Capitolo 2
Download
1 / 64

Capitolo 2 I dati della macroeconomia - PowerPoint PPT Presentation


  • 96 Views
  • Uploaded on

Capitolo 2 I dati della macroeconomia. Teorizzare prima di disporre dei dati è un errore imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti. Sherlock Holmes. Il percorso Teoria e verifica empirica.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about ' Capitolo 2 I dati della macroeconomia' - halima


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

Capitolo 2I dati della macroeconomia

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


Teorizzare prima di disporre dei dati è un errore imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.

Sherlock Holmes

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


Il percorso teoria e verifica empirica
Il imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.percorsoTeoria e verifica empirica

  • Le teorie economiche hanno origine nell’osservazione della realtà.

  • Vengono costruite sulla base della conoscenza del funzionamento dell’economia.

  • Vengono testate utilizzando i dati disponibili: verifica empirica.

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


I dati
I dati imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.

I dati sull’economia italiana sono raccolti da:

Istituto italiano di statistica: ISTAT

Banca d’Italia: Bankitalia

Eurostat

Commissione Europea

Banca Centrale Europea: BCE

OCSE

Organizzazione delle Nazioni Unite: ONU

Fondo Monetario Internazionale: FMI

Banca Mondiale (World Bank): WB

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


La contabilit nazionale
La contabilità nazionale imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.

I dati della macroeconomia

  • La produzione e la spesa:

    • Consumo

    • Investimenti

    • Spesa pubblica

    • Esportazioni nette

  • L’inflazione e i prezzi

  • La disoccupazione

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


Reddito e spesa il flusso circolare
Reddito e spesa imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.Il flusso circolare

Reddito

Lavoro

Individui

Imprese

Beni

Spesa

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


Reddito e spesa il flusso circolare1
Reddito e spesa imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.Il flusso circolare

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


Contabilità nazionale imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.

-Sistema di contabilità finalizzato alla misurazione dell’attività economica aggregata

- Il concetto più importante è la produzione aggregata, che viene misurata dal Prodotto Interno Lordo (PIL)


Il pil
Il PIL imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.

Il prodotto interno lordo

misura il flusso monetario corrispondente allo scambio di beni e servizi (lavoro) tra gli individui e le imprese all’interno di un sistema economico.

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


Il prodotto interno lordo cos e come si calcola
Il prodotto interno lordo imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.Cos’è e come si calcola

Il PILè il valore di mercato di tutti i beni e servizi finali prodotti nell’economia in un dato periodo di tempo

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


Prodotto imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.Interno Lordo

Prodotto

  • Produzione di beni e servizi per il mercato


Prodotto imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.Interno Lordo

Interno

  • Beni e servizi prodotti sul territorio nazionale, cioè internamente, senza tener conto della nazionalità del produttore (“Made in Italy”)

  • prodotto interno vs. prodotto nazionale

  • con la crescente importanza delle multinazionali e della mobilità internazionale di imprese e lavoro il prodotto nazionale non ha molto senso


Misure alternative della ricchezza prodotto interno e prodotto nazionale
Misure alternative della ricchezza imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.Prodotto interno e prodotto nazionale

  • Prodotto nazionale lordo (PNL):Reddito totale ottenuto dai fattori di produzione nazionali localizzati anche all’estero

  • Prodotto interno lordo (PIL):Reddito totale ottenuto dai fattori di produzione localizzati in Italia anche se esteri

    (PNL – PIL) = (Pagamento di fattori dall’estero) – (pagamento di fattori all’estero)

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


Pnl pnn reddito nazionale
PNL, PNN, reddito nazionale imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.

  • Prodotto nazionale netto =

    PNL – ammortamenti

  • Reddito nazionale =

    PNN – imposte indirette

  • Reddito personale =RN +/– trasferimenti a/da imprese e P. A. (non tasse)

  • Reddito personale disponibile= RP – tasse P. A.

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


Prodotto Interno imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.Lordo

Lordo

  • Lordo (include tutto) vs. netto (esclude qualcosa)

  • Il prodotto lordo include il deprezzamento dei mezzi di produzione (ammortamento)

  • Il capitale viene consumato nel processo produttivo


PIL imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.

  • PRODOTTO: beni e servizi

  • INTERNO: beni e servizi prodotti sul territorio nazionale, cioè internamente, senza tener conto della nazionalità del produttore.

  • LORDO: senza tener conto del deprezzamento dei mezzi di produzione (ammortamento)

  • Sono possibili altre misure a seconda che si consideri la produzione interna o nazionale, lorda o netta (PIL, PNL, PIN, PNN)


PIL imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.

Tre modi di definire il PIL:

  • Il PIL è il valore dei beni e servizi finali prodotti nell’economia in un certo periodo di tempo

  • Beni e servizi finali: sono destinati al consumo

  • Beni e servizi intermedi: sono destinati alla produzione di altri beni

  • Perché escludiamo i beni e servizi intermedi?


PIL imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.

Tre modi di definire il PIL:

  • Il PIL è il valore aggiunto aggregato (la somma dei valori aggiunti dei singoli produttori) di una economia in un certo periodo di tempo

  • Valore aggiunto: valore della produzione meno il valore dei beni e servizi intermedi.


PIL imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.

Tre modi di definire il PIL:

  • Il PIL è la somma dei redditi in un’economia in un certo periodo di tempo

  • Reddito (lordo) da lavoro

  • Reddito (lordo) da capitale

  • Imposte indirette (cioè non sui redditi, tipo l’IVA, Accise)


Riassumendo imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.

Tre definizioni del PIL

Dal lato della domanda (o dellaproduzione/offerta), il PIL è uguale al valore aggregato (la somma) dei beni e servizi e finali

Dal lato della produzione, il PIL è uguale al valore aggiunto aggregato

Dal lato del reddito, il PIL è uguale al valore aggregato dei redditi percepiti nell’economia (particolare interpretazione delle imposte indirette)


I prezzi dei beni sommare arance e mele
I prezzi dei beni imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.Sommare arance e mele

  • Diversi beni e servizi hanno un valore diverso.

  • I valori dei beni sono espressi attraverso i prezzi di mercato.

    Esempio: Produzione = 4 mele + 3 arance

    PIL = 4 x prezzo di una mela +

    + 3 x prezzo di un arancia

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


Quali transazioni entrano nel computo del pil
Quali transazioni entrano nel computo del imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.PIL?

  • Beni usati? No, perché è un trasferimento di ricchezza già esistente.

  • Le scorte di magazzino? Sì, perché rappresentano produzione di nuova ricchezza (anche se verranno vendute in futuro).

  • Imputazioni e servizi abitativi. Il servizio abitativo di una casa di proprietà viene imputato al PIL.

  • Beni intermedi? No. Viene calcolato il valore dei beni finali (quindi il pane ma non la farina venduta per produrlo).

  • Economia sommersa e produzione domestica per autoconsumo? No, difficili da stimare.

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


Pil spesa aggregata finale le componenti della spesa aggregata
PIL = Spesa aggregata finale imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.Le componenti della spesa aggregata

  • Consumo (C)

  • Investimenti (I)

  • Spesa pubblica (G)

  • Esportazioni nette (NX)

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


Identit del reddito nazionale
Identità del reddito nazionale imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.

  • Reddito totale = Y

  • Spesa totale = C + I + G + NX

    quindi:

    Y=C + I + G + NX

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


Le componenti della spesa aggregata consumo c
Le componenti della spesa aggregata imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.Consumo (C)

Definizione: Il valore di tutti i beni e servizi acquistati dagli individui.

Comprende:

  • Benidurevoli:Esempi: automobili, elettrodomestici

  • Beninon durevoliEsempi: cibo, vestiti

  • Servizi lavori fatti per gli individui

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


Le componenti della spesa aggregata investimenti i
Le componenti della spesa aggregata imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.Investimenti (I)

Definizione: Beni acquisiti per uso futuro.

  • Investimenti fissi delle imprese:

    Esempi: Impianti, attrezzature, immobili industriali

  • Investimenti residenziali degli individui

    Esempi: Immobili abitativi

  • Investimenti in scorte

    Esempio: Magazzino

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


Le componenti della spesa aggregata la spesa pubblica g
Le componenti della spesa aggregata imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.La spesa pubblica (G)

Definizione: Beni e servizi acquistati dalla pubblica amministrazione.

  • Esempi: Infrastrutture, dipendenti pubblici, spesa militare, polizia.

  • Esclude le spese per ridistribuzione e trasferimenti in quanto non rappresentano produzione di nuova ricchezza.

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


Le componenti della spesa aggregata le esportazioni nette nx
Le componenti della spesa aggregata imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.Le esportazioni nette (NX)

Definizione:Valore totale delle

esportazioni (EX)

meno

valore totale delle importazioni (IM)

NX = EX – IM

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


Le componenti della spesa aggregata italia
Le componenti della spesa aggregata imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.Italia

Consumo (C)

Componenti del PIL, Italia 2001

800000

Spesa pubblica (G)

700000

600000

Investimenti (I)

500000

400000

Esportazioni nette

300000

(NX)

200000

100000

0

Consumi (C)

Spesa pubblica

Investimenti (I)

Esportazioni

(G)

nette (NX)

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


Le componenti della spesa aggregata stati uniti
Le componenti della spesa aggregata imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.Stati Uniti

Consumo (C)

Componenti del PIL, Stati Uniti 2000

8000

Spesa pubblica (G)

7000

6000

Investimenti (I )

5000

4000

Esportazioni

3000

nette (NX)

2000

1000

0

Consumo (C)

Spesa pubblica

Investimenti ( I )

Esportazioni

–1000

(G)

nette (NX)

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


Capitolo 2: I dati della macroeconomia imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.


Fondi e flussi
Fondi e flussi imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


Fondi e flussi1
Fondi e flussi imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.

Le variabili economiche misurano quantità.

  • Fondi: misurano gli stock di una variabile in un certo periodo di tempo.

  • Flussi: misurano la variazione degli stock di una variabile da un periodo all’altro.

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


Investimenti vs capitale
Investimenti vs capitale imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.

  • Il capitale è uno dei fattori di produzione. In ogni istante di tempo l’economia ha un certo stock complessivo di capitale.

  • Investimento è il flusso di nuovo capitale che va ad aumentare (diminuire se negativo) lo stock.

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


Fondi o flussi
Fondi o flussi? imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.

  • Reddito e ricchezza

  • Debito pubblico e deficit pubblico

  • I prezzi e l’inflazione

  • I risparmi e la ricchezza

  • Immigrati e popolazione

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


Pil reale e nominale
PIL imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.reale e nominale

Il PIL misura il valore dei beni e servizi prodotti in un certo anno (aumenta lo stock di ricchezza).

  • Il PILnominale misura questo valore a prezzi correnti

  • Il PILrealemisura questo valore utilizzando i prezzi di un anno base

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


Pil reale e nominale1
PIL imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.reale e nominale

  • Il benessere viene correttamente misurato dal nuovo prodotto in termini reali e non nominali.

  • Supponiamo che i prezzi di mele e arance raddoppino.

  • Di quanto aumenta il PIL nominale?

  • Di quanto aumenta il PIL reale?

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


Il pil reale tiene conto dell inflazione
Il PIL reale imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.tiene conto dell’inflazione

Le variazioni del PIL nominale sono dovute a:

  • variazione delle quantità di beni e servizi

  • variazione dei prezzi

    Isolando la variazione delle quantità ovvero neutralizzando la variazione dei prezzi otteniamo il PIL reale.

    Come? Il calcolo del PIL viene effettuato utilizzando i prezzi di un anno di riferimento. In questo modo i PIL in diversi anni è confrontabile.

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


Il pil reale tiene conto dell inflazione1
Il PIL reale imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.tiene conto dell’inflazione

Usando la seguente notazione:

Quantità di mele 2007 = Qm07

Quantità di arance 2007 = Qa07

Prezzo mele 2007 = Pm07

Prezzo arance 2007 = Pa07

E denotando con Qm08 e Pm08 i valori per il 2008

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


Il pil reale tiene conto dell inflazione2
Il PIL reale imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.tiene conto dell’inflazione

Calcoliamo il PIL nominale e il PIL reale nel 2007 e nel 2008 prendendo il 2007 come anno base:

Anno 2007:

PIL nominale = PIL reale

PIL = (Qm07 x Pm07) + (Qa07 x Pa07)

Anno 2008:

PIL nominale = (Qm08 x Pm08) + (Qa08 x Pa08)

PIL reale = (Qm08 x Pm07) + (Qa08 x Pa07)

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


Pil reale a catena
PIL reale a catena imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.

  • I prezzi relativi cambiano nel tempo, per questo la base dovrebbe essere cambiata periodicamente.

  • Per calcolare il PIL reale a catena la base è cambiata anno per anno (nel 2007 ai prezzi del 2006, nel 2008 ai prezzi del 2007).

  • Per questo il metodo a catena è più accurato.

  • Le due misure sono altamente correlate

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


Pil reale e benessere
PIL reale e benessere imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.

  • Il PIL reale pro capite è un indicatore imperfetto del benessere

  • Non considera:

    • Beni e servizi non di mercato: produzione domestica per autoconsumo, allevamento dei figli, ozio, volontariato, etc.

    • Qualità dell’ambiente (fisico e sociale)

    • Distribuzione del reddito

  • Ma è comunque uno degli indicatori più importanti di cui disponiamo

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


Dai valori nominali a quelli reali inflazione
Dai valori nominali a quelli reali imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.Inflazione

  • Il tasso di inflazione:

    è la variazione percentuale del livello generalizzato dei prezzi.

    Ovvero è una variazione media dei prezzi dei diversi beni e servizi in un certo periodo di tempo.

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


Dai valori nominali a quelli reali deflatore del pil
Dai valori nominali a quelli reali imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.Deflatore del PIL

  • Una misura del livello dei prezzi è il deflatore del PIL che viene definito come:

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


Dai valori nominali a quelli reali ipc indice dei prezzi al consumo
Dai valori nominali a quelli reali imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.IPC, indice dei prezzi al consumo

  • Misura il livello dei prezzi di un paniere tipico di consumo delle famiglie

  • Pubblicato dall’Istat

  • Usato per:

    • misurare il cambio del «costo della vita» delle famiglie.

    • indicizzare i contratti all’inflazione.

    • calcolare i valori reali e confrontare i dati di anni diversi.

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


La composizione del paniere ipc italia
La composizione del paniere IPC, Italia imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.

Alimentari e bevande

Alcol e tabacchi

Abbigliamento e calzature

Abitazione, acqua ed energia

Mobili e casa

Salute

Trasporti

Comunicazioni

Ricreazione, spettacolo e

cultura

Istruzione

Alberghi e ristoranti

Altri beni e servizi

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


Costruzione dell ipc
Costruzione dell’IPC imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.

  • Inchieste per determinare il paniere di consumo tipico

  • Raccoglie dati e calcola l’indice

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


Inflazione deflatore e ipc
Inflazione, deflatore e IPC imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.

L’inflazione può essere misurata dalla variazione percentuale di deflatore oppure variazioni dell’IPC

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


Analisi di un caso l ipc sovrastima l inflazione
Analisi di un caso imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.L’IPC sovrastima l’inflazione?

  • Errore di sostituzione Il paniere è fisso (indice di Laspeyres) e non tiene conto degli effetti di sostituzione dovuti ai cambiamenti dei prezzi relativi (aggiustamenti della domanda).

  • Introduzione di nuovi beni L’introduzione di nuovi beni aumenta l’utilità dei consumatori. Quindi aumenta il valore reale della moneta ma non è considerato nel paniere di riferimento.

  • Cambiamenti di qualità dei prodotti I miglioramenti di qualità aumentano la capacità di acquisto di ogni euro e non sono tenuti in considerazione.

  • La stima econometrica è che l’IPC sovrastimi l’inflazione dell’1%.

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


Ipc vs deflatore del pil
IPC vs deflatore del PIL imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


La popolazione
La popolazione imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.

La popolazione è divisa in:

  • Attiva: età tra 15 e 64.

  • Passiva: bambini e anziani.

    La popolazione attiva è classificata sulla base della condizione lavorativa.

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


La popolazione1
La popolazione imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.

Forza lavoro

Disponibilità di lavoro nell’economia:

= occupati + disoccupati

OccupatiColoro che hanno un lavoro retribuito

DisoccupatiI non occupati in cerca di lavoro

Fuori forza lavoro

Non occupati non in cerca di lavoro e non attivi

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


Tasso di disoccupazione e di partecipazione i valori percentuali sono pi informativi
Tasso di disoccupazione e di partecipazione imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.I valori percentuali sono più informativi

  • Tasso di disoccupazione

    Percentuale della forza lavoro disoccupata

  • Tasso dipartecipazione

    Percentuale di popolazione adulta che ha lavoro o lo cerca attivamente

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


La popolazione in italia
La popolazione in Italia imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.

La popolazione in Italia

Occupati

Disoccupati

Non forza lavoro e

non attiva

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


La popolazione negli stati uniti
La popolazione negli Stati Uniti imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.

La popolazione negli Stati Uniti

Occupati

Disoccupati

Non forza lavoro

e non attiva

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


Tasso di disoccupazione e di partecipazione italia vs stati uniti
Tasso di disoccupazione e di partecipazione imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.Italia vs Stati Uniti

  • Quali differenze tra Italia e Stati Uniti?

  • L’Italia ha un tasso medio di disoccupazione più elevato di quello degli Stati Uniti.

  • Ma ha anche un tasso di partecipazione inferiore.

    Perché? … (aspettando il capitolo 6)

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


Tassi di partecipazione 1970 2010
Tassi di Partecipazione, 1970-2010 imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.


Il tasso di disoccupazione in italia
Il tasso di disoccupazione in Italia imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.

18,00

16,00

14,00

12,00

10,00

Tasso di disoccupazione

8,00

6,00

4,00

2,00

0,00

1945

1950

1955

1960

1965

1970

1975

1980

1985

1990

1995

2000

Anno

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


Tassi di disoccupazione a confronto
Tassi di disoccupazione a confronto imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


Tassi di disoccupazione a confronto1
Tassi di disoccupazione a confronto imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


8 imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.

6

4

2

0

-2

-3

0

1

2

3

4

-1

-2

Analisi di un caso: La legge di Okun

Legge di Okun

Una crescita del 2% del PIL reale è associato a una riduzione dell’1% del tasso di disoccupazione

Variazione % PIL reale

10

1951

1984

2000

1999

1993

1975

1982

Variazione del tasso di disoccupazione

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


Analisi di un caso: Disoccupazione, PIL e imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.Legge di Okun

E’ possibile definire con maggiore precisione la relazione individuata dalla legge di Okun:

= 3% - 2 ×

Variazione del tasso di disoccupazione

Variazione % del PIL reale

Se la disoccupazione rimane costante, il PIL reale aumenta approssimativamente del 3%

Cosa succede se il tasso di disoccupazione sale dal 6% all’8%?

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


In sintesi
In sintesi imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.

  • Il PIL misura sia il reddito totale sia la spesa totale nella produzione di beni e servizi dell’economia.

  • Il PIL nominale misura il reddito ai prezzi correnti mentre il PIL reale lo misura a prezzi costanti. Variazioni della produzione cambiano entrambe le misure ma variazioni dei prezzi hanno effetti soltanto sul PIL nominale.

  • Il PIL è la somma di consumo, investimenti, spesa pubblica ed esportazioni nette.

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


In sintesi1
In sintesi imperdonabile: si comincia a manipolare i fatti per adattarli alla teoria, invece di adattare la teoria ai fatti.

  • Il livello complessivo dei prezzi può essere misurato sia:

    • Dall’indice dei prezzi al consumo (IPC), ovvero il prezzo di un paniere fisso di beni acquistato dal consumatore tipico.

    • Il deflatore del PIL, il rapporto tra il PIL nominale e reale

  • Il tasso di disoccupazione è la frazione di forza lavoro che non è impiegata. È negativamente correlato alla crescita del PIL (legge di Okun)

Capitolo 2: I dati della macroeconomia


ad