicembre 1954
  • Conv. Parigi 1970 e 1972 (protezione patrimonio mondiale culturale e ambientale)
unione europea
Unione Europea
  • Art. 28 trattato 1957 : azione comune degli Stati europei per la conservazione e salvaguardia beni del patrimonio culturale
normativa nazionale
Normativa nazionale
  • Legge 1080 del 1960 : ripartizione dei musei in quattro categorie : con previsione obbligo per l’ente proprietario di disporre un regolamento di organizzazione e di funzionamento
  • DPR 3/1972 : importanza delle Regioni nella gestione museale e definizione della competenza regionale
  • 1975 : nasce il Ministero Beni Culturali
normativa nazionale8
Normativa nazionale
  • D.l.vo 616/1977: definizione delle competenze amministrative . Nuovo ruolo di Regioni e degli enti locali (Comuni e Province) che partecipano alla promozione culturale (art. 9 Cost.)
  • D.L.vo 112/1998 :
  • Tutela BB.CC. : attività diretta alla conservazione dei beni culturali
  • Gestione BB.CC. : attività diretta, con la riorganizzazione delle risorse umane e materiali, ad assicurare la fruizione dei beni culturali cercando di valorizzarli
  • Valorizzazione BB.CC. : attività diretta a migliorare le condizioni d i conoscenza e conservazione dei BB.CC. e ad incrementarne la fruizione
normativa nazionale9
Normativa nazionale
  • D.Lvo 112/1998 : allo Stato la tutela dei BB.CC., a Regioni e agli enti locali la conservazione
  • Valorizzazione : Stato, Regioni ed enti locali : provvedono alla valorizzazione dei BB.CC. Ciascuno nel proprio ambito
  • Forme di cooperazione tra soggetti pubblici per attuare la valorizzazione
funzioni di valorizzazione ex d l vo 112 1998
Funzioni di valorizzazione ex d.l.vo 112/1998
  • Miglioramento della conservazione fisica dei beni e loro sicurezza, integrità, valore
  • Miglioramento dell’accesso dei beni e diffusione della loro conoscenza anche mediante pubblicazioni
  • Fruizione agevolata dei beni da parte delle categorie meno favorite
  • Organizzazione di studi ricerche iniziative scientifiche anche in collaborazione con università ed istituzioni culturali di ricerca
  • Organizzazione di attività didattiche divulgative anche in collaborazione con istituti d’istruzione
  • Organizzazioni di mostre anche in collaborazione con altri soggetti pubblici e privati
  • Organizzazione di eventi culturali connesse particolare aspetti dei beni (operazioni di restauro e di recupero)
  • Organizzazione di itinerari culturali individuati mediante la connessione fra beni culturali e ambienti diversi, anche in collaborazione con enti e organi competenti per il turismo
riforma del titolo v della costituzione nel 2001
Riforma del titolo V della costituzione nel 2001
  • Legge costituzionale 3/2001
  • Stato: potestà legislativa esclusiva in materia di tutela dei beni culturali e ambientali
  • Stato e regioni (legislazione concorrente): valorizzazione dei beni culturali e ambientali
  • Legge statale: intese coordinamento tra Stato regioni nella materia della tutela dei beni culturali
riforma del titolo v costituzione
riforma del titolo V Costituzione
  • Funzioni amministrative: attribuite principalmente comuni, poi le province, le regioni e allo maiuscole tale stato
  • Tutela: Stato
  • Valorizzazione: competenza regionale
definizione di tutela e vallo l interazione
Definizione di tutela e vallo l’interazione
  • Sentenza 94/ 2003 della corte costituzionale
  • È normativa di “tutela” quando è necessario qualificare i beni culturali per determinarne il loro regime giuridico
  • Legislazione di tutela: finalità di individuazione, protezione, conservazione dei beni culturali con misure che impongono vincoli alla proprietà.
  • È normativa di “valorizzazione”in tutti gli altri casi in cui lo Stato interviene con un provvedimento
corte costituzionale 9 2004
Corte costituzionale 9/ 2004
  • Tutta l’attività che presuppone la conservazione del bene o il recupero (restauro) rientra nella materia della tutela dei beni culturali
  • Competenza esclusiva dello Stato
gestione
gestione
  • A chi compete?
  • Secondo il Consiglio di Stato: forte connessione tra gestione e tutela da una parte e valorizzazione dall’ altra
  • Nella gestione prevale l’aspetto della valorizzazione
codice dei beni culturali
Codice dei beni culturali
  • Decreto legislativo 26 gennaio 2004,numero 42
  • Tutela : attività diretta ad individuare i beni costituenti il patrimonio culturale e a garantire la protezione e la conservazione per fini di pubblica fruizione
  • Funzioni di tutela attribuite al ministero per i beni e le attività culturali
  • Regioni, province, i comuni cooperano con il ministero
codice dei beni culturali17
Codice dei beni culturali
  • Valorizzazione: funzione diretta a promuovere la conoscenza del patrimonio culturale e ad assicurare le migliori condizioni di utilizzazione e fruizione pubblica
  • Valorizzazione: promozione ed il sostegno degli interventi di conservazione del patrimonio culturale
  • Stato regioni ed enti pubblici territoriali assicurano la fruizione dei beni presenti negli istituti e nei luoghi di cultura
codice dei beni culturali18
Codice dei beni culturali
  • Stato, regioni, enti territoriali devono accordarsi per stabilire gli obiettivi, i tempi e le modalità di attuazione per consentire la migliore fruizione dei beni (culturali) di proprietà pubblica
  • Con questi accordi il ministero dei beni culturali può trasferire alla regione o agli enti pubblici territoriali la disponibilità di istituti luoghi di cultura per consentire un’adeguata fruizione
  • Con gli accordi sono individuate le forme di gestione ritenute più adeguate
problemi attuativi
Problemi attuativi
  • È complessa la concreta attuazione degli accordi
  • Gestione, valorizzazione, conservazione e tutela sono funzioni comunque legate
  • Nella gestione sono incluse funzioni essenziali come l’organizzatore personale, la manutenzione e lo sviluppo dei beni culturali
  • Gestione: riferibile sia alla tutela e alla valorizzazione che di volta in volta si trovi a prefiggersi
esempio la catalogazione
Esempio: la catalogazione
  • Attività di catalogazione: è attività di tutela ma anche di valorizzazione e gestione
  • Articolo 17 codice beni culturali: regioni ed enti locali curano la catalogazione dei beni di loro appartenenza e di tutti quelli presenti sul territorio
  • Intervento legislativo per chiarire la portata della norma: la valorizzazione è attuata in forme compatibili con la tutela e tali da non pregiudicarne le esigenze
gestione21
gestione
  • Articolo 115 codice dei beni culturali
  • Nella gestione rientra anche l’erogazione di servizi pubblici (servizi per i visitatori, attività culturali connesse,promozioni e sponsorizzazioni, eccetera …)
  • Gestione diretta o indiretta
gestione diretta
Gestione diretta
  • Svolta con le strutture organizzative interne alle amministrazioni, le quali sono dotate di autonomia scientifica, organizzativa, finanziaria e contabile
  • Le strutture interne devono essere provviste di donna personale tecnico
  • Le amministrazioni possono attuare la gestione diretta anche in forma consortile pubblica
gestione indiretta
Gestione indiretta
  • La gestione indiretta si attua con affidamento ad istituzioni, fondazioni, associazioni, consorzi, società di capitali o altri soggetti costituiti o “partecipati” in misura prevalente dall’amministrazione pubblica a cui i beni appartengono
  • Per soggetti “partecipati” si intendono tutti quei soggetti pubblici come le società nelle quali la proprietà azionaria fa riferimento all’ente pubblico territoriale
gestione indiretta24
Gestione indiretta
  • La scelta del soggetto cui affidare la gestione indiretta è effettuata con la procedura ad “evidenza pubblica”.
gestione indiretta25
Gestione indiretta
  • Stato regioni ricorrono alla gestione indiretta per assicurare un’adeguata valorizzazione
  • La scelta tra gestione diretta e indiretta è attuata previa valutazione comparativa, in termini di efficacia ed efficienza degli obiettivi che si intendono perseguire e dei relativi mezzi, metodi e tempi (articolo 115 comma quattro)
enti locali
Enti locali
  • Per gli enti locali sussiste la necessità di coordinamento con le norme relative la gestione dei servizi pubblici
  • Le norme del codice dei beni culturali vanno coordinate con quelle del testo unico degli enti locali
  • Articolo 113 bis testo unico enti locali: l’affidamento dei servizi privi di rilevanza economica può essere dato a società per azioni, aziende speciali, società a capitale pubblico a condizione che l’ente locale eserciti sulla società un controllo analogo a quello esercitato sui propri servizi e che la società realizzi da parte più importante della propria attività con l’ente che la controlla
servizi aggiuntivi offerti dai privati
Servizi aggiuntivi offerti dai privati
  • Si tratta dei servizi a pagamento presenti in forma sempre più ampia e gestiti da privati
  • Riguarda soprattutto i musei statali
  • Decreto-legge 433 del 1992: introduce privati nei musei italiani
servizi aggiuntivi offerti dai privati28
Servizi aggiuntivi offerti dai privati
  • Esempi : servizio di libreria, servizio di ristorazione, guardaroba, vendita di gadget
  • Nel 1995 aumenta il numero e la natura dei servizi da affidare in gestione ai privati
  • Privati: fondazioni culturali, banche, società, consorzi privati
  • Servizi: guida e assistenza didattica, fornitura di sussidi audiovisivi, informatici e organizzazione di mostre
servizi aggiuntivi offerti dai privati29
Servizi aggiuntivi offerti dai privati
  • 1997: questi servizi possono essere affidate all’esterno se non sono svolti con le risorse umane e finanziarie dell’amministrazione
  • È prevista la costituzione della società SIBEC (società italiana per i beni culturali spa) per la realizzazione di restauri recuperi e valorizzazione dei beni culturali con 85% di capitale statale di cui possono partecipare regioni, enti locali, privati
  • Esperienza fallimentare
servizi aggiuntivi offerti dai privati30
Servizi aggiuntivi offerti dai privati
  • 2003: costituita la società ARCUS spa
  • Società per lo sviluppo dell’arte cultura e spettacolo
  • Promozione e sostegno finanziario di progetti e di altri investimenti per la realizzazione di restauri recuperi e valorizzazione dei beni culturali ed altri interventi a favore dell’attività dello spettacolo
  • Si tratta di un ente controllato dalla corte dei conti ai sensi della legge 259/ 1958
musei italiani
Musei italiani
  • Il ministero dei beni culturali può dare in gestione soggetti diversi da quelli statali i servizi per il miglioramento della funzione pubblica
  • Si tratta della esternalizzazione della gestione dei servizi culturali
  • Viene prevista la costituzione di una serie di società e fondazioni caso per caso
  • L’ambito di attività dei soggetti è circoscritto (ad esempio la fondazione si occupa della gestione della valorizzazione dei beni culturali della promozione delle attività)
fondazioni
fondazioni
  • Legge 59/ 1997 (Bassanini): riordino delle istituzioni di diritto privato
  • Inizia la privatizzazione di molte istituzioni culturali, teatrali e di ricerca
ad