Le piante rampicanti
This presentation is the property of its rightful owner.
Sponsored Links
1 / 68

Le piante rampicanti PowerPoint PPT Presentation


  • 112 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

Le piante rampicanti. I rampicanti , come suggerisce il nome, sono caratterizzati dalla naturale tendenza a crescere in verticale aggrappandosi ad altre piante, muri, appositi sostegni reti, ecc.

Download Presentation

Le piante rampicanti

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


Le piante rampicanti

Le piante rampicanti


Le piante rampicanti

  • I rampicanti , come suggerisce il nome, sono caratterizzati dalla naturale tendenza a crescere in verticale aggrappandosi ad altre piante, muri, appositi sostegni reti, ecc.


Le piante rampicanti

  • Questa caratteristica e la possibilità di un o sviluppo su un piano praticamente bidimensionale li rende particolarmente adatti alla creazione di schermature, barriere protettive, piccoli giardini, ambienti riservati anche su terrazzi.


Le piante rampicanti

  • Possono inoltre rivestire superfici piane o essere cascanti


Le piante rampicanti

  • La scelta del rampicante deve essere coerente con le caratteristiche del luogo, del clima, del supporto di sostegno.


Le piante rampicanti

  • Svariate sono le tipologie e le varietà esistenti.

  • Si distinguono in rampicanti peduncolati, capaci di aggrapparsi in maniera autonoma mediante peduncoli, radici avventizie, ventose globulari.

  • Rampicanti avviluppatori, capaci di avvitare i rami intorno a strutture o sostegni mediante intreccio, volute, viticci.

  • Rampicanti sarmentosi, necessitano di essere legati alle strutture di sostegno

  • Le piante rampicanti possono essere perenni, annuali, sempreverdi o a foglia caduca


Le piante rampicanti

Clematis Vitalba (fam. Ranuncolacee)

Nome comune Liana

Sviluppo fino a 25 m

perenne

Si aggrappa con viticci al sostegno (fili)

Foglia caduca

Verde luminoso e vibrante.

Tende a salire con fusti legnosi liberi, senza foglie che sembrano il sartiame dei velieri molto presenti anche nel periodo invernale

Fiori bianchi non appariscenti, a fine autunno si formano sulle chiome morbidi piumini argentei e luminosi che permangono anche in inverno inoltrato.

Lasciata libera su siepi sviluppa una notevole massa, fresca e luminosa.

Molto adatta a drappeggi lunghi

Si aggregano bene alla base dei fusti il luppolo, il convolvo, il caprifoglio.


Le piante rampicanti

  • Lonicera

  • Caprifolium (f. Caprifoliacere)

  • Nome comune Caprifoglio.

  • Sviluppo verticale 6 m può rivestire una superficie di 6/8 mq.

  • Fusto volubile si avvolge in senso orario su fili tesi

  • Foglia parzialmente caduca

  • Foglia verde chiaro.

  • Fioritura abbondante color crema, rosa, giallo, molto profumata

  • Fitto groviglio invernale


Le piante rampicanti

  • Humulus Lupulus (fam. Cannabacee)

  • Nome comune Luppolo

  • Sviluppo verticale 10 m

  • Ricrescente

  • Fusto volubile si avvolge su fili, strutture e cespugli, ricadente su siepi.

  • Foglia caduca

  • Foglia verde intenso, scuro.

  • Fiore abbondante, a fine estate dai morbidi e aerei drappeggi pendono grappoli di ponnocchiette verdi ( utilizzate per la fabbricazione della birra)

  • Grande arrampicatore, elegante, compatto e ordinato precoce scompare d’inverno lasciando una grande massa di fusti secchi rossastri con andamento verticale che riutilizza per avvilupparsi a primavera

  • Si associa bene con la liana di cui riveste le parti basse prive di foglie


Le piante rampicanti

  • Hedera (fam. Araliaceae)

  • Nome comune Edera.

  • Sviluppo verticale 30 m ampiezza da 3 a 10 m

  • Perenne

  • Fusto legnoso dotato di radici aeree

  • Sempreverde

  • Foglia verde scuro, lucido, brillante anche tendente al grigio bleau o variegate bianco verde

  • Fioritura ombrelliforme verde giallo

  • Esistono diverse varietà, è la più versatile dei rampicanti si arrampica senza sostegno artificiale fino a grandi altezze o si espande a terra tappezzando il terreno dove non cresce nemmeno l’erba.

  • La varietà Helix ramifica creando volumi notevoli su muro manto profondo 80/100 cm.


Le piante rampicanti

Convolvolus

(fam. convolvulaceae)

Nome comune Convolvo

Sviluppo verticale 2 m

Perenne, durante l’inverno scompare completamente.

Foglia verde chiaro luminosa

Fiore a corolla bianchi abbondanti da Maggio a Settembre

Fusti volubili ideale per rivestire reti


Le piante rampicanti

Ampelopsis quinquefolia (fam. Vitacee)

Sviluppo verticale 20/30 m

Perenne

Foglia caduca, verde chiaro in estate, particolarmente colorata in autunno dal giallo al rosso vinoso.

Ideale per rivestire pareti e muri anche molto vasti ai quali si aggrappa senza alcun sostegno mediante piccole ventose

Può anche essere utilizzato in lunghi festoni cadenti


Le piante rampicanti

  • Parthenocissus quinquefolia (fam. Vitaceae)

  • Nome comune vita americana o vite del Canadà

  • Sviluppo verticale 15 m

  • Perenne

  • Foglia caduca verde scuro d’estate coloratissima in autunno dai gialli ai rossi.

  • Si arrampica con viticci a picciolo, adatto per tutti i rivestimenti anche decombenti.


Le piante rampicanti

  • Vitis vinifera. (fam vitaceae)

  • Nome comune vite

  • Perenne

  • Sviluppo verticale 10/15 m

  • Foglia caduca da verde chiaro a verde scuro giallo rossa in autunno.

  • Si coltiva in forme differenti può essere utilizzata per pergolati necessita di strutture di appoggio alle quali si aggrappa con viticci presenti sui pampini può essere condotta a sviluppare la fronda anche a10 m dal luogo d’impianto con fusto nudo.

  • Lasciata allo stato selvatico, senza potature sviluppa una notevole massa fogliare colonizzando alberi o strutture verticali


  • Login