Commissioni riunite IX Camera (Trasporti, poste e telecomunicazioni) e 8
Download
1 / 41

Roma, 13 dicembre 2006 - PowerPoint PPT Presentation


  • 109 Views
  • Uploaded on

Commissioni riunite IX Camera (Trasporti, poste e telecomunicazioni) e 8 a Senato (Lavori pubblici, comunicazioni). Audizione del Ministro dell’economia e delle finanze sulla situazione e sulle prospettive di Alitalia. Roma, 13 dicembre 2006. INDICE.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about ' Roma, 13 dicembre 2006' - dima


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

Commissioni riunite IX Camera (Trasporti, poste e telecomunicazioni) e 8a Senato (Lavori pubblici, comunicazioni)

Audizione del Ministro dell’economia e delle finanzesulla situazione e sulle prospettive di Alitalia

Roma, 13 dicembre 2006


INDICE telecomunicazioni) e 8

Partecipazioni dello Stato e privatizzazioni 3Sistema del trasporto aereo in Italia 10Alitalia e i suoi concorrenti 16Privatizzazione di Alitalia 27Interesse pubblico 36

Audizione del Ministro dell’Economia e delle Finanzesulla situazione e sulle prospettive di Alitalia 13 dicembre 2006


Le partecipazioni dello stato e le privatizzazioni

Le partecipazioni dello Stato e le privatizzazioni telecomunicazioni) e 8

Audizione del Ministro dell’Economia e delle Finanzesulla situazione e sulle prospettive di Alitalia 13 dicembre 2006


Le partecipazioni nei primi anni 90

Alitalia telecomunicazioni) e 8

86%

Iritecna

100%

Cementir

52%

RAI

99%

COFIRI

100%

SME

62%

Fincantieri

99%

STET

59%

Finmare

99%

STM

50%

Finmec.

99%

Comit

54%

Finsiel

83%

Credit

58%

Ilva

100%

B. Roma

25%

Partecipazioni e Privatizzazioni

Le partecipazioni nei primi anni `90

Partecipazioni dello Stato Centrale

Altre Società/Enti

IRI

ENI

EFIM

ENEL

Ferrovie dello Stato

Poste Italiane

IMI

BNL

Mediocredito Centrale

45% dell’intero settore industriale e dei servizi

80% del settore bancario.

Banco di Sicilia

Altre


La svolta degli anni 90

Partecipazioni e telecomunicazioni) e 8Privatizzazioni

La svolta degli anni `90

  • Situazioni di profonda crisi finanziaria (EFIM, IRI) ed industriale (acciaio e impiantistica in particolare)

  • Crescente concorrenza internazionale

  • Debito pubblico di dimensioni eccezionali

  • Crescente inammissibilità degli aiuti di Stato

  • Deficit di regolamentazione

  • Mercato Azionario non ancora sviluppato

La crisi dello Stato imprenditore

Lo Stato privatizzatore

Obiettivo primario

Riduzione del debito pubblico

Altri Obiettivi

Sviluppo del mercato dei capitali

Diffusione dell’azionariato tra i risparmiatori

Incremento dell’efficienza delle imprese

Migliore regolamentazione dei mercati

Liberalizzazione dei mercati


Le privatizzazioni realizzate

Partecipazioni e telecomunicazioni) e 8Privatizzazioni

Le privatizzazioni realizzate

  • Dismissioni: 46 operazioni di dismissione in 12 anni (28 aziende)

  • Introiti:96 miliardi di euro (1° Paese in Europa nel periodo 1977-2005)

  • Risparmio di interessi: circa 28 miliardi cumulati al 2005 in conseguenza minore stock di debito

  • Effetto sul debito: il rapporto Debito/PIL èpassato dal 121% del 1994 al 106,4% del 2005


Dal 1992 ad oggi

Partecipazioni e telecomunicazioni) e 8Privatizzazioni

Dal 1992 ad oggi

SPA entrate nel portafoglio del MEF dal 1992

SPA uscite dal portafoglio del MEF dal 1992

TLC (Telecom Italia)

ACCIAIO (ILP – AST)

ALIMENTARE (SME)

CEMENTO (Cementir)

INFORMATICA (Finsiel)

ACCIAIO (ILP – AST)

TABACCHI (ETI)

EDITORIA (Seat)

NAVIGAZIONE (Lloyd Tr. - Italia)

BANCHE (Comit, Credit, Banca di Roma, Mediobanca, IMI, Banco di Napoli, BNL,Mediocredito Centrale, Credito Ind. Sardo, Mediocr. Friuli V.G.,Coopercredito

ASSICURAZIONI (INA)

ENI

ENEL

IRI

IMI

INA

FERROVIE DELLO STATO

ANAS

CDP

SACE

ENAV

POSTE ITALIANE

EUR

ETI

ISTITUTO POLIGRAFICO - IPZS

Trasformazioni in SPA

Scissione partecipate

Da liquidazione IRI

Privatizzazioni totali

Liquidazioni

Privatizzazioni parziali

SOGIN

GSE

CONSAP

IMPIANTISTICA (Iritecna)

IRI

EFIM

ALITALIA

FINMECCANICA

RAI

ENERGIA (ENEL - ENI)

DIFESA (Finmeccanica)

TRASPORTO AEREO (Alitalia)


La situazione attuale e ruolo del mef

Partecipazioni e telecomunicazioni) e 8Privatizzazioni

La situazione attuale e ruolo del MEF

Valori aggregati 2005

Valore produzione: 158.5 mld

Risultato netto: 13.4 mld

Investimenti 23.4 mld

Occupazione 500 mila

Ministeroeconomia e finanze

49,9%

21,4% (*)

20,3% (*)

33,8%

Finmeccanica

Alitalia

ENI

ENEL

100%

100%

70%

100%

100%

100%

100%

100%

Anas

CDP

Cinecittà

Holding

Consip

Arcus

Coni

Servizi

Enav

Consap

90%

100%

100%

100%

100%

100%

65% (*)

99.6%

Fintecna

Eur

Ferrovie

dello Stato

GSE

IPZS

Poste Italiane

RAI

Italia

Lavoro

100%

100%

100%

100%

100%

Sicot

Sace

Sogesid

Sogin

Sviluppo

Italia

(*) Un ulteriore 10% circa di ENI ed ENEL è detenuto da CDP che possiede anche il residuo 35% di Poste Italiane

Proposta di operazioni di riassetto

Esercizio dei diritti dell’azionista

Monitoraggio sulle società partecipate

Privatizzazioni


Spa dello stato oggi

Partecipazioni e telecomunicazioni) e 8Privatizzazioni

SpA dello Stato oggi

Caratteristiche della presenza pubblica

Società (esempi)

Finalità / prospettive per lo Stato

Attività prevalentemente pubblicistiche

GSE, Consap, Consip, Italia Lavoro, Sviluppo Italia

Miglioramento delle funzioni svolte e delle condizioni economico-finanziarie

Pubblici servizi trasformati in SpA

FS, ANAS, Poste Italiane, ENAV, Poligrafico dello Stato

Miglior definizione della regolamentazione

Miglioramento efficienza e/o autosufficienza economico-finanziaria

Settori strategici con quota di controllo

ENI, ENEL, Finmeccanica

Mantenimento, almeno per ora, di una partecipazione superiore al 30%

Settori liberalizzati(manifatturieri/pubblici servizi)

Alitalia

Crescente concorrenza


Sistema del trasporto aereo in italia

Sistema del trasporto aereo in Italia telecomunicazioni) e 8

Audizione del Ministro dell’Economia e delle Finanzesulla situazione e sulle prospettive di Alitalia 13 dicembre 2006


L evoluzione del traffico aereo

Trasporto aereo in telecomunicazioni) e 8Italia

L’evoluzione del traffico aereo

Passeggeri trasportati – Mondo

Miliardi

Passeggeri trasportati – Italia*

Milioni

+7% p.a.

82,5

74,3

1,89

69,2

67,3

+4% p.a.

66,1

59,6

1,69

1,67

1,64

1,64

1,57

1999

2000

2001

2002

2003

2004

1999

2000

2001

2002

2003

2004

Quota su Mondo (%)

3,8

4,0

4,2

4,0

4,4

4,4

Nonostante la crisi post “11 settembre”, il numero dei passeggeri trasportati nel periodo 1999-2004 è notevolmente aumentato a livello globale.

L’Italia ha avuto tassi di crescita superiori a quelli mondiali


Arrivi turistici in italia

Trasporto aereo in telecomunicazioni) e 8Italia

Arrivi turistici in Italia

Milioni di passeggeri

59,5

62,7

61,0

63,6

63,0

Aereo

16,0%

17,2%

17,9%

18,2%

19,1%

Ferrovia

4,8%

4,8%

4,3%

4,8%

4,1%

75,2%

73,3%

72,9%

72,8%

72,1%

Strada

Mare

4,0%

4,7%

4,5%

4,6%

4,7%

1999

2000

2001

2002

2003

  • Incremento dell’importanza del mezzo aereo rispetto agli altri mezzi di trasporto.

  • In termini di nuovi ingressi, il mezzo aereo è il maggiore motore di crescita.

  • Soprattutto in un Paese a forte vocazione turistica come l’Italia, i sistemi aereo e aeroportuale sono fondamentali per il rilancio della crescita economica.


Dimensione del mercato del trasporto aereo in italia

Trasporto aereo in telecomunicazioni) e 8Italia

Dimensione del mercato del trasporto aereo in Italia

2000

2005

Mercato Italiano(Vendite 2005 per area geografica - %)

Sud Italia

Altri

MXP

Altri

Milano

11%

Italia

Centrale

11%

MXP

15%

33

20%

CDG

10%

10%

26%

26%

17

2%

Roma

FCO

AMS

5%

3%

5%

20%

4%

4%

4%

LHR

LHR

Nord Italia

3%

3%

5%

LGW

31%

AMS

31%

11%

9%

9%

9%

10%

FRA

MAD

FRA

FCO

CDG

  • Il mercato italiano genera ricavi dell’ordine di 4.5 miliardi, per il 50% derivante da rotte da/per Roma e Milano.

  • La competitività complessiva del Sistema Italia, tuttavia, è in contrazione: i voli intercontinentali (posti offerti) dall’Italia solo per il 35% hanno come scalo di partenza Malpensa e Fiumicino (57% nel 2000)


La catena del valore nel trasporto aereo

Trasporto aereo in telecomunicazioni) e 8Italia

La catena del valorenel trasporto aereo

ROI

Media 2003-2005Campione internazionale tranne che per Compagnie assicurative e Aeroporti per i quali si fa riferimento ad in campione italiano - Fonte elaborazioni Roland Berger su bilanci aziendali

  • Alla liberalizzazione del trasporto aereo (vettori aerei) non è corrisposto, a livello globale, un adeguamento della regolamentazione nei settori connessi che costituiscono il sistema del trasporto aereo.

  • Conseguente sbilanciamento, a livello globale, a favore degli operatori monopolistici o oligopolistici operanti a monte e a valle dei vettori aerei (caratterizzati da bassa redditività rispetto alla rischiosità del business)


I requisiti di sistema

Trasporto aereo in telecomunicazioni) e 8Italia

I requisiti di sistema

Articolazione del sistema

Criticità (esemplificativo)

Aeroporti

Proliferazione degli aeroporti

Sistema tariffario migliorabile

Gestione fasce orarie (Slot)

Scarsa efficacia operativa nel processo di assegnazione degli slot

Gestione degli spazi aerei (ENAV)

Tariffe non allineate agli effettivi costi di erogazione servizio per aeroporto/ tipo di aeromobile

Relazioni sindacali

Elevata conflittualità e frammentazione sindacale

Governance istituzionale (ENAC)

Prerogative e terzietà dell’Ente regolatore del sistema da rafforzare


Alitalia e i suoi concorrenti

Alitalia e i suoi concorrenti telecomunicazioni) e 8

Audizione del Ministro dell’Economia e delle Finanzesulla situazione e sulle prospettive di Alitalia 13 dicembre 2006


Le compagnie di bandiera

Alitalia e i suoi concorrenti telecomunicazioni) e 8

Le “Compagnie di bandiera”

Quota delle compagnie di bandiera nel proprio mercato nazionale (%)

  • Alitalia presenta notevoli elementi di criticità e di svantaggio competitivo strutturale

  • La forte erosione della quota di mercato interno presidiabile da Alitalia discende tra l’altro da:

    • proliferazione di aeroporti “minori”

    • carenza di infrastrutture funzionali alla piena operatività dei principali scali

    • regolamentazione del settore inadeguata

Scandinavia

71

UK

27

Germania

Francia

72

88

Italia

57

50

Spagna


I loro assetti proprietari

Alitalia e i suoi concorrenti telecomunicazioni) e 8

I loro assetti proprietari

BRITISH AIRWAYS

LUFTHANSA

SAS

AUSTRIAN AIRLINES

AIR FRANCE

IBERIA

  • In uno scenario europeo, il concetto di “Compagnia di Bandiera” sembra prescindere dal controllo azionario del Vettore Nazionale da parte del Governo


Alitalia nel mercato intercontinentale

Alitalia e i suoi concorrenti telecomunicazioni) e 8

Alitalia nel mercato intercontinentale

Evoluzione domanda di traffico da/per Italia

Previsioni – Tasso medio di crescita annua ’05-’09

Quota di posti offerti dall’Italia

Canada

37%

63%

8,7%

China

38%

Japan

31%

62%

5,6%

5,6%

69%

4,5%

36%

4,4%

4,3%

U.S.

64%

India

3,2%

West Africa

Venenzuela

15%

100%

100%

Brasil

85%

48%

52%

Argentina

Central America

Far East

West Africa

NorthAmerica

South America

China

India

33%

67%

Alitalia

Altri Vettori

  • La quota dei passeggeri che utilizza Alitalia, in alcuni casi significativi (USA, Cina), è inferiore a quella dei concorrenti

  • A fronte di tale situazione sembra delinearsi nel futuro un significativo incremento del traffico da e per l’Italia


La capitalizzazione di borsa

Alitalia e i suoi concorrenti telecomunicazioni) e 8

La capitalizzazione di borsa

Miliardi di euro

9.2

Mercato

8.5

8.1

2.6

1.3

  • Alitalia presenta una capitalizzazione di borsa significativamente inferiore a quella dei principali Vettori UE


Il titolo alitalia in borsa

Alitalia e i suoi concorrenti telecomunicazioni) e 8

Il titolo Alitalia in borsa

IRI diminuisce la

Annuncio di alleanza

25

partecipazione in

Accordo

commerciale con Air

Conversione di azioni di

Alitalia dall'85% al

con Air France

France

risparmio e privilegiate

67%

e Delta

in azioni ordinarie

Aumento di capitale di

20

€ 1 mld e ingresso di

Annuncio

Fintecna nel capitale di

Sky team

Partecipazione

Alitalia Servizi

incrociata

Alitalia - Air

15

Aumento di

France: 2%

capitale di

1,4 mld

(€)

10

Restituzione del

"Prestito Ponte"

5

0

dic-96

lug-97

feb-98

ott-98

mag-99

dic-99

lug-00

mar-01

ott-01

mag-02

dic-02

lug-03

mar-04

ott-04

mag-05

dic-05

ago-06

Prezzo azioni Alitalia


Alitalia e i suoi concorrenti andamenti di borsa

Alitalia e i suoi concorrenti telecomunicazioni) e 8

Alitalia e i suoi concorrenti: andamenti di borsa

  • La mancata implementazione delle strategie pianificate e la difficoltà nell’attuare una ristrutturazione efficace hanno impedito ad AZ di sfruttare il trend rialzista che negli ultimi anni ha caratterizzato il settore aereo europeo

  • Ad eccezione di pochi limitati periodi, il titolo Alitalia ha sempre sofferto una cronica mancanza di liquidità

  • Solo dopo il recente aumento di capitale il titolo ha acquisito una visibilità tale da poter essere considerato un valido strumento di trading per investitori istituzionali


I risultati economici

Alitalia e i suoi concorrenti telecomunicazioni) e 8

I risultati economici

Perdite 1996-2006 (primi 9 mesi)3.1 miliardi


Le risorse affluite all azienda 1998 2005

Alitalia e i suoi concorrenti telecomunicazioni) e 8

Le risorse affluite all’azienda (1998-2005)


Alitalia l occupazione

Alitalia e i suoi concorrenti telecomunicazioni) e 8

Alitalia: l’occupazione

Circa 19.500

(*)

(*)

(*) Il dato 2005 tiene conto del deconsolidamento di Alitalia Servizi (8.400 unità alla data)

  • Le iniziative di contenimento del personale adottate dalla Società negli ultimi 5 anni hanno portato l’organico (considerando Alitalia Servizi) a livelli sostanzialmente in linea a quelli di 10 anni fa


La conflittualit interna

Alitalia e i suoi concorrenti telecomunicazioni) e 8

La conflittualità interna

SCIOPERI 2005

SCIOPERI 2006

TOTALE SCIOPERI

TOTALE SCIOPERI

37

35

PROCLAMATI

PROCLAMATI

DI CUI

DI CUI

DICHIARATI

DICHIARATI

29

17

ILLEGITTIMI

ILLEGITTIMI

DA C.D.G.

DA C.D.G.

TOT. ORE

TOT. ORE

SCIOPERO

460

SCIOPERO

520

PROCLAMATE

PROCLAMATE

TOTALE SCIOPERI

TOTALE SCIOPERI

15

10

EFFETTUATI

EFFETTUATI

TOT. ORE

TOT. ORE

SCIOPERO

192

SCIOPERO

152

EFFETTUATE

EFFETTUATE

TOTALE SCIOPERI

TOTALE SCIOPERI

11

6

REVOCATI

REVOCATI


La privatizzazione di alitalia

La privatizzazione di Alitalia telecomunicazioni) e 8

Audizione del Ministro dell’Economia e delle Finanzesulla situazione e sulle prospettive di Alitalia 13 dicembre 2006


Le debolezze del settore e di alitalia

Privatizzazione telecomunicazioni) e 8

di Alitalia

Le debolezze del settore e di Alitalia


Privatizzazione telecomunicazioni) e 8

di Alitalia

Perché privatizzare

  • Vincoli attuali

    • europei: impossibilità per lo Stato di ricapitalizzare ulteriormente l’azienda (normativa su Aiuti di Stato)

    • interni: criticità nel circuito “Stato/Azionista – Management – Organizzazioni Sindacali”

    • di mercato: necessità di una partnership strategica

  • Obiettivi:

    • salvaguardia di Alitalia e suo rafforzamento industriale - finanziario

    • sviluppo di sinergie operative

    • realizzazione di un Piano Industriale con prospettive di sviluppo effettivamente perseguibili

Il Governo ha deciso di vendere perché ha giudicato che ormai l’Alitalia debba essere gestita pienamente come un’impresa, con criteri interamente imprenditoriali

Il Governo formulerà condizioni di vendita che attirino imprenditori che hanno intenzioni serie di sviluppare, con un piano industriale adeguato, le sorti dell’impresa


La modalit di vendita prescelta

Privatizzazione telecomunicazioni) e 8

di Alitalia

La modalità di vendita prescelta

Obiettivi nella scelta della procedura

  • Rispetto del mercato e degli azionisti di minoranza

  • Attirare investitori strategici

  • Assicurare trasparenza e non discriminazione

  • Consentire di analizzare/valutare Piani Industriali alternativi

  • Valorizzare al meglio l’esito della privatizzazione per lo Stato

  • Salvaguardare l’“interesse generale”

Proceduracompetitiva


La dimensione dell operazione

Privatizzazione telecomunicazioni) e 8

di Alitalia

La dimensione dell’operazione

QUOTA DA CEDERE

NON INFERIORE AL 30,1%

(anche obbligazioni detenute dal MEF)

Effettiva cessione

del controllo

OPA obbligatoria


I primi passaggi della procedura

Privatizzazione telecomunicazioni) e 8

di Alitalia

I primi passaggi della procedura

  • Selezione di advisor per assistere il Ministero su aspetti

    • finanziari

    • legali

    • industriali

  • Predisposizione dell’avvisodi sollecitazione di manifestazioni di interesse (cosiddetto “Bando”)

  • Pubblicazione del “Bando” presumibilmente entro fine anno


La procedura competitiva esemplificativa

Privatizzazione telecomunicazioni) e 8

di Alitalia

La procedura competitiva(esemplificativa)

  • Pubblicazione del Bando

  • Invio Information Memorandum e lettera procedura per Offerte Preliminari

  • Analisi delle offerte preliminari

  • (eventuale)

  • Manifestazionidi interesse

  • Offerte Preliminari non vincolanti (eventuale)

Potenziali acquirenti

  • % oggetto di cessione

  • Informazioni di carattere generale su AZ

  • Requisiti soggettivi per ammissione (es. entità minima di Mezzi Propri)

  • Cordate / Newco

  • Presentazione documentazione richiesta

  • Impegno alla riservatez.

  • Assenza conflitti di interesse

Lettera di procedura

  • Tempi

  • Requisiti minimi del Piano Industriale

  • Indicazione di prezzo

  • Piano Industriale coerente con indicazioni MEF

  • Indicazione copertura finanziaria dell’acquisto


La procedura competitiva esemplificativa1

Privatizzazione telecomunicazioni) e 8

di Alitalia

La procedura competitiva(esemplificativa)

  • Ammissione alla fase di due diligence

  • Invio Schema di Contratto

  • Lettera richiesta Offerte Vincolanti con Schema Contratto Finale

  • Svolgimento fase di due diligence

  • Incontri con il management

  • Proposte di variazioni allo Schema di Contratto

Potenziali acquirenti

Schema Contratto

  • Vincoli / Impegni per l’acquirente

  • Requisiti minimi del Piano Industriale


La procedura competitiva esemplificativa2
La procedura competitiva telecomunicazioni) e 8(esemplificativa)

  • Analisi Offerte Vincolanti

  • Aggiudicazione

  • Stipula Contratto

  • Trasferimento Azioni

  • Procedura Antitrust (eventuale)

  • Condizioni sospensive

  • Stipula Contratto

  • Presentazione Offerte Vincolanti

  • Pagamento Prezzo

  • Rilascio Garanzia per impegni contrattuali

Potenziali acquirenti

  • Prezzo

  • Piano Industriale

  • Garanzia Irrevocabilità dell’Offerta

  • Accettazione incondizionata Contratto

  • Modalità di finanziamento acquisto


Interesse pubblico

Interesse pubblico telecomunicazioni) e 8

Audizione del Ministro dell’Economia e delle Finanzesulla situazione e sulle prospettive di Alitalia 13 dicembre 2006


Il caso alitalia in prospettiva

Interesse pubblico telecomunicazioni) e 8

Il caso Alitalia in prospettiva

L’attuale situazione di difficoltà in cui versa Alitalia è l’effetto di molte cause:

  • Risposta inadeguata (governativa, sindacale, aziendale) alla crescente concorrenza ed agli elementi di criticità nel settore del trasporto aero

  • Mancato adeguamento delle infrastrutture necessarie al trasporto aereo

  • Regolamentazione inefficiente e spesso non trasparente

  • Ampia prevalenza di interessi locali su quelli del sistema Italia

  • Presenza / invadenza della politica

  • Frammentazione e conflittualità sindacale


L interesse pubblico

Interesse pubblico telecomunicazioni) e 8

L’interesse pubblico

  • Una forte “Compagnia di bandiera” è desiderabile anche in un mercato concorrenziale

  • “Compagnia di bandiera” e proprietàpubblica sono cose diverse

  • Interesse pubblico (o nazionale) non coincide conil controllo pubblico del capitale

  • Alitalia nonè solo una realtà industriale, è componente essenziale del Sistema Paese

  • L’occupazione può essere salvaguardata solo da una azienda vincente in un mercato concorrenziale

L’interesse pubblico è che le persone e le merci che viaggiano da e verso l’Italia abbiano accesso a servizi di trasporto aereo efficienti, sicuri e poco costosi


I pubblici poteri

Interesse pubblico telecomunicazioni) e 8

I pubblici poteri

I pubblici poteri sono costituiti da

  • Requisitidi sistema favorevoli postulano coordinamento dei pubblici poteri

  • La funzione ultima di coordinamento spetta al Governo

  • L’azione dei pubblici poteri non può prescindere né dalla concorrenza interna ed internazionale

  • Le regole europee non possono essere ignorate

  • Le relazioni sindacali sono responsabilità primaria dell’azienda e non del Governo

Governo Centrale

Autorità locali

Enti di controllo


L azione del governo 1

Interesse pubblico telecomunicazioni) e 8

L’azione del Governo - 1

Nell’immediato, ciò significa realizzare una buona privatizzazione che:

  • collochi Alitalia in mani capaci dal punto di vista imprenditoriale e patrimoniale

  • realizzi un Piano Industriale di risanamento, sviluppo e rilancio dell’azienda

  • salvaguardi i profili di interesse generale (adeguata offerta dei servizi e copertura del territorio; livelli occupazionali; mantenimento dell'identità nazionale della società, del suo logo e del suo marchio)

L’interesse nazionale: persone e merci che viaggiano da e verso l’Italia devono godere di un servizio aereo efficiente, sicuro e poco costoso in un regime di mercato e di concorrenza internazionale


L azione del governo 2

Interesse pubblico telecomunicazioni) e 8

L’azione del Governo - 2

  • L’Attodi indirizzo del Governo emanato dal Governo il 12 dicembre avvia una riforma del settore del trasporto aereo in Italia che assicuri allo stesso maggior trasparenza, efficienza, distinzioni di ruoli tra i diversi attori allineando il nostro sistema alle migliori pratiche europee

  • In attuazione della legge n. 248 del 2005, un primo passaggio sarà

    • l’approvazione della delibera CIPE relativa al completamento della riforma della tariffazione aeroportuale

    • l’approvazione dei decreti ministeriali in materia di tariffe di assistenza al volo e di terminale

  • In una prospettiva più ampia non si può non intervenire per colmare la perdurante carenza di infrastrutture che continua a rappresentare un enorme svantaggio competitivo per il nostro Paese

La privatizzazione di Alitalia non attenua l’esigenza di operare sui requisiti di sistema ma, anzi, la rafforza e la richiede come presupposto


ad