eua trends iv visite alle istituzioni
Download
Skip this Video
Download Presentation
EUA Trends IV Visite alle Istituzioni

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 16

EUA Trends IV Visite alle Istituzioni - PowerPoint PPT Presentation


  • 83 Views
  • Uploaded on

EUA Trends IV Visite alle Istituzioni. CRUI - Riunione delegati RI Roma 9 febbraio 2005 Carla Salvaterra. Istituzioni coinvolte.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about ' EUA Trends IV Visite alle Istituzioni' - hall-sharpe


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
eua trends iv visite alle istituzioni

EUA Trends IV Visite alle Istituzioni

CRUI - Riunione delegati RI

Roma 9 febbraio 2005

Carla Salvaterra

istituzioni coinvolte
Istituzioni coinvolte
  • Visite a 2 istituzioni individuate dalla CRUI (60 in Europa): Trieste e Napoli Federico II condotte da un ricercatore internazionale: Bernadette Conraths e da un esperto nazionale 15-18/11.
  • Coimbra Group: Visite e interviste reciproche sullo stesso modello EUA. Istituzioni coinvolte: Bologna, Padova, Pavia, Siena, 22/11-14/12.
metodologia
Metodologia

Intervista collettiva a sei gruppi omogenei:

  • Leadership istituzionale
  • Presidi
  • Amministrazione centrale
  • Docenti
  • Studenti
  • Giovani ricercatori, dottorandi
metodologia1
Metodologia

L’intervista collettiva aveva lo scopo di raccogliere le percezioni e i giudizi delle varie componenti riguardo agli obiettivi del processo e allo stato di progresso, in modo da raccogliere informazioni sugli apporti positivi e le criticitàdel processo di riforma insieme a raccomandazioni funzionali alla stesura del rapporto Trends IV.

questioni affrontate
Questioni affrontate

1. Atteggiamento e giudizio rispetto al processo di Bologna

2. Impatto dell’introduzione dei 2 (3) cicli (e del concetto di crediti e obiettivi formativi)

3. Trasferimento e riconoscimento dei titoli e dei periodi di studio

4. Cultura interna della qualità

5. Strategia istituzionale rispetto alla ricerca e collegamento tra ricerca e didattica

principali risultati 1 consapevolezza generale
Principali risultati: 1. Consapevolezza generale
  • Fatta eccezione per la leadership istituzionale non c’è conoscenza e consapevolezza diffusa degli obiettivi del Processo di Bologna
  • La conoscenza è mediata dai contatti internazionali oppure il processo è visto attraverso la riforma introdotta dal DM 509/99
  • Il livello di consapevolezza è molto scarso soprattutto tra i dottorandi e i giovani ricercatori
principali risultati 1 consapevolezza generale1
Principali risultati : 1. Consapevolezza generale

La visita e le interviste sono state una occasione importante di discussione e riflessione all’interno delle istituzioni coinvolte

principali risultati 1 consapevolezza generale2
Principali risultati:1. Consapevolezza generale

C’è generale pessimismo sulla reale possibilità di sviluppare in autonomia l’istituzione verso gli obiettivi del processo di Bologna:

  • Rispetto al centro si soffre mancanza di risorse, di comunicazione efficace, di obiettivi chiari a fronte di una regolamentazione eccessiva, incerta, variabile e incoerente
principali risultati 2 tre cicli
Principali risultati2. tre cicli
  • Criticità nell’applicazione dei due cicli; si ritiene non ci sia comprensione e accettazione diffusa delle implicazioni del modello utilizzato (obiettivi di apprendimento e crediti)
  • Questione della occupabilità dei laureati: si avverte la necessità di chiarezza interna e comunicazione esterna sulle caratteristiche della formazione
principali risultati 2 tre cicli1
Principali risultati2. tre cicli
  • Diverse opinioni su flessibilità e rigidità del sistema e delle sue applicazioni
  • Positivo e necessario il coordinamento disciplinare nazionale e internazionale
  • Non ci sono le condizioni per progettare sui 3 cicli; necessità di ripensare il rapporto tra strutture didattiche e di ricerca
principali risultati 3 mobilit e riconoscimenti
Principali risultati3. Mobilità e riconoscimenti
  • Difficoltà di identificare CFU ed ECTS. Il riconoscimento dei periodi di studio non è entrato nella cultura accademica
  • Difficoltà anche nel riconoscimento dei titoli Non è usato il DS
  • Difficoltà anche nella mobilità verticale
principali risultati 4 qualit
Principali risultati4. Qualità
  • Il concetto e la comprensione della cultura interna della qualità come strategia complessiva è poco diffuso
  • Ci sono invece molte esperienze positive e avanzate su vari settori
  • Molte componenti tendono a identificare la qualità con i questionari di rilevamento delle opinioni degli studenti
principali risultati 4 qualit1
Principali risultati4. Qualità
  • CAMPUS/ CAMPUS ONE hanno avuto impatto positivo per lo sviluppo di una cultura interna della qualità
  • Si ritiene che i messaggi dal centro non aiutino lo sviluppo di tale cultura
  • I processi di valutazione sommativa del risultato interni ed esterni sono percepiti come funzionali alla distribuzione delle risorse più che al miglioramento
principali risultati 4 didattica e ricerca
Principali risultati4. Didattica e Ricerca
  • Difficoltà nel definire strategie di ricerca chiare, comunicate e condivise
  • Opinioni molto discordi sull’impatto della ricerca nella didattica del 1° ciclo, maggiore consenso sulle forme di coinvolgimento nel 2° ciclo
principali risultati 4 didattica e ricerca1
Principali risultati4. Didattica e Ricerca
  • Strutture per la formazione di 3° ciclo disomogenee
  • I dottorandi e gli assegnisti collaborano alla didattica ma con poco coinvolgimento nei processi di riforma e quindi con poca conoscenza degli obiettivi delle riforme
  • Il contesto internazionale è conosciuto attraverso i propri contatti personali
principali risultati 4 didattica e ricerca2
Principali risultati4. Didattica e Ricerca
  • Non c’è attenzione strutturale alla formazione di competenze diverse da quelle di ricerca
  • I giovani ricercatori non vedono strategie istituzionali per essere valorizzati come future risorse anche all’esterno dell’università
ad