CAF
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 17

CAF PowerPoint PPT Presentation


  • 118 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

CAF. MIGLIORARE L'ISTITUZIONE SCOLASTICA CON primo passo verso la qualità!. L'AUTOVALUTAZIONE. La Direttiva: il ruolo della Funzione Pubblica. Premessa: tutte le organizzazioni hanno bisogno urgente di rinnovarsi. necessità di adeguamento e miglioramento continuo delle organizzazioni.

Download Presentation

CAF

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Caf

CAF

MIGLIORARE L'ISTITUZIONE SCOLASTICA

CON

primo passo verso la qualità!

L'AUTOVALUTAZIONE


La direttiva il ruolo della funzione pubblica

La Direttiva: il ruolo della Funzione Pubblica

Premessa:

tutte le organizzazioni hanno bisogno urgente di rinnovarsi

necessità di adeguamento e miglioramento continuo delle organizzazioni


Contesto

Contesto

• DPR 275/1999 (art.1,c. 2: esigenza di migliorare il processo di apprendimento insegnamento), art. 4, c.4: istituti sc. individuano i criteri per la valutazione periodica dei risultati conseguiti dagli istituti rispetto agli obiettivi prefissati

• Indicazioni per il curricolo(MPI agosto 2007): responsabilità dell’istituto nel definire sistemi di autovalutazione(pag.24 fascicolo)

• CCNL 2003: art 27: competenza valutativa e documentale; art. 31 competenza nell’innovazione e nella ricerca.

• D.Lgs 165/2001, art 25:il Dirigente Scolastico promuove gli interventi per assicurare la qualità dei processi formativi…


Adeguatezza ai dei fini

Adeguatezza ai /dei fini

  • “Adeguatezza ai/dei fini” può essere assunta come definizione di qualità dell'organizzazione

  • Le strategie di qualità mirate all'adeguamento - miglioramento hanno una doppia valenza:

    Aiuto a identificare obiettivi adeguati a fini esplicitati nelle “mission” e “vision”

    (qualità = fare cose giuste)

  • Aiuto a raggiungere gli obiettivi preposti (qualità = fare le cose bene)


Un modello e un processo

Un modello e un processo

Per guidare il miglioramento/adeguamento continuo occorrono due strumenti:

  • Un modello organizzativo e di gestione, che operi come una “bussola”: che aiuti a individuare i fini di maggior valore per i clienti e gli stakeholder e a dirigere l’organizzazione verso di essi (ad es. CAF)

  • Un processo, per correggere la rotta quando necessario e per dirigerla verso obiettivi sfidanti:

    il ciclo PDCA


Griglia comune di autovalutazione caf c ommon a ssessment f ramework

Griglia Comune di Autovalutazione (CAF=Common AssessmentFramework)

Griglia: strumento che aiuta a condurre analisi sullo stato delle organizzazioni in base ad un modello

Autovalutazione:

analisi sistematica e periodica delle attività e dei risultati di un’organizzazione

deve tradursi in azioni di miglioramento pianificate e monitorate nel tempo.

Comune: applicabile a tutte le amministrazioni pubbliche europee


Perch si scelto il caf

Perché si è scelto il CAF?

Perché

  • Introduce un linguaggio comune per le PPAA

    L’Ufficio Scolastico Regionale del Veneto ha curato, attraverso un gruppo di lavoro dedicato, un CAF specifico per la scuola

  • E' gratuito e si presenta come facile e chiaro

  • Punta sull'autovalutazione per pervenire al miglioramento continuo

  • Favorisce la comparazione (benchlearning) con altre istituzioni sc. italiane ed europee


A cosa serve

A cosa serve?

Gli scopi del CAF sono:

  • mediare l’uso di vari modelli per la gestione della qualità

  • essere strumento efficace di comparazione e di apprendimento attraverso il confronto fra le organizzazioni del settore pubblico cioè favorire il benchmarking: scambio di idee, esperienze e buone pratiche e facilitare il bench-learning(comparazione/apprendimento)

  • migliorare, attraverso la pratica dell’autovalutazione, le capacità di misura dei risultati e di diagnosi organizzativa

  • guidare le organizzazioni pubbliche a leggere il processo di qualità nel ciclo Plan-Do-Check-Act = Pianificare, fare, controllare per verificare, introdurre azioni di miglioramento (evidenziando per ciascuna fase: chi, cosa fa, come e quando)


Il processo euristico il ciclo pdca o ruota di denim

Il processo euristico: il ciclo PDCA(o ruota di DENIM)

  • PLAN: pianificazione del miglioramento, integrata nella pianificazione generale

  • DO: esecuzione integrata del piano

    operativo e del piano di miglioramento

  • CHECK: l’autovalutazione come “check-up” annuale dell’organizzazione, mirato al miglioramento continuo in relazione ai fini

  • ACT: azioni immediate conseguenti al Check, azioni di miglioramento

PLAN

DO

ACT

CHECK

Il ciclo enfatizza il fatto che i programmi di miglioramento devono iniziare con un’attenta pianificazione, un’azione efficace, devono essere costantemente controllati ed eventualmente adattati e devono riprendere nuovamente da un’attenta pianificazione in un ciclo continuo.


Pdca miglioramento e stabilizzazione

PDCA: miglioramento e stabilizzazione

performance

Stabilizzazione/

standardizzazione

sui nuovi livelli

Autovalutazione

e iniziativa di

miglioramento 2

Autovalutazione

e iniziativa di

miglioramento 3

Autovalutazione

e iniziativa di

miglioramento 1


Struttura del caf

Struttura del CAF

I risultati eccellenti relativi alla performance organizzativa, ai cittadini/clienti, al personale e alla società, si ottengono attraverso una leadership che guidi le politiche e le strategie, la gestione del personale, delle partnership, delle risorse e dei processi.


Approccio al caf

Approccio al CAF

- Valutazione di ogni aspetto e dell’impatto reciproco l’uno sull’altro:

• Collegamento trasversale tra la parte sinistra e la parte destra del modello

-Importanza delle evidenze e delle misurazioni

-Ruolo del sistema di punteggi, 4 scopi principali:

• dare un’indicazione sulla direzione da seguire per le attività di miglioramento;

• misurare i propri progressi;

• identificare le buone pratiche evidenziate da punteggi elevati nei fattori e nei risultati;

• aiutare a trovare validi partner da cui imparare.


Come descrivere i fattori

Come descrivere i fattori

E’ necessario che dall’autovalutazione si capisca:

• cosa - quello che l’amministrazione sta facendo,

• chi - chi deve farlo,

ma anche e soprattutto:

• come - le modalità con cui l’approccio è stato sviluppato

• perché - le motivazioni che hanno spinto l’Amministrazione a scegliere quel modo e non un altro.


Come descrivere i risultati

Come descrivere i risultati

Commentare sempre i risultati

I risultati devono essere in ogni caso accompagnati da commenti e analisi, espressi in forma sintetica:

• causa - effetto: spiegare come i risultati siano la conseguenza degli approcci descritti nei fattori abilitanti

• obiettivi : descrivere i criteri con cui l’Amministrazione definisce gli obiettivi

• risultati non positivi: descrivere quello che l’Amministrazione ha fatto / sta facendo / ha intenzione di fare per risolvere i problemi che hanno portato a risultati non soddisfacenti


Caf strumento per conoscersi meglio

CAF...strumento per conoscersi meglio

  • una valutazione basata su “evidenze”;

  • un mezzo per dare maggiore attendibilità alla direzione e ricevere consenso su cosa è necessario fare per migliorare l’organizzazione;

  • una valutazione basata su criteri condivisi a livello europeo;

  • un mezzo per misurare i progressi nel tempo attraverso periodiche auto-valutazioni;

  • un collegamento tra obiettivi, strategie e processi di supporto;

  • un mezzo per focalizzare le azioni di miglioramento dove c’è maggiore necessità;

  • un'opportunità per promuovere e condividere le buone prassi, sviluppate all’interno di differenti aree di un’organizzazione, con altre organizzazioni;

  • un'opportunità per identificare progressi e livelli di eccellenza dei risultati.


Punti di forza

Punti di forza

•Educa all’ascolto dei clienti/cittadini e degli stakeholders attraverso una appropriata metodologia

•Educa alla misurazione e utilizzazione dei risultati di performance (parte dx del modello)

•Favorisce la comparazione delle performance (benchmarking) e lo scambio di esperienze e buone pratiche (benchlearning)

•L’autovalutazione può costituire la base per valutazioni esterne


Punto di debolezza

Punto di debolezza

Se usato in modo episodico non dà frutti, essendo concepito come strumento di sostegno di un processo continuo di miglioramento

(ciclo PDCA)


  • Login