CURVE PALEOCLIMATICHE
Download
1 / 14

Gli isotopi di un elemento sono atomi con uguale numero di elettroni cariche negative esterne al nucleo e di protoni c - PowerPoint PPT Presentation


  • 137 Views
  • Uploaded on

CURVE PALEOCLIMATICHE. Isotopi stabili dell’Ossigeno. Gli isotopi di un elemento sono atomi con uguale numero di elettroni (cariche negative esterne al nucleo) e di protoni (cariche positive interne al nucleo), ma diverso numero di neutroni (particelle senza carica interne al nucleo.

loader
I am the owner, or an agent authorized to act on behalf of the owner, of the copyrighted work described.
capcha
Download Presentation

PowerPoint Slideshow about 'Gli isotopi di un elemento sono atomi con uguale numero di elettroni cariche negative esterne al nucleo e di protoni c' - dahlia


An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Presentation Transcript

CURVE PALEOCLIMATICHE

Isotopi stabili dell’Ossigeno

Gli isotopi di un elemento sono atomi con uguale numero

di elettroni (cariche negative esterne al nucleo)

e di protoni (cariche positive interne al nucleo),

ma diverso numero di neutroni (particelle senza carica interne al nucleo.

A = numero di massa = numero di protoni + neutroni

16O

18O

8

8

Z = numero atomico = numero di elettroni = numero di protoni

Il comportamento chimico di due isotopi del medesimo elemento è lo stesso;

dal punto di vista fisico possono avere comportamenti lievemente diversi.


CURVE PALEOCLIMATICHE

Isotopi stabili dell’Ossigeno

16O

18O

8 elettroni

8 protoni

8 neutroni

8 elettroni

8 protoni

10 neutroni


CURVE PALEOCLIMATICHE

Isotopi stabili dell’Ossigeno

1 - Gli isotopi dell’ossigeno 16O e 18O sono stabili

(non si trasformano in altri elementi attraverso processi di decadimento radioattivo).

2 - In natura il loro rapporto è costante.

3 - Le molecole di acqua (H2O) possono contenere 16O oppure 18O.

4 - Quelle formate dall’isotopo 16O (più leggere) evaporano più facilmente di quelle contenenti 18O (più pesanti)

H

H

16O

H

H

18O


CURVE PALEOCLIMATICHE

Isotopi stabili dell’Ossigeno

5 - Mari ed oceani tendono ad impoverirsi di 16O, e di conseguenza ad arricchirsi di 18O, a causa dell’evaporazione differenziata.

6 - L’acqua evaporata ricade sulla terra sotto forma di precipitazioni e, attraverso il ciclo idrogeologico, ritorna nei mari riequilibrandone subito la composizione isotopica.

+ 16O

equilibrio tra 16O e 18O


CURVE PALEOCLIMATICHE

Isotopi stabili dell’Ossigeno

7 - Durante i periodi freddi, i ghiacci delle calotte polari e montane bloccano l’acqua ricca in 16O ricaduta sulla terra, impedendone il rientro negli oceani, il cui livello si abbassa.

L’acqua del mare si arricchisce in 18O.

+ 16O

+ 16O

equilibrio tra 16O e 18O

+ 18O


CURVE PALEOCLIMATICHE

Isotopi stabili dell’Ossigeno

8 - Al rialzarsi della temperatura i ghiacci si sciolgono, il livello del mare si rialza e la composizione isotopica degli oceani si riequilibra.

equilibrio tra 16O e 18O


CURVE PALEOCLIMATICHE

Isotopi stabili dell’Ossigeno

9 - I foraminiferi planctonici, oltre a numerose altre specie di organismi marini, costruiscono un guscio calcareo (CaCO3) utilizzando l’ossigeno dell’acqua marina. La composizione isotopica dei gusci rispecchia così quella del mare in cui vivono questi animali.

10 - Alla loro morte i foraminiferi planctonici si depositano sul fondo degli oceani, formando sedimenti che si accumulano lentamente.

Globigerinoides ruber

Globigerina bulloides


CURVE PALEOCLIMATICHE

Isotopi stabili dell’Ossigeno

11 - Per mezzo di particolari trivelle è possibile prelevare dai fondali oceanici carote di sedimenti lunghe parecchie decine di metri.


CURVE PALEOCLIMATICHE

Isotopi stabili dell’Ossigeno

12 - Dalle carote si prelevano campioni di sedimento a distanza di pochi centimetri l’uno dall’altro, e da questi si estraggono i foraminiferi.

13 - Si misura poi la quantità di 16O e 18O nei foraminiferi di ciascun campione e si tracciano curve della composizione isotopica in funzione della profondità.

14 - Queste curve rappresentano la variazione del volume dei ghiacci presenti sulla terra.

Carota ODP V28-238


CURVE PALEOCLIMATICHE

Isotopi stabili dell’Ossigeno

15 - per mezzo di studi geocronometrici è possibile datare le carote, trasformando le profondità in tempi.Si usano soprattutto studi sui tephra (ceneri vulcaniche) e sul paleomagnetismo dei sedimenti.

16 - Ovunque siano state prelevate le carote, le curve sono (quasi) sempre correlabili.Ciò significa che il metodo è valido su scala mondiale.

Brunhes

Matuyama


CURVE PALEOCLIMATICHE

Isotopi stabili dell’Ossigeno

17 - Le curve possono essere suddivise in fasi (oxigen isotope stages) numerate a partire da 1 (attuale).

18 - Fasi calde = numeri dispari; fasi fredde = numeri pari.

10

16

2

18

12

6

8

20

4

14

5d

3

5a

13

17

7

15

19

11

9

5e

1


CURVE PALEOCLIMATICHE

Isotopi stabili dell’Ossigeno

Le curve hanno minor pendenza

nelle fasi anaglaciali

che in quelle cataglaciali

10

16

2

18

12

6

8

20

4

14

5d

3

5a

13

17

7

15

19

11

9

5e

1


CURVE PALEOCLIMATICHE

SPIEGAZIONE

delle diverse velocità di raffreddamento e riscaldamento

Anaglaciale:

raffreddamento acque marine superficiali

migrazione in basso di acque superficiali

mescolamento con acque profonde calde e omogeneizzazione della temperatura

raffreddamento rallentato

Cataglaciale:

fusione dei ghiacci

acque di fusione, dolci e poco dense benché fredde, restano in superficie

ulteriore riscaldamento acque superficiali - acque profonde restano isolate

nessun rimescolamento né omogeneizzazione della temperatura

accelerazione del processo di fusione


CURVE PALEOCLIMATICHE

Curve ottenute dalla ricomposizione di più carote indicano:

- raffreddamento della temperatura media della Terra da 3 Ma BP;

- forti oscillazioni nella temperatura da 2.5 Ma BP;

- numero di oscillazioni climatiche decisamente maggiore di quello indicato dalle ipotesi di Penck e Bruckner (A. Penck, E. Bruckner, Die Alpen im Eiszeitalter, 1909).

Curva composita V1930, ODP677, ODP846


ad