slide1
Download
Skip this Video
Download Presentation
Antibioticoterapia

Loading in 2 Seconds...

play fullscreen
1 / 17

Antibioticoterapia - PowerPoint PPT Presentation


  • 213 Views
  • Uploaded on

Antibioticoterapia. Cenni di: farmacocinetica farmacodinamica. Dott. Luigi Donzelli SIMG BG. spettro. In vitro misurabile con MIC-MBC ma in vivo?. FARMACO CINETICA. ASSORBIMENTO LEGAME PROTEICO DIFFUSIONE TISSUTALE ELIMINAZIONE.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about ' Antibioticoterapia' - fordon


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
slide1

Antibioticoterapia

Cenni di:

farmacocinetica

farmacodinamica

Dott. Luigi Donzelli

SIMG BG

slide2

spettro

In vitro misurabile

con MIC-MBC

ma in vivo?

slide3

FARMACO CINETICA

ASSORBIMENTO

LEGAME PROTEICO

DIFFUSIONE TISSUTALE

ELIMINAZIONE.

-permette di costruire le curve di concentrazione-tempo sia nel sangue che

nelle sedi di infezione

- Permette di stabilire la relazione tra dose e concentrazione di antibiotico

slide4

FARMACODINAMICA

(legame tra farmacocinetica e risultato clinico)

MIC o MBC utili per la determinazione dello spettro e potenza di un AB, non danno tuttavia informazioni sull’andamento dell’attività antibiotica in vivo.

Maggiori informazioni le otteniamo dal:

PAE (post-antibiotic-effect)

PAE-SME (post-antibiotic-submic-effect)

PALE (post-antibiotic-leukocyte-enhancement)

slide5

PAE caratteristico degli AB che interferiscono con la sintesi proteica come:

aminoglicosidi, chinoloni, tetracicline, rifamicina.

PAE SME documentato in letteratura cioè l’AB può funzionare anche per

concentrazioni inf. alla MIC, ma è rischioso per un mancato controllo

dell’infezione e per la selezione di ceppi resistenti.

PALE i batteri sono più sensibili all’azione di killing dei leucociti.

slide6

La risposta antibatterica in vivo può quindi dipendere dal tempo di esposizione dei batteri all’AB ed è scarsamente influenzata dalla concentrazione ( Betalattamici=penicilline e cefalosporine ).

Per contro esistono AB la cui risposta clinica microbiologica è influenzata dalla entità delle concentrazioni/picco ( Aminoglicosidi Chinoloni )

slide7

Allo stato attuale gli studi di farmaco dinamica hanno permesso di suddividere gli antibiotici in due gruppi.

Il primo al quale appartengono gli AB detti tempo dipendenti e il parametro predittivo è T > MIC espresso come percentuale del tempo durante il quale l’AB permane nel sangue a concentrazioni superiori alle MIC.

Il secondo, al quale appartengono gli AB detti concentrazione dipendenti cui il parametro predittivo farmacodinamico è AUC/MIC o PICCO/MIC

slide11

Aminoglicosidi

Amikacina,netilmicina,tobramicina,gentamicina

Agiscono per inibizione della sintesi proteica fissandosi sulla subunità ribosomiale 30s. Buon PAE-PALE

Spettro: (buono) Pseudomonas Ae., Enterobacteriacee.

(discreto) Staf.aureo met-s, Haemoph. Inf., Neisserie, Enterococchi.

(nullo) Strepto pyog., Pneumococco, Chlamy, Mycop.

Assorbimento gastro-intestinale nullo, solo EV o IM

Farmacocinetica: emivita gen. breve ,scarso legame proteico,buona diff. tissutale,conc. dipendente( meglio 1 somm/dì) escrezione renale tot.

Effetti coll.: ototossicità spiccata se usato con diuretici dell’ansa e CT,

anemia, leuco e trombocitopenia, nefrotossicità.

Utilizzabile se strettamente necessario in gravidanza

slide12

Aminopenicilline

Amoxi, baca, ampicillina, penicilline

Agiscono sulla parete cellulare batterica, no PAE

Spettro (buono) su cocchi gram+ non betalattamasiprod.

(discreto) su gram– non betalattamasiprod.

(nullo) su intracellulari e privi di parete

Associate a protettori (es. ac. clavulanico) lo spettro comprende i beta lattamasi produttori

Farmacocinetica: emivita inf alle 2 ore buon assorbimento non influenzato dal cibo (x amoxi e baca), buona diffusione tessutale(interstiziale). Funziona al meglio x T/mic quindi a parità di dose funziona di più se suddiviso in più somministrazioni e ciò vale anche x le protette!

Utilizzabile in gravidanza

Effetti collaterali: rush cutanei specie se mononucleosi, allergie, anemia emolitica, >gotgpt, diarrea con clavulanico.

slide13

CEFALOSPORINE

  • Agiscono sul peptidoglicano inibendo la formazione della parete batterica, e date le notevoli differenze si riconoscono 3 generazioni.
  • Assorbimento: anche qui differenze notevoli tanto da avere C. solo iniettabili e C. con assorbimento gastrointestinale del 90%.
  • Farmacocinetica e spettro: da short a long acting e spettro che si sposta dai gram+ per la 1 generazione ai gram- per la 3 generazione
  • Utilizzabili in gravidanza, eff coll simili alle penicilline.
  • 1 gen: cefazolina (im-ev), cefaclor e cefalexina (x os) buona attività su pneumo,staphi, streptococchi, meno klebsiella ed haemofili. Emivita da 1 a 2 ore e quindi x os non meno di 3 v. al dì.
  • 2 gen: cefpodoxime e ax-cefuroxima (x os) migliorano rispetto alle precedenti lo spettro su haemofili e branamelle e in più sono betalattamasi resistenti, emivita di poco inf alle 3 ore permette nelle infezioni non gravi le 2 somm die, l’ax-cefuroxima viene meglio assorbito col cibo.
slide14

CEFALOSPORINE

  • 3 gen: cefotaxime e ceftazidime, oggi un ruolo spetta al 2° per la sua att. pseudomonicida, buoni contro gram-, 2-4 somm die (im-ev-top). Ceftriaxone (im-ev) long acting x il suo forte legame proteico emivita > 8 ore, spettro bilanciato e penicillasi resistente, x aumentare l’effetto si aumenta il dosaggio indifferentemente in 1 o 2 somm.
  • Cefipime e cefodizime ottimo spettro compr. anche la pseudomonas e buone caratteristiche farmacocinetiche (2 somm dì)
slide15

macrolidi

Azitromicina buona attività per le forme intracellulari e mycoplasmi, max per le clamidie. Stanno però emergendo ceppi di pneumococchi resistenti. Importante presidio in associazioni varie per mycobatteri atipici.

Presenta una emivita di 12-50h, un assorbimento del 50% ed una penetrazione tissutale buona però più intracellulare che interstiziale.

Claritromicina emivita di 3-6h, assorbimento del 60%, un po’ più attiva dell’ A. contro i microorganismi gram+, ha una azione più veloce per una maggiore presenza nel liquido interstiziale.

Meno attiva della prec. Su mycobatteri.

Eff. Col. simili agli altri macrolidi ma con possibile > delle transaminasi.

Non utilizzabile in gravidanza!

slide16

Fluorchinolonici

Agiscono inibendo la replicazione batterica per azione sulla DNA-girasi

Ciprofloxacina spettro: (max) haemoph.inf; neisserie, enterobatt.

(buona) staph, chlam, legionella, pseudomonasae.

(scarsa) pneumo-strepto-mycop.

1-2 somm.die.

Levofloxacina-Moxifloxacina: più attivi sui gram + rispetto alla cipro

La levofloxa è attiva anche su pseudomonasae. e presenta minore tossicità

La plurifloxacina presenta uno spettro simile alla moxifloxacina ma sembra essere più maneggevole.

slide17

riassumendo

Non ridurre il dosaggio con il miglioramento della sintomatologia

Utilizzare le amoxicilline e in generale i betalattamici con frequenze corrette (anche quelle protette!)

Non dimenticare i probiotici

Programma un controllo a fine terapia (effetti collaterali, compliance, persistenza di segni di mancata eradicazione)