IL MERCATO DEL LAVORO VENETO.
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 20

IL MERCATO DEL LAVORO VENETO. COS’È? Maurizio Rasera Osservatorio & Ricerca Veneto Lavoro PowerPoint PPT Presentation


  • 100 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

IL MERCATO DEL LAVORO VENETO. COS’È? Maurizio Rasera Osservatorio & Ricerca Veneto Lavoro Venezia, 12 aprile 2012. Più che dire cos’è il luogo simbolico dove si incontrano domanda ed offerta di lavoro Cercare di qualificare com’è

Download Presentation

IL MERCATO DEL LAVORO VENETO. COS’È? Maurizio Rasera Osservatorio & Ricerca Veneto Lavoro

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Il mercato del lavoro veneto cos maurizio rasera osservatorio ricerca veneto lavoro

IL MERCATO DEL LAVORO VENETO. COS’È?

Maurizio Rasera

Osservatorio & Ricerca Veneto Lavoro

Venezia, 12 aprile 2012


Il mercato del lavoro veneto cos maurizio rasera osservatorio ricerca veneto lavoro

Più che dire cos’è

il luogo simbolico dove si incontrano domanda ed offerta di lavoro

Cercare di qualificare com’è

in quale realtà si troveranno ad operare coloro che hanno concluso i loro percorsi formativi


Il mercato del lavoro veneto cos maurizio rasera osservatorio ricerca veneto lavoro

  • Come si caratterizza il mercato del lavoro veneto

  • Come si differenzia da quello nazionale

  • Con quali modalità ci si colloca in esso

  • La scansione temporale: gli anni della crescita, la crisi

  • La situazione odierna: i dati congiunturali

  • La situazione dei giovani


Il mercato del lavoro veneto cos maurizio rasera osservatorio ricerca veneto lavoro

VENETO 2011

2.134.000 occupati

59% maschi 41% femmine

77% dipendenti 23% indipendenti

88% italiani 12% stranieri

15% -29a60% 30-49anni 25% +50a

Fonte: Rcfl-Istat


Il mercato del lavoro veneto cos maurizio rasera osservatorio ricerca veneto lavoro

2011

VENETOITALIA

3% Agricoltura 4%

29% Industria in senso stretto 20%

8% Costruzioni 8%

60% Servizi 68% ma….

Fonte: Rcfl-Istat


Il mercato del lavoro veneto cos maurizio rasera osservatorio ricerca veneto lavoro

VENETO 2011

% occupati dipendenti nell’industria in senso stretto

Belluno46%

Padova31%

Rovigo26%

Treviso41%ITALIA 24%

Venezia22%

Verona29%

Vicenza42%

Fonte: Rcfl-Istat


Veneto 2009

VENETO 2009

144.000 imprese che occupano 1.220.000 dipendenti

Fonte: Inps


Veneto 20091

VENETO 2009

144.000 imprese che occupano 1.220.000 dipendenti

Imprese per dimensione

Fonte: Inps


Veneto 2011

VENETO 2011

112.000 disoccupati

(73.000 nel 2007)

46% maschi 54% femmine

74% italiani 26% stranieri

41% -29a48%30-49anni11% +50a

Fonte: Rcfl-Istat


Veneto 20111

VENETO 2011

Tasso occupazione64,9

Tasso disoccupazione 5,0

Italia56,98,4

Lombardia64,75,8

Piemonte64,37,6

Emilia R.67,95,3

Lazio58,88,9

Campania39,4 15,5

Fonte: Rcfl-Istat


Veneto 20112

VENETO 2011

Flussi di assunzioni per tipologia contrattuale

42.000 teste

Fonte: Silv


Veneto 20113

VENETO 2011

Flussi di assunzioni dei giovani per qualifica

Fonte: Silv


Il veneto e la crisi

IL VENETO E…la crisi

Dinamica dell’occupazione dipendente

Fonte: Rcfl-Istat


Il veneto e la crisi1

IL VENETO E…la crisi

Posizioni di lavoro dipendente. Variazioni cumulate. Dati giornalieri

Fonte: Silv


Il veneto e la crisi2

IL VENETO E…la crisi

Il saldo annuo registra che le posizioni di lavoro dipendente rispetto alla fine di dicembre 2010 risultavano diminuite di 15.500 unità.

La caduta occupazionale risulta cospicua, ben superiore a quella del 2010 (-8.500 unità) anche se, ovviamente, inferiore a quella del 2009 (-44.200 unità).

La riduzione complessiva intervenuta nell’intero periodo di crisi, a partire dall’autunno 2008, può essere cifrata in 80-85.000 posti di lavoro in meno.


Il veneto e la crisi3

IL VENETO E…la crisi

Dopo un buon primo semestre, a partire dall’estate, la riduzione dei posti di lavoro è ripresa, soprattutto con una nuova contrazione dell’area dei posti di lavoro a termine (somministrato, tempo determinato), dell’apprendistato e anche delle collaborazioni a progetto.

I comparti che più hanno pagato sono ancora una volta quelli industriali, tra i lavoratori ancora più i maschi che le femmine, più gli italiani degli stranieri.

A queste dinamiche occupazionali, sono corrisposti incrementi degli interventi a sostegno del reddito. In particolare risulta aumentata l’area dei disoccupati indennizzati dai due strumenti principali, indennità ordinaria e indennità di mobilità: a febbraio 2012 i soggetti beneficiari risultavano 75.000.


Il veneto e la crisi4

IL VENETO E…la crisi

Sono diminuite sia le aperture di nuove crisi aziendali sia il numero di lavoratori coinvolti;

l’area delle imprese in difficoltà si è allargata ancora nel 2011, anche se con ritmi di diffusione meno consistenti che negli anni precedenti;

i volumi della cig autorizzata si mantengono molto alti ma con una flessione media rispetto al 2010 del 30%.

Nel corso dell’anno sono entrati in lista di mobilità 34.500 lavoratori, di cui 12.000 da licenziamenti collettivi (+15%), nel complesso con un incremento del 4%. Lo stock finale ammonta a 57.000 lavoratori


Una crisi che ha colpito selettivamente i giovani

una crisi che ha colpito selettivamente i giovani ?

la caduta occupazionale ha ovunque nel mondo penalizzato in modo particolare la componente giovanile (15-29 anni) rallentandone l’entrata nel mondo del lavoro e favorendone l’uscita date le forme contrattuali prevalenti applicate

  • la riduzione è stata del:

    • -9,5% negli Usa (rispetto ad un totale del -4,6%)

    • -36% in Irlanda (-13,7%)

    • -32% in Spagna (-9,6%)

    • -18% in Italia e Portogallo (rispettivamente -2,7% e -4,6%)

    • solo in Germania è stata inferiore al punto percentuale (in un contesto in crescita)


Variazione della popolazione attiva 1993 2010 per effetto demografico e partecipativo

Variazione della popolazione attiva 1993-2010 per effetto demografico e partecipativo

da 700mila a 375mila

Fonte: Rtfl. Rcfl-istat


Il mercato del lavoro veneto cos maurizio rasera osservatorio ricerca veneto lavoro

Se i giovani sono pochi numericamente, hanno davanti a loro percorsi d’inserimento più travagliati di un tempo.

Sono soprattutto quelli che scelgono percorsi formativi lunghi a trovare le maggiori difficoltà: un problema strutturale del sistema produttivo locale.

Le difficoltà sono anche nel ricambio: crisi e allungamento della vita lavorativa.

Restano comunque in largo vantaggio: sono duttili e “sono” il cambiamento


  • Login