I diritti della donna nell islam
Download
1 / 20

I diritti della donna nell’islam - PowerPoint PPT Presentation


  • 255 Views
  • Uploaded on

I diritti della donna nell’islam. Leggendo il Corano……. I versetti dell’eguaglianza. Cor. IX, 71 : “ma i credenti son l’un l’altro amici e fratelli, invitano ad atti lodevoli e gli atti biasimevoli sconsigliano,e compiono la Preghiera e pagano la Dècima e obbediscono a Dio e al Suo Messaggero”.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about ' I diritti della donna nell’islam' - garran


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript


I versetti dell’eguaglianza

Cor. IX, 71: “ma i credenti son l’un l’altro amici e fratelli, invitano ad atti lodevoli e gli atti biasimevoli sconsigliano,e compiono la Preghiera e pagano la Dècima e obbediscono a Dio e al Suo Messaggero”


I versetti dell’eguaglianza

Cor. XXXIII, 35: “In verità

i dati a Dio e le date a Dio,

i credenti e le credenti,

i devoti e le devote,

i sinceri e le sincere,

i pazienti e le pazienti,

gli umili e le umili,

i donatori d’elemosine e le donatrici,

i digiunanti e le digiunanti,

i casti e le caste,

gli oranti spesso e le oranti,

a tutti Iddio ha preparato

perdono e mercede immensa”


I versetti dell’eguaglianza

Cor. XVI, 97: “Chi opera il bene,

sia egli maschio o femmina,

purché credente,

lo vivificheremo a vita dolce

e li premieremo del premio loro,

per le cose buone

che avranno operato”


I versetti dell’eguaglianza

Cor. XX, 121: “E mangiarono ambedue di quell’albero, e furono palesi le loro vergogne, e presero a cucirsi addosso delle foglie del Giardino.

Così Adamo si ribellò al

suo Signore e cadde in erranza”


Uguale responsabilit per violazione della shari a
Uguale responsabilità per violazione della shari’a

  • Cor. V, 38: “quanto al ladro e alla ladra, tagliate loro le mani in premio di quel che han guadagnato, come castigo esemplare da parte di Dio, ché Dio è potente e saggio”


Uguale responsabilit per violazione della shari a1
Uguale responsabilità per violazione della shari’a

  • Cor. XXIV, 2: “l’adultera e l’adultero siano puniti con cento colpi di frusta ciascuno, né vi trattenga la compassione che provate per loro dall’eseguire la sentenza di Dio, se credete in Dio e nell’Ultimo Giorno; e un gruppo di fedeli sia presente al castigo”


I versetti della diseguaglianza

Cor IV, 34 – “gli uomini sono preposti alle donne, perché Dio ha

prescelto alcuni esseri sugli altri e perché essi donano dei loro beni

per mantenerle; le donne buone sono dunque devote a Dio e

sollecite della propria castità, così come Dio è stato sollecito di loro;

quanto a quelle di cui temete

la disobbedienza, ammonitele,

poi lasciatele sole nei

loro letti, poi battetele;

ma se vi ubbidiranno,

allora non cercate pretesti

per maltrattarle;

ché Iddio è grande e sublime.”


I versetti della diseguaglianza
I versetti della diseguaglianza

  • Cor. II, 228 – “….esse agiscano coi mariti come i mariti agiscono con loro, con gentilezza; tuttavia gli uomini sono un gradino più in alto, e Dio è potente e saggio”.


Matrimonio = contratto di diritto civile

uomo

donna

mahr

  • Godimento fisico

  • ‘isma


‘isma

nafaqa

Cor IV, 34 – gli uomini sono preposti alle donne, perché Dio ha prescelto alcuni esseri sugli altri e perché essi donano dei loro beni per mantenerle

  • Convivenza fisica

  • Cure domestiche

  • Potere correzionale

  • (ta’dib)

Cor IV, 34 - quanto a quelle di cui temete la disobbedienza, ammonitele, poi lasciatele sole nei loro letti, poi battetele; ma se vi ubbidiranno, allora non cercate pretesti per

maltrattarle


…….E ora qualche esempio

Algeria: art. 39 L. 1984 – la moglie deve obbedire al marito e rispettarlo

nella sua qualità di capo della famiglia

Tunisia: art 23 L. 1956 – il marito, nella sua qualità di capo famiglia,

deve mantenere la moglie e i figli.

Nel 1993 escluso dovere di obbedienza

Egitto: L. 25/1925 – il mantenimento è il corrispettivo della

sottoposizione e dell’obbedienza della moglie

Iran: art. 1105 c.c. – nelle relazioni tra coniugi il ruolo di

capo famiglia è un diritto esclusivo del marito

Libia: la legge del 1984 non prevede corrispettività tra

mantenimento e obbedienza


Del piacere di avere più mogli…..

Cor. IV, 3: “Se temete di non

essere equi con gli orfani,

sposate allora di fra le donne

che vi piacciono, due o tre o

quattro, e se temete di non

essere giusti con loro, una sola,

o le ancelle in vostro possesso;

questo sarà più atto a

non farvi deviare”

Cor. IV, 129: “anche se lo desiderate,

non potrete agire con equità con le vostre mogli”


Cor. XXXIII, 50 “….. noi ti dichiariam lecite le tue spose…… e ogni donna credente che si conceda al Profeta, se il Profeta voglia sposarla, privilegio a te concesso ad esclusione di altri credenti (ai quali ben sappiamo quel che abbiam giàordinato a proposito delle loro spose e delle loro schiave) affinché non gravi su te alcun peccato; ché Dio è indulgente clemente!”


Somalia: L.23/1975 spose…… e ogni donna credente che si conceda al Profeta, se il Profeta voglia sposarla, privilegio a te concesso ad esclusione di altri credenti (ai quali ben sappiamo quel che abbiam già, art. 13 -condizioni per contrarre matrimonio con una seconda donna:

Sterilità

Malattia cronica o contagiosa

Condanna a pena detentiva superiore a 2 anni

Assenza ingiustificata dal domicilio per oltre un anno

Necessità socio-ambientale

Marocco, Mudawwana 2004, artt. 40 ss.

Poligamia è proibita se si teme la mancanza di giustizia tra le mogli o se la moglie ha inserito nel contratto la clausola di monogamia

Tribunale non autorizza poligamia se manca una giustificazione oggettiva o se il richiedente non ha i mezzi per mantenere le due famiglie


Separazione dei beni spose…… e ogni donna credente che si conceda al Profeta, se il Profeta voglia sposarla, privilegio a te concesso ad esclusione di altri credenti (ai quali ben sappiamo quel che abbiam già

Possibili donazioni e vendite tra coniugi

Algeria: art. 38 – la moglie ha diritto a disporre liberamente

del proprio patrimonio

Libia: art. 17 – la moglie ha diritto a disporre come meglio desidera dei propri beni

Tunisia: art. 24 – il marito non ha potere sul patrimonio personale della moglie


Disparitas cultus spose…… e ogni donna credente che si conceda al Profeta, se il Profeta voglia sposarla, privilegio a te concesso ad esclusione di altri credenti (ai quali ben sappiamo quel che abbiam già

Iran (art. 1059): non è permesso il matrimonio

della musulmana con il non musulmano

Afghanistan (art. 85): è impedimento temporaneo che la donna non sia musulmana, ebrea o cristiana

(art. 92): è vietato il matrimonio della musulmana con il non musulmano

Algeria (art. 31): non è permesso il matrimonio della musulmana con

il non musulmano

Libia (art. 12): …. È richiesto che la donna non sia idolatra…e che l’uomo non sia non musulmano se la donna è musulmana

(art. 46): nullità per diversità di fede – Se

entrambi i coniugi abbracciano l’islam, o se

l’abbraccia il solo marito e la moglie appartiene alla gente del libro, essi restano sposati – Se la moglie abbraccia l’islam e il marito rifiuta di farlo, il matrimonio è nullo


Età minima matrimoniale spose…… e ogni donna credente che si conceda al Profeta, se il Profeta voglia sposarla, privilegio a te concesso ad esclusione di altri credenti (ai quali ben sappiamo quel che abbiam già

Algeria (1984): donna 18, uomo 21

Libia (1984): 20 anni

Marocco (1957-58): donna 15; uomo 18

(2004): uomo e donna: 18

Tunisia (1956): donna 17; uomo 20

Egitto: legge 56/1923- il matrimonio

del ragazzo infradiciottenne e della

ragazza infrasedicenne non può

essere registrato; dunque il giudice,

ai sensi dell’art. 101 c.p.c. non può

conoscere delle controversie

ad esso relative


ad