Supporto di base delle funzioni vitali in eta pediatrica corso per la popolazione
Download
1 / 42

SUPPORTO DI BASE DELLE FUNZIONI VITALI IN ETA’ PEDIATRICA corso per la popolazione - PowerPoint PPT Presentation


  • 130 Views
  • Uploaded on

B L S P e d i a t r i c o. SUPPORTO DI BASE DELLE FUNZIONI VITALI IN ETA’ PEDIATRICA corso per la popolazione. Paediatric Basic Life Support. MUP - IRC Medicina d’Urgenza Pediatrica - Italian Resuscitation Council. B L S P e d i a t r i c o.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about ' SUPPORTO DI BASE DELLE FUNZIONI VITALI IN ETA’ PEDIATRICA corso per la popolazione' - duante


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript
Supporto di base delle funzioni vitali in eta pediatrica corso per la popolazione

B

L

S

P

e

d

i

a

t

r

i

c

o

SUPPORTO DI BASE DELLE FUNZIONI VITALI IN ETA’ PEDIATRICAcorso per la popolazione

Paediatric Basic Life Support

MUP - IRC

Medicina d’Urgenza Pediatrica - Italian Resuscitation Council


B

L

S

P

e

d

i

a

t

r

i

c

o

Centro Regionale di Riferimento

PBLS IRC-MUP

Trentino Südtirol

coordinatore Dr. Fabio Pederzini

Centro di Formazione PBLS IRC-MUP

SÜDTIROL

coordinatore Dr. Burkhard J. Wermter

WWW.PROVINZ.BZ.IT/SE/PAEDNOTMED


B

L

S

P

e

d

i

a

t

r

i

c

o

Centro di Formazione

PBLS MUP-IRC

SÜDTIROL

Coordinatore : Dr. Burkhard J. Wermter

E-mail: [email protected]

Sede amminsitrativa: Ass.Prov. Di Soccorso Croce Bianca

Uff. Formazione

Lorenz-Böhler-Str. 3 39100 Bolzano Tel.: 0471444395 / -396 Telefax: 0471444355

e-mail: [email protected]

Internet:  www.provinz.bz.it/se/PaedNotMed www.wk-cb.bz.it


B

L

S

P

e

d

i

a

t

r

i

c

o

Istruttori:

Associazione

„Centro di Riferimento Regionale per la Formazione all’Emergenza Pediatrica e

per la Prevenzione di Incidenti infantiliTrentino-Südtirol“


B

L

S

P

e

d

i

a

t

r

i

c

o

Obiettivo del corso PBLS esecutori

Acquisire

  • conoscenze teoriche

  • abilità pratiche nell’esecuzione delle tecniche

  • schemi di comportamento (sequenze)


Obiettivo del pbls prevenire i danni cerebrali da mancanza d ossigeno

B

L

S

P

e

d

i

a

t

r

i

c

o

Obiettivo del PBLSPrevenire i danni cerebrali da mancanza d’ossigeno

In un bambino che:

  • non è cosciente

  • non respira

  • non ha segni di circolo


Il bls pediatrico comprende

B

L

S

P

e

d

i

a

t

r

i

c

o

Il BLS Pediatrico comprende

  • la prevenzione degli incidenti

  • il riconoscimento precoce dell’arresto respiratorio e/o cardiaco

  • il tempestivo ed efficace allarme

  • il supporto del respiro e del circolo (RCP)

  • il riconoscimento ed il trattamento dell’ostruzione delle vie aeree da corpo estraneo


B

L

S

P

e

d

i

a

t

r

i

c

o

DISIDRATAZIONE

EMORRAGIE

INFEZIONI GRAVI

TRAUMI GRAVI

TRAUMI GRAVI

CONVULSIONI PROTRATTE

AVVELENAMENTI

GRAVI MALATTIE RESPIRATORIE

SHOCK

SCOMPENSO RESPIRATORIO

BRADICARDIA

(Rallentamento del cuore)

ARRESTO RESPIRATORIO

ARRESTO CARDIACO


B

L

S

P

e

d

i

a

t

r

i

c

o

PALS precoce

RCP precoce

Allarme precoce

Prevenzione

Catena della sopravvivenza pediatrica


L a b c

B

L

S

P

e

d

i

a

t

r

i

c

o

L’ A.B.C.

A - airway (vie aeree)

B - breathing (respiro)

C - circulation (circolo)

Le tecniche si differenziano in base all’ età del paziente pediatrico


Pazienti pediatrici

B

L

S

P

e

d

i

a

t

r

i

c

o

Pazienti pediatrici

Lattante (infant): al di sotto di 1 anno

( fino a 10 Kg - circa 75 cm)

Bambino piccolo (young child):da 1 a 8 anni

( fino a 25 Kg - circa 125 cm)

Bambino grande (older child):oltre gli 8 anni (tecniche BLS adulti)


B

L

S

P

e

d

i

a

t

r

i

c

o

A - Valutazionedello stato di coscienza(stimolo verbale e doloroso - evitare movimenti bruschi e scuotimenti)

Valutazionedel rischio ambientale

Se il paziente è incosciente


B

L

S

P

e

d

i

a

t

r

i

c

o

A - VIE AEREE

AZIONE

  • chiamare aiuto (senza abbandonare il paziente) (call fast)

    se il paziente è un cardiopatico attivare il 118 immediatamente (call first)

  • posizionare la vittima

  • instaurare la pervietà delle vie aeree

A


B

L

S

P

e

d

i

a

t

r

i

c

o

Pervietà delle vie aeree

Sublussazione della mandibola

Estensione del capo e sollevamento della mandibola

Nel lattante posizione neutra del capo

A


B

L

S

P

e

d

i

a

t

r

i

c

o

B - RESPIRAZIONE

VALUTAZIONE

GuardoAscoltoSento

10 secondi

B


B

L

S

P

e

d

i

a

t

r

i

c

o

B - RESPIRAZIONE

AZIONE

Mantenere la pervietà delle vie aeree; eventuale posizione laterale di sicurezza (se non si sospetta il trauma )

Respiro presente

5 insufflazioni di soccorso, lente e progressive, della durata di 1-1,5 secondi, verificando l’espansione del torace.

Respiro assente

B


B

L

S

P

e

d

i

a

t

r

i

c

o

Ventilazione artificiale

Bocca bocca-naso (lattante)

Bocca-bocca

(bambino)

B


B

L

S

P

e

d

i

a

t

r

i

c

o

C - CIRCOLAZIONE

VALUTAZIONE

Rilevare assenza di “segni vitali”

(atti respiratori, tentativi di tosse, movimenti, colorito)

10 secondi

C


B

L

S

P

e

d

i

a

t

r

i

c

o

C - CIRCOLAZIONE

AZIONE

Sostenere solo il respiro con

20 insufflazioni al minuto

( una ogni 3 secondi )

Segni vitali presenti

Compressioni Toraciche

Segni vitali assenti

C


B

L

S

P

e

d

i

a

t

r

i

c

o

LATTANTE

Individuazione del repere e compressioni toraciche

C

Tecnica a due dita


B

L

S

P

e

d

i

a

t

r

i

c

o

BAMBINO

Individuazione del repere per le compressioni toraciche

C


B

L

S

P

e

d

i

a

t

r

i

c

o

BAMBINO

Compressioni Toraciche

Tecnica ad una mano

C


B

L

S

P

e

d

i

a

t

r

i

c

o

Parametri delle

compressioni toraciche

  • Deprimere il torace di 1/3 del suo diametro

  • Rilasciare totalmente la pressione

  • Tempo di compressione/rilasciamento 1 a 1

  • Mantenere una frequenza di 100 compressioni al minuto

  • Rapporto compressioni / ventilazioni 5 a 1

C


B

L

S

P

e

d

i

a

t

r

i

c

o

Valutazione rischio ambientale

A - VALUTAZIONE:stato di coscienza (stimolo verbale e doloroso)

SE IL BAMBINO/LATTANTE NON RISPONDE

AZIONI:Chiamare aiuto - Posizionare la vittima - Pervietà vie aeree

B - VALUTAZIONE:GAS per 10 sec.

SE IL BAMBINO/LATTANTE NON RESPIRA

AZIONE:5ventilazioni (almeno 2 efficaci)

C - VALUTAZIONE:Segni vitali per 10 sec.

SE “SEGNI VITALI” ASSENTI

AZIONE:Compressioni toraciche

Se respira porre in posizione laterale di sicurezza

Se presenti continuare a ventilare 20 atti/min

Sequenza BLS Pediatrico


B

L

S

P

e

d

i

a

t

r

i

c

o

Ostruzione delle vie aereeda corpo estraneo

Incidenza massima: 6 mesi - 2 anni

Oggetto:alimenti - giocattoli

Grado di ostruzione:parziale - completa


Ostruzione parziale delle vie aeree

B

L

S

P

e

d

i

a

t

r

i

c

o

Ostruzione parziale delle vie aeree

Il paziente riesce a piangere, a tossire con vigore

o a parlare

Nessuna manovra di disostruzione

Incoraggiare il paziente a tossire

Attivare il 118 se l’ostruzione parziale persiste o trasportare il paziente in P.S.


B

L

S

P

e

d

i

a

t

r

i

c

o

Ostruzione completa delle vie aeree

Il paziente non riesce a piangere, a tossire, a parlare ,

rapida cianosi

Manovre di disostruzione

Devono provocare un brusco aumento della pressione intratoracica

(TOSSE ARTIFICIALE)


B

L

S

P

e

d

i

a

t

r

i

c

o

Lattante

con ostruzione completa delle vie aeree

Colpi interscapolari

Compressioni toraciche

Se il lattante è cosciente eseguire in successione 5 colpi interscapolari + 5 compressioni toraciche fino a quando si risolve il problema o il lattante diventa incosciente


B

L

S

P

e

d

i

a

t

r

i

c

o

Se il lattante diventa incosciente

Eseguire:

Svuotamento (se possibile)

RCP 5: 1

Dopo 1 minuto di RCP chiamare il 118 (se non è stato fatto prima)


B

L

S

P

e

d

i

a

t

r

i

c

o

Bambino cosciente

Eseguire la manovra di Heimlich con paziente in piedi o seduto

Continuare fino alla disostruzione o fino a quando il paziente diventa incosciente


B

L

S

P

e

d

i

a

t

r

i

c

o

Se il bambino diventa incosciente

Eseguire:

Svuotamento (se possibile)

RCP 5: 1

Dopo 1 minuto di RCP chiamare il 118 (se non è stato fatto prima)


Complicanze della rcp

B

L

S

P

e

d

i

a

t

r

i

c

o

Complicanze della RCP

  • Le manovre di RCP possono causare complicanze anche se eseguite correttamente

  • Il timore delle complicanze non deve dissuadere i soccorritori dal mettere in atto le manovre di RCP

L’unica alternativa è la morte del paziente !!


Termine delle manovre di rianimazione

B

L

S

P

e

d

i

a

t

r

i

c

o

Termine delle manovre di rianimazione

  • Non esiste un tempo limite oltre il quale sia lecito interrompere l’ RCP

  • Il personale non medico deve continuare la rianimazione fino ad esaurimento fisico !


B

L

S

P

e

d

i

a

t

r

i

c

o

Prevenzione di incidenti infantili:

Valutazione e azione a casa propria – Materiali:

Seminario Ott. 2001 a Brixen/Bressanone

Libretto sanitario del bambino: capitolo per i genitori

Calendario MUP per genitori con consigli sulla prevenzione di incidenti infantili e con istruzioni sulla rianimazione cardiopolmonare

Posta per bambino upi ufficio svizzero per la prevenzione incidenti www.upi.ch

Libretto „incidenti infantili in agricoltura“ (tedesco)www.grosse-schuetzen-kleine.at

Novita‘ sempre sulla nostra pagina Internet:

www.provinz.bz.it/se/PaedNotMed


Prevenzione degli incidenti domestici la cucina

B

L

S

P

e

d

i

a

t

r

i

c

o

Prevenzione degli incidenti domestici- LA CUCINA -

da Tatano, Zanut


Prevenzione degli incidenti domestici

B

L

S

P

e

d

i

a

t

r

i

c

o

Prevenzione degli incidenti domestici

Disegni di:

Lucia De Matteis - AUSL BR/1 Servizio Educazione Sanitaria


Prevenzione degli incidenti domestici il bagno

B

L

S

P

e

d

i

a

t

r

i

c

o

Prevenzione degli incidenti domestici- IL BAGNO -

da Tatano, Zanut


Prevenzione degli incidenti domestici1

B

L

S

P

e

d

i

a

t

r

i

c

o

Prevenzione degli incidenti domestici

Disegni di:

Lucia De Matteis - AUSL BR/1 Servizio Educazione Sanitaria


Prevenzione degli incidenti

B

L

S

P

e

d

i

a

t

r

i

c

o

Prevenzione degli incidenti

da: Calendario della Sicurezza 2000 MUP-IRC


Prevenzione degli incidenti stradali

B

L

S

P

e

d

i

a

t

r

i

c

o

Prevenzione degli incidenti stradali

da:Calendario della Sicurezza 2000 MUP-IRC


Prevenzione degli incidenti stradali1

B

L

S

P

e

d

i

a

t

r

i

c

o

Prevenzione degli incidenti stradali


B

L

S

P

e

d

i

a

t

r

i

c

o

PBLS-Kurse für Saniätspersonal & für die Bevölkerung in Südtirol:

Centro di Formazione all’emergenza pediatrica PBLS IRC-MUP SüdtirolKoordinator/Coordinatore Dr. Burkhard J. Wermter

E-mail: [email protected]

www.provinz.bz.it/se/PaedNotMed

c/o Ass. Provinciale di Soccorso Croce BiancaDirettore Uff. Formazione: R. Mahlknecht

www.wk-cb.bz.it


ad