Capitolo 4 moneta e inflazione
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 80

Capitolo 4 Moneta e inflazione PowerPoint PPT Presentation


  • 47 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

Capitolo 4 Moneta e inflazione.

Download Presentation

Capitolo 4 Moneta e inflazione

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Capitolo 4Moneta e inflazione

Capitolo 4: Moneta e inflazione


Non esiste sistema più potente e sicuro per distruggere alle fondamenta una società che destabilizzarne la moneta. Nel corso di questo processo tutte le forze nascoste della legge economica vengono attivate in senso distruttivo e in un modo che neppure una persona su un milione è in grado di diagnosticare.

John Maynard Keynes

Capitolo 4: Moneta e inflazione


Il percorsoLa moneta

  • Cos’è la moneta: funzioni e tipi.

  • Offerta di moneta: strumenti.

  • Domanda di moneta

    • Teoria quantitativa.

    • Teoria delle preferenze per la liquidità.

  • I prezzi e l’inflazione.

  • Il signoraggio.

  • Tassi di interesse reali e nominali.

  • Spesa pubblica e iperinflazione.

Capitolo 4: Moneta e inflazione


% variazione IPC da12 precedenti 12 mesi

U.S. Inflazione e trend, 1960-2010


Trend di lungo periodo

U.S. Inflazione e trend, 1960-2010


L’inflazione in Italia, 1862-1990

Capitolo 4: Moneta e inflazione


La monetaLe funzioni e i tipi

Definizione: La moneta è l’insieme di attività usato per le transazioni economiche

Funzioni:

  • Riserva di valore

  • Unità di conto

  • Mezzo di scambio

    Risolve il problema del baratto che implica coincidenza di volontà

Capitolo 4: Moneta e inflazione


La monetaLe funzioni e i tipi

Tipi:

  • Merce. Valore intrinseco (ad es. oro, sigarette)

  • Fiduciaria(o a corso legale). Non ha valore intrinseco (ad es. banconote)

    Dalla moneta merce alla moneta a corso legale.

    (Oro, convertibilità aurea e gold standard)

    Analisi di casi

    La moneta in un campo di prigionia: le sigarette

    Il fei e la moneta nell’isola di Yap

Capitolo 4: Moneta e inflazione


La monetaL’offerta

Moneta merce:disponibilità del bene.

Analisi di un caso: Il movimento Free Silver negli USA

Prima del 1896 l’offerta di moneta era limitata dall’estrazione dell’oro.

La scoperta di nuovi giacimenti di oro nel 1896 aumentarono l’offerta di moneta ... e i prezzi del 35% in quindici anni.

Capitolo 4: Moneta e inflazione


La monetaL’offerta

Moneta a corso legale

La moneta è controllata dalla

banca centrale

(BCE - euro, Federal Reserve - dollaro statunitense).

Capitolo 4: Moneta e inflazione


La monetaAutorità monetaria nell’Eurosistema: SEBC

Sistema Europeo delle Banche Centrali: SEBC

BCE + banche centrali nazionali dei paesi membri

Consiglio direttivo

Composizione:

Comitato esecutivo + governatori delle banche centrali nazionali che hanno adottato l’euro

Funzioni:

  • Adottare gli indirizzi e prendere le decisioni per il SEBC

  • Formulare la politica monetaria in Europa

Capitolo 4: Moneta e inflazione


La monetaAutorità monetaria nell’Eurosistema: SEBC

Comitato esecutivo

Composizione:

Presidente, vicepresidente e 4 membri nominati dai governi europei

Funzioni:

  • Preparazione delle riunioni del consiglio direttivo

  • Attuare la politica monetaria e impartire istruzioni alle banche centrali nazionali.

Capitolo 4: Moneta e inflazione


La monetaAutorità monetaria nell’Eurosistema: SEBC

Consiglio generale

Composizione:

Presidente, vicepresidente BCE + tutti i governatori delle banche centrali nazionali (anche quelle che non hanno adottato l’euro)

Funzioni:

  • Predisporre i rapporti sulla convergenza all’euro dei paesi che non l’hanno adottato

  • Fissazione irrevocabile dei tassi di cambio per questi paesi

Capitolo 4: Moneta e inflazione


Capitolo 4: Moneta e inflazione


Capitolo 4: Moneta e inflazione


La monetaBanca d’Italia: capitale sociale

Capitale sociale: 156.000 euro, versati nel 1936. Suddiviso in 300.000 quote di partecipazione nominative di 0,52 euro, che danno diritto a 539 voti

L'assemblea dei partecipanti elegge il Consiglio Superiore, che esprime un parere sulla nomina e revoca del Governatore (la nomina avviene per Decreto del Presidente della Repubblica, su proposta del presidente del Consiglio dei Ministri)

Principali partecipanti al capitale sociale:

Capitolo 4: Moneta e inflazione


L’offerta di monetaGli strumenti

Operazioni di mercato aperto:

  • La banca centrale compra titoli di Stato e obbligazioni private e paga emettendo circolante.

  • La banca centrale fornisce liquidità al sistema e aumenta l’offerta di moneta.

Capitolo 4: Moneta e inflazione


La monetaSpunto per la riflessione

  • L’accumulo eccessivo di debito pubblico è una minaccia per l’indipendenza della politica monetaria?

  • In che modo il “divorzio” tra Banca d’Italia e Ministero del Tesoro (1981) previene la monetizzazione del debito?

Capitolo 4: Moneta e inflazione


L’offerta di monetaGli strumenti

Operazioni per iniziativa delle controparti

  • Sportello di prestito marginale

    La BCE fornisce liquidità per brevi periodi. Il tasso è il massimo di breve periodo.

  • Sportello di deposito

    Assorbe liquidità in eccesso per brevi periodi. Il tasso è il minimo di breve periodo (ad esempio, tasso di sconto).

    La BCE gestisce la liquidità cambiando il tasso minimo (il corridoio tra i tassi è del 2%)

Capitolo 4: Moneta e inflazione


L’offerta di monetaGli strumenti

Requisiti minimi di riserva.

  • Le banche devono detenere presso la BCE il 2% di tutti i depositi e passività

  • Strumento passivo (cambiata di rado)

  • Deve essere rispettato in media: cuscinetto di liquidità (remunerato). Permette di ridurre la volatilità dei tassi di interesse.

Capitolo 4: Moneta e inflazione


L’offerta di monetaGli strumenti

Aste di Rifinanziamento della BCE.

  • Le operazioni di rifinanziamento principali (ORP) forniscono la liquidità necessaria al sistema bancario con frequenza e scadenza settimanali.

  • Asta competitiva a tasso variabile con tasso minimo di offerta. Tale tasso, fissato dal Consiglio direttivo della BCE, segnala l’orientamento della politica monetaria.

  • A lungo termine (mensilmente): l’offerta di fondi per la durata di tre mesi. Regolano la liquidità: ma non per segnalare l’orientamento della politica monetaria. Asta a tasso variabile (senza tasso minimo) con l’indicazione preventiva dell’ammontare dei fondi offerti.

Capitolo 4: Moneta e inflazione


La monetaAggregati con liquidità decrescente (euro e UK,2005)

Capitolo 4: Moneta e inflazione


Teoria quantitativa della moneta

Moneta usata per le transazioni.

La moneta circola. È usata in diverse transazioni.

Moneta x Velocità = Prezzi x Numero di transazioni

M xV = P xT

V : velocità di circolazione della moneta

T : transazioni economiche.

Transazione difficili da misurare

Reddito Y come approssimazione a T

M x V = P x Y

Capitolo 4: Moneta e inflazione


La domanda di moneta

Equazione quantitativa:

relazione tra reddito Y e i saldi monetari reali M/P

K = 1/V otteniamo la funzione di domanda di moneta:

Se V (e quindi k) è costante la domanda M/P cresce proporzionalmente al reddito

Capitolo 4: Moneta e inflazione


Moneta, prezzi e inflazione

Teoria classica. Il reddito dipende da:

  • Tecnologia (funzione di produzione)

  • Fattori produttivi (K e L)

  • Ma non dalla moneta.

Effetti dell’offerta di moneta?

Se V (e k) è costante

un aumento di M induce un aumento di P.

Capitolo 4: Moneta e inflazione


ApprofondimentoVelocità di circolazione della moneta in Italia

Capitolo 4: Moneta e inflazione


Teoria classica ed equazione quantitativa

L’equazione quantitativa: M xV= P xY può essere scritta in forma percentuale:

Var % M +Var % V= Var % P +Var % Y

Nella teoria classica:

  • Y dipende solo dai fattori produttivi e tecnologia. Se non cambiano: Var % Y = 0

  • Vsi assume costante: Var % V = 0

    Quindi:

    Var % M = Var % P

Capitolo 4: Moneta e inflazione


Analisi di un casoInflazione e crescita della moneta (mondo, anni 90)

10000

Rep. Dem. Congo

Nicaragua

Angola

1000

Georgia

Brasile

100

Bulgaria

Tasso di

inflazione

(scala log)

10

Germania

Kuwait

1

USA

Canada

Oman

Giappone

0,1

0,1

1

10

100

1000

10000

Crescita dell’offerta di moneta % (scala log)

Capitolo 4: Moneta e inflazione


Analisi di un casoInflazione e crescita della moneta (USA)

Tasso di

inflazione

8

1910s

1970s

6

1940s

1980s

4

1950s

1960s

1990s

2

1900s

0

1890s

1880s

1930s

1870s

-

2

1920s

-

4

0

2

4

6

8

10

12

Tasso di crescita offerta di moneta %

Capitolo 4: Moneta e inflazione


ApprofondimentoMoneta e prezzi in Italia nel lungo periodo

Capitolo 4: Moneta e inflazione


ApprofondimentoVelocità di circolazione ed inflazione in Italia nel lungo periodo

Capitolo 4: Moneta e inflazione


Moneta e inflazione

L’offerta di moneta non domandata provoca inflazione.

Perché i governi offrono moneta?

Possono avere interesse a creare inflazione?

Capitolo 4: Moneta e inflazione


Il signoraggio

Il governo finanzia G:

  • Tassazione T

  • Debito

  • Emettendo moneta.

    Le rendite ottenute stampando moneta:

    signoraggio

    Se l’offerta di moneta supera la domanda:

    inflazione

Capitolo 4: Moneta e inflazione


Il signoraggio

  • L’inflazione rende meno costoso ripagare i debiti pubblici (definiti in termini nominali e non reali).

  • Il signoraggio trasferisce risorse dalle famiglie allo Stato come una tassa.

  • È una tassa da inflazione perché riduce il potere di acquisto (e la ricchezza reale) di tutti coloro che detengono moneta.

Capitolo 4: Moneta e inflazione


Il signoraggio

  • Stati Uniti: signoraggio 3% delle entrate dello Stato.

  • Italia: fino al 10% in passato

  • Le entrate dello Stato molto elevate nel caso di ... iperinflazione.

Capitolo 4: Moneta e inflazione


ApprofondimentoIl signoraggio totale come % del PIL (media 1979-1981)

Capitolo 4: Moneta e inflazione


Inflazione e tassi di interesseTasso di interesse nominale e reale

La remunerazione nominale ai fondi mutuabili è il tasso di interesse nominale: i

Il tasso di interesse realer misura i rendimenti dei fondi mutuabili in termini reali.

Dato il tasso nominale il tasso di interesse reale dipende dall’inflazione:

Capitolo 4: Moneta e inflazione


Inflazione e tassi di interesseEffetto di Fisher

Equazione di Fisher:

Il tasso nominale aumenta con remunerazione reale dei capitali di prestito (r) o a seguito dell’inflazione.

Capitolo 4: Moneta e inflazione


Inflazione e tassi di interesseEffetto di Fisher

La teoria quantitativa della moneta e l’equazione di Fisher implicano:

  • La moneta porta inflazione:

    Var % M = Var % P = 

  • L’inflazione aumenta i tassi nominali:

    i = r +  =r+Var % M

  • Tassi di interesse nominali e inflazione sono legati uno a uno:

Capitolo 4: Moneta e inflazione


Analisi di un casoInflazione e tassi di interesse nominali (anni 90)

100

Kazakhstan

Tasso di interesse nominale

(scala log)

Kenya

Armenia

Uruguay

Italia

Francia

10

Nigeria

U. K.

U. S.

Giappone

Germania

Singapore

1

1

10

100

1000

Capitolo 4: Moneta e inflazione

Tasso di inflazione (% scala log)


Analisi di un casoInflazione e tassi di interesse nominali: Stati Uniti

Capitolo 4: Moneta e inflazione


Analisi di un casoInflazione e tassi di Interesse nominali: Italia

Capitolo 4: Moneta e inflazione


Le aspettativeTassi effettivi e tassi attesi

Debitori e creditori fissano il tasso di interesse nominale sulla base delle aspettative di inflazione.

Tasso di interesse reale ex-ante: inflazione attesa e

Tasso di interesse reale ex-post: inflazione realizzata 

Effetto di Fisher: i = r + e

Analisi di un caso:Tassi nominali e inflazione nel sistema aureo: inflazione inattesa

(in Italia sistema aureo dal 1873 al 1971, con interruzione fra le due guerre)

Capitolo 4: Moneta e inflazione


La domanda di monetaTeoria delle preferenze per la liquidità

Teoria quantitativa: la domanda di moneta dipende da Y

Detenere moneta ha un costo-opportunità:

  • Interesse reale r sui prestiti

  • Potere di acquisto di M cala con 

    Costo-opportunità: tasso di interessenominale = tasso reale + inflazione attesa: i = r + e

Capitolo 4: Moneta e inflazione


La domanda di monetaTassi di interesse nominale e reddito

Teoria delle preferenze per la liquidità:

La domanda di moneta:

1. Cresce con il reddito Y

2. Decresce con il tasso di interesse nominale: i

Capitolo 4: Moneta e inflazione


La domanda di monetaTassi di interesse reale, inflazione attesa e reddito

La scelta tra moneta e fondi mutuabili dipende da:

La domanda di saldi monetari reali è data da:

Le famiglie riducono la domanda di moneta se il reddito cala, se il tasso di interesse reale cresce e se l’inflazione attesa cresce.

Capitolo 4: Moneta e inflazione


Mercato della moneta

L’offerta di moneta nominale Mè controllata dalla banca centrale e quindi è una variabile esogena

La domanda di saldi monetari reali dipende:

  • Reddito Y (che è esogeno),

  • Tasso di interesse reale r. Determinato sul mercato dei fondi mutuabili (quindi in questo modello è esogeno)

  • Aspettative di inflazione.

Capitolo 4: Moneta e inflazione


Equilibrio

Il mercato della moneta è in equilibrio:

Offerta di saldi =monetari reali

Domanda di saldi monetari reali

I prezziPcambianoendogenamentefino a quando ladomanda e l’offerta di saldi monetari reali sono uguali

Capitolo 4: Moneta e inflazione


Equilibrio sul mercato della monetaUn aumento dell’offerta di moneta

Aumento dell’offerta di monetaM. Qual è l’effetto?

Supponiamo che e non cambi. La domanda di moneta non cambia. Poiché M aumenta anche P deve aumentare.

Come nella teoria quantitativa un aumento di M genera inflazione.

Capitolo 4: Moneta e inflazione


Equilibrio sul mercato della monetaUn aumento dell’offerta di moneta

Ma l’inflazione attesa non è costante. I consumatori osservano l’aumento di M e sanno che i prezzi aumenteranno.

Allorae cresce, i cresce e la domanda di monetaL(i,Y), cala.

Poiché l’offerta cresce e la domanda cala, i prezzi dovranno crescere ancora di più che nella teoria quantitativa.

Capitolo 4: Moneta e inflazione


Equilibrio sul mercato della monetaUn aumento dell’offerta di moneta

Offerta di

moneta

Livello dei

prezzi

Tasso di

inflazione

Tasso di

interesse

nominale

Domanda

di moneta

Capitolo 4: Moneta e inflazione


Equilibrio sul mercato della monetaUn aumento dell’offerta di moneta

P dipende dae?

Se la banca centrale annuncia un futuro aumento dell’offerta di moneta non atteso da parte degli individui.

Individui razionali si aspettano inflazione attesa superiore:

ecresce quindi i cresce.

Capitolo 4: Moneta e inflazione


Equilibrio sul mercato della monetaIl ruolo delle aspettative

Detenere moneta è più costoso e la domanda di liquidità L(i,Y) diminuisce ma Mnon è ancora cambiato.

In equilibrio:

Poichée,L(i,Y)quindiP 

Le aspettative di inflazione si autorealizzano

Capitolo 4: Moneta e inflazione


I costi sociali dell’inflazione

L’inflazione riduce il benessere riducendo il potere d’acquisto dei salari.

Questo argomento non è corretto se tutti i prezzi (compresi i salari) sono liberi di aggiustarsi.

Teoria classica: salario reale = produttività

L’inflazione è neutrale come un cambiamento di unità di misura.

Capitolo 4: Moneta e inflazione


Analisi di un casoGli economisti e la gente

  • A un campione di gente comune e di economisti è stato chiesto di dire se sono d’accordo con le seguenti affermazioni:

    “La cosa più grave dell’inflazione è che riduce il mio potere d’acquisto e mi rende più povero”

  • Gente che concorda: 77%

  • Economisti che concordano: 12%

Capitolo 4: Moneta e inflazione


Analisi di un casoGli economisti e la gente

  • “Le previsioni di inflazione mi preoccupano perché non so se il mio reddito crescerà altrettanto”

  • Gente che concorda: 66 %

  • Economisti che concordano: 5 %

  • “Prevenire l’inflazione è prioritario come eliminare il traffico di stupefacenti e mantenere una istruzione di alta qualità”

  • Gente che concorda: 52 %

  • Economisti che concordano: 18 %

Capitolo 4: Moneta e inflazione


Analisi di un casoGli economisti e la gente

  • “Se il mio stipendio aumentasse sarei più realizzato anche in presenza di un aumento dei prezzi”

  • Gente che concorda: 47 %

  • Economisti che concordano: 8 %

  • Chi ha ragione?

  • Perché esistono queste differenti percezioni?

Capitolo 4: Moneta e inflazione


Salari reali e inflazione(Stati Uniti)

18

250

Salari reali (prezzi 2001)

225

16

200

14

175

12

150

(1983=100)

Salari nominali

10

Dollari

125

8

100

IPC

6

75

4

IPC

Indice dei prezzi al consumo

50

2

25

0

0

1964

1968

1972

1976

1980

1984

1988

1992

1996

2000

Capitolo 4: Moneta e inflazione


I costi sociali dell’inflazione

L’inflazione comporta costi sia quando è perfettamente anticipata:

inflazione attesa

sia quando non è stata correttamente prevista:

inflazione inattesa

Capitolo 4: Moneta e inflazione


I costi sociali dell’inflazioneI costi dell’inflazione attesa

Costo del consumo delle suoleCosti necessari per ridurre la quantità di moneta detenuta al fine di evitare la tassa da inflazione

  i L(i,Y)

La velocità di circolazione della moneta deve aumentare e così il numero di prelievi in banca (e i costi di transazione).

Capitolo 4: Moneta e inflazione


I costi sociali dell’inflazioneI costi dell’inflazione attesa

Costi di stampa del menù

Associati ai cambiamenti di prezzi (costi reali).

Costi psicologici e di programmazione

Per i cambiamenti continui delle unità di misura e perché rendono difficile il confronto di valori in periodi diversi

Capitolo 4: Moneta e inflazione


I costi sociali dell’inflazioneI costi dell’inflazione attesa

Distorsioni fiscali.Alcune tasse (come quelle sui capital gain) non tengono conto dell’inflazione

1/1/2008: comprate azioni per 5000 euro

31/12/2008: vendute le azioni per 6000 euro, con un guadagno nominale di 1000 euro (20%).

 = 20% nel 2008 e guadagno reale è pari a 0

Le tasse sui capital gain vengono pagate sui 1000 euro di guadagno nominale.

Capitolo 4: Moneta e inflazione


I costi sociali dell’inflazioneI costi dell’inflazione attesa

Distorsioni di prezzi relativi

Le imprese cambiano i prezzi a intervalli regolari ma non in modo sincronizzato. Quindi i prezzi relativi dei beni variano e anche le scelte dei consumatori che riallocano la spesa tra beni diversi.

Capitolo 4: Moneta e inflazione


I costi sociali dell’inflazioneI costi dell’inflazione inattesa

Ridistribuzione del potere di acquisto

  • Contratti non indicizzati.

  • Se  è diversa da e qualcuno ci rimette e altri ci guadagnano. Esempio: contratti di prestito

    • Se  > e, allora r = (i) < (i  e) = ree il reddito reale è trasferito dai creditori ai debitori

    • Se  < e, allora è vero il contrario.

Capitolo 4: Moneta e inflazione


I costi sociali dell’inflazioneI costi dell’inflazione inattesa

Aumento dell’incertezza

È tanto maggiore quanto più è elevata:

  • Scelte economiche più difficili

  • Ridistribuzioni tra diversi agenti più frequenti

  • Costi di indicizzazione dei contratti

  • Riduzione delle rendite (esempio: pensionati)

Capitolo 4: Moneta e inflazione


I costi sociali dell’inflazioneUn beneficio dell’inflazione (moderata)?

Permette di ridurre i salari reali nel caso in cui sia necessario.

Nella realtà ridurre i salari può risultare difficile mentre è possibile farlo in presenza di inflazione:

Se i salari nominali vengono aumentati meno dell’inflazione.

In questo modo isalari realicalano.

Capitolo 4: Moneta e inflazione


Iperinflazione

Se 50% al mese: iperinflazione

  • Tutti i costi dell’inflazione aumentano esponenzialmente con iperinflazione

  • Inoltre: la moneta perde le sue funzioni

  • Riemerge il baratto o l’uso di valuta estera

Capitolo 4: Moneta e inflazione


Iperinflazione

Se 50% al mese:

  • Quasi 1% al giorno

  • Il livello dei prezzi si moltiplica per 100 in un anno

  • … e per 2000000 in tre anni.

Capitolo 4: Moneta e inflazione


Le cause delle iperinflazioni

  • Quando la banca centrale stampa moneta il livello dei prezzi aumenta.

  • Se l’aumento dell’offerta di moneta è sufficientemente elevato il risultato è l’iperinflazione.

    Iperinflazione: enorme aumento dell’offerta di moneta.

Capitolo 4: Moneta e inflazione


IperinflazionePerché?

Cosa può spingere un governo a creare tanta moneta al punto da annullarne il valore?

  • Il governo non è più in grado di emettere nuovo debito e non riesce a tassare a sufficienza.

  • Può affidarsi al signoraggio.

  • Forme estreme di signoraggio portano a episodi iperinflazionistici

Capitolo 4: Moneta e inflazione


IperinflazioneCome fermarla?

In teoria la soluzione è: smettere di stampare moneta

  • In realtà è necessario risolvere il problema alla radice: il bilancio pubblico

    Politica fiscale restrittiva:

    • costosa per l’economia (vedi seconda parte del libro).

    • difficile: le tasse sono nominali ma in presenza di iperinflazione le entrate tributarie sono annullate (definite su redditi che perdono velocemente valore)

Capitolo 4: Moneta e inflazione


Esempi di Iperinflazione:


Analisi di un casoL’iperinflazione in Germania tra le due guerre

Capitolo 4: Moneta e inflazione


Analisi di un casoL’iperinflazione in Germania tra le due guerre

Capitolo 4: Moneta e inflazione


Variabili reali

Variabili reali misurate in unità fisiche: quantità e prezzi relativi

  • Quantità di beni e servizi.

  • Salari reali: beni guadagnati in un’ora di lavoro.

  • Tasso di interesse reale: beni ottenibili in futuro prestando una unità di bene oggi.

Capitolo 4: Moneta e inflazione


Variabili nominali

Variabili nominali: misurate in unità di moneta.

  • Salari nominali: euro per ora di lavoro.

  • Tassi di interesse nominali: euro ottenibili in futuro prestando un euro oggi.

  • Prezzo: euro necessari per comprare un bene o servizio.

Capitolo 4: Moneta e inflazione


Dicotomia classica

Separazione teorica di variabili nominali e reali nei modelli classici:

Le variabili nominali non hanno effetti sulle variabili reali.

Neutralità della moneta: L’offerta di moneta non influisce sulle variabili reali.

Nella realtà la moneta è neutrale ...

nel lungo periodo.

Capitolo 4: Moneta e inflazione


In sintesi

Tasso di interesse nominale

  • È pari al tasso di interesse reale + il tasso di inflazione

  • L’effetto di Fisher: il tasso di interesse cresce come l’inflazione attesa

  • Rappresenta il costo-opportunità di detenere moneta anziché altre attività remunerative

    Domanda di moneta

  • Dipende dal reddito nella teoria quantitativa

  • In generale può dipendere anche dal tasso di interesse nominale

  • Se questo è vero variazioni nell’inflazione attesa hanno effetti sul livello corrente dei prezzi

Capitolo 4: Moneta e inflazione


In sintesi

Costo dell’inflazione

  • Inflazione attesa Costo del consumo delle suole, costi di stampa del menù, tassazione e distorsione dei prezzi relativi, valutazioni economiche più difficoltose

  • Inflazione inattesa. Tutto quelli di cui sopra e il trasferimento di potere d’acquisto tra diversi agenti economici (creditori e debitori).

    Iperinflazioni

  • Causate dalla rapida crescita dell’offerta di moneta indotta dal governo (e attuata dalla banca centrale).

  • Al fine di finanziare i deficit pubblici (senza il ricorso a ulteriore debito e tassazione fiscale vera e propria).

  • Per fermarla sono necessarie riforme fiscali per eliminare il bisogno del governo di stampare moneta.

Capitolo 4: Moneta e inflazione


In sintesi

Dicotomia classica

  • Nella teoria classica la moneta è neutrale e non ha effetti reali.

  • Quindi possiamo studiare come le variabili reali sono determinate con riferimento alle variabili nominali.

  • L’equilibrio del mercato della moneta determina i livelli dei prezzi e tutte le variabili nominali.

  • Molti economisti ritengono che la neutralità della moneta sia una approssimazione ragionevole nel lungo periodo.

Capitolo 4: Moneta e inflazione


  • Login