La formazione del gruppo
Sponsored Links
This presentation is the property of its rightful owner.
1 / 22

La formazione del gruppo * PowerPoint PPT Presentation


  • 145 Views
  • Uploaded on
  • Presentation posted in: General

La formazione del gruppo *. *google.it/la formazione del gruppo. Che cos’è un gruppo?. Dal vocabolario: “ … insieme di persone, animali o di cose raccolte … ”. In psicologia ….

Download Presentation

La formazione del gruppo *

An Image/Link below is provided (as is) to download presentation

Download Policy: Content on the Website is provided to you AS IS for your information and personal use and may not be sold / licensed / shared on other websites without getting consent from its author.While downloading, if for some reason you are not able to download a presentation, the publisher may have deleted the file from their server.


- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - E N D - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Presentation Transcript


La formazione del gruppo *

*google.it/la formazione del gruppo


Che cos’è un gruppo?

Dal vocabolario:

“ … insieme di persone,

animali o di cose raccolte … ”


In psicologia …

“ … un gruppo può essere definito come un insieme formato da due o più persone che interagiscono tra loro e che dividono delle mete e delle norme comuni che stanno a capo della loro attività, sviluppando una rete di ruoli e di relazioni affettive … ”

(Harrè, Lamb e Mecacci)


Il gruppo accompagna

la nostra vita

dall’inizio alla fine


Categorizzazione dei gruppi

  • Anzieu e Martin (1986) hanno cercato di definire le molteplici forme che può assumere l’interazione sociale:

    • la folla;

    • la banda;

    • il raggruppamento;

    • il gruppo allargato.


Caratterizzazione dei gruppi primari

  • Secondo il sociologo americano Cooley (1902) i gruppi primari sono caratterizzati da associazione e cooperazione faccia a faccia intima.

  • Qualunque società è formata da un insieme di gruppi primari.


I gruppi nella vita di un individuo

  • Il gruppo ha un’importanza nella soggettività di ogni persona

  • La personalità si basa sulla relazione

RELAZIONE CON LA MADRE

GRUPPO FAMIGLIA

GRUPPO COETANEI

GRUPPO LAVORO

GRUPPO NOSTRA

FAMIGLIA COSTRUITA


Caratterizzazione dei gruppi secondari

  • Il gruppo secondario è limitato allo scopo, all’obiettivo condiviso dai membri del gruppo.


Caratteristiche di un gruppo

  • Oltre all’insieme particolare delle relazioni affettive che si sviluppano all’interno del gruppo e che ne sono il collante, le caratteristiche di un gruppo sono:

  • ampiezza,

  • interazione prolungata,

  • percezione del gruppo come una unità a se stante,

  • obiettivi,

  • norme interne,

  • presenza di ruoli.


Interazione;

coesione;

interdipendenza.

Ragioni per stare in un gruppo

1. Sicurezza- Il soggetto non si sente solo 2. Status - Al soggetto che appartiene ad un gruppo viene riconosciuto uno status sociale.

3. Autostima - Riconoscimento di sé e delle proprie capacità 4. Affiliazione - Aspetti sociali5. Potere 6. Raggiungimento di obiettivi – sforzi di gruppo /talento


Caratteristiche di un gruppo

Il gruppo afferma la sua esistenza anche con una serie di rituali


La struttura della comunicazione nel gruppo

a

a

b

c

e

b

d

e

d

c

“a ruota”

“a catena”

a

a

e

b

e

b

d

c

d

c

“a cerchio”

“rete completamente aperta”


Sviluppo del gruppo: il modello a 5 stadi

Primo stadio: formazione del gruppo.

Secondo stadio: conflitto emergenza del leader.

Terzo stadio: creazione delle norme del gruppo.

Quarto stadio: azione del gruppo.

Quinto stadio: aggiornamento.


Secondo stadio: IL CONFLITTOnelle dinamiche di gruppo

  • All'interno di un gruppo di lavoro si manifesta quando persone, che per la natura del loro lavoro dipendono l'uno dall'altro, hanno punti di vista diversi, interessi o obiettivi diversi o addirittura contrastanti.

CONFLITTO COSTRUTTIVO

CONFLITTO DISTRUTTIVO


Secondo stadio: la creazione del leader

  • Caratteristiche indispensabili per essere leader:

  • Self-awareness: coscienza di sé

  • Credibilità: persona credibile ed affidabile

  • Empatia: capace di comprendere gli altri

  • Onestà: persona corretta, onesta e leale nei confronti degli altri leader così come nei confronti del proprio gruppo

  • Comunicazione: capacità di farsi capire, capacità di esprimere chiaramente le idee e gli obiettivi da raggiungere

  • Active listening: capacità di ascoltare e di capire

  • Vision: il vero leader ha sempre una vision, guarda lontano, sa quali saranno gli obiettivi da raggiungere ed ha la capacità di trasmettere la sua vision al proprio gruppo


Leadership generale e specifica

  • Esistono due punti di vista estremi:

    • chi è leader lo è in ogni situazione (leadership generale);

    • il leader è tale solo rispetto al compito che il gruppo si prefigge di realizzare volta per volta (leadership specifica).


Gli stili di leadership


Perché alcuni gruppi sono di successo?

  • Abilità dei membri, taglia del gruppo, livello di conflitto, pressione interna a conformarsi alle norme del gruppo.

  • Influenze esterne (i gruppi non lavorano in isolamento ma come parte di una organizzazione).

  • Influenze interne (abilità dei membri, intelligenza, motivazione, risorse del gruppo, tipi di compiti).


Strategia organizzativa: tempi di lavoro/riposo; come il gruppo è collegato alla strategia del’azienda, potere del gruppo, risorse del gruppo.

Infrastruttura organizzativa: Flessibilità dell’organizzazione, designazione del leader, regole formali che controllano cosa deve essere fatto. Risorse de gruppo, ricompense al singolo o a gruppo

Cultura dell’organizzazione: quali sono gli standard dominanti dei valori culturali?

Effetti del posto di lavoro sul gruppo


Effetti del posto di lavoro sul gruppo: il Mobbing

  • Il termine mobbing proviene dall’inglese to mob (attaccare, assalire, malmenare, aggredire, affollarsi, accalcarsi).

  • Il termine è stato utilizzato da Lorenz (1989)per indicare comportamenti aggressivi di un gruppo di animali nei confronti di un membro del gruppo per escluderlo dalla comunità.

  • In generale, il termine indica una situazione di emarginazione, aggressione di un lavoratore da parte dei suoi colleghi e/o superiori.


Testi consigliati

  • Colamonico P. (2002), Psicologia Generale, Sociale e Clinica, Roma: Carocci Faber (cap. VIII, X, XI, XII e XIII).


  • Login