Un mondo di pellegrini
Download
1 / 28

UN MONDO DI PELLEGRINI - PowerPoint PPT Presentation


  • 120 Views
  • Uploaded on

UN MONDO DI PELLEGRINI. Pellegrini alla tomba di S.Stefano. Pellegrini alla tomba di S.Nicola. Cattedrale di Santiago de Compostela. Pellegrini in cammino verso Gerusalemme. Benedizione dei pellegrini crociati. Il GIUBILEo. UN MOTORE DELL’ECONOMIA ROMANA DAL 1300. 1300 - BONIFACIO VIII

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about ' UN MONDO DI PELLEGRINI' - irish


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript



Cattedrale di santiago de compostela
Cattedrale di Santiago de Compostela


Pellegrini in cammino

verso

Gerusalemme



Il giubileo

Il GIUBILEo

UN MOTORE DELL’ECONOMIA ROMANA DAL 1300


26 giubilei ordinari 131 giubilei straordinari

1300 - BONIFACIO VIII

1350 - CLEMENTE VII

1390 e 1400 - BONIFACIO IX

1423 – MARTINO V

1450 – NICCOLO’ V

1475 – SISTO IV

1500 – ALESSANDRO VI

1525 – CLEMENTE VII

1550 – PAOLO III e GIULIO III

1575 – GREGORIO XIII

1585 e 1590 – SISTO V

1600 – CLEMENTE VIII

1625 – URBANO VIII

1650 – INNOCENZO X

1675 – CLEMENTE X

1700 – INNOCENZO XII e CLEMENTE XI

1725 – BENEDETTO XIII

1750 – BENEDETTO XIV

1775 – CLEMENTE XIV e PIO VI

1825 – LEONE XII

1875 – PIO IX

1925 - PIO XI

1950 – PIO XII

1975 – PAOLO VI

2000 – GIOVANNI PAOLO II

26 giubilei ordinari131 giubilei straordinari



Strade e itinerari
Strade eitinerari


1300 1875 un unico grande cantiere
1300-1875Un unico grande cantiere

  • 53 interventi nelle 4 basiliche patriarcali

  • 323 interventi in 149 chiese

  • 19 interventi in 17 collegi e biblioteche

  • 9 interventi in conventi e monasteri

  • 21 interventi in 13 ospedali e ospizi

  • 51 interventi in 29 palazzi nobiliari

  • 40 interventi in ponti, strade, porti, stazioni

  • 12 grandi fontane, 350 fontane minori

  • 6 obelischi


Tra fede e finanza
Tra fede e finanza

  • 1300 - BONIFACIO VIII: affermazione della Chiesa di Roma; occasione finanziaria; culto dei SS. Pietro e Paolo

  • 1350 - CLEMENTE VII: Papa ad Avignone ma grande afflusso pellegrini (salvezza dopo la grande peste); S. Giovanni in Laterano

  • 1390 e 1400 - BONIFACIO IX: grandi occasioni finanziarie (banchieri fiorentini, mercante Datini di Prato); ampliamento del circuito (S.Maria Maggiore); lavori di viabilità

  • 1423 – MARTINO V: lavori alle chiese; coinvolgimento dei cittadini

  • 1450 – NICCOLO’ V: grandi progetti di rinnovamento urbanistico (L.B. Alberti, B. Rossellino); lavori ai ponti (p. Milvio, Nomentano, S. Angelo, Cestio) ma enorme afflusso di pellegrini (morte di 200 pellegrini su ponte S. Angelo); vendita delle indulgenze

  • 1475 – SISTO IV: costruzione ponte Sisto; apertura nuove strade (via Sistina); stretta fiscale alle dogane di transito; progetto Cappella Sistina; scarsa affluenza (inondazione del Tevere e peste);




Grandiosit della roma rinascimentale
Grandiosità della Roma rinascimentale

  • 1500 – ALESSANDRO VI: splendore rinascimentale; mecenatismo (abbellimenti e opere d’arte: Pietà di Michelangelo) feste e attività ludico-spettacolari; costruzione nuove fontane; lavori a Castel S.Angelo

  • 1525 – CLEMENTE VII: riforma protestante; insuccesso del giubileo ma censimento registra straordinaria crescita economia cittadina; lavorano a Roma artisti come Michelangelo (affreschi della Sistina scoperti nel 1512) , Raffaello, Giulio Romano

  • 1550 – PAOLO III e GIULIO III:”Roma città ordinata” grandilavori dopo il Sacco di Roma del 1527 (il Tridente, via Giulia; palazzo Farnese); misure di controllo del territorio e di approvvigionamento dei generi alimentari (calmiere per i prezzi)

  • 1575 – GREGORIO XIII: Papa soldato; affermazione dell’ordine e del decoro di Roma; giro delle Sette Chiese; grandi lavori per il rifornimento idrico acquedotti e fontane (Acqua Vergine; piazza del Popolo, Colonna, Pantheon); granai

  • 1585 e 1590 – SISTO V: lavori grandiosi alle basiliche maggiori (cupola S. Pietro); obelischi(piazza del Popolo, S. Pietro; S.Maria Maggiore, Laterrano); fontane



Popolazione attiva a roma nel 1525
Popolazione attiva a Roma nel 1525

  • Popolazione: 54.000 abitanti

  • Grande afflusso di stranieri (10% popolazione)

  • Addetti per settori: 30% alimentari; 30% tessili e abbigliamento; 20% edilizia; 20% altre attività

  • Settore edile: 27% muratori; 25% falegnami; 21% fabbri; 9% imbianchini; 11% marmisti e tagliatori di pietre; 4% vetrai; 3% fornaciai


Tra controriforma e cultura
Tra Controriforma e cultura

  • 1600 – CLEMENTE VIII: celebrazioni fastose; riaffermazione potere della Chiesa di Roma; lavori in molte chiese (Gesù)

  • 1625 – URBANO VIII: apertura della Porta Santa; potenziamento militare e difensivo della città; lavori in ospedali, ospizi, carceri

  • 1650 – INNOCENZO X: risorse finanziarie concentrate su pochi interventi di impatto e valenza simbolica (avvio lavori colonnato S. Pietro di Bernini; S. Pietro in Montorio; S. Ivo alla sapienza di Borromini; S. Giovanni in Laterano)

  • 1675 – CLEMENTE X: grandi lavori alle strade consolari e ai servizi di trasporto; pubblicata la prima guida moderna di Roma; grandi collezioni private e commercio di opere d’arte

  • 1700 – INNOCENZO XII e CLEMENTE XI: impegno attività assistenziali (ospizi, asili, ospedali); fontana di Trevi

  • 1725 – BENEDETTO XIII: alle motivazioni religiose si aggiungono le motivazioni artistiche e culturali (Grand Tour), lavori per biblioteche e gallerie; scalinata di Trinità dei Monti; impegno attività assistenziali (ospizi, asili, ospedali, S. Maria della Pietà, S. Gallicano);

  • 1750 – BENEDETTO XIV: manutenzione delle strade e impegno nella sicurezza; lavori alle Chiese in tutto lo Stato Pontificio

  • 1775 – CLEMENTE XIV e PIO VI: imposizione fiscale per finanziare lavori alle infrastrutture e ai servizi di trasporto; approvvigionamento di generi alimentari (grano, carni olio; attività delle confraternite nella gestione dei pellegrini (ad es. Trinità dei Pellegrini alloggiò 130.000 penitenti fornendo 333.000 pasti)




Tra 800 e 900 meno arte pi politica
Tra ‘800 e ‘900: meno arte, più politica

  • 1825 – LEONE XII: giubileo della Restaurazione: recupero della motivazione religiosa e sobrietà dei costumi (osterie e taverne chiuse durante le prediche); nessuna innovazione urbanistica, ripulitura chiese; avvio lavori alla Basilica di S. Paolo distrutta da un incendio

  • 1875 – PIO IX: giubileo “anti-italiani” con il Papa chiuso in Vaticano; S. Lorenzo fuori le Mura e cimitero monumentale del Verano; stazione ferroviaria di Termini

  • 1900 – LEONE XIII

  • 1925 – PIO XI

  • 1950 – PIO XII

  • 1975 – PAOLO VI

  • 2000 – GIOVANNI PAOLO II: occasione di rilancio del turismo a Roma






ad