CONTROVERSIE IN CHIRURGIA BARIATRICA
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 11

T. Lodi PowerPoint PPT Presentation


  • 119 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

CONTROVERSIE IN CHIRURGIA BARIATRICA REDO SURGERY DOPO GASTRIC BANDING. QUALE SCELTA? INTERVENTO MALASSORBITIVO. T. Lodi. Chirurgia Generale IRCCS Multimedica Direttore Valerio Ceriani. XXI Congresso Nazionale SICOB Cagliari 25-27 Aprile 2013.

Download Presentation

T. Lodi

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


T lodi

CONTROVERSIE IN CHIRURGIA BARIATRICA REDO SURGERY DOPO GASTRIC BANDING.QUALE SCELTA?INTERVENTO MALASSORBITIVO

T. Lodi

Chirurgia Generale

IRCCS Multimedica

Direttore Valerio Ceriani

XXI Congresso Nazionale SICOB

Cagliari 25-27 Aprile 2013


T lodi

REDO SURGERY DOPO GASTRIC BANDING

QUALE SCELTA?

LA CHIRURGIA BARIATRICA VA OLTRE IL SEMPLICE GESTO CHIRURGICO

poiché

si propone di migliorare una condizione fisica che è imprescindibile dalla condizione psichica

NON SEMPRE L’INTERVENTO SCELTO PUO’ RISULTARE DI SUCCESSO

- la padronanza delle plurime tipologie di intervento con meccanismi di controllo diversi

e

- il perfezionamento della tecnica chirurgica grazie alla videolaparoscopia e alle scuole di chirurgia bariatrica

hanno reso possibile pensare alla

REDO SURGERY


T lodi

REDO SURGERY DOPO GASTRIC BANDING

PROBLEMATICHE DELLA REDO SURGERY

REDO SURGERY SIGNIFICA ANCORA MAGGIOR IMPEGNO PER IL CHIRURGO SU DUE FRONTI

SUPERARE LE DIFFICOLTA’ DI UN CAMPO ANATOMICO SOVVERTITO

SODDISFARE LE MAGGIORI ASPETTATIVE DEL PAZIENTE

TECNICA CHIRURGICA DI LIVELLO SUPERIORE

RESPONSABILITA’ DI SCELTA DI UN INTERVENTO DI SICURO SUCCESSO


T lodi

REDO SURGERY DOPO GASTRIC BANDING

BASE DEL SUCCESSO DELLA REDO SURGERY

E’ LA COMPRENSIONE DEI MOTIVI DEL FALLIMENTO

- ANALISI PSICO-COMPORTAMENTALE

IDENTIFICAZIONE DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE PRESENTE DURANTE IL TRATTAMENTO RESTRITTIVO

grazing

frazionamento

tendenza a gorging

iperalimentazione ai pasti

insuccesso per eccessivo apporto calorico

tendenza a binge

abbuffate incontrollate


T lodi

REDO SURGERY DOPO GASTRIC BANDING

BASE DEL SUCCESSO DELLA REDO SURGERY

- ANALISI DEL RAPPORTO CAUSA – EFFETTO

Binge / Gorging

Grazing

  • Forzatura della restrizione

  • Vomito

  • obbligata per complicanze (maggior sovvertimento anatomico)

  • Evitamento della restrizione

  • Cibi morbidi/dolci

  • per scelta senza complicanze

  • (dopo fallimento rieducazione)

(EGDS)

Rimozione

aumento ponderale

BMI da 50 a superobesità

(maggiore difficoltà chirurgica)

recupero ponderale

BMI tra 40 e 50


T lodi

REDO SURGERY DOPO GASTRIC BANDING

QUALE SCELTA?

PER SCELTA

preferiamo una REDO SURGERY in 2 tempi

  • Dopo la rimozione del bendaggio riteniamo utile:

  • tempo di osservazione di 3 mesi per evidenziare la tipologia psico-comportamentale del paziente

  • eventuale percorso psicoterapico e nutrizionale finalizzato a identificare le categorie dei nutrienti con impedenziometria di controllo

  • rivalutazione e scelta dell’intervento con idoneità psicologica alla nuova procedura

CIÒ PARE PROPEDEUTICO PER IL SUCCESSO E IL MANTENIMENTO DEL RISULTATO DELLA NUOVA PROCEDURA CHIRURGICA E SOPRATTUTTO PER EVITARE IL RISCHIO DI MALNUTRIZIONE IN CASO DI SCELTA DI INTERVENTO MALASSORBITIVO


T lodi

REDO SURGERY DOPO GASTRIC BANDING

QUALE SCELTA?

La scelta è il risultato di un’analisi plurifattoriale

Alto rischio anestesiologico

BMI>40

VALUTAZIONE

PSICO-COMPORTAMENTALE

BINGE

GORGING

GRAZING

Superobesità

Interventi chirurgici con complicanze VLS/laparotomici

  • CONSAPEVOLEZZA

  • DEGLI ESITI CHIRURGICI

    IMPORTANTI ADERENZE DELLA REGIONE IATALE

    ALTERAZIONI MORFOLOGICHE GASTRICHE

    IMPORTANTI ADERENZE EPATO-GASTRICHE

Malattie correlate

Patologie di parete


T lodi

REDO SURGERY DOPO GASTRIC BANDING

QUALE SCELTA?

INTERVENTO MALASSORBITIVO INDEROGABILE

di necessità in tempo unico

salvavita per il paziente e vantaggioso per il Chirurgo

Binge

superobesità (BMI>55)

aumento ponderale progressivo

bendaggio in sede con complicanze

sindrome metabolica e relative sequele

apnee notturne/CPAP

elevato rischio anestesiologico

DBP VLS + rimozione bendaggio

DBP laparotomica (solo se preclusa VLS) + colecistectomia + rimozione bendaggio


T lodi

REDO SURGERY DOPO GASTRIC BANDING

QUALE SCELTA?

INTERVENTO MALASSORBITIVO PROGRAMMATO VLS in tempo differito

Binge/Gorging Grazing

BMI tra 55 e 40

scarso dimagramento o recupero ponderale

bendaggio già rimosso con o senza complicanze

Percorso psicoterapico - nutrizionale e rivalutazione

DBP

vantaggiosa per il chirurgo

Grazing

BMI tra 40 e50

non candidabile a chirurgia malassorbitiva

Binge

DBP-DS

SLG come primo tempo(maggiore difficoltà chirurgica)

con BMI

in aumento

Gorging


T lodi

REDO SURGERY DOPO GASTRIC BANDING

QUALE SCELTA?

INTERVENTO MALASSORBITIVO OBBLIGATO

laparotomico in tempo differito o unico

  • BMI >40 + SINDROME METABOLICA /MALATTIE CORRELATE

  • - plurimi interventi chirurgici di riposizionamento di bendaggio con conversione laparotomica ( bendaggio ancora in sede)

  • rimozione laparotomica per sequele (migrazione intragastrica con ascessualizzazione)

  • esiti cicatriziali e aderenziali estesi, alterata morfologia gastrica

DBP come unica scelta conveniente di intervento bariatrico a beneficio del paziente, non gravato da ulteriori complicanze in un campo anatomico fortemente a rischio

Attenta sorveglianza nutrizionale e metabolica per una gestione ottimale nel tempo


T lodi

  • REDO SURGERY DOPO GASTRIC BANDING

  • QUALE SCELTA?

  • INTERVENTO MALASSORBITIVO

CONCLUSIONI

  • LA SCELTA DI UN INTERVENTO MALASSORBITIVO

  • non deve essere dettata solo dall’OPPORTUNITA’ CHIRURGICA di operare lontano dal precedente campo operatorio: ciò è reso oggi possibile dall’ALTO LIVELLO di tecnica chirurgica degli esperti

  • deve essere, invece, il più possibile una scelta “su misura” per il Pz, che tenga conto della FINALITA’ DI SUCCESSO e della salute fisica e mentale dello stesso

  • tale scelta risulta perciò IMPRESCINDIBILE dall’attenta valutazione preoperatoria del profilo psico-comportamentale del paziente

  • PERTANTO SEMPRE PIU’ SI CONSOLIDA L’ESIGENZA DI UNA GESTIONE MULTIDISCIPLINARE DEL PAZIENTE OBESO


  • Login