Certificati verdi e biogas l.jpg
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 16

Certificati verdi e biogas PowerPoint PPT Presentation


  • 105 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

Certificati verdi e biogas. Certificati verdi. Che cosa sono : Titoli di credito assegnati dal GSE (Gestore del Sistema Elettrico) alle aziende, comprese quelle agricole che producono energia elettrica da fonti rinnovabili. Certificati verdi.

Download Presentation

Certificati verdi e biogas

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Certificati verdi e biogas l.jpg

Certificati verdi e biogas


Certificati verdi l.jpg

Certificati verdi

  • Che cosa sono:

  • Titoli di credito assegnati dal GSE (Gestore del Sistema Elettrico) alle aziende, comprese quelle agricole che producono energia elettrica da fonti rinnovabili.


Certificati verdi3 l.jpg

Certificati verdi

  • ICV vengono venduti alle aziende produttrici di energia elettrica da fonti fossili, che sono obbligate a produrre una quota di tale energia da fonti rinnovabili.

  • Per il 2008 la quota obbligatoria è del 3,8% (cioè il 3,8% dell’elettricità prodotta dovrà provenire da fonti rinnovabili.

    I CV hanno un valore

  • Il valore medio di mercato nel 2008 dei CV è stato di 91,34 euro/Mwh, che si somma a quello dell’energia elettrica prodotta.

  • Il GSE ha fissato un prezzo per il ritiro dei CV invenduti dalle aziende dal 2006 al 2008 di 98 euro/Mwh (prezzo di riferimento)


Slide4 l.jpg

Certificati verdi

  • Infatti le aziende che volessero vendere i propri CV possono accedere ad un “Borsa” dei CV, nella quale il valore dipende dalla domanda e dall’offerta ed oscilla continuamente.

  • Esistono, inoltre società che compravendono CV acquistati direttamente dai possessori, ad un prezzo inferiore rispetto al prezzo di riferimento indicato ogni anno dal Gse; tale riduzione si aggira tra il 3 ed il 5%, ma recentemente è stata decisamente superiore (anche fino al 10%).

  • Se l’azienda volesse invece conservarli (perché ritiene che il loro valore potrebbe aumentare), può farlo fino ad un max. di 15 anni.

  • Tuttavia oggi sono poche le aziende interessate ai CV, proprio per la loro scarsa commerciabilità. Essi sono però obbligatori per gli impianti con potenza >1MW


Slide5 l.jpg

Certificati verdi

  • Nel 2006 il valore medio dei CV è stato di 139,13, e nel 2008 di 91,38 €/MW

  • La quantità di CV si ottiene moltiplicando i MWh prodotti per un coefficiente variabile tra 0,8 e 1,8 (a seconda del tipo di impianto).

  • A titolo di esempio, un azienda con un impianto di potenza pari ad 1 MW, potrebbe teoricamente produrre:

    1MW x 24h x 365 giorni = 8.760 MWh

  • Il valore cumulato dei suoi CV sarebbe:

    8.760 x 1,8 x 91,38 =1.440.879,8€

    Che si va ad aggiungere ai ricavi per la vendita dell’elettricità (90€/MWh?)

€/MWh


Certificati verdi7 l.jpg

Certificati verdi

In rosso: variazioni 2009

28

  • In generale:

28


Certificati verdi8 l.jpg

Certificati verdi

  • Per le aziende agricole:

28


Certificati verdi9 l.jpg

Certificati verdi

A questa somma si aggiunge il valore dell’elettricità prodotta a 90 euro/Mwh:

9.280 x 90 = 835.200

Per un totale di:

1.525.743,36 + 835.200 =

2.360.943,36

Es 1: Azienda da 2 MW, che produca elettricità da biogas:

  • 16 ore al giorno

  • 290 giorni/anno

  • Mwh= 2 x 16 x 290= 9.280

  • Coeff. di moltipl. 1,8

  • CV= 9.280 x 1,8= 16.704

    Pari ad un valore di:16.704 MWh x 91,34 euro =1.525.743,36 euro


Certificati verdi10 l.jpg

Certificati verdi

A questa somma si aggiunge il valore dell’elettricità prodotta a 90 euro/Mwh:

3.712 x 90 = 334.080

Per un totale di:

610.242 + 334.080 =

944.322 euro

Es 2: Azienda da 0,8 MW che produca elettricità da biogas:(stessi dati della precedente)

Può scegliere i CV:

  • Mwh= 0,8 x 16 x 290= 3.712

  • CV =3.712 x 1,8 = 6.681 pari a

  • 6.681 x 91,34 = 610.242 euro

    oppure la

Tariffa omnicomprensiva (comprende tutto)

di 28 cent/KWh, per un totale di

800 Kw x 16 x 290 x 28 cent = 1.039.360 euro


Il prezzo dell energia elettrica l.jpg

Il prezzo dell’energia elettrica

Prezzi zonali orari

•Coincidono con i prezzi che il produttore otterrebbe se partecipasse direttamente al mercato.

•Non sono differenziati tra fonti rinnovabili, cogenerazione ad alto rendimento ed altro.

•Non comportano oneri a carico della collettività perché coincidono i costi e i ricavi del GSE.


Il prezzo dell energia elettrica12 l.jpg

Il prezzo dell’energia elettrica

Prezzi minimi garantiti

•In alternativa ai prezzi di mercato, viene confermata la possibilità di ottenere i prezzi minimi garantiti per i primi 2 milioni di kWh ritirati da impianti alimentati da fonti rinnovabili di potenza fino a 1 MW.

•I prezzi minimi garantiti sono aggiornati applicando l’ISTAT.

Il GSE riconosce (dati 2008):

a) per i primi 500.000 kWh annui, 101,1 euro/MWh

b) da oltre 500.000 fino a 1.000.000 kWh annui, 85,2 euro/MWh

c) da oltre 1.000.000 fino a 2.000.000 kWh annui, 74,5 euro/MWh.


Biogas l.jpg

Biogas

Fonte: AIEL


Biogas14 l.jpg

Biogas

Fonte: AIEL


Biogas15 l.jpg

Biogas

biometano

  • Come funziona un digestore per il biogas

MT-ENERGIE Italia.webloc

Per approfondire


Biogas16 l.jpg

Biogas

MT-ENERGIE Italia.webloc

Per approfondire


  • Login