Human computer interaction
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 21

HUMAN-COMPUTER INTERACTION PowerPoint PPT Presentation


  • 75 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

HUMAN-COMPUTER INTERACTION. UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI PAVIA FACOLTA’ DI LETTERE E FILOSOFIA, SCIENZE POLITICHE, GIURISPRUDENZA, INGEGNERIA, ECONOMIA CORSO DI LAUREA INTERFACOLTA’ IN COMUNICAZIONE INNOVAZIONE E MULTIMEDIALITA’. LE INTERFACCE utente TRA STORIA DEL COMPUTER E NUOVE TECNOLOGIE.

Download Presentation

HUMAN-COMPUTER INTERACTION

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Human computer interaction

HUMAN-COMPUTERINTERACTION

UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI PAVIAFACOLTA’ DI LETTERE E FILOSOFIA, SCIENZE POLITICHE, GIURISPRUDENZA, INGEGNERIA, ECONOMIACORSO DI LAUREA INTERFACOLTA’ IN COMUNICAZIONE INNOVAZIONE E MULTIMEDIALITA’

LE INTERFACCE utente

TRA STORIA DELCOMPUTER E NUOVE TECNOLOGIE

Relatore: Prof. Marco Porta

Correlatrice: Prof.ssa Lidia Falomo

Tesi di laurea di Walter Varani Matricola: 362920


Human computer interaction1

Human-Computer Interaction

Cos’è?

Cosa studia


Human computer interaction

HCI – Human-ComputerInteraction

Dall’ergonomia all’interdisciplinarietà

HCIè una disciplina che si occupa della progettazione, valutazione e realizzazione di sistemi interattivi basati su computer destinati all’uso umano e dello studio dei principali fenomeni che li circondano

  • L’ “HCI” affonda le radici nel:

  • l’ergonomia

  • la scienza dei computer (informatica, matematica, programmazione..)

  • A oggi, l’HCI comprende discipline come:

  • la scienza del calcolatore

  • le scienze dell’uomo

  • scienza della progettazione


Human computer interaction

  • L’ergonomia

  • Disciplina scientifica che riguarda la comprensione delle interazioni tra gli esseri umani e gli altri elementi di un sistema.

  • Nel 5 ° secolo a.C. i Greci applicavano i principi ergonomici nella progettazione degli strumenti e dei luoghi di lavoro.

  • Indispensabile nel periodo dell’era spaziale


Human computer interaction

Donald Norman e i principi di interazione

  • Modello concettuale valido - L’essere umano si approccia all’ambiente che lo circonda grazie all’esperienza;

  • Il concetto del “Mapping” - correlazione tra input e output

  • Il “feedback” – l’interazione ha conseguito i risultati desiderati

  • La visibilità dell’oggetto - dare chiari segni di condizione consapevolezza delle azioni che esso potrà compiere.

  • La ”Affordance” – Piacevolezza di utilizzo


Human computer interaction

Linee guida Euristiche sulla progettazione dell’UI

  • Visibilità dello stato del sistema

  • Controllo dell’utente e libertà di utilizzo

  • Corrispondenza mondo reale/interfaccia

  • Standardizzazione e coerenza

  • Prevenzione degli errori

  • Flessibilità ed efficienza

  • Design

  • Riconoscibilità degli errori

  • Fornire help FAQ e documentazioni


Human computer interaction

L’accessibilità

Un’interfaccia deve avere perciò intrinsecamente dei requisiti considerati “base” per andare incontro alle esigenze di tutta l’utenza.

  • I testi devono essere chiari e facilmente leggibili e comprensibili.

  • Usare testidiversi per caratterizzare un diverso contenuto multimediale.

  • Consentire un miglioramento della visibilità degli oggetti.

  • Dare una coerenzagrafica a tutta l’interfaccia e inserire link in maniera contestuale (sulle pagine web).


Human computer interaction

Modelli mentali

  • I modelli mentali sono ciò che l’utente crede di sapere su un dato sistema;

  • Ogniutente ha il proprio mental-model, lo sviluppatore di UI deve sfruttare al meglio e in maniera semplice, gli schemi mentali pregressi dell’utenza.

  • La “Legge di Jakob” : lo sviluppatore deve sviluppare senza stravolgere sempre i mental-model


Human computer interaction

La comunicazione e

il binomio uomo/computer

Codifica

Decodifica

Il modello di Shannon-Weaver (1949)

Emittente

Messaggio

Canale

messaggio

Ricevente

Rumore

Codice

Il modello su cinque fasi descrive un sistema di comunicazione.


Human computer interaction

Il concetto delle metafore

La metafora è il centro focale dell’interfaccia grafica (GUI).

  • Scopo:

  • Richiamare concetti già conosciuti

  • Aumentare la facilità di utilizzo della UI

  • Aiutare il processo di apprendimento


Human computer interaction

Cose sono le User-Interface?

L’interfaccia utente (UI) è lo spazio in cui avviene l’interazione tra uomo e computer, è il sistema con il quale gli utentiinteragiscono con una macchina.

  • L’interazione è di tipo binario:

  • Input– Ingresso dati , consentendo agli utenti di manipolare un sistema

  • Output– Uscita dati , consentendo al sistema di indicare gli effetti scaturiti della manipolazione degli utenti


Human computer interaction

Leinterfacceutenteesistenti:

  • Interfacce a riga di comando (CLI– Command-Line Interface)

  • Interfaccia grafica (GUI– Graphical User Interface)

  • Interfaccia naturale (NUI– Natural User Interface) e la Touch User Interface (TUI– Touch User Interface)

  • BCI(Brain Computer Interface) controllo tramite pensiero

  • “Organic User Interface” (OUI), potrebbe essere vista come un’evoluzione della NUI.


Human computer interaction

  • (GUI) Interfacce grafiche – Graphical User Interface

  • Coincide con la nascita del Personal Computer, “Mouse-tastiera” e con la disciplina HCI. Usata per:

  • Sistemi Operativi (SO)

  • Desktop Environment

  • Applicativi/programmi


Human computer interaction

  • (CLI) Interfacce a riga di comando Command-Line Interface

  • Primo metodo di interazione uomo-computer.

  • consentiva all’utente di dare un comando o “Shell” con un preciso testo e questo permetteva l’esecuzione del programma.

  • MS-DOS

  • Unix

  • Apple DOS


Human computer interaction

  • (NUI) Natural User Interfacee la Touch User Interface (TUI)

  • La differenza con la GUI è la mancanza di periferiche che permettono l’interazione fisica con l’oggetto (Mouse- Tastiera).

  • L’interazione avviene direttamente per gesti naturali. Esempi di NUI:

  • Vari Tablets e Smartphones

  • Microsoft Xbox Kinnect


Human computer interaction

  • (BCI) Brain Computer Interface

  • Grazie alla lettura del tracciato della corteccia celebrale l'utenza può controllare oggetti ed interagire con un dato dispositivo senza un’ulteriore apprendimento ma solo con il pensiero.


Human computer interaction

Lo sguardo come metodo d’analisi

L’EyeTracking in campo HCI

Cos’è l’EyeTracking

Con «EyeTracking» si intende quel metodo di analisi del movimento oculare al fine di creare interfacce grafiche, pagine web e immagini efficaci ed è anche il metodo che permette ai disabili gravi di poter scrivere e parlare.


Human computer interaction

Esempio sull’HCI – analisi di una web-page Google tramite dispositivo EyeTracking

llcomportamento di un soggetto analizzato tramite EyeTracking.

In 24 secondi colpisce con lo sgurado 40 volte (circa) lo schermo.

Lo studio mette in evidenza che l’attenzione maggiore viene attratta verso i «Thumbnails»


Human computer interaction

Dalla User-Experience allo Human Valor

  • 4 tradizionali metodi utilizzati per gli studi in HCI

  • Studio inziale

  • Design

  • Costruzione modello

  • Valutazione e sperimentazione

  • “Capire” dovrà essere aggiunto come nuovo e primo punto da cui partire per le ricerche dell’HCI.


Human computer interaction

Conclusioni:

In «BegingHuman-computer interactionin 2020», libro voluto dalla Microsoft

  • Rivisitare la ricerca e la progettazione dei metodi dell’HCI

  • Rimanere espliciti riguardo alle intenzioni HCI

  • Sviluppare l’HCI in modo che altre discipline possano convergere

  • Insegnare HCI ai giovani

  • Avanzare nuovi metodi di insegnamento dell’HCI

  • Instaurare rapporti con governi, politiche e con la società

  • Offrire un futuro per tutti

William Gibson scrittore e autore di fantascienza dichiarò: «…the future is already here. It’s just notveryevenlydistributed». Con questa frase lasciò riflettere non tanto sull’evoluzione dei computer, ma su quella dell’uomo, come alle volte, si dimentica dell’essere «umano».


Human computer interaction

Grazie per la vostra attenzione!


  • Login