ELICAT-ELIFIS-FEDFIS
Download
1 / 24

ELICAT-ELIFIS-FEDFIS Servizi di dispiegamento ed avvio in esercizio 28 febbraio 2010 - PowerPoint PPT Presentation


  • 135 Views
  • Uploaded on

ELICAT-ELIFIS-FEDFIS Servizi di dispiegamento ed avvio in esercizio 28 febbraio 2010. Servizi di dispiegamento ed avvio in esercizio - Definizioni. Dispiegamento informatico

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about ' ELICAT-ELIFIS-FEDFIS Servizi di dispiegamento ed avvio in esercizio 28 febbraio 2010' - gala


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript


Servizi di dispiegamento ed avvio in esercizio - Definizioni

Dispiegamento informatico

Attività di installazione in test e in produzione del software as-is senza alcuna attività di system integration con i sistemi applicativi esistenti ed esecuzione di test funzionali su un set di dati di prova

Set di dati di prova

Per “set di dati di prova” si intende un campione di dati costruito “in laboratorio” che consenta la verifica del buon funzionamento delle applicazioni appena installate, attraverso la sottomissione di un insieme predefinito di dati di input in relazione ai quali le applicazioni sono già state preventivamente collaudate.

Avvio in esercizio

Attività di analisi e realizzazione della integrazione con il sistema informativo esistente, al netto di eventuali modifiche funzionali sui sistemi stessi, l’analisi delle banche dati disponibili e la esecuzione delle attività di popolamento informatico dei sistemi con i dati analizzati


Servizi di dispiegamento - prerequisiti Definizioni

  • Corretta installazione e configurazione di tutte le componenti hardware e software di base previste nel Progetto e necessarie al dispiegamento della soluzione

  • Corretta installazione delle componenti Elisa necessarie al funzionamento del modulo scelto,

  • ad esempio nel caso di RISCO:

    • Orchestratore Locale (componente 8.A.8 di ELI_CAT),

    • Anagrafe Comunale Soggetti Oggetti Relazioni – ACSOR (deliverable 8.A.1/a del progetto ELI_CAT) oppure ACSOR FREE (deliverable 8.18 del progetto FED-FIS) su RDBMS Oracle 10g Standard o Enterprise

  • L’attivazione di questi pre-requisiti spetta all’Ente che ne farà richiesta.


Servizi di dispiegamento – DefinizioniRequisiti hardware ( es. RISCO)


Servizi di dispiegamento – DefinizioniRequisiti software - Es. RISCO -

La tabella seguente riporta i requisiti, in termini di software di base, del modulo software proposto come esempio.


Servizi di dispiegamento - attività Definizioni

Analisi preliminare necessaria al dimensionamento della infrastruttura hardware rispetto al contesto specifico (“fornitore” -RTI- in collaborazione con la committenza)

Verifica della disponibilità delle componenti hardware messe a disposizione dall’Ente e del corretto collegamento alla rete, nel rispetto dei requisiti architetturali previsti

Verifica dell’avvenuta installazione e della corretta configurazione del software di base messo a disposizione dall’Ente

Verifica dell’avvenuta installazione e della corretta configurazione dei moduli Elisa che devono essere presenti come prerequisiti in quanto il prodotto dipende da questi ( ad esempio per RISCO: Orchestratore Locale, ACSOR modulo base o ACSOR FREE)

Configurazione delle funzioni applicative e predisposizione delle tabelle di sistema

Test funzionale su banca dati e flussi di prova


Servizi di dispiegamento – modalità operative Definizioni

Utilizzo di modalità standardizzate per gli Enti dispiegatori tese a semplificare la gestione

Accesso alle macchine da remoto via VPN

L’ Ente deve documentare la propria situazione infrastrutturale e applicativa (documento di assesment)

L’ Ente è tenuto ad eseguire il collaudo con le modalità già definite in ELI-CAT ed ELI-FIS


Avvio in esercizio Definizioni

Il servizio di avvio in esercizio per l’Ente si riferisce al prodotto scelto e precedentemente dispiegato come descritto precedentemente e consiste nella configurazione e integration test sulle banche dati con i dati di produzione dell’ Ente o dell’aggregazione di Enti

Ove previsto ( es. ACSOR) l’ Ente deve fornire i flussi di carico nei tracciati previsti

Ove previsto l’Ente deve nominare il “fornitore” quale “Incaricato al trattamento dati personali”

Analisi e realizzazione dell’integrazione con il sistema informativo esistente: dal “Portale di progetto” l’Ente può scaricare la documentazione relativa ai tracciati record dei flussi da produrre e delle modalità di integrazione applicativa al fine di realizzare gli interventi necessari sui sistemi dell’Ente stesso.

Configurazione dei parametri delle applicazioni:

sarà svolta dal “fornitore” del servizio di avvio in esercizio sulla base di un questionario fornito preventivamente all’Ente e che l’Ente dovrà provvedere a compilare avvalendosi dei manuali di configurazione e utente.

Caricamento dei flussi e ove previste, elaborazioni sugli stessi



Progetto di dispiegamento ed avvio in esercizio standard Definizioni

Fasi progettuali -Dipendenze logiche e principali output


Generazione e validazione flussi alimentazione dell’ACSOR Definizioni

Estrazione dati per la generazione dei flussi secondo i tracciati record documentati

Validazione automatica flussi mediante servizio richiamabile (VALIDATORE)


Nota sul dimensionamento dei sistemi
NOTA SUL DIMENSIONAMENTO DEI SISTEMI Definizioni

Si precisa che le tabelle seguenti e che fanno riferimento al dimensionamento dei sistemi si basano sull’ipotesi di utilizzare server fisici.

Nel caso in cui, invece, l’installazione del modulo software sia effettuata all’interno di macchine virtuali, il dimensionamento del relativo server fisico dovrà tenere conto anche degli ulteriori requisiti, in termini di potenza elaborativa e memoria, richiesti dallo specifico sistema di virtualizzazione utilizzato.

In particolare, utilizzando VMWare Server è ragionevole stimare un incremento di potenza elaborativa richiesta di circa il 40% e l’aggiunta di 1 GB di RAM.














ad