Economia dei gruppi delle imprese turistiche l.jpg
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 19

Economia dei gruppi delle imprese turistiche PowerPoint PPT Presentation


  • 157 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

Economia dei gruppi delle imprese turistiche. Dott.ssa Francesca Picciaia Università di Perugia Facoltà di Economia. I PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI. 2. I principi contabili internazionali.

Download Presentation

Economia dei gruppi delle imprese turistiche

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Economia dei gruppi delle imprese turistiche l.jpg

Economia dei gruppi delle imprese turistiche

Dott.ssa Francesca Picciaia

Università di Perugia

Facoltà di Economia


I principi contabili internazionali l.jpg

I PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI

2


I principi contabili internazionali3 l.jpg

I principi contabili internazionali

  • Obbligo di redazione del bilancio consolidato secondo i principi contabili internazionali: imprese quotate in mercati regolamentati

  • Principi contabili internazionali di riferimento:

    • IFRS 3 “Aggregazioni aziendali”

    • IAS 27 “Bilancio consolidato e separato”

    • IAS 21 “Effetti delle variazioni dei cambi delle valute estere”

    • IAS 24 “Informativa di bilancio nelle operazioni con parti correlate”

    • IAS 28 “Partecipazioni in società collegate”

    • IAS 31 “Partecipazioni in joint venture”


Ambito di applicazione ias 27 l.jpg

Ambito di applicazione (IAS 27)

Casi di esclusione dalla redazione del bilancio consolidato:

La controllante è esonerata dalla redazione del consolidato se e solo se essa è definibile come subholding.

n.b. non si fa riferimento al criterio dimensionale

Non viene esplicitata la forma giuridica; per redigere il bilancio consolidato è necessaria la presenza del potere di controllo sulla partecipata (più della metà dei voti).


Ambito di applicazione ias 275 l.jpg

Ambito di applicazione (IAS 27)

Convergenza “sostanziale” con la normativa italiana

Parr. 16-17: Casi di NON esclusione dall’area di consolidamento

Esclusione obbligatoria dall’area di consolidamento: solo nel caso in cui la partecipazione attiene ad una acquisizione temporanea che ne prevede l’alienazione entro 12 mesi (contabilizzazione secondo IFRS 5 – “Non-current assets held for sale and discontinued operations”)


Procedure di consolidamento l.jpg

Procedure di consolidamento

  • Procedure di preconsolidamento: a differenza della normativa italiana, se le date di redazione del bilancio di esercizio tra capogruppo e affiliata differiscono per meno di 3 mesi, è sufficiente annotare le rettifiche di operazioni e fatti avvenuti dopo la chiusura dell’esercizio; per la traduzione dei valori nella moneta di conto, si fa riferimento allo IAS 21, par 23.

  • Metodo integrale:

    • IFRS 3: data di riferimento a cui sostituire il valore contabile delle partecipazioni con le corrispondenti frazioni di PN.

      • Normativa italiana → valori contabili riferiti alla data in cui l’impresa è inclusa per la prima volta nel consolidamento;

      • Normativa internazionale → riferimento alla data ed al costo di acquisizione della partecipazione (purchase method). In questo modo si iscrivono i risultati di gestione dell’impresa acquisita in CE consolidato e l’avviamento riconosciuto al momento dell’effettuazione dell’acquisto.


Procedure di consolidamento segue l.jpg

Procedure di consolidamento (segue)

Il purchasemethod(metodo di acquisto)

Fasi:

Identificazione di un acquirente (entità aggregante che ottiene il controllo delle altre entità o attività aziendali aggreganti)

Determinazione del costo dell’aggregazione aziendale (prima approssimazione formato dal fair value degli elementi patrimoniali e qualunque costo direttamente attribuibile all’aggregazione aziendale con esclusione di future perdite)

Allocazione, alla data di acquisizione, del costo dell’aggregazione aziendale alle attività acquisite e passività (anche potenziali) assunte e l’eventuale differenza imputata ad avviamento positivo e negativo (valutate al fair value alla data di acquisizione con adeguamento ex ante dei dati di bilancio dell’impresa partecipata)


Procedure di consolidamento segue8 l.jpg

Procedure di consolidamento (segue)

  • Il purchase method (metodo di acquisto)

    Trattamento contabile avviamento positivo:

  • Non è possibile compensare con eventuali badwill

  • Non è possibile attuare un processo di ammortamento

  • È prevista la procedura di impairment test

    Trattamento contabile avviamento negativo:

  • Deve partecipare al reddito del gruppo come provento

  • In particolare:

    • Deve in prima istanza essere verificata l’eventuale presenza di errori nella attribuzione dei valori

    • Se permane comunque un differenziale positivo, questo è attribuibile ad un buon affare e contabilizzato direttamente in CE consolidato

  • Non è possibile ipotizzare in badwill in relazione a perdite future


Procedure di consolidamento segue9 l.jpg

Procedure di consolidamento (segue)

  • Metodo del patrimonio netto

    • Applicabile a società collegate ad eccezione di quelle detenute per negoziazione

    • Al momento d acquisizione, ogni differenza tra costo della partecipazione e fair value attribuibile alle attività nette è trattato come avviamento (IAS 28)

    • Per la tecnica di consolidamento, si rimanda al procedimento evidenziato dallo IAS 27 per le imprese controllate


Procedure di consolidamento segue10 l.jpg

Procedure di consolidamento (segue)

  • Metodo proporzionale:

    • Per imprese che controllano affiliate congiuntamente ad altre

    • Due diversi schemi di bilancio (IAS 31)

      • Possibilità di sommare la quota del partecipante di ogni attività, passività, ricavi e costi dell’entità con le rispettive voci del proprio bilancio voce per voce

      • Si può distinguere, nel bilancio della partecipante, apposite voci relative alla sua quota di attività, passività, ricavi e costi dell’entità a controllo congiunto


Confronto tra normative l.jpg

Confronto tra normative

IAS 1

• stato patrimoniale

• conto economico

• prospetto riepilogativo dei

movimenti di patrimonio netto

• rendiconto finanziario

• criteri contabili e note esplicative

Art. 2423 c.c.

• stato patrimoniale

• conto economico

• nota integrativa

Relazioni allegate


Slide12 l.jpg

Esempio di stato patrimoniale

  • ATTIVITA’

  • Attività non correnti

  • Attività correnti

  • PATRIMONIO NETTO E PASSIVITA’

  • Capitale sociale e riserve

  • Passività non correnti

  • Passività correnti

  • Nessuno schema di riferimento

  • Nessuno ordine espositivo

  • Non sono previsti conti d’ordine

  • Contenuto minimo di voci


Slide13 l.jpg

IAS 1:

Contenuto minimo dello Stato Patrimoniale

a) Immobili, impianti e macchinari

b) Investimenti immobiliari

c) Attività immateriali

d) Attività finanziarie

e) Partecipazioni valutate con il metodo del P.N.

f) Attività biologiche

g) Rimanenze

h) Crediti commerciali ed altri crediti

i) Cassa e disponibilità liquide

j) Debiti commerciali e altri debiti;

k) Fondi

l) Passività finanziarie

m)Passività e attività fiscali per imposte correnti;

n) Passività e attività fiscali per imposte differite;

o) Quote di pertinenza di terzi, presentate come voci del patrimonio netto

p) Capitale emesso e riserve attribuibili agli azionisti della

capogruppo


Slide14 l.jpg

Passaggio allo schema SP IAS 1: riclassificazione di

voci

• Azioni proprie sono considerate a rettifica del patrimonio netto

• Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti sono

iscritti a detrazione del capitale sociale

• Ratei e risconti attivi e passivi sono riclassificati tra i crediti e i debiti

• I disaggi di emissione sono classificati a riduzione dei

prestiti (criterio costo ammortizzato)

• Obbligazioni convertibili sono iscritte nel patrimonio netto per la parte “equity” (vedi IAS 32)

• Un debito può comparire sia nella parte “corrente” sia

nella parte “non corrente” in relazione alle scadenze

di pagamento


Slide15 l.jpg

IFRS 5: voci per lo SP

• E’ obbligatorio includere nello SP anche le voci rappresentative dei seguenti valori:

– Totale delle attività non correnti classificate come possedute per la vendita e attività in aggregati in dismissione classificati come posseduti per la vendita

– Passività incluse negli aggregati di beni in

dismissione classificati come posseduti per la vendita


Slide16 l.jpg

Conto economico: lo IAS 1

Nessun schema di riferimento, né ordine espositivo

Contenuto minimale (da presentare nello schema o nelle note):

a) ricavi

b) Proventi finanziari e assimilati

c) oneri finanziari e assimilati

d) quota dei profitti e delle perdite delle società collegate e joint venture valutate con il metodo del patrimonio netto

e) Imposte sul reddito

f) Utili o perdite ante-imposte derivanti da attività destinate alla dismissione/cessate (IFRS 5)

g) Interessi di minoranza

h) utile netto o perdita di periodo

Utile per azione


Slide17 l.jpg

Classificazione delle voci:

- Natura

- Destinazione economica.

• Le imprese che scelgono il secondo criterio (destinazione economica) devono riportare ulteriori

informazioni su natura dei costi, ammortamenti e

costi di benefici per i dipendenti

IFRS 5: voce per il CE

• Un singolo importo comprendente il totale:

– Della plusvalenza o minusvalenza, al netto degli oneri fiscali, delle attività operative cessate;

– Della plusvalenza o minusvalenza, al netto degli oneri fiscali, rilevata a seguito della valutazione al fair value al netto dei costi di vendita delle attività destinate alla dismissione


Slide18 l.jpg

  • Area straordinaria

  • Componenti straordinari: non sono più ammessi

  • Divieto di presentazione di proventi e oneri straordinari esteso anche alle note

  • Items of unusual size, nature or incidence should be separately disclosed (prima del risultato operativo); es.

  • svalutazioni

  • costi di riorganizzazioni aziendali

  • plusvalenze (minus)

  • cessazioni di attività

  • transazioni di controversie


  • Login