Alimentazione e globalizzazione
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 24

Di cosa avevamo parlato l’anno scorso? PowerPoint PPT Presentation


  • 73 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

alimentazione e globalizzazione presentazione a cura dell’Associazione “Mondo Nuovo” per il laboratorio con la classe 2 B Alberghiero. Di cosa avevamo parlato l’anno scorso?. Squilibrio NORD SUD, carta di Peters La fame creata: chi ne soffre?

Download Presentation

Di cosa avevamo parlato l’anno scorso?

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Di cosa avevamo parlato l anno scorso

alimentazione e globalizzazionepresentazione a cura dell’Associazione “Mondo Nuovo”per il laboratorio con la classe 2 B Alberghiero


Di cosa avevamo parlato l anno scorso

Di cosa avevamo parlato l’anno scorso?

Squilibrio NORD SUD, carta di Peters

La fame creata: chi ne soffre?

squilibri del commercio internazionale

Perdita della BIODIVERSITA’

I film: Vandana Shiva

impoverimento per l’ambiente

impoverimento del contadino

I brevetti: caso Monsanto, tecnologia TERMINATOR

Progetto: "INSIEME SIAMO IL MONDO" a.s. 2009 - 2010


Il film

Il film

GLOBALIZZAZIONE DEI SISTEMI AGRICOLI

L’anno scorso  caso del sud del mondo

FILM “semi di libertà”

Quest’anno  caso del nord del mondo

Il film è stato girato in Canada e Messico

Progetto: "INSIEME SIAMO IL MONDO" a.s. 2009 - 2010


Cosa emerge dalla visione del film

Cosa emerge dalla visione del film?

Progetto: "INSIEME SIAMO IL MONDO" a.s. 2009 - 2010


Di cosa avevamo parlato l anno scorso

STORIA DELLE RIVOLUZIONI AGRICOLE

Verde

Genetica

O rganismi

G eneticamente

M odificati

BIOTECNOLOGIE

GLI AGRICOLTORI

Testimonianze

La Corte Suprema di Giustizia da l’ok a brevetti di specie viventi

I BREVETTI

Progetto: "INSIEME SIAMO IL MONDO" a.s. 2009 - 2010


Un po di storia

Un po’ di storia…

Dopola RIVOLUZIONE INDUSTRIALEDEL 1800

nasce l’idea che in maniera analoga si possa

SISTEMATIZZARE l’AGRICOLTURA

RIVOLUZIONE VERDE

SI DIFFONDONO LE MONOCULTURE

vaste zone di territorio adibite

alla coltura di un'unica specie vegetale

Progetto: "INSIEME SIAMO IL MONDO" a.s. 2009 - 2010


Un po di storia1

Un po’ di storia…

ALL’ INIZIO…

si pensava che in questo modo si sarebbero potuti RISOLVERE a livello GLOBALE i problemi relativi all’ APPROVIGIONAMENTO AGROALIMENTARE

Idea che si è rivelerà non veritiera

Progetto: "INSIEME SIAMO IL MONDO" a.s. 2009 - 2010


Un po di storia2

Un po’ di storia…

Nei PRIMI ANNI di introduzione delle MONOCOLTURE

GRANDI RESE

Ma PROGRESSIVAMNETE queste colture sono divenute sempre più VULNERABILI (agenti patogeni della pianta e insetti)

MINORI RESE

PERDITA DI BIODIVERSITA’ = perdita di varietà in natura

Lo sappiamo anche storicamente!

Es. le carestia dell’ 800 in IRLANDA

Progetto: "INSIEME SIAMO IL MONDO" a.s. 2009 - 2010


Di cosa avevamo parlato l anno scorso

Un po’ di storia…

PERDITA DI BIODIVERSITA’ = perdita di varietà in natura

Il 97% delle varietà degli ortaggi coltivati a inizio XX sec.

sono oggi andati perduti

Progetto: "INSIEME SIAMO IL MONDO" a.s. 2009 - 2010


Un po di storia3

Un po’ di storia…

A partire dalla 1° guerra mondiale

 sviluppo dei fertilizzanti

A partire dalla 2° guerra mondiale

 introduzione di insetticidi e DDT

Gli agricoltori si trovano

a dipendere sempre più dai pesticidi!

Progetto: "INSIEME SIAMO IL MONDO" a.s. 2009 - 2010


Un po di storia4

Un po’ di storia…

A metà degli anni ’60

passaggio

da RIVOLUZIONE VERDE a RIVOLUZINE GENETICA

NASCE IL PROBLEMA DEI BREVETTI

Le aziende vogliono brevettare le loro tecnologie

ma

è giusto o no brevettare ORGANISMI VIVENTI?

Progetto: "INSIEME SIAMO IL MONDO" a.s. 2009 - 2010


Un po di storia5

Un po’ di storia…

A metà degli anni ’60

passaggio

da RIVOLUZIONE VERDE a RIVOLUZINE GENETICA

NASCE IL PROBLEMA DEI BREVETTI

Le aziende vogliono brevettare le loro tecnologie

ma

è giusto o no brevettare ORGANISMI VIVENTI?

Progetto: "INSIEME SIAMO IL MONDO" a.s. 2009 - 2010


Un po di storia6

Un po’ di storia…

Il primo a brevettare un organismo vivente fu

il Dott. Chakrabarty

ingegnere della GENERAL ELECTRIC

(una nota multinazionale statunitense)

Si aprono le porte all’ ingegneria genetica

Progetto: "INSIEME SIAMO IL MONDO" a.s. 2009 - 2010


Di cosa avevamo parlato l anno scorso

OGM…

LE BIOTECNOLOGIE

operano in due ambiti:

MEDICO

ALIMENTARE

In ambiente controllato

In ambiente non controllabile

Alle origini dell’ ingegneria genetica si pensava che il DNA transgenico fosse stabile

…ma ci si è resi conto che non è vero!

Progetto: "INSIEME SIAMO IL MONDO" a.s. 2009 - 2010


Di cosa avevamo parlato l anno scorso

OGM…

LE PIANTEnaturalmente si difendono da DNA esterno

che potrebbe essere portato dall’aria o da insetti

Spesso si sente dire che ciò che fa l’ ingegneria genetica non è molto diverso da ciò che succede già in natura ( BIODIVERSITA’)

Invece è diverso!

un gene di origine animale non potrebbe mai finire PER VIE NATURALI in un vegetale!

Es. FRAGOLA ANTIGELO

Es. POMODORO

Progetto: "INSIEME SIAMO IL MONDO" a.s. 2009 - 2010


Di cosa avevamo parlato l anno scorso

OGM…

LE BIOTECNOLOGIE

Operano invadendo il nucleo della cellula

Si inserisce un tratto di DNA di un altro organismo vivente all’ interno della catena di DNA dell’ alimento in oggetto

Come? utilizzando BATTERI e VIRUS

Ad es. utilizzando batteri che causano tumori nelle piante perché per via naturale la pianta combatterebbe un DNA diverso dal suo

Progetto: "INSIEME SIAMO IL MONDO" a.s. 2009 - 2010


Di cosa avevamo parlato l anno scorso

OGM…

INOLTRE…

si aggiunge un gruppo di segnalatori ANTIBIOTICI per verificare che l’innesto sia avvenuto

Se è resistente agli antibiotici l’innesto è avvenuto

QUESTA RESISTENZA AGLI ANTIBIOTICI E’ CIO’ CHE PIU’ PREOCCUPA I RICERCATORI

poiché causa allergie alimentari e inefficacia degli antibiotici

Progetto: "INSIEME SIAMO IL MONDO" a.s. 2009 - 2010


Agricoltori e multinazionali

AGRICOLTORI e MULTINAZIONALI…

Nel Sud come nel Nord del mondo gli agricoltori vedono i loro diritti calpestati dalla potenza delle grandi multinazionali

LE GRANDI MULTINAZIONALI

mandano ispettori nei campi degli agricoltori

e li citano in giudizio se trovano piante

transgeniche non dichiarate

Es. dell’ agricoltore Canadese del film…

Progetto: "INSIEME SIAMO IL MONDO" a.s. 2009 - 2010


Di cosa avevamo parlato l anno scorso

AGRICOLTORI e MULTINAZIONALI…

Alcune grandi MULTINAZIONALI

hanno ricavi più alti

del prodotto nazionale di alcuni stati

Philip Morris – Nestlè – Coca cola

Hanno fatturato più altro di

Filippine – Pakistan – Vietnam

PIL = prodotto interno lordo

ovvero tutto ciò che è stato prodotto all’ interno del

Paese nel corso dell’ anno

Fatturato= incasso totale ottenuto dalle vendite

Progetto: "INSIEME SIAMO IL MONDO" a.s. 2009 - 2010


La carta di peters 1977

LA CARTA DI PETERS1977

equatore

Progetto: "INSIEME SIAMO IL MONDO" a.s. 2009 - 2010


Riflettiamo su un nuovo concetto

RIFLETTIAMO su un nuovo concetto:

L’ IMPRONTA ECOLOGICA

Progetto: "INSIEME SIAMO IL MONDO" a.s. 2009 - 2010


Impronta ecologica

IMPRONTA ECOLOGICA

  • E’ il nostro “peso” sulla terra

  • Mette in relazione il consumo umano di risorse naturali con la capacità della Terra di rigenerarle.

  • L’impronta ecologica si misura in ettari o metri quadri di terreno biologicamente produttivo.

  • Per ogni bene di consumo è possibile calcolare quanto terreno è stato necessario per ottenerlo e quanto ne serve per smaltirlo dopo il suo uso.

Progetto: "INSIEME SIAMO IL MONDO" a.s. 2009 - 2010


Impronta ecologica1

IMPRONTA ECOLOGICA

Mediamente un italiano ha una impronta ecologica di 4,2 ettari procapite

QUESTO VUOL DIRE CHE SE TUTTI VIVESSERO

COME NOI SERVIREBBERO OLTRE 2 PIANETI

TERRA PER PRODURRE IL CIBO NECESSARIO

E ASSORBIRE I RIFIUTI GENERATI

Progetto: "INSIEME SIAMO IL MONDO" a.s. 2009 - 2010


Di cosa avevamo parlato l anno scorso

Calcoliamo … la nostra impronta ecologica !E impariamo a rispettare l’ambiente a partire dai nostri acquisti e consumi … attraverso i quali mandiamo messaggi chiari a chi produce!!!

http://www.wwf.ch/it/fare/consiglipratici/calcolatore_dellimpronta_ecologica_del_wwf_svizzera/

Progetto: "INSIEME SIAMO IL MONDO" a.s. 2009 - 2010


  • Login