Slide1 l.jpg
Sponsored Links
This presentation is the property of its rightful owner.
1 / 19

Aspetti radiologici PowerPoint PPT Presentation


  • 548 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

Aspetti radiologici. dott.Fabrizio Gandolfo Resp.Struttura Semplice Senologia Servizio di Radiologia ASL 4. MAMMOGRAFIA. Ad oggi e’ l’indagine elettiva per lo studio della mammella. MAMMOGRAFIA. DIAGNOSI PRECOCE Ca mammario. Opacita’ nodulari 64%.

Download Presentation

Aspetti radiologici

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Aspetti radiologici

dott.Fabrizio Gandolfo

Resp.Struttura Semplice Senologia

Servizio di Radiologia ASL 4


MAMMOGRAFIA

Ad oggi e’ l’indagine elettiva per lo studio della mammella.


MAMMOGRAFIA

DIAGNOSI PRECOCE

Ca mammario

  • Opacita’ nodulari 64%

  • Microcalcificazioni

19%

  • Distorsione della struttura 17%


INTERPRETAZIONE MAMMOGRAFICA

CATEGORIE RADIOLOGICHE:

  • R1: Negativo o quadro normale

  • R2: Benigno

  • R3: Probabilmente benigno

  • R4: Sospetto

  • R5: Positivo


R1:Negativo o quadro normale

  • E’raccomandato un controllo periodico clinico e/o strumentale di routine.


R2: Benigno

  • presenza di lesione sicuramente benigna (non richiede ulteriori approfondimenti)

Controllo periodico di routine


R3: Probabilmente benigno(VPP<5%)

Presenza di lesioni quasi sicuramente benigne ma per le quali potrebbe sussistere una minima possibilita’ di malignita’

Prelievo con ago / controllo a 6-12 mesi


R4: Sospetto (VPP 5-70%)

Lesioni che non hanno le caratteristiche morfologiche del cancro ma hanno segni, di vario livello di sospetto, per patologia maligna

Il ricorso al prelievo con ago appare sempre ”giustificato e raccomandato”


R5:positivo per patologia maligna

E’formale l’indicazione alla biopsia escissionale


ECOGRAFIA

Nonostante l’evoluzione tecnologica continua

rimane un esame complementare alla

Mammografia

Rizzatto G. Eur Radiol 11:2425-35;2001

Zonderland HM.Radiology 213.413-22;1999

Diagnostica integrata

MX+US

RM cito - istologia


ECOGRAFIA

SENSIBILITA’ PER LESIONI NON PALPABILI 40- 50%


ECOGRAFIA

American College of Radiology (1995-1999-2001)

INDICAZIONI ALL’ECOGRAFIA MAMMARIA:

  • Identificazione e caratterizzazione di lesioni (palpabili e non) ed approfondimenti di reperti clinico- mammografici dubbi

  • Guida per procedure interventistiche

  • Valutazione di impianti protesici

  • Indagine di 1^livello per la valutazione di lesioni in donne giovani(<30 aa circa),allattamento e gravidanza

    “l’impiego esclusivo degli US come screening e’ attualmente da ritenersi campo di ricerca clinica”


INTERPRETAZIONE ECOGRAFICA

  • E1: Negativo o quadro normale

  • E2: Benigno

  • E3: Probabilmente benigno

  • E4: Sospetto

  • E5: Positivo


  • E2: Benigno (es.cisti semplice- linfonodo intramammario)


  • E3: Probabilmente benigno (es. fibroadenoma)

Controllo ecografico entro 6 mesi / prelievo con ago


  • E4:segnidi sospetto

Prelievo con ago / biopsia chirurgica

  • E5:segnidi neoplasia maligna


Procedure di “assessment”

  • proiezioni accessorie

  • particolari radiologici miratie/o ingrandimenti

  • • esame clinico

  • • ecografia

  • • agoaspirato per esame citologico o istologico: a mano libera, sotto guida ecografica, sotto guida radiologica (stereotassi).


La scelta delle tecniche di approfondimento va attentamente valutata allo scopo di :

• ottenere una detection rate adeguata agli standard

• consentire di raggiungere i valori standard di diagnosi pre-operatoria di malignità: accettabile >70%; desiderabile > 90%

• raggiungere il livello ottimale di tumori di piccole dimensioni accertati

• ridurre al minimo le procedure invasive non necessarie

• ridurre al minimo il numero di donne inviate ad eseguire ulteriori accertamenti (diminuzione dei “falsi positivi”).


Grazie per l’attenzione


  • Login